Your SlideShare is downloading. ×
Magazine nr 01_2006
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Magazine nr 01_2006

195

Published on

Comunicazione Nr 01 2006 Vers. 1 04 06

Comunicazione Nr 01 2006 Vers. 1 04 06

Published in: Business, News & Politics, Sports
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
195
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Magazine 1 Numero 1 Aprile 2006 CNI srl Consultiamoci Il piacere di condividere La voglia e la necessità di la- zione. sciar trasparire quanto il nostro Notizie di rilievo: Ecco quindi in estrema sintesi gruppo lavori dietro le quinte spiegato anche il nome che per realizzare i progetti per i IL piacere di for- abbiamo voluto dare al nostro nostri partenr ci ha spinti alla mare mensile, al fine di recepire il realizzazione dei magazine pe- Il gruppo di reda- materiale che vorrete inviarci o riodici. zione liberi spunti di riflessione abbia- Ovviamente questi magazine mo istituito un gruppo di lavoro La formazione devono diventare aree di scam- e dei comitati di redazione che continua bio non solo culturale ma di avranno il compito di rendere, Crediamo profondamente effettivo utilizzo pratico. progressivamente, sempre più nella condivisione e nel con- interessante, ma soprattutto fronto uniche strade per Il pragmatismo è un po‟ la no- utile, i contenuti pubblicati. poter raggiungere traguardi stra filosofia di mercato ed è per ambiziosi ed importanti. questo che siamo lieti, non solo La responsabilità di “ Consultia- di pubblicare in modo traspa- moci” è stata affidata alla d.ssa rente quanto da noi prodotto, Roventi, Assistant Manager ma ci piacerebbe arricchire i della società, che guiderà anche contenuti dei periodici con testi, il gruppo di redazione. re a coloro che hanno contribui- redazionali ed altro materiale to alla realizzazione del 1° nu- Per chiunque voglia contattarci mero. proveniente dai partner. a tal fine l‟indirizzo è il seguen- Il tutto serve ad arricchire le te: consultiamoci@cnisrl.com; CNI group possibilità di confronto e crea Stefano Gigli Un grazie a tutti ed in particola- un data base di facile consulta- Sommario: Una esigenza aziendale: la formazione La 2 “comunicazione” Nel voler completare la nostra aula possa avere un seguito, se qualche lettore è anche do- 2 proposta di partnership per le coerente e sotto la nostra guida cente sa quale sforzo si mette Il lavoro del grup- po aziende del mercato, rivolgen- inj condivisione con l‟azienda nel trasmetter ed infondere doci in modo particolare, ma mandante. conoscenze, metodi e sopratut- Le nostre proposte 2 non esclusivo, alla PMI abbiamo to motivazioni alle persone che “tailor made” Può sembrare una forzatura o voluto mantenere fermo un siedono in un aula per un corso. 3 una ingerenza, ma vi assicuro Area Formazione caposaldo che ci ha guidato in che non lo è affatto. Perché non far trovare una ap- questi primi venti anni di lavoro. plicazione coerente con quanto “Leadership” 4 Si tratta solo di capitalizzare, a Abbiamo così deciso di continu- fatto a tutto vantaggio del busi- dispensa tutto favore dell‟azienda che ce are la Formazione e di essere ness? lo chiede, lo sforzo che noi fac- Le strategie nel 5 ancora trainer ma ad una sola mercato VOIP ciamo in aula ,durante le sessio- condizione: che il lavoro fatto in ni di formazione; d‟altra parte Forum 6
  • 2. Consultiamoci La “Comunicazione (B. Roventi) Dovendo scegliere una singo- apprendere le leggi fondamen- segnali non verbali. La la dote sulla quale fare affi- tali che la governano. comunicazione umana risulta damento per il proprio suc- dall‟interdipendenza di diversi cesso professionale, la Da qui l‟importanza che la fattori comunicativi: i processi “capacità di comunicare” nostra capacità di espressione di sarebbe sicuramente una verbale non verbale, ditale o interazione si fondano infatti scelta oculata. analogica come più ci piace sul funzionamento integrato e ricercare nei termini assume e simultaneo degli elementi Ogni giorno per ragioni pro- riveste un ruolo di rilevanza verbali, fessionali entriamo in contat- strategica. paralingustici e cinestetici to con decine di persone. prodotto dai soggetti che co- La codifica e la corretta scelta del mezzo di co- Un'umanità varia, composta municano. … . Inoltre occorre Tanto maggiore è la responsa- municazione sono i due da colleghi difficili, collabora- ricordare che bilità che ci assumiamo tanto fondamenti che guidano tori permalosi, capi inflessibi- gli aspetti non verbali del più dobbiamo accrescere la alla chiarezza e ci porta- li, fornitori svogliati, partner comportamento sono così comunicazione. no feed back positivi diffidenti. connaturati nell‟interazione della vita “Oggi siamo in grado di valu- quotidiana che risulta difficile Tutto in definitiva dipende tare il tipo di influenza che il essere pienamente consape- dalla nostra capacità di farci nostro comportamento non voli delle loro funzioni e dei valere, di creare emozione ed verbale determina sugli altri e loro empatia, di comunicare in di giudicare la competenza significati.” P. Elkman I volti modo chiaro, efficace e per- delle persone ad inviare se- della menzogna Giunti 1989 suasivo. Il processo comuni- gnali non cativo, pur essendo così im- verbali o ad interpretarli; sap- “non si può vendere senza portante, viene però attuato piamo che l‟informazione for- comunicare e non si può "così come viene", ricorrendo nita dalle parole in certi casi comunicare senza alle esperienze precedenti in viene conoscere i fondamenti modo inconsapevole e spesso contraddetta e smentita dai della codifica del senza conoscerne nemmeno i segnali non verbali che messaggio” fondamenti. Questa forma- l‟accompagnano e che quando zione trasferisce le basi per non ci è possibile raggiungere il massimo ricorrere alle parole possiamo dell‟efficacia comunicativa ed inviare informazioni attraverso Il lavoro del “Gruppo Comunicazione” E‟ essenziale sottolineare creati all‟interno della società, del nostro gruppo e dei par- l‟importanza della nascita di rappresentano l‟esempio più tner che ci scelgono. qusto GDL investito della re- nitido della nostra esperienza sponsabilità della comunica- e dalla comprovata capacità di zione aziendale, che include trasferire quanto immagazzi- ovviamente anche la produ- nato negli anni; rappresenta zione di “Consultiamoci”, ma è soprattutto un vantaggio per i altresì il perno centrale di tutti nostri partner che possono Non lasciamo spazi i testi e le ricerche che vengo- così sfruttare una informazio- all’inventiva, ma lascia- no utilizzate per la formazione ne e formazione unica che moli alla creatività presso le Aziende, Enti, Istitu- viene calata nella realtà in cui all’imprenditorialità ed ti. siamo chiamati ad operare, alla professionalità rendendola aderente alla ri- Difatti tutte le dispense ed i chiesta. Ritorniamo quindi al testi utilizzati dalla CNI sono “tailor made” asset vincente Pagina 2
  • 3. Magazine 1 Numero 1 Area Formazione (A. Camilllo) “Oggi ci imbattiamo in un indivi- re tutti, non siamo e non sca- dere con voi e tracciare duo che si comporta come un diamo nell‟ormai dimenticato l‟imprescindibile necessità che si automa, che non conosce né stile di Direzione “manipolativo” ha nella formazione: agire nel comprende se stesso, e l’unica ma vogliamo solo cercare di cambiamento del gruppo per cam- persona che conosce è la perso- mettere in risalto la necessità di biare il singolo. na che presume di essere” avere un preciso percorso di E. Fromm formazione che porti ad un posi- tivo cambiamento. La formazione è il fon- Partendo da questa frase che ci damento, in ogni azien- illumina sul difficile percorso che Il tutto deve essere sinergico da, del miglioramento intraprende chi decide di fare il con il gruppo che circonda la continuo e delle miglio- trainer, possiamo tranquilla- singola risorsa da formare ed in ri performance, motivo mente affermare che più che linea con le linee guida azienda- di motivazione dei sin- formare dobbiamo cercare di li. goli e del cambiamento tras-formare. innovativo nel gruppo. Difatti, nei prossimi numeri del Ovviamente vorrei tranquillizza- nostro magazine, vorrei condivi- Il lavoro di gruppo L’ EQ "Saper essere" comporta anche "saper soffrire" Crediamo che la missione della "L'Intelligenza Emozionale Quando per un atteggiamento, una parola contraria o un torto oggetti- PNL sia „creare un mondo al comprende: l'abilità di vo ci turbiamo, la reazione più probabile è lamentarci. Se la situazione quale le persone vogliano percepire accuratamente, non trova un chiarimento immediato, il risentimento esternato in ma- appartenere‟….. Si può pensare valutare ed esprimere niera distorta produce delle tossine che inquinano la serenità dell'am- alla PNL come a qualcosa che emozioni; l'abilità di biente di lavoro, con danni che possono produrre conseguenze negati- sia privo di autenticità, umiltà e accedere o generare ve non prevedibili, e spesso persistenti, sia per la comunità che per chi grazia. emozioni quando ciò faciliti in origine ha subìto il torto. Un gruppo di lavoro non è un meccanismo il pensiero; l'abilità di inerte ma un vero e proprio "organismo", fisiologicamente finalizzato; E‟ proprio per “creare un mondo comprendere le emozioni e la sua struttura è in certo modo delicata anche se a regime può essere al quale le persone vogliano la conoscenza emozionale; in grado di sviluppare un'attività ampia e di sopportare grossi carichi di appartenere” e per “apportare e l'abilità di regolare le lavoro. La capacità sinergica che si può sprigionare "in corsa" da un emozioni per promuovere cuore, visione, coinvolgimento, gruppo compatto e definito nelle competenze individuali è direttamen- la crescita emozionale e comprensione e amore all‟uso intellettuale" te proporzionale al grado di lealtà raggiunto nelle relazioni interperso- dello strumento” che lo stru- nali; ne deriva che se la fiducia reciproca si avvicina ad un livello di mento PNL è integrato con guardia viene meno quell'empatia necessaria a far viaggiare i contatti, l‟Intelligenza Emotiva. le conoscenze e i risultati del lavoro prodotto, rallentando a tutti il passo per il conseguimento degli obiettivi comuni . Nel prossimo magazine, il nr 2 di Confrontiamoci, troveremo Essere capaci di resistere positivamente all'ostilità dell'am- una intera sessione dedicata biente all‟EQ. Se saprai mantenerti calmo quando intorno a te tutti perderanno la testa e te ne incolperanno; I testi sarnno redatti da A. Ca- se calunniato non calunnierai, odiato non odierai; millo, formatore ed esperto se saprai sopportare che quanto hai detto di giusto venga alterato per trainer, con oltre venti anni di combatterti e nuocerti; formazione ed esperienza, punto se né avversari né amici avranno il potere di offenderti ; (... ) di riferimento del nostro gruppo tuo sarà il mondo e quanto esso contiene e sarai finalmente un uomo, negli interventi presso i nostri amico mio. partner. Troverete la di- (R. Kipling) spensa nel prossi- mo numero Pagina 3
  • 4. Consultiamoci Leadership Hegel, il grande filosofo tede- Ecco quindi elencate le caratte- mio: sco, l’aveva già capito più di ristiche che devono portare al delega + controllo; 150 anni fa: “ nulla di impor- cambiamento di rotta dove un tante è mai stato compiuto sen- manager deve diventare anche essenziale quindi per il leader za passione”. “leder”. porre attenzione alle scadenze ad alle performance di ritorno Didascalia dell'immagi- Tanto è vero che negli ultimi Importante è prendere spunto che scaturiscono dalla delega ne o della fotografia anni si sono intensificati gli da una affermazione di Bennis, data. sforzi per avere cambi di dire- “il leader è colui che fa le cose zione e nuove generazioni di giuste, mentre il manager fa le A completare il quadro del capi. cose giuste, correttamente”; Leader, oltre alle otto caratteri- quindi possiamo affermare che stiche elencate nei punti prece- Per agevolare la ripresa c’è il primo pensa al futuro mentre denti, alla delega c’è la comuni- quindi bisogno di avere un capo il secondo è attento al controllo cazione che diviene strumento che abbini la leadership dei meccanismi, il leader inno- principale non solo di motiva- all’intelligenza emozionale, la va mentre l’altro amministra. zione ma leva di gestione, difat- cosiddetta EQ. ti con la comunicazione si passa Abbiamo quindi definito Per la leadership si devono a lavorare per obiettivi ambizio- l’abbinata vincente del ruolio possedere e sviluppare i punti si e condivisi, si stimolano i ed è fondamentale a questo fondamentali che sono: gruppi di lavoro che si esaltano punto prendere in esame uno nelle performance e nel lavora- - potent point of view strumento fondamentale del re in un clima disteso e dove leader/manager: la delega. - conoscenza del business ognun si sente non solo parteci- “Per attirare Fino a poco tempo fa nella pe e coinvolto ma protagonista. - capacità di motivare gestione delle persone si privi- l'attenzione del - abilità concettuale Ecco quindi che passiamo ad legiava la capacità di eseguire, lettore, inserire qui una azienda partecipata, dove i - esperienza ora si enfatizza l’uso della dele- collaboratori sono gratificati e una citazione o una ga che porta decisionalità anche - abilità nella scelta dei collabo- dove tutti sentono il dovere di frase tratta dal testo.” ai livelli inferiori. ratori portare idee e lasciano al leader Chiaramente la delega è la scelta di quale adottare per - problem solving in real time un’arma a doppio taglio se non prime in base ad una precisa - carattere se ne conosce il corretto utiliz- lista di priorità condivise, dice- zo che si concretizza nel bino- va Ricasso: “i buoni artisti Il carattere del leader E’ il ”core” della capacità del de traballante e con esiti, nella Cerchiamo quindi nella attività Leader che poggia su: direzione di un gruppo, poco quotidiana un continuo suppor- soddisfacenti, ecco che il nostro to dal gruppo che guidiamo, - ambizione/energia manager ideale è colui che si pretendiamo uno scambio di - competenza/esperienza assume la capacità di decidere, informazioni ed attiviamo ogni di farlo anche in tempi brevi e canale di comunicazione possi- -integrità/stoffa morale. con una assunzione di dati ri- bile, non dimentichiamoci che Didascalia dell'immagine o Senza l’abbinamento delle tre dotta. il carattere non deve toglierci della fotografia caratteristiche si ha un treppie- l’umiltà del confronto. Pagina 4
  • 5. Magazine 1 Numero 1 Le strategie nel mercato VOIP Questo brano può contenere È consigliabile scrivere articoli rio, sarà sufficiente convertirlo 150-200 parole. brevi oppure includere un pro- in un sito Web e pubblicarlo. gramma degli eventi o un'offer- L'utilizzo di un notiziario come ta speciale per un nuovo pro- strumento promozionale con- dotto. sente di riutilizzare il contenuto di altro materiale, ad esempio È inoltre possibile ricercare comunicati stampa, studi speci- articoli specifici oppure trovare fici e rapporti. articoli di “supporto” nel World Wide Web. Nonostante lo scopo principale Didascalia dell'immagine o di un notiziario sia quello di In Microsoft Publisher è infatti della fotografia vendere un prodotto o un servi- possibile convertire un notizia- zio, un notiziario di successo rio in una pubblicazione per il deve innanzitutto interessare i Web. In questo modo, al termi- lettori. ne della creazione del notizia- Titolo brano interno Questo brano può contenere internamente, è possibile inseri- 100-150 parole. re commenti sull'introduzione di nuove procedure o informa- Gli articoli di un notiziario zioni sul fatturato. “Per attirare possono essere di qualsiasi tipo, l'attenzione del ad esempio articoli sulle nuove In alcuni notiziari è presente lettore, inserire qui tecnologie. una colonna che viene aggior- nata in ogni numero, ad esem- una citazione o una È inoltre possibile descrivere pio per consigli, recensioni di frase tratta dal testo.” tendenze economico-finanziarie libri, lettere dei lettori o un o previsioni che possono risul- editoriale, oppure per la presen- tare utili ai lettori. tazione di nuovi dipendenti o Se il notiziario viene distribuito nuovi clienti. Titolo brano interno Questo brano può contenere 75- se le immagini inserite sono strumenti che consentono di 125 parole. coerenti con il messaggio che si disegnare forme e simboli. desidera trasmettere. Evitare La selezione di immagini ed Dopo aver scelto l'immagine immagini che risultino fuori elementi grafici è un passaggio corretta, posizionarla accanto contesto. importante in quanto questi all'articolo e inserire una dida- elementi consentono di aggiun- In Microsoft Publisher sono scalia. gere impatto alla pubblicazione. disponibili migliaia di immagi- Didascalia dell'imma- ni ClipArt, nonché numerosi Analizzare l'articolo e valutare gine o della fotografia Pagina 5
  • 6. CNI srl Inserire qui una breve descrizione dell'organizzazione, includendo la data di fondazione, un profilo storico e il rela- tivo scopo. È inoltre possibile inserire un elenco dei tipi di prodotti, servizi o programmi offerti, l'area geografica servita e un profilo dei tipi di clienti o membri. È consigliabile specificare il nome di un referente per quei lettori che desiderano ricevere ulteriori informazioni sull'organizzazione. Internet website: cnisrl.com Scrivici: comunicazione@cnisrl.com Nel prossimo numero Questo brano può contenere 175-225 parole. nale, inserire l'elenco dei nomi e degli inca- richi dei responsabili. Se l'organizzazione è Se il notiziario verrà ripiegato e quindi spe- piccola, inserire l'elenco dei nomi di tutti i dito per posta, questo articolo apparirà sulla dipendenti. facciata posteriore. Per tale motivo, è consi- gliabile che il testo sia di facile lettura e Se sono disponibili i prezzi di prodotti o attiri l'attenzione del lettore. servizi standard, includerne un elenco dei più significativi. È inoltre possibile menzio- Ideale per questo tipo di spazio è un elenco nare i mezzi di comunicazione più avanzati di domande e risposte che interessi i lettori. adottati dalla organizzazione. È inoltre possibile rispondere alle domande ricevute dai lettori oppure proporre una ri- Questo spazio potrebbe inoltre essere utiliz- sposta generica ai quesiti posti più di fre- zato per ricordare ai lettori eventi di partico- quente. lare interesse, ad esempio un seminario di aggiornamento. Per conferire al notiziario un aspetto perso- Per occupare tutto lo spazio disponibile, inserire un'immagine ClipArt oppure un altro tipo di elemento grafico. Via S. Martino, 3 20017 Rho (MI) Didascalia dell'immagine o della fotografia Tel.: 0731 605850 r.a. Fax: 0731 605851 E-mail: comunicazione@cnisrl.com

×