'Fotografia privata' su Web: microstorie del Novecento

630 views

Published on

Intervento al Seminario formativo “Fonti storiche e Grande Guerra”, Biblioteca nazionale centrale di Roma, 15 maggio 2013

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
630
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
103
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • .
  • ReteINDACO è una piattaforma di contenuti e servizi digitali realizzata nel 2013 per offrire contenuti come quelli già citati, ma anche portali tematici, quotidiani e periodici on line, film. Questi contenuti sono resi disponibili agli Enti ADERENTI (biblioteche e sistemi bibliotecari, istituzioni culturali individuali o associate). Gli ADERENTI alla Rete rendono disponibili ai propri utenti i contenuti attraverso il portale dei servizi. I contenuti sono disponibili con la modalità
  • Ora vediamo un percorso di ricerca all’interno di un archivio fotografico
  • 'Fotografia privata' su Web: microstorie del Novecento

    1. 1. Fotografia privata suWeb:microstorie del Novecento
    2. 2. La ricerca tramite ilcatalogo di bibliotecaIl catalogo è “lo strumento principe di mediazionefra la biblioteca e il lettore; registra e comunica leinformazioni – sotto forma di rappresentazionivicarie dei documenti – che consentonod’individuare le risorse possedute da unabiblioteca (o da un sistema di biblioteche) o a cuiessa dà accesso tramite reti telematiche “(Biblioteconomia: guida classificata , diretta daMauro Guerrini, Milano, Bibliografica, 2007).
    3. 3. Ricerca a soggetto
    4. 4. BibliotuAccanto all’Opac tradizionale è in linea da ottobre 2009 uncatalogo arricchito e partecipato, web 2.0, il Bibliotu, conpossibilità di inserire commenti di lettura, copertine, calendarionews, ecc.La home page del Bibliotu (con una vetrina al centro, ilcalendario delle news a sinistra, un frame di accesso a varieforme di attività online sulla destra) presenta una barra deimenu posizionata sotto il monocampo di ricerca.La voce Risorse digitali della barra dei Menu dà accesso adiverse categorie di risorse: eBook, video, audiolibri, banchedati, collezioni digitali, dizionari online, musica. Queste risorsederivano dalla piattaforma della rete Indaco
    5. 5. e catalogo ReteINDACO è una piattaforma di contenuti e servizi digitalirealizzata da Data Management Soluzioni IT nel 2013.Al suo interno: ebook, video, audiolibri, audio guide, banchedati, siti web , portali tematici, quotidiani e periodici on line,film, mp3, ecc. Questi contenuti sono resi disponibili agli Enti ADERENTI(biblioteche e sistemi bibliotecari, istituzioni culturaliindividuali o associate) Attraverso il portale dei servizi gli ADERENTI a ReteINDACOrendono disponibili ai propri utenti i contenuti digitali indiverse modalità (prestito digitale, accesso web, streaming)
    6. 6. *1418 : documenti e immagini della grandeguerra / Ministero per i beni e le attivitàculturali. - Roma : il Ministero per i beni e leattività culturali. - 1 base di dati. ((Modalità diaccesso: WWW. URL:http://www.14-18.it/home. - In continuoaggiornamento (ultima verifica: 09-05-2013).
    7. 7. http://www.14-18.it/homehttp://www.14-18.it/home
    8. 8. *Centro di servizi Archivio Storico / AlmaMater Studiorum Università di Bologna. -Bologna : Archivio Storico Università diBologna, [2004]. - 1 base di dati. ((Modalità diaccesso: WWW. - URL:http://www.archiviostorico.unibo.it/. - Incontinuo aggiornamento (ultima verifica: 09-05-2013).
    9. 9. http://www.archiviostorico.unibo.it/
    10. 10. http://www.albumdiroma.it/
    11. 11. Fotografia privata 1/4Scattata per un uso familiare, è opera di unanonimo nell’epoca della macchina istantanea,un periodo della storia della fotografiainaugurato nel 1888 dal famoso motto di Kodak«Voi premete il bottone, noi facciamo il resto».La fotografia si diffonde nel Novecento sino adivenire un ‘popolare’ prodotto di massa,fissando su un supporto cartaceo qualsiasiaspetto della vita sociale
    12. 12. Fotografia privata 2/4La portabilità del positivo, il ‘supporto cartaceo’della fotografia privata, ne è la proprietà forsepiù apprezzata che permetterà formeelementari di scambio e di comunicazione, qualimostrare ad altri i componenti del proprionucleo familiare o spedire ai familiari distantiuna cartolina con la propria immagine. È il casoad esempio delle foto che si tenta di spedire alsoldato al fronte da parte dei familiari nellaprima guerra mondiale
    13. 13. Fotografia privata 3/4Questo tipo di fotografia non è prodotto daprofessionisti né da dilettanti di qualità ma dacoloro che Pierre Sorlin ha definito «operatoristagionali o, meglio, intermittenti, dilettanti cherealizzano in maniera discontinua immagini avolte buone, a volte detestabili». Studiare lafotografia privata significa liberarsi da giudiziestetici, preconcetti, gusti soggettivi e calarsi neipanni dello storico del periodo contemporaneoche si serve sempre più spesso di fonti nontradizionali, quali i documenti visuali
    14. 14. Fotografia privata 4/4La fotografia privata è stata di recente oggettodi riscoperta e di studio, anche in riferimentoall’analisi in profondità di collezioni private, chehanno permesso, in alcuni casi, di ricostruire lastoria dei gruppi familiari. La fotografia privatadocumenta infatti gruppi e persone con unaidentità, una storia, e un proprio mondo direlazioni . Cfr. Pierre Sorlin, I figli di Nadar : ilsecolo dellimmagine analogica, Torino, Einaudi,2001, p. 76
    15. 15. 5 dicembre 2003 – 21 marzo 2004 Si tiene a Villa Poniatowski lamostra “Album di famiglia. I romani a Villa Borghese (1903-2003)”. Il catalogo è pubblicato da Skira.Fine marzo 2004 il Sindaco Walter Veltroni promuove unaraccolta digitale delle fotografie provenienti dagli archivi privatidei cittadini , dagli album di famiglia. Maggio-dicembre 2004 Corsi di formazione per la catalogazionedelle fotografie, catalogazione sulla piattaforma (CG Soluzioniinformatiche) di 800 fotografie raccolte nella campagna di MarcoDelogu; la raccolta avviene anche tramite 14 biblioteche 2006 viene pubblicato un catalogo: Album di Roma: fotografieprivate del Novecento, Palombi; seconda campagna di raccoltafotoCronologia
    16. 16. PercorsiNella home page dell’archivio fotografico, sono statiinseriti i Percorsi tra le immagini, una modalità pervisualizzare per argomenti i contenuti dell’Album: Vita eriti di passaggio, La scuola: dall’asilo ai banchi delleelementari, La scuola media, le superiori, l’università,Muoversi in città ,Roma scomparsa, La città e i luoghisimbolo, Roma sui fondali dipinti, Il mondo del lavoro, Ilgioco, lo spettacolo, la festa, Mass media in famiglia,Sportivi veri, Vigili urbani, Léggere..., Nevica!, Uomini eanimali, Vacanze e gite fuori porta, La prima guerramondiale (1914-1918), Roma tra le due guerre, Laseconda guerra mondiale (1940-1945), Personaggi ecelebrità
    17. 17. Percorsi storici
    18. 18. Anna Zaccagnini con il suo primogenito Franco Gagliardini in posa.Foto spedita al marito di Anna che era in guerra, 24 ottobre 1915
    19. 19. Ritratto di Anna Zaccagnini sucartolina postale con dedica almarito che era in guerraDATI ANALITICI ISCRIZIONIDedicatoriaLingua italianaTecnica di scrittura pennaPosizione verso: al centroTrascrizione A Federico mio conimmenso affetto, la tua Nanninache non ti dimentica mai.Roma 8 Agosto 1917
    20. 20. Quattro donne della famiglia Ceccarelli lavorano per i soldati al fronte,1916
    21. 21. Giulio Josi su unbalcone di PalazzoDoria, in via delPlebiscito, in divisaprima della partenzaper il fronte1916
    22. 22. Ritratto di FedericoSabelli prima dellapartenza per ilfronte in una casaromana,1915Un elemento dell’arredo(scaffale, sedia, colonnina)assume la funzione diappoggio e rimanda ad unaconnotazione diradicamento rispetto alterreno, alla casa, al nucleofamiliare.
    23. 23. Cento cannoni austriaci aPiazza Venezia. Un’immaginepuò costituire l’inizio diun laboratorio didatticosul tema delle‘celebrazioni della‘vittoria’
    24. 24. Guglielmo Mengarini e i suoi nipoti a Piazza Venezia, in posa sui cannoniaustriaci, 1919
    25. 25. Tramite i motori di ricercaindividuiamo sul webun’immagine che andiamo acontrollare sugli originalidella raccolta della ‘Domenicadel Corriere’ conservatapresso la Biblioteca G.Marconi
    26. 26. «I trofei della vittoria. Centocannoni austriaci sono statiesposti in Piazza Venezia aRoma»Illustratore Achille Beltrame,4a di copertina del fascicolode "La Domenica delCorriere“5 gennaio 1919
    27. 27. «Capodanno senzaaustriaci in terra redenta.Nella casa trasformata inaltare d’italianità, lafamiglia italiana saluta conil bacio del tricolore l’albadel primo anno dopo laliberazione».Domenica del Corriere,5 gennaio 1919
    28. 28. Una ricerca su siti delcollezionismo, su Roma sparitae su siti di vendita online(eBay) permette diidentificare quattro cartolined’interesse…
    29. 29. Cartolina postale cm. 9 x 14 circaMostra delle armi sottratte all’esercito austriaco alla fine del primo conflitto mondiale.Si svolse dal 5 al 12 gennaio 1919. Fotografo E. Evangelisti.
    30. 30. Cartolina postale cm. 9 x 14 circaMostra delle armi sottratte all’esercito austriaco alla fine del primo conflitto mondiale.Si svolse dal 5 al 12 gennaio 1919. Fotografo E. Evangelisti.
    31. 31. Cartolina postale cm. 9 x 14 circaMostra delle armi sottratte all’esercito austriaco alla fine del primo conflitto mondiale.Si svolse dal 5 al 12 gennaio 1919. Fotografo E. Evangelisti
    32. 32. Cartolina postale cm. 9 x 14 circaMostra delle armi sottratte all’esercito austriaco alla fine del primo conflitto mondiale.Si svolse dal 5 al 12 gennaio 1919. Fotografo E. Evangelisti.

    ×