Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione WebRatio a MDD AICA Torino 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione WebRatio a MDD AICA Torino 2011

757

Published on

Presentazione tenuta al workshop dedicato al MDD organizzato dal congresso nazionale AICA 2011

Presentazione tenuta al workshop dedicato al MDD organizzato dal congresso nazionale AICA 2011

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
757
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. WebRatioCreatività Model-Driven italiana al 100%16 Novembre 2011 – Congresso Nazionale AICA 2011Stefano Butti – WebRatio CEO
  • 2. AgendaUno strumento MDD italiano?Orientarsi nel mondo MDDDa “artigianato” a “enterprise”WebRatio oggi e il futuro
  • 3. Uno strumento MDD italianoE’ possibile che uno strumento MDD industriale sia progettatoe sviluppato in Italia?Si! WebRatio nasce nel 2001 Ad oggi  120 aziende clienti in Italia, Europa e Americhe  220 postazioni  800 applicazioni realizzate per milioni di utentiMission: abbattere la ripetitività e liberare la creatività
  • 4. L’albero del MDD Code Generation Agile OMG Development UML MDA DSL Model Interpretation MDD
  • 5. Posizionare uno strumento di MDD Esecuzione del modello Generazione Interpretazione
  • 6. Esecuzione del modello Design-time Run-timeModel Interpretation Immediatamente disponibile Modello Modello Analista / Interprete Utente dell’applicazione Modellatore Codice di proprietà del Vendor Code Generation Generazione e rilascio Motore di Applicazione Modello Generazione Generata Analista / Regole di Utente dell’applicazione Modellatore Generazione Designer Programmatore Java
  • 7. Posizionare uno strumento di MDD Esecuzione del modello Generazione Interpretazione Processo di sviluppo A cascata Iterativo
  • 8. Agilità!Sviluppo agile e iterativo ? Genera un Ambiente di sviluppo / testing prototipo con 1 click e 0 costi Prototipo di Motore di sviluppo Modello Tester Generazione Regole di Generazione Applicazione finale Utente finale dell’applicazione Differenti configurazioni Ambiente finale di esecuzione di rilascio
  • 9. Posizionare uno strumento di MDD Esecuzione del modello Generazione Interpretazione Processo di sviluppo A cascata Iterativo Linguaggio di modellazione Della soluzione Del problema Generico Specifico
  • 10. Da “artigianato” a “enterprise”
  • 11. Da “artigianato” a “enterprise”Non porre limiti alla personalizzazione del layout e della grafica Modello indipendente dal layout Layout gestito da “regole” di generazione, intercambiabili Layout come “asset”
  • 12. Genera quanto vuoi…Vuoi mettere mano all’applicazione generata?Modifica il generatore piuttosto! ? Motore di Applicazione Modello Generazione Generata Regole di Generazione
  • 13. Da “artigianato” a “enterprise”Non porre limiti alla personalizzazione del layout e della grafica Modello indipendente dal layout Layout gestito da “regole” di generazione, intercambiabili Layout come “asset” riusabile immediatamenteGestire il codice custom nel ciclo di generazione Modello a “plug-in” Plug-in definibili dall’utente con massima libertà di espressione in Java I plug-in come “asset” riusabili immediatamente
  • 14. Da “artigianato” a “enterprise”Non porre limiti alla personalizzazione del layout e della graficaGestire il codice custom nel ciclo di generazioneGestione dell’intero ciclo di vita dell’applicazione Lavoro collaborativo e versionamento Visual compare Visual debug Automatic testing Continuous build
  • 15. Da “artigianato” a “enterprise”Non porre limiti alla personalizzazione del layout e della graficaGestire il codice custom nel ciclo di generazioneGestione dell’intero ciclo di vita dell’applicazioneGovernare la tecnologia dell’applicazione generata Applicazioni Web JEE Integrazione con i sistemi esterni: DB, SOA, legacy Sicurezza, prestazioni, multilingua, multicanalità Continuo aggiornamento
  • 16. Cos’è WebRatio Genera l’applicazioneDisegna il modello Personalizza l’ambiente
  • 17. WebRatio – Passo 1Cattura i requisiti di business in modelli astratti e indipendentidalla tecnologia Modellatore Business WebRatio User
  • 18. Disegna il modelloModello dei processi Modello applicativo Definisci i processi di business gestiti dall’applicazione dati, servizi, logiche e Definisci Notazione BPMN dettagli di visualizzazione Notazione WebML
  • 19. WebRatio – Passo 2Personalizza l’ambiente definendo le tue regole di generazione Designer Programmatore Java
  • 20. Personalizza le regole di generazioneStili di presentazione Componenti custom per un layout perfettamente allineato con la tua visual identity ogni tipo di Per implementare logica complessa ed integrazione
  • 21. WebRatio – Passo 3Ottieni un’applicazione Web Java standard su misura e senzacomponenti proprietari Modellatore Business WebRatio User
  • 22. Ottieni l’applicazione Browser Ambiente di esecuzione standard Standard Java Web Application App Server Custom DBMS Information SOA System
  • 23. Un ciclo di sviluppo evolutivoIl Business User è direttamente coinvolto in un ciclo di sviluppovirtuoso basato sulla prototipazione evolutiva Analisi Requisiti Modellazione Validazione della Soluzione dei Risultati Generazione dell’Applicazione
  • 24. Toccare con mano
  • 25. I “Ratio” di WebRatio Analisi Comprensione del bisogno Sviluppo Realizzazione della soluzione Verifica dei risultati Creazione del nuovo Correzione degli errori Manutenzione dell’esistente Creatività Ripetitività
  • 26. Horatio, Steven, Kate e Eugeniusringraziano per l’attenzione !www.webratio.comstefano.butti@webratio.com

×