Your SlideShare is downloading. ×
Vivere e lavorare in Italia 2008
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Vivere e lavorare in Italia 2008

1,738
views

Published on

presentazione delle condizioni di vita e lavoro in Italia (dati 2008) a cura di Stefania Garofalo, Consulente EURES

presentazione delle condizioni di vita e lavoro in Italia (dati 2008) a cura di Stefania Garofalo, Consulente EURES

Published in: Career, Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,738
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Bundesagentur für Arbeit Freie Universität VIVERE E LAVORARE IN ITALIA Berlino, 15 – 16 febbraio 2008 Stefania Garofalo Consulente EURES
  • 2. PROGRAMMA •PARLIAMO DI ITALIA •IL MERCATO DEL LAVORO •COME TROVARE UN LAVORO •DOCUMENTI E FORMALITA’ •CV E LETTERA DI PRESENTAZIONE •IL SISTEMA FISCALE •LA SICUREZZA SOCIALE •IL SISTEMA SCOLASTICO •VIVERE IN ITALIA
  • 3. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 PARLIAMO DI ITALIA: Stefania Garofalo EURES Adviser INFORMAZIONI GENERALI
  • 4. •Sistema politico: Repubblica parlamentare •Capitale: Roma •Area totale: 301 263 km² •Popolazione: 58 751 milioni •Stranieri residenti: 2 670 milioni •Moneta: Euro •Lingua: Italiano •Regioni: 20 (107 Prov.) •Lunghezza tot. delle coste: 7 375 km
  • 5. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 IL MERCATO DEL LAVORO Stefania Garofalo EURES Adviser IN ITALIA
  • 6. DISOCCUPAZIONE NORD 3,8% (FVG: 3,3%) CENTRO 6,1% SUD 12,2%
  • 7. Nord: 68,9% Centro: 66% Sud: 53,2%
  • 8. OCCUPAZIONE
  • 9. LE PROFESSIONI PIU’ E MENO RICHIESTE SHORTAGE… SETTORE SANITARIO: infermieri COSTRUZIONI: falegnami/carpenters, saldatori/welders, muratori/bricklayer… SERVIZI: • ristoranti: cuochi, camerieri • IT: computer system designers, analisti, informatici • COMMERCIO: rappresentante commerciale vendite (commercial sales rapresentative), segretarie, contabili …SURPLUS: INDUSTRIA: (manifattura, produzione,…) AGRICOLTURA ITALY 8%
  • 10. LE PROFESSIONI PIU’ E MENO RICHIESTE…IN FRIULI VENEZIA GIULIA • SETTORE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE: camerieri di sala, camerieri ai piani, baristi, cuochi, pizzaioli • SETTORE SANITARIO: infermieri professionali, fisioterapisti e assimilati • SETTORE EDILE: muratori qualificati, carpentieri, gruisti, decoratori, imbianchini, addetti alle rifiniture, idraulici • SETTORE MECCANICO: meccanici, saldatori, fresatori, addetti al tornio, addetti alle macchine CNC (controllo numerico), attrezzisti di macchine utensili, carpentieri in metallo • ALTRO: intermediari e promotori finanziari, ingegneri meccanici, disegnatori ITALY 8% tecnici e progettisti, impiegati contabili, addetti alle paghe, impiegati commerciali, installatori di tubazioni, elettricisti, lamieristi, tecnici informatici, falegnami, ebanisti
  • 11. LAVORARE NEL SETTORE PUBBLICO Imprese commerciali, enti di telecomunicazioni, aziende di trasporto pubblico, università, ospedali pubblici, istituti di ricerca e pubblica amministrazione Restrizioni solo per i posti direttamente connessi all'esercizio dell'autorità pubblica e alla salvaguardia di interessi generali dello Stato o degli enti pubblici. I cittadini di altri Stati membri possono candidarsi alla maggior parte dei posti pubblici nell’ambito della pubblica sicurezza, della sanità e dell’istruzione.
  • 12. TITOLI DI STUDIO La disfatta dei laureati: le retribuzioni lorde annue dal 2003 al 2006 dei giovani con età compresa tra 24 e 30 anni per titolo di studio occupati in attività impiegatizie (fonte: OD&M). Retribuzioni annuali Titoli di studio Var. al netto 2003 2006 inflazione Diploma di qualifica professionale 19.227 21.354 +4,7% Diploma medie superiori 20.447 22.364 +3,0% Diploma professionale 19.420 21.817 +5,9% Diploma universitario 21.615 22.637 -1,7% Formazione professionale post diploma 20.772 23.042 +4,5% Laurea 22.936 24.179 -1,0% Master o specializzazione post-laurea 23.380 24.895 +0,1% Totale 21.331 23.245 +2,6%
  • 13. SETTORI PIU’ REDDITIZI Retribuzioni annuali Settore Var. al netto 2003 2006 inflazione Commercio e 20.590 22.246 +1,6% turismo Comunicazione/ 20.151 22.751 +6,5% spettacolo/sport Credito e 23.720 24.809 -1,8% assicurazioni Industria e 21.690 23.573 +2,3% artigianato Società di 22.260 23.391 -1,3% servizi Trasporti 20.937 22.495 +1,0% Totale 21.331 23.245 +2,6%
  • 14. RETRIBUZIONI UNDER 30: La Laurea non paga Trend al netto RTA RTA Differenza dell'inflazione Giovani under 30 2001 2005 2001/2005 % euro Laureati con 1-2 22.676 22.850 - 2.003 0,8% - 8,8% anni di esperienza euro euro euro Laureati con 3-5 26.803 25.473 - 3.903 - 5,0% - 14,6% anni di esperienza euro euro euro Non laureati con 1- 19.162 20.477 - 525 2 anni di 6,9% - 2,7% euro euro euro esperienza Non laureati con 3- 21.210 21.657 - 1.589 5 anni di 2,1% - 7,5% euro euro euro esperienza
  • 15. LAUREATI: dove trovare lavoro SI • INFORMATICA • INDUSTRIA MECCANICA • PARCHI A TEMA Laureati in Economia, Architettura, Informatica, Multimedialità, Ingegneria, Design, Psicologia, Comunicazione NO • OSPEDALI • UNIVERSITÀ • LEGGE
  • 16. IL MERCATO DEL LAVORO - LA RIFORMA Riforma Biagi, L. 30/2003 e D. lgs. 276/2003. Keypoints: CHI TI AIUTA A CERCARE LAVORO: Servizi pubblici impiego – Centri per l’impiego amministrati dalle Province, coordinate dalla Regioni Servizi gratuiti: accoglienza, orientamento, incontro domanda offerta, preselezione Agenzie per il lavoro – autorizzate dal Ministero del Lavoro (elenco sul sito www.lavoro.gov.it) Servizi offerti gratuiti per il lavoratore ma onerosi per i datori di lavoro: intermediazione, ricerca e selezione personale Altri operatori autorizzati per legge: Università, Comuni, Camere di Commercio, Associazioni imprenditoriali, ecc. NUOVI TIPI DI CONTRATTO (es. apprendistato, inserimento, a progetto, job sharing, a chiamata…) RIDEFINIZIONE DI ALCUNI CONTRATTI (somministrazione, apprendistato)
  • 17. I CONTRATTI - CENNI Forma scritta Tempo determinato (molti), indeterminato, atipico Periodo di prova: variabile (settore e qualifica) No salario minimo, ma contratti collettivi Orario di lavoro: 40 ore/settimana (max 48) Ferie: 4 settimane/anno Maternità: 2+3+6 Tutela vs licenziamento illegittimo (L.604/66), salvo ditte fino a 15 dipendenti
  • 18. ALCUNI CONSIGLI Prima di partire… Vedi sempre il CCNL (diritti e doveri) Prima di accettare il lavoro fatti inviare dal datore di lavoro un fax firmato con indicate le condizioni di lavoro: orario, retribuzione, data di inizio e l’eventuale indicazione dell’alloggio Verifica la forma di pagamento e la periodicità dello stipendio Preoccupati di avere un budget sufficiente prima di percepire il primo stipendio, o per rientrare a casa in caso di necessità
  • 19. ALCUNI CONSIGLI …Prima di rientrare Conserva tutti i documenti lavorativi Richiedi i formulari serie “E” (spec. E 301 per richiedere benefici previdenziali/contributi al rientro) Preoccupati di risolvere le questioni di ordine fiscale: lavorando in un altro Stato membro e trasferendovi la residenza, in genere si diventa “residente a fini fiscali” in tale paese. La definizione di residenza fiscale cambia da uno Stato membro all’altro (Vedi convenzioni bilaterali in materia fiscale, in particolare per evitare la doppia imposizione)
  • 20. COME TROVARE LAVORO IN ITALIA
  • 21. I SERVIZI OFFERTI DAI CENTRI PER L’IMPIEGO (PES) Servizi GRATUITI…PER I CITTADINI (JOB SEEKERS): Informazione (offerte di lavoro, formazione, contratti, ecc.) CV, Orientamento (SWOT analysis) Preselezione, Incontro domanda/offerta Tirocinii/stages Inserimento di persone in difficoltà Cittadini extra-UE …PER LE IMPRESE: Preselezione Procedure amministrative, incentivi, agevolazioni …PER TUTTI: EURES!
  • 22. COS’E’ EURES EURES (EURopean Employment Services) è un'iniziativa creata nel 1993 a sostegno della mobilità in Europa. 32 Paesi: Spazio Economico Europeo ( = I 28 Stati membri dell'UE, più Norvegia, Islanda e Lichtenstein) e Svizzera. Partner della rete: servizi pubblici per l'impiego, organizzazioni sindacali e patronali, amministrazioni locali, altri partners sociali (rappresentanti di università, associazioni non governative, ecc.). La rete è coordinata dalla Commissione europea. Principali obiettivi di EURES sono: informare, orientare e consigliare i lavoratori candidati alla mobilità sulle possibilità di lavoro e sulle condizioni di vita e di lavoro nello Spazio economico europeo; assistere i datori di lavoro che intendono assumere lavoratori di altri paesi; fornire informazioni e assistenza a chi cerca e offre lavoro nelle regioni transfrontaliere …e il tutto è COMPLETAMENTE GRATUITO!
  • 23. FONTI GIURIDICHE Regolamento CEE 1612/68 del Consiglio del 15.10.1968, art. 17, riguardante la libera circolazione dei lavoratori all’interno della Comunità, modificato dal Regolamento CEE n. 2434/92 del Consiglio del 27.07.1992 Decisione della Commissione europea n. 2003/8/CE del 23.12.2002 pubblicata in GUCE N. L. 5 del 10.01.2003 Carta Eures pubblicata in GUCE N. C 106/3 del 3 maggio 2003
  • 24. 700 CONSULENTI EURES IN EUROPA Collocati su tutto il territorio europeo: 28 Paesi dell’Unione Europea, i Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo e la Svizzera In Italia: 53 consulenti EURES Coordinamento Nazionale EURES presso Direzione Generale per l’Impiego del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Coordinamento Europeo della rete: Euresco presso la Direzione Generale V – Commissione Europea - Bruxelles
  • 25. Il portale EURES: informazioni e servizi Articolato in diverse sezioni, è molto più di una "semplice" banca dati. Ad esempio, informazioni e servizi su: Consulenti EURES: recapiti completi on-line Questioni pratiche, giuridiche ed amministrative (49 temi) per ognuno dei 28 Paesi EURES (totale: 1.372 analisi), per chi intende trasferirsi o stabilirsi in un altro Paese europeo Analisi dettagliate a livello regionale sulla situazione del mercato del lavoro nei 28 Paesi membri di EURES Informazioni sulle regole in vigore in ogni Paese europeo su restrizioni transitorie alla libera circolazione di cittadini dei "nuovi" Stati membri Job-seekers e aziende possono inserire CV e offerte in una banca dati consultabile cittadini e imprese, previa registrazione; il servizio è gratuito per entrambi. Possibilità di visualizzare TUTTE le offerte di lavoro delle banche dati nazionali dei Servizi Pubblici d'Impiego della maggior parte dei 28 Paesi (obiettivo: collegare le banche dati di tutti i Paesi) …e molto ancora da scoprire di persona!!!!
  • 26. PRINCIPALI ATTIVITA’ DELLA RETE EURES ITALIANA Alcuni esempi: Regno Unito: Collaborazione con le strutture sanitarie inglesi pubbliche o private per assunzione di medici italiani Spagna e Francia: Selezioni in ambito turistico alberghiero Irlanda – Selezione personale nel settore customer service
  • 27. LA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO (BCNL) http://www.borsalavoro.it/wps/portal I centri per l’impiego, le agenzie per il lavoro autorizzate e gli altri operatori (Università, Comuni, Camere di Commercio, Associazioni imprenditoriali, ecc.) pubblicheranno nella BCNL offerte e CV e saranno collegati in rete tramite la BCNL che fornirà un utile strumento a chi cerca lavoro. La BCNL è strutturata in Borse Regionali del lavoro.
  • 28. COME CERCARE LAVORO IN ITALIA - Centri per l’impiego: www.welfare.gov.it/EuropaLavoro/Indirizzario o vedi “Provincia di……” “lavoro” o cercando con un motore di ricerca (browser) - Agenzie per il lavoro (elenco su www.lavoro.gov.it o www.welfare.gov.it/EuropaLavoro/Indirizzario) - EURES http://europa.eu.int/eures - Università, Comuni (Informagiovani: www.comune.torino.it/infogio/cig), Associazioni di categoria (Camera di Commercio, Api…) - Candidature direttamente alle aziende: www.paginegialle.it - Bollettino ufficiale (nazionale o regionale) per concorsi - Stampa: annunci sui quotidiani nazionali: www.corriere.it (VENERDI’) www.repubblica.it (GIOVEDI’) www.ilsole24ore.com (MARTEDI’) www.lastampa.it www.italiaoggi.it - Stampa locale gratuita: Tuttocittà, Affarefatto, La bancarella…
  • 29. USEFUL LINKS o www.jobtel.it (percorsi personalizzati) o www.jooble.it/ (motore di ricerca sul lavoro) o www.regione.fvg.it o www.provincia.pordenone.it/lavoro o www.provincia.trieste.it/sportellolavoro o www.provincia.gorizia.it/lavoro o www.provincia.udine.it/lavoro o Riviera romagnola: Riminimpiego http://www.riminimpiego.it/ o e-Jobguide www.ejg.info (formazione professionale, corsi di formazione e riconoscimento delle qualificazioni. Settori: informatica/high tech, metalmeccanico, elettrotecnico, turismo e sanitario/sociale spec. in Veneto e Südtirol) o OLYJOB POINT – www.lavorosenzafrontiere.org o http://www.comune.torino.it/olyjob/info.htm (Centri impiego esclusivamente dedicati a settori turistico-alberghiero e servizi in Piemonte)
  • 30. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 Stefania Garofalo DOCUMENTI E FORMALITA’ EURES Adviser
  • 31. LIBERTA’ DI CIRCOLAZIONE “Ogni cittadino europeo ha il diritto di vivere e lavorare in un altro Stato membro.” Dall’11 aprile 2007 (decreto legislativo 30/2007, Direttiva 2004/38/CE), i cittadini dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo non necessitano di alcun permesso di soggiorno o lavoro! • Accesso al mercato del lavoro a cittadini comunitari sulla base della loro cittadinanza. • Parità di trattamento nel momento in cui ci si candida per un posto di lavoro in un altro Stato membro. • Stesse prestazioni sociali (es. prestiti a tasso zero per nascita figli, alloggio in edilizia popolare) • Familiari: stesso diritto all’istruzione e alla previdenza sociale dei cittadini del paese di accoglienza. PROBLEMA: Riconoscimento ufficiale di istruzione e qualifiche
  • 32. COSA MI SERVE FINO A 3 MESI (Direttiva 2004/38 CE Parl) Documento d'identità o passaporto valido DOPO 3 MESI Iscrizione anagrafica (leicità del soggiorno) Comune Codice Fiscale Agenzia Entrate con documento ID Tessera sanitaria europea (TEAM) Uffici ASL Polizza di assicurazione che copra spese sanitarie CV e lettera di presentazione (meglio se in Italiano) Buona conoscenza dell’Italiano Esperienza e/o diploma
  • 33. USEFUL LINKS - Normativa e Enti o YourEurope: http://ec.europa.eu/youreurop e/index_en.html o Ambasciate: www.embpage.org/ o Polizia: www.poliziadistato.it/pds/chisia mo/questure/link.htm o Ministero delle Finanze: www.agenziaentrate.it/indirizzi
  • 34. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 CV E LETTERA DI Stefania Garofalo EURES Adviser PRESENTAZIONE
  • 35. Le 5 sezioni fondamentali: IL CV o Dati Anagrafici (nome, indirizzo, tel, e-mail, nazionalità, data di nascita, patente) o Istruzione (anno, titolo, voto, istituto, titolo tesi solo se pertinente) e Formazione (corsi di formazione, specializzazione o perfezionamento, Master, borse di studio e stage presso aziende o studi professionali) o Esperienze Professionali (dall’ultima: attività svolte - durata, azienda, settore, posizione e mansione) o Lingue Straniere (lingua madre, livello scritto, orale e Formato comprensione, certificati, eventuali viaggi di studio o diplomi per corsi conseguiti in Italia e all'estero) europeo o o Conoscenze Informatiche (programmi e linguaggi di Europass programmazione: livello di conoscenza dei sistemi operativi e Formazione del pacchetto Microsoft Office es. Word, Excel, Access, Powerpoint) Convincente, chiaro, sincero …più 2 facoltativi: o Interessi extraprofessionali (sport, interesse per i viaggi, Come hai attività sociali, volontariato) occupato il o Progetti per il futuro (obiettivi professionali in base all’azienda) – ma meglio se nella lettera di presentazione tempo? ALLA FINE: “Acconsento al trattamento dei miei dati personali, come da Dlgs 196/03”.
  • 36. LETTERA DI PRESENTAZIONE Breve ed efficace Non duplicare il CV! Nell’oggetto: n° offerta e posizione Punti di forza (vedi annuncio) Caratteristiche personali (lavoro di gruppo, sotto stress, adattabilità, carattere estroverso, serietà, volontà di migliorare,…) Aspettative personali e professionali (esperienza, hobbies, interessi,…)
  • 37. INTERVISTA CON LA DITTA: DOMANDE FREQUENTI Perché vuole lavorare in Italia? Parli di lei: cosa ha fatto negli ultimi 2 anni? Le piace viaggiare? leggere? Il suo ultimo viaggio/libro… Descriva se stesso con 3 aggettivi. Come si giudica? Cosa sa della nostra azienda? Se potesse scegliere, quale lavoro vorrebbe fare? Cosa non le piacerebbe fare? Quale è il suo progetto professionale?
  • 38. …ALCUNI CONSIGLI Promuovete voi stessi Stabilite relazioni proficue Affinate le competenze trasferibili L'impressione conta Non perdete la motivazione anche quando le circostanze sono sfavorevoli Favorite la collaborazione Mostratevi intraprendenti nell'affrontare la crescita professionale
  • 39. IL SISTEMA FISCALE IN ITALIA
  • 40. STIPENDIO LORDO CONTRIBUTI: VERSAMENTI DI SICUREZZA SOCIALE TASSE E IMPOSTE STIPENDIO NETTO
  • 41. IMPOSTE SUL SALARIO E CONTRIBUTI DI SICUREZZA SOCIALE CONTRIBUTI PREVIDENZIALI % FASCE DI (9%) d’imposta REDDITO Pensione di vecchiaia (60 e 65+20) 23% Fino a 15.000 € Pensione di anzianità (58+35) 27% Da 15.000 Assegno di invalidità, Pensione di a 28.000 € 38% Da 28.000 a 55.000 € inabilità Pensione in convenzione per lavoro 41% Da 55.000 a 75.000 € svolto all’estero PRESTAZIONI ASSISTENZIALI 43% Oltre 75.000 € Disoccupazione Malattia Maternità Cassa integrazione, mobilità Trattamento di fine rapporto Assegno per il nucleo familiare
  • 42. CONFRONTO ITALIA-PAESI UE SALARIO LORDO 2004 Danimarca 42.484 Germania 41.046 Confronto tra l’italia e i principali Paesi OCSE UK 39.765 Paesi Bassi 37.026 (OCSE, “Taxing Wages 2004-2005”, 2006) Belgio 35.578 Svezia 32.457 Finlandia 31.539 Irlanda 30.170 Francia 29.549 Italia 22.053 Spagna 19.828 Grecia 17.360 Portogallo 12.969 CRESCITA DEL SALARIO NEL PERIODO 2000-2005 UK +27,8 Norvegia +25,6 Paesi Bassi +21,3 Finlandia +21,1 Francia +17,5 Spagna +17,2 Portogallo +16,6 Danimarca +16,0 Belgio +15,9 Italia +13,7 Germania +11,7 Svezia +7,7
  • 43. SALARI E POTERE D'ACQUISTO Livello del salario annuo netto Gran Bretagna 28.007 del lavoratore dipendente, senza Olanda 23.289 carichi di famiglia, nel 2006, in euro a parità di potere Germania 21.235 d'acquisto (Fonte: Elaborazione Irlanda 21.112 Eurispes su dati CSE) Finlandia 19.890 Danimarca 18.735 Francia 19.731 Belgio 19.729 Spagna 17.412 Grecia 16.720 Italia 16.242 Portogallo 13.136
  • 44. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 IL SISTEMA DI SICUREZZA Stefania Garofalo EURES Adviser SOCIALE IN ITALIA
  • 45. Svizzera 75% SUSSIDI E Irlanda Islanda 73% 73% WELFARE Finlandia Norvegia 72% 71% TASSO DI SOSTITUZIONE Paesi Bassi 71% MEDIO AL NETTO DELLE TASSE Lussemburgo 70% Svezia 70% Classifica dei paesi Ocse Austria 62% in cui è più alto per un Belgio 62% disoccupato da oltre 60 mesi il tasso di Germania 62% sostituzione rispetto al Regno Unito 62% salario (sussidio di disoccupazione + altri Francia 61% benefit legati al welfare e Portogallo 61% considerando quattro differenti tipologie di Polonia 59% famiglie) Repubblica Ceca 58% Giappone 57% Fonte: Ocse (anno 2005) Australia 51% Spagna 49% Ogni Provincia/Regione Ungheria 42% può avere sostegni Stati Uniti 30% specifici per le problematiche della zona, Grecia 24% oltre a quelli nazionali ITALIA 7% MEDIA OCSE 55%
  • 46. COSA DEVO FARE…? Per i lavoratori dipendenti il datore di lavoro completa tutte le formalità necessarie per la registrazione con la previdenza. I contributi dei lavoratori vengono dedotti dall’importo lordo dello stipendio. I lavoratori autonomi devono registrarsi e pagare contributi o ad un fondo di previdenza sociale separato (definito CASSA) oppure direttamente all’INPS. SOSTEGNI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO DISOCCUPAZIONE L 407/90 CASSA INTEGRAZIONE MOBILITÀ
  • 47. AIUTI ALL’ASSUNZIONE : Apprendistato 3 TIPI: • apprendistato per qualifica professionale: per giovani con oltre 15 anni (non attivo) •apprendistato professionalizzante per qualificazione tecnico-professionale: per Le aziende che giovani fra i 18 e i 29 anni assumono hanno contributi versati •apprendistato per l'acquisizione di un dallo Stato: il diploma di laurea o per percorsi di alta lavoratore costa la formazione: per giovani di età compresa fra i metà! 18 e i 29 anni (non attivo).
  • 48. AIUTI ALL’ASSUNZIONE: Contratto di inserimento PER CHI: • Tra 18 e 29 anni; • Disoccupati di lunga durata (12 mesi) da 29 a 32 anni; • Lavoratori + 50 anni disoccupati; • Lavoratori che desiderino riprendere un’attività lavorativa e che non abbiano lavorato per almeno 2 anni; • Donne di qualsiasi età residenti in aree geografiche con alto tasso di disoccupazione femminile; • Persone affette da grave handicap fisico, mentale o psichico. DURATA DEL CONTRATTO: da 9 a 18 mesi (36 per persone con grave handicap fisico, mentale o psichico) VANTAGGI PER LA DITTA: sgravi contributivi dal 25 al 50%
  • 49. SUSSIDI: Cassa Integrazione COS’E’: Sostegno alle imprese in difficoltà che garantisce al lavoratore un reddito sostitutivo della retribuzione SUSSIDI: Mobilita’ PER CHI: Lavoratori licenziati per riduzione o cessazione di attività VANTAGGI PER LA DITTA: 12+12 o 18 mesi di sgravi fiscali
  • 50. SUSSIDI: Disoccupazione (Unemployment Benefit) REQUISITI NECESSARI: • Dichiarazione di disponibilità (Centro per l’Impiego), no dimissioni • Posizione contributiva con INPS aperta almeno 2 anni prima del licenziamento (anche in altri SM – TOTALIZZAZIONE) • Almeno 52 settimane contributive nel biennio (entro 68 giorni) o • Almeno 78 giornate di lavoro nell’anno (entro il 31 marzo) COME RICHIEDERLA: Domanda all’INPS o attraverso partonati ENTRO… PER QUANTO TEMPO: • 8 mesi fino a 50 anni Contact center integrato INPS INAIL TEL 803.164: informazioni su aspetti • 12 oltre i 50 anni normativi e singole pratiche. QUANTO RICEVO? Dal 2008, 60% per i primi 6 mesi, 50% per il 7° mese, 40% per i mesi successivi
  • 51. Per trasferire l’ indennità di di soccupazione (Reg. CE 1408/71 e 574/72) Essere registrati come disoccupati da almeno 4 settimane nel paese d’origine Informare l'ufficio di collocamento locale almeno 2-4 settimane prima Prima di lasciare il proprio Paese, chiedere il formulario E303 (ammontare, durata, ecc. delle prestazioni percepite) alla sede INPS dove sono stati versati i contributi Entro 7 giorni dalla partenza, iscriversi presso il servizio pubblico del “nuovo” Paese come disoccupato in cerca di occupazione presentando E303 Chi gode dell’assegno di disoccupazione può trasferire la propria indennità per 3 mesi. Form. E 301: totalizzazione/cumulo dei periodi assicurativi
  • 52. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 Stefania Garofalo IL SISTEMA SCOLASTICO EURES Adviser IN ITALIA
  • 53. IL SISTEMA SCOLASTICO E UNIVERSITARIO SISTEMA SCOLASTICO SISTEMA UNIVERSITARIO Primo ciclo (8 anni): Riforma: 2 cicli formativi (3+2) scuola elementare (6–10 anni) scuola media (10–13 anni) laurea 3 anni laurea specialistica 2 anni Secondo ciclo (5 anni): e/o master 1° e 2° livello Licei, Istituti Tecnici, formazione professionale Obbligo scolastico da 15 a 18 anni Ongoing: riforma Mussi (art. 68 L. 144/99) anche mediante apprendistato (240 ore annue teoriche) More info: www.miur.it More info: ww.pubblica.istruzione.it
  • 54. PROGRAMMI DI 1. Europass Formazione - Promozione dei percorsi SCAMBIO E BORSE europei di formazione in alternanza, compreso l'apprendistato DI STUDIO 2. ISFOL - Istituto per lo Sviluppo della Formazione GERMANIA-ITALIA Professionale dei Lavoratori - Agenzia Nazionale del Programma Comunitario Leonardo da Vinci 3. Jobonline – Informazioni e siti internet relativi a borse di studio e premi di laurea 4. Agenzia Nazionale Socrates - Erasmus Italia - Informazioni su borsa di mobilità disponibili, requisiti per l'accesso alle candidature, indirizzi di enti/organizzazioni e uffici cui fare riferimento, borse per studenti disabili 5. Agenzia Nazionale Gioventu'Youth National Agency Il programma di scambio che promuove la mobilità, le iniziative, l'apprendimento interculturale e la solidarietà fra i giovani di tutta Europa e fuori Europa 6. Jobtel – il portale dell’Orientamento - Nella sezione "Bandi e concorsi" sono disponibili informazioni su borse di studio e programmi europei 7. Ministero degli Affari Esteri - informazioni su borse di studio per cittadini italiani e stranieri 8. Youth National Agency – Programma Gioventù promuove la mobilità, iniziative, apprendimento interculturale e solidarietà tra i giovani in Europa e fuori Europa EURES → 9. EURODYSSEY – Programma di scambio per giovani Learning → opportunità di formazione da 3 a 7 mesi in ditte in Ploteus un’altra regione EU
  • 55. CORSI DI LAUREA IN INGLESE La Bocconi di Milano (http://www.uni-bocconi.it/) è stato l'ateneo precursore in questo campo ed ha inserito i corsi di laurea in inglese già sei anni fa. Quest'anno è disponibile un corso di laurea triennale, sei lauree specialistiche oltre a diversi master postlaurea e PhD per un totale di 23 corsi. Il Politecnico di Torino (http://www.polito.it/) da quest'anno offre 3 corsi di laurea di primo livello e sei corsi di laurea specialistica oltre a master e corsi di dottorato 100% in english. Chi sceglie di seguire un corso in inglese del Politecnico il primo anno non paga le tasse universitarie. Alla Luiss di Roma (http://www.luiss.it/), oltre a numerosi master in inglese, ci si può iscrivere al corso di laurea in General management con specializzazione in Business management for luxury and tourism, una laurea triennale in Economia e commercio che prevede due semestri in Olanda e da quest'anno parte il Double Degree in International management. L'Università di Bologna (http://www.unibo.it/) ha tre lauree specialistiche e due master con lezioni interamente in inglese. A Camerino si possono seguire -sempre in lingua inglese- corsi di laurea in biotecnologie e biennali in geologia, fisica e biotecnologie farmaceutiche.
  • 56. PROGRAMME Berlin, 15 – 16 February 2008 Stefania Garofalo VIVERE IN ITALIA EURES Adviser
  • 57. TROVARE UN ALLOGGIO Hotel e pensioni: www.hotelitaliani.it B&B: www.anbba.it - www.bedandbreakfast.it - www.bbitalia.it Ostelli gioventù: www.ostellionline.org Campeggi: www.camping.it - www.campeggitalia.com - www.camping-italy.net Stanze in affitto: www.sunia.it - www.sicet.it - www.uppi.it ULTERIORI INFO: Ag. Naz. Turismo www.enit.it
  • 58. APRIRE UN CONTO IN BANCA Aprire un conto bancario in Italia: bisogna avere +18 anni, avere un documento di identità non scaduto e il codice fiscale Dopo la firma del contratto, bisogna depositare una somma così viene fornito il numero del conto corrente e la carta di credito E’ utile aprire un conto dalla Germania sulla filiale italiana e trasferirvi una somma di denaro
  • 59. TRASPORTI I biglietti non si fanno a bordo: bisogna acquistarli prima on-line o presso le edicole o dai tabaccai e obliterarli! per i treni: www.trenitalia.com
  • 60. LA PATENTE DI GUIDA No patente di guida comunitaria, ma gli Stati membri hanno introdotto un “modello comunitario” riconosciuto negli altri paesi Generalmente, principio del reciproco riconoscimento Patenti ante 1996: ancora valide (alcuni Stati chiedono registrazione di dati aggiuntivi nella patente) Trasferimento residenza: no sostituzione Se si risiede e si guida per più di 6 mesi, obbligo di immatricolare il proprio veicolo presso le autorità locali e pagare la tassa di immatricolazione del paese ospitante Assicurazione: valida in tutta Europa
  • 61. IL CELLULARE E TV Cellulare: è sufficiente recarsi presso un rivenditore di telefonia mobile o in qualsiasi centro specializzato in servizi di telefonia con documento d’identità e codice fiscale Servizio radiotelevisivo: basta pagare l’abbonamento annuale della televisione di Stato (106.00€ nel 2008)
  • 62. TEMPO LIBERO
  • 63. TEMPO LIBERO
  • 64. GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE!! Stefania Garofalo Consulente EURES email: stefania.garofalo@provincia.pordenone.it Tel. +39 (0)434 80083
  • 65. I FORMULARI • serie E100, per lavoratori distaccati e per le prestazioni di malattia e di maternità; • serie E200, per il calcolo e il pagamento di pensioni; • serie E300 per il diritto all’indennità di disoccupazione*; • serie E400 per il diritto agli assegni familiari. Per evitare la perdita delle indennità spettanti, prima di lasciare il proprio Paese, chiedere agli uffici competenti il rilascio del formulario E303.

×