1. Introduzione

1,860 views
1,802 views

Published on

Slide del corso sul Web 2.0 per Ancitel S.p.A.

Published in: Technology
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,860
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
34
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

1. Introduzione

  1. 1. Creare, generare e gestire la conoscenza nell’era del Web 2.0
  2. 2. Alcune note personali <ul><li>Insegna Organizzazione e gestione della comunicazione interattiva presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza, di Roma. Per la stessa Facoltà insegna anche Reti ed applicazioni informatiche. Ma lo fa senza parlare di informatica. È Direttore scientifico del Master Knowledge.com. In generale: Giornalista e consulente. Svolge attività di consulenza per le maggiori aziende italiane operanti nel settore dell’IT, operando nell’ambito dell’integrazione di sistema, della progettazione di architetture per la comunicazione in rete e per il lavoro cooperativo in ambiente web. Si occupa inoltre di tecniche e tecnologie di formazione a distanza e knowledge management. Svolge attività di formazione in corsi dedicati alle problematiche connesse all’e-business, al marketing on-line, al knowledge management, con particolare riferimento ai sistemi di commercio elettronico e di formazione a distanza. </li></ul><ul><li>È responsabile e-Learning & Knowledge Management dell’Istituto Superiore per lo Sviluppo del Terzo Settore (IST), socio fondatore dell’Istituto per lo Studio della Storia e della Dottrina Economica (ISSDE), socio della Società Italiana per il Progresso delle Scienze (SIPS), fondatore del periodico on-line learningcommunity.info (uno dei principali portali italiani dedicati alla formazione a distanza). </li></ul><ul><li>Gli piace scrivere, e per questo dal 1995 fa parte dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e pubblica ogni tanto libri sugli argomenti che lo interessano. I principali libri pubblicati sono: Decidere l’Innovazione (Mondadori, 2007), Business Community (Franco Angeli, 2003); Learning Community (Franco Angeli, 2004), Internet per chi scrive (Gruppo Editoriale Jackson, 1997), Guida all`ICT (SOIEL International, 2004), e-Learning nella scuola (Editrice La Scuola, 2004), Internet per chi scrive (Gruppo Editoriale Jackson, 1999). </li></ul>
  3. 3. Il contesto di riferimento <ul><li>I grandi cambiamenti dei quali è oggetto la Pubblica Amministrazione vedono la rete al centro di un percorso di innovazione che riguarda i processi , le pratiche , le modalità operative , gli approcci al cittadino ed all’impresa, il modo di fare e vedere le cose. </li></ul><ul><li>Una rete che non è fatta solo di tecnologie ma anche e soprattutto di collegamenti tra persone . Una rete che determina un modo diverso di lavorare , di concepire le relazioni , di strutturare l’organizzazione . </li></ul><ul><li>Tutto ciò sviluppa nuovi contesti operativi e nuove opportunità. Su tali contesti e su tali opportunità è necessario riflettere, per cogliere i possibili vantaggi di un cambiamento che sta letteralmente ridisegnando il mondo . </li></ul>
  4. 4. In questo percorso… <ul><li>Web culture : Si può parlare di “cultura” del web? Nei corsi appartenenti a questo modulo si introdurranno le principali tematiche connesse alle logiche operative proprie del Web e delle sue evoluzioni. Verrà illustrato il concetto di Web 2.0 e si analizzerà come tale concetto impatti sul mondo della Pubblica Amministrazione. Si introdurrà il concetto di social networking e verranno analizzati i più diffusi strumenti ad esso correlati; </li></ul><ul><ul><li>Il Web: teorie sociologiche e modelli operativi </li></ul></ul><ul><ul><li>Il Web 2.0: concetti di base </li></ul></ul><ul><ul><li>Il social networking </li></ul></ul>
  5. 5. In questo percorso… <ul><li>Knowledge Management : La conoscenza è una risorsa la cui corretta gestione è fondamentale ai fini dello sviluppo. Ma cosa vuol dire gestire la conoscenza? Qual è il ruolo del Capitale Intellettuale nell’Organizzazione? E ancora, quali sono i principali approcci alla gestione della conoscenza? </li></ul><ul><ul><li>concetti di base </li></ul></ul><ul><ul><li>teoria dell’informazione </li></ul></ul><ul><ul><li>metodologie e strumenti </li></ul></ul>
  6. 6. In questo percorso… <ul><li>E-Learning : In un contesto in cui il cambiamento è continuo il ruolo della formazione diviene centrale rispetto ai processi di sviluppo e di innovazione. Come utilizzare le tecnologie per supportare i processi di apprendimento? Quali sono i modelli più efficaci per attuare percorsi di formazione on-line? Quali gli strumenti migliori? </li></ul><ul><ul><li>Concetti di base </li></ul></ul><ul><ul><li>Approcci e Modelli </li></ul></ul><ul><ul><li>Strumenti </li></ul></ul>
  7. 7. In questo percorso… <ul><li>Information & news management : I nuovi strumenti di rete rendono i processi informativi estremamente più snelli ed efficaci, ma nel contempo impongono nuove logiche a chi gestisce l’informazione. Quali sono i paradigmi principali dell’information management? Come si identifica, crea e distribuisce l’informazione on-line? Quali sono gli strumenti di pianificazione e coordinamento editoriale per un sistema dedicato alla distribuzione di informazioni? </li></ul><ul><ul><li>Introduzione </li></ul></ul><ul><ul><li>Web Writing </li></ul></ul><ul><ul><li>La pianificazione editoriale </li></ul></ul><ul><ul><li>Processi e strumenti </li></ul></ul>
  8. 8. In questo percorso… <ul><li>Community Management : Network e comunità di pratica rappresentano importanti strumenti per la generazione di conoscenza e per la sua diffusione. Cos’è una Comunità Virtuale ed in cosa differisce rispetto ad una Rete Sociale? Quali sono le reali potenzialità di tali strumenti? E quali i limiti? Quali sono – inoltre - le principali pratiche di community management? </li></ul><ul><ul><li>Concetti di base </li></ul></ul><ul><ul><li>Social Network e Community </li></ul></ul><ul><ul><li>Strumenti </li></ul></ul><ul><ul><li>Attività: il tutoring </li></ul></ul>
  9. 9. Oggi parleremo di… <ul><li>Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo </li></ul><ul><li>Gli scenari della convergenza </li></ul>
  10. 10. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo Evoluzione delle tecnologie Tempo Utenti Fonte: SIRMI 2003 Informatica Centralizzata Information & Communication Technology Convergenza di Informatica e Telecomunicazioni Informatica Individuale e distribuita Anni ’60 e ’70: Ambienti Mainframe Anni ‘80: Personal Computer Anni ‘90: Telematica 2000: Pervasive Computing
  11. 11. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo Evoluzione del mercato System Integration (automation) Business Integration (reenginering) E-Commerce (web enabled commerce) E-Business (web enabled transformation) M-Business (multi device transformation) Tempo e ampiezza Valore Fonte: R. Kalakota
  12. 12. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo Evoluzione del mercato System Integration (automation) Business Integration (reenginering) E-Commerce (web enabled commerce) E-Business (web enabled transformation) M-Business (multi device transformation) Tempo e ampiezza Valore Fonte: R. Kalakota
  13. 13. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo La logica di sviluppo (1/3) <ul><li>Anni ‘60 e ’70 : L’ambiente mainframe è appannaggio delle grandi aziende . Nasce il concetto di sistema informativo computer based . Lo sviluppo delle applicazioni informatiche è orientato all’automazione di processo e di sistema . </li></ul><ul><li>Anni ’80 : Lo sviluppo dell’informatica individuale facilita un cambiamento di prospettiva nel modo di concepire il ruolo dell’IT: si passa dall’ automazione alla reingegnerizzazione di processo e di sistema. </li></ul>
  14. 14. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo La logica di sviluppo (2/3) <ul><li>Anni ‘90 : L’era del Web . Lo sviluppo di Internet apre scenari nuovi e prospettive rivoluzionarie per il business. Le aziende in un primo momento si concentrano sulla gestione della comunicazione esterna effettuata tramite il Web. Nascono i web aziendali ed i siti dedicati all’e-commerce. La gestione dei processi interni (comunicazione, gestione, ecc…) e dei processi esterni non è omogenea . Ciò crea discrasie organizzative . </li></ul><ul><li>2000 : Dal Web Business all’e-Business . Le aziende comprendono la necessità di sviluppare modelli di gestione integrati , ripensando i processi aziendali in funzione della presenza di nuove tecnologie di comunicazione. Si sviluppano processi di integrazione tecnologica e si tende rendere il processo di digitalizzazione delle attività di comunicazione interna ed esterna maggiormente omogeneo. </li></ul>
  15. 15. Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo La logica di sviluppo (3/3) <ul><li>Il futuro prossimo : L’Information & Communication Technology diviene pervasivo . Grazie allo sviluppo delle reti di comunicazione convergenti non è più l’utente ad andare al PC per collegarsi alla rete, ma è la rete che segue l’utente nei suoi spostamenti , dentro e fuori l’azienda. Le reti intelligenti integrano i processi dell’azienda e ne divengono supporto connettivo indispensabile . </li></ul><ul><li>… il futuro : Sviluppati sistemi multi-accesso, multi-canale e multi-piattaforma, le aziende implementano applicazioni in grado di affrontare problemi e varianze applicative grazie a sistemi basati sui principi dell’ intelligenza artificiale . L’informatica perde la “rigidità” che la caratterizza. Lo sviluppo e l’integrazione di reti neurali e di concetti come la fuzzy logic fa dell’I&CT uno strumento integrato allo sviluppo del business . </li></ul>
  16. 16. La comunicazione interattiva Gli impatti sulla Comunicazione
  17. 17. Oggi parleremo di… <ul><li>Dall’informatica centralizzata all’ICT pervasivo </li></ul><ul><li>Gli scenari della convergenza </li></ul>
  18. 18. Definizioni di Convergenza <ul><li>Dal Libro Verde sulla Convergenza tra i settori delle Telecomunicazioni, dell’Audiovisivo e delle Tecnologie dell’Informazione ( Bruxelles 3 dicembre 1997 ): </li></ul><ul><ul><li>La capacità di differenti piattaforme di rete di gestire servizi di tipo fondamentalmente simile; </li></ul></ul><ul><ul><li>L’unificazione di apparecchiature di largo consumo: telefono, televisione, computer; </li></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>oppure… </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><li>Il processo di ibridazione tra i sistemi di trasmissione audio-video di tipo diffusivo (radio e televisioni), i servizi interattivi di tipo Web (e.g. e-commerce) e la possibilità di usare piattaforme di fruizione differenti (computer, TV, periferiche wireless). </li></ul></ul>
  19. 19. Le dimensioni della convergenza Verso la digitalizzazione <ul><li>La tecnologia digitale : </li></ul><ul><ul><li>Consente di effettuare elaborazioni complesse; </li></ul></ul><ul><ul><li>Ha notevole flessibilità; </li></ul></ul><ul><ul><li>Offre soluzioni economicamente più vantaggiose; </li></ul></ul><ul><ul><li>gestisce in maniera più efficace i disturbi e le interferenze; </li></ul></ul><ul><ul><li>È più efficiente </li></ul></ul>consente il trattamento integrato (ovvero la convergenza ) di tutte le tipologie di sorgenti di informazione
  20. 20. Le dimensioni della convergenza Convergenza dei media Radio TV Giornali <ul><li>Web </li></ul><ul><li>TV Interattiva </li></ul><ul><li>Web TV </li></ul><ul><li>Electronic Magazine </li></ul><ul><li>Smartphone </li></ul><ul><li>… </li></ul>
  21. 21. Le dimensioni della convergenza Tecnologie, mercato, persone… Tecnologie Mercato PERSONE? Le Reti I Device I Servizi I Mercati
  22. 22. Le dimensioni della convergenza Il Triple play Voce Dati Video
  23. 23. Le dimensioni della convergenza Reti e Device <ul><li>Convergenza delle reti: </li></ul><ul><li>La capacità delle reti di essere trasparenti rispetto ai servizi da erogare </li></ul><ul><li>Convergenza dei Device: </li></ul><ul><li>La capacità dei device di gestire servizi di natura diversa, eventualmente veicolati da reti diverse </li></ul><ul><li>LAN / WAN / MAN; </li></ul><ul><li>GSM / GPRS / UMTS; </li></ul><ul><li>DVB / DAB; </li></ul><ul><li>GPS; </li></ul><ul><li>Cellular Phone; </li></ul><ul><li>PDA; </li></ul><ul><li>SmartPhone; </li></ul><ul><li>Video/Audio Decoder </li></ul>Internet!!
  24. 24. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Reti: Quale classificazione? Fisso Mobile LAN MAN WAN IT TLC <ul><li>GSM </li></ul><ul><li>UMTS </li></ul><ul><li>W-Max </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>xDSL </li></ul><ul><li>ATM </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>UMTS </li></ul><ul><li>ADSL </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Bluetooth </li></ul><ul><li>WiFi </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>WiFi </li></ul><ul><li>Bluetooth </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>ATM </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>UMTS </li></ul><ul><li>WiMax </li></ul><ul><li>… </li></ul>Fonte: adattato da Forrester Research ?
  25. 25. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Reti: lo scenario integrato Comunicazione satellitare Commutazione pubblica Cavi per trasmissione sincrona Reti di cavi sottomarini Comunicazioni radio Accesso radio fisso Apparati ADSL
  26. 26. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Reti: i processi di integrazione
  27. 27. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device <ul><li>Quale il ruolo dei device in un contesto “convergente”? </li></ul><ul><li>Quali i cambiamenti nell’approccio? </li></ul><ul><li>Quali le caratteristiche in rapporto all’utente? </li></ul><ul><li>Quali le complessità ed i limiti della tecnologia? </li></ul><ul><li>… ma soprattutto: COSA diventa un device? </li></ul>
  28. 28. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: dove li usiamo? <ul><li>Casa </li></ul><ul><li>Ufficio </li></ul><ul><li>Aereo </li></ul><ul><li>Treno </li></ul><ul><li>Automobile </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>UBIQUITOUS COMPUTING: </li></ul><ul><li>Pervasività dell’interazione </li></ul>
  29. 29. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: quando li usiamo? <ul><li>Negli USA la Starbuck garantisce il collegamento ad Internet nei suoi coffee shop ; </li></ul><ul><li>In Italia l’aeroporto di Malpensa offre la possibilità di navigare in modalità wireless ; </li></ul><ul><li>Negli uffici accediamo ad Internet ed alla rete aziendale … </li></ul><ul><li>A casa guardiamo la TV , accediamo ad internet, telefoniamo ad amici e parenti… </li></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>… ma… </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  30. 30. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: In auto! <ul><li>Dal collegamento tramite Bluetooth tra telefonino e vivavoce… </li></ul><ul><li>… all’auto “intelligente”: </li></ul><ul><ul><li>Componenti che comunicano tra loro e con l’officina in modalità wireless; </li></ul></ul><ul><ul><li>Autoveicoli che comunicano tra loro trasmettendo dati di rilievo (velocità, rotta, possibili collisioni, ecc…); </li></ul></ul><ul><ul><li>Autoveicoli che comunicano con centri servizi e reti di assistenza ; </li></ul></ul><ul><ul><li>Monitoraggio del comportamento di guida dei conducenti… </li></ul></ul>
  31. 31. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: In auto!
  32. 32. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: In auto! <ul><li>Mithrill, la giacca “consapevole” dell’ambiente circostante… (I dati provenienti dai sensori, dalle micro-telecamere e dai microfoni vengono processati ed inviati ad altri computer connessi ad un sistema di comunicazione in grado, per esempio, di identificare il nome e le generalità della persona con cui ci stiamo relazionando, attivare il riscaldamento, cambiare colore…) </li></ul>
  33. 33. Le dimensioni della convergenza Reti e Device - Device: Elementi di rilievo Device <ul><li>Fattori Rilevanti </li></ul><ul><li>Psicologia dell’utente </li></ul><ul><li>Elementi di ergonomia </li></ul><ul><li>Usabilità </li></ul><ul><li>Antropologia </li></ul><ul><li>Trend Tecnologici </li></ul><ul><li>Display </li></ul><ul><li>Processori </li></ul><ul><li>Consumo energetico </li></ul><ul><li>Interfacce </li></ul><ul><li>Alcuni limiti attuali </li></ul><ul><li>Peso </li></ul><ul><li>Intrusività </li></ul><ul><li>Standard </li></ul><ul><li>Cultura d’uso </li></ul>
  34. 34. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati <ul><li>Convergenza dei servizi: </li></ul><ul><li>La capacità dei servizi di essere trasparenti rispetto alle reti che devono supportarli </li></ul><ul><li>Convergenza dei mercati: </li></ul><ul><li>La tendenza dei mercati ad integrarsi anche attraverso la rimodulazione delle Value Chain </li></ul><ul><li>multimediali; </li></ul><ul><li>interattivi; </li></ul><ul><li>location based; </li></ul><ul><li>p2p; </li></ul><ul><li>p2a; </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Cambiamento consumi </li></ul><ul><li>Ruolo “net-economy” </li></ul><ul><li>Internazionalizzazione </li></ul>Utenza!!
  35. 35. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Servizi: Come classificarli? Monomediali Multimediali Broadcast Punto-punto P2A P2P <ul><li>MMS </li></ul><ul><li>VDC </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>SMS </li></ul><ul><li>Televideo </li></ul><ul><li>messagistica </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Distributivi </li></ul><ul><li>Interattivi </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>DVB </li></ul><ul><li>DAB </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Mobile TV </li></ul><ul><li>e.Gov </li></ul><ul><li>… </li></ul>Fonte: adattato da Forrester Research
  36. 36. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Servizi: Il concetto di “user experience” Contesto Utente Contenuto <ul><li>Ufficio </li></ul><ul><li>Casa </li></ul><ul><li>Cinema </li></ul><ul><li>Strada </li></ul><ul><li>Autobus </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Informazioni commerciali </li></ul><ul><li>Gioco </li></ul><ul><li>Intrattenimento </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Sesso </li></ul><ul><li>Età </li></ul><ul><li>Cultura </li></ul><ul><li>Confidenza con le tecnologie... </li></ul>
  37. 37. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Servizi: Il ruolo del contesto *** *** * *** * * ** Information Pitch Aggiornamento… 15 – 30 min. Giornale Approfondimento, Svago, ore Libro Informazione puntuale 90 sec. Telefono cellulare Intrattenimento 15 min. Palmare / Smartphone Approfondimento, intrattenimento… 45 – 60 min. Internet / CD-ROM Intrattenimento 1:30 – 2:00 h Cinema Informazione, intrattenimento… 1:30 – 2:00 h Televisione Funzione (esempio…) fruizione / attenzione Canale / Strumento
  38. 38. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Servizi: scenario evolutivo 2005 2006 2007+ Evoluzioni mercato dei contenuti Fonte: Federcomin / DIT: Rapporto e-Content 2006 – Elaborazioni NetConsulting <ul><li>Sviluppo nuove tecnologie (WI-MAX) </li></ul><ul><li>Convergenza Fisso - Mobile </li></ul><ul><li>Pervasività di massa della Banda Larga </li></ul><ul><li>Switch off TV analogica (2012) </li></ul><ul><li>Sviluppo di contenuti di qualità basati su una maggior interattività (video, audio, ecc.) </li></ul><ul><li>Avvio della penetrazione dei contenuti digitali nel mondo Education </li></ul>Any time any content any platform <ul><li>Ulteriore sviluppo degli accessi a Banda Larga </li></ul><ul><li>Prima sperimentazione DTT interattiva </li></ul><ul><li>Forte aumento utenti UMTS </li></ul><ul><li>Convergenza Internet-TV </li></ul>Incremento del mercato musica e video <ul><li>>4,4 mln di accessi a Banda Larga </li></ul><ul><li>>2 mln di utenti UMTS </li></ul>Mercato di contenuti basati su Loghi e Suonerie/Infotainment
  39. 39. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: visione ottimista...
  40. 40. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: visione Realista… ?
  41. 41. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: I player e le value chain (1/3) TELECOMUNICAZIONI TLC Servizi wireless TLC Servizi wireline Locali TLC Servizi wireline Lunga distanza
  42. 42. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: I player e le value chain (2/3) MEDIA TV Via etere TV Via cavo Palinsesti Contenuti
  43. 43. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: I player e le value chain (3/3) TV Via cavo TV Via etere Portali ISP TLC Wireless TLC Wireline Locale TLC Reseller TLC Wireline Lunga distanza TV Via satellite Service provision (TV, TLC e Internet) Contenuti
  44. 44. Le dimensioni della convergenza Servizi e Mercati - Mercato: possibili assetti competitivi <ul><li>I detentori e gli aggregatori di contenuti integreranno a valle gli accessi; </li></ul><ul><li>I fornitori d’accesso alla rete integreranno a monte i contenuti; </li></ul><ul><li>I produttori di device d'accesso s’impongono sul mercato; </li></ul><ul><li>I differenti player coesistono in modo indipendente. </li></ul>?
  45. 45. … per concludere… Upgrade…

×