• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Quale IT nel futuro delle Banche?
 

Quale IT nel futuro delle Banche?

on

  • 39 views

...Some ideas about bank IT in Italy showing differences from Internet Company and Old Economy Company...There are some reflections about how to change and what it's needed to change...

...Some ideas about bank IT in Italy showing differences from Internet Company and Old Economy Company...There are some reflections about how to change and what it's needed to change...

Statistics

Views

Total Views
39
Views on SlideShare
39
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
2

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

12 of 2 previous next

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • se intendi questo [http://www.gartner.com/newsroom/id/2217415] non l'avevo visto ancora...Grazie per la dritta!... In generale c'è un match! Affronto però la cosa non solo dal punto di vista API ma sui differenti aspetti tecnico/organizzativi perchè se non si ragiona sui tre fattori descritti si rischia di ottenere un 'effetto SOA' ... Il nuovo paradigma dei Microservices, accennato nelle slides, è la base per arrivare alle API, vedesi Google, Faceboook, Netflix...ma attenzione anche qui ci può essere un 'effetto SOA' se il ragionamento di fondo rimane old-style...
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • Stefano concordo con la tua riflessione hai letto paper Gartner su Banking API ?
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Quale IT nel futuro delle Banche? Quale IT nel futuro delle Banche? Presentation Transcript

    • Quale IT nel futuro delle Banche? Piccola riflessione argomentata con libere conclusioni di un eterno apprendista
    • WARNING! Queste Slides contengono riflessioni! Queste Slides valgono ora...del domani non vi è certezza! Queste Slides non vogliono additare niente e nessuno, ma riportano una certa dose di onestà intellettuale: siate onesti a vostra volta leggendole!
    • Buzz Words! Financial Internet Services? Home Banking 2.0? Bank 2.0?
    • Buzz Words! Financial Internet Services? Home Banking 2.0? Bank 2.0? NO!
    • Buzz Words! Financial Internet Services? Home Banking 2.0? Bank 2.0? NO! Un IT Banca diverso!
    • Le Società Internet: loro...e molti altri!
    • Le Società Internet: chi sono? Siamo nel momento delle Società Internet, entità capaci di nasce e terminare in pochi mesi o consolidare la propria posizione e subire cambiamenti macroscopici in tempi che, sia dal punto di vista della pianificazione che del budget, sono molto brevi. Parole d'ordine: ● Ascolto ● Flessibilità/Resilienza ● Fast Risk Management/Assunzione di Rischio Controllato ● Innovazione/Apprendimento
    • Le Società Internet: fondamenti Elementi cardine di questi Enti è la continua interazione con gli utenti e la monetizzazione di se stesse, in tutti gli ambiti possibili. ...I fallimenti diventano anche strumento di marketing e punto di partenza per la nascita o sponsorizzazione di nuovi prodotti. Ascolto del Cliente/Dipendente anche ai fini di una continua ricerca interna per ottimizzare processi e introdurre nuovi Trend da proporre.
    • API Pubbliche e Società Internet Uno degli strumenti con cui queste entità riescono ad attuare la propria monetizzazione ed evoluzione è la pubblicazione di API. API per la comunità di sviluppatori dei partner o interni, secondo le idee del pubblico ma, sviluppate per proteggere, mediare, far evolvere l'ecosistema interno. La continua evoluzione ed esposizione di API porta ad offrire degli elementi che permettono la creazione di applicativi web/mobile sempre differenti.
    • ...E le Banche!?!?
    • I “legacci” delle Banche ● Legate a consuetudini, a Vendor o Fornitori ● Poca consapevolezza di se stesse e dei propri dipendenti ● Isolate in un ruolo privilegiato voluto da leggi e consuetudini non più attuali ● Soggette a pressioni sociali e legali
    • Forze a cui è soggetto l' IT di una Banca L'IT di una Banca è soggetto a forze che definiscono spinte contrastanti: ● evoluzione delle Leggi nazionali ● distruzione dei servizi bancari per la presenza di nuove modalità internet di gestire i soldi ● cambio delle concezioni sociali e dispositivi mobili ● crisi internazionale, rischi finanziari, e cattivo posizionamento e ruolo nella visione pubblica ● massive immobilizzazioni infrastrutturali IT e scarsa propensione evolutiva.
    • Cosa Servirebbe? ● Una nuova offerta e un nuovo ruolo sociale ● Fornire Servizi: classici e nuovi! ● Professionalità: dinamica non statica! ● Esperienza Utente nuova: le regole le detta l'Utenza!
    • Le contromosse delle Banche Iniziative Sociali e nel mondo del Social Networking ( ma non sopperiscono alla mancanza di fiducia o credibilità) Offerte di Servizi collaterali (dispersione dell'offerta, concorrenza con Enti classici o Internet più agili) Cercare di fare sinergie interne (forte latenza nei cambiamenti operativi, organizzativi e tecnologici) Acquisizione di Soluzioni IT che promettono veloci indici di ROI e nuove capacità di Integrazione (Promesse e/o Adozioni con visibilità limitata)
    • Le contromosse nell' IT delle Banche Digitalizzazione dei Servizi: ● Le banche si copiano tra di loro nella trasformazione dei Servizi da classici in Internet (creando solo confusione e scarsa innovazione). ● Le iniziative di rinnovo sono spesso complesse, a volte infrastrutturali. Si creano nuovi elementi, di rado si migliorano o riusano gli Asset acquisiti. ● Ricerca di nuova potenza di calcolo e capacità ma difficoltà nello scalzare pratiche operative obsolete o adozione di nuove prassi. ● Ricerca di nuovi fornitori ma mancanza di rapporti contrattuali o formule di partnership alternative.
    • Si può agire diversamente? SI! Cosa può fare l' IT di una Banca? Come può aiutare?
    • Affrontare le problematiche Riassumiamo le forze in gioco in tre elementi: ● Esposizione verso il Cliente Finale ● Environment Nazionale ● Fornitura di Servizi Bancari
    • Fornire Servizi? Un'altra visione Vuol dire che l' IT della Banca deve diventare un fornitore di servizi all'interno e all'esterno ereditando una parte delle logiche delle Società Internet. Deve sfatarsi il mito dell'importanza protocollare (Es. SOAP o REST?). Ci sono standard per integrarsi con tutti! Farlo bene è la vera sfida! Fornire servizi vuol dire analisi, fattorizzazione per monetizzare i servizi! Offrire API nella visione delle Società Internet vuol dire continuo rischio latente ma di più basso livello
    • Fornire Servizi? Un'altra visione Fornire API vuol dire: Censimento, Conoscenza dei propri Internals, Individuazione della debolezza di processi e di Sistema Fornire API vuol dire: Visione a Servizi, non necessariamente SOA, alterare i Verticali se necessario (ad esempio l'elemento eccessivamente monolitico). Serve un processo di armonizzazione e non di solo omogeneizzazione. Fornire API vuol dire: Concepire il Continuous Beta. Il sistema non è mai finito ha solo stati di stabilità. Questo per avere lo stimolo ad una continua evoluzione. Rinverdire e creare sempre nuove API vuol dire fornire sempre nuovi Servizi. Un progetto terminato è un progetto morto!
    • Esposizione all'Utente Finale: Oggi Attualmente la nascita di applicazioni rivolte al Mobile vede il focus sulla moltitudine di servizi offerti, sul Responsive Design e su quanto l'applicativo sia accattivante. Data la varietà della platea, anche se questi obiettivi sono importanti, diventano degli elementi a lato di un valore aggiunto che è necessario far presagire e tastare all'Utente Finale!
    • Esposizione all'Utente Finale: un'altra visione Il pubblico ha bisogno di: Esperienza di Interazione: Semplicità di Utilizzo, Efficacia (tempi di risposta e "le giuste informazioni" mostrate) Emotività: sentirsi parte di qualcosa che sia affidabile, che abbia un valore aggiunto (perché risparmio, perché ho più ordine e meno caos, perché sono aiutato a scegliere)
    • Esposizione all'Utente Finale: un'altra visione ● Supporto: disponibilità continua nell'aiutare i Clienti; l'IT è d'ausilio ad una professionalità di tipo consulenziale eseguita da un operatore che sia un dipendente!(Meno Filiali? Forse...Meno persone? No! ) ● Personalizzazione: possibilità di poter scegliere quali servizi usare, capacità di usare solo ciò che veramente mi serve ( differenti concetti, quali: pay- for-use, segmented-marketing, real-time-marketing e social-listening)
    • Ambiente Nazionale: rapporto con leggi e territorio ● Solo concependo la presenza di API e la loro scomponibilità, nonché piccoli verticali, ricostruibili, rapidi da dismettere e facili da estendere (mantenendo sempre piccole dimensioni), è possibile affrontare agevolmente i cambiamenti di leggi e regolamenti sotto differenti punti di vista ● E' necessario altresì un nuovo connubio tra uffici legali e IT, arrivando ad una operatività congiunta, manualistica interna, efficacia nelle realizzazioni, snellezza dei processi, specie per l'operatività verso la Clientela, e nel rispetto di regole di sicurezza.
    • Take Away... ● Le regole del mercato sono cambiate, le regole per affrontarlo anche! ● Il Social è un mezzo non un target da raggiungere; il Social vuole entità vive e reattive altrimenti perde di efficacia ● E' importante concepire una continuità delle iniziative sia nell'evoluzione dell' IT, che delle persone che degli approcci di marketing ● Esporre delle API, partendo dalla Governance IT ed arrivando ai Microservizi, è un modo per evolvere in piccoli passi ma monetizzando la conoscenza ● SOA, Cloud, Microservices sono buzz-words: le Architetture IT attuali devono possedere un concetto di Resilienza dove la dismissione di elementi non è problematica sotto alcun punto di vista ● Le Persone sono il patrimonio dell' IT Aziendale: recepire nuovi modi di classificare, organizzare e collocare strategicamente anche il legacy è la chiave di dipendenti efficaci e di una una continua crescita.
    • Grazie a Tutti! Buon Lavoro!