Identità E Comunicazione Nelle Pubbliche Assistenze

936 views
891 views

Published on

Published in: Education, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
936
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Identità E Comunicazione Nelle Pubbliche Assistenze

  1. 1. Identità e comunicazione nelle Pubbliche Assistenze Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  2. 2. Il punto di partenza <ul><li>Su 649 associazioni che hanno risposto al I Questionario sulla comunicazione : </li></ul><ul><li>37,3% pubblica materiale informativo sulla propria attività, periodicamente o in occasione di particolari eventi. È molto diffusa la distribuzione di gadget e prodotti audiovisivi. </li></ul><ul><li>Il 41% delle Pubbliche Assistenze ha un sito web con una frequenza di aggiornamento, nella maggior parte dei casi, mensile o settimanale. </li></ul><ul><li>Circa il 40% delle Pubbliche Assistenze si avvale di un addetto stampa, il 15% cura rubriche su quotidiani e riviste e solo il 9% è presente in radio e in televisione. </li></ul>Il rapporto delle associazioni aderenti all’A.n.p.as con gli strumenti e le pratiche di comunicazione è articolato
  3. 3. La comunicazione … <ul><li>L’estensione del territorio in cui operano le Pubbliche Assistenze influisce sui rapporti personali e sulla dimensione umana in cui le associazioni si relazionano con la comunità di riferimento. </li></ul><ul><li>Una comunicazione efficace avviene se c’è condivisione (di spazio, di tempo, di valori, di progetti, di idee) e il contatto con la comunità di riferimento. </li></ul>Comunità Comunicazione Condivisione
  4. 4. Nodi tematici <ul><li>La comunicazione interna: </li></ul><ul><ul><li>Quali strumenti usa l’associazione per comunicare con i volontari/dipendenti/soci? </li></ul></ul><ul><ul><li>C’è un uso innovativo degli strumenti a propria disposizione? </li></ul></ul><ul><li>Il rapporto con il territorio: </li></ul><ul><ul><li>Qual è il rapporto dell’associazione con gli altri soggetti no profit/enti pubblici/soggetti privati operativi nel proprio territorio di riferimento? </li></ul></ul><ul><li>L’organizzazione degli eventi: </li></ul><ul><ul><li>Chi organizza gli eventi? </li></ul></ul><ul><ul><li>I media locali sono coinvolti? </li></ul></ul><ul><ul><li>Come sono pubblicizzati? </li></ul></ul>
  5. 5. Nodi tematici/2 <ul><li>Le campagne di comunicazione: </li></ul><ul><ul><li>L’associazione è interlocutrice dei media locali? </li></ul></ul><ul><ul><li>Realizza campagne di informazione/sensibilizzazione su temi rilevanti? </li></ul></ul><ul><ul><li>Usa strumenti comunicativi innovativi? </li></ul></ul><ul><li>Il rapporto tra le singole Pubbliche Assistenze </li></ul><ul><ul><li>e le Pubbliche Assistenze e la direzione nazionale </li></ul></ul><ul><li>L’immagine dell’associazione </li></ul>
  6. 6. In viaggio per l’Italia <ul><li>1 in Emilia Romagna </li></ul><ul><li>1 in Umbria </li></ul><ul><li>3 nel Lazio </li></ul><ul><li>2 in Campania </li></ul><ul><li>1 in Basilicata </li></ul><ul><li>3 in Calabria </li></ul>
  7. 7. Le Pubbliche Assistenza visitate <ul><li>Papa Charlie (Pagani, prov. Salerno) </li></ul><ul><li>Pubblica Assistenza di Caposele (prov. Avellino) </li></ul><ul><li>Radio e non solo (Roma) </li></ul><ul><li>Croce Verde (Spoleto, prov. Perugia) </li></ul><ul><li>Croce Blu (San Prospero, prov. Modena) </li></ul><ul><li>Aspa (Acri, Cosenza) </li></ul><ul><li>Avas Presila (Spezzano della Sila, Cosenza) </li></ul><ul><li>Croce Viola (Mammola, Reggio Calabria) </li></ul><ul><li>Croce Azzurra (Sabaudia, prov. Latina) </li></ul><ul><li>Croce Blu (Guidonia, prov. Roma) </li></ul><ul><li>Pubblica Assistenza di Moliterno (prov. Potenza) </li></ul>
  8. 8. Ogni Pubblica Assistenza è una grande casa … Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  9. 10. L’ascolto è la capacità della Pubblica Assistenza di comprendere le esigenze del territorio creando reti di supporto immediato per l'utente … La porta d’ingresso …
  10. 11. L’ascolto è la porta d’ingresso e passa attraverso … <ul><li>La presenza di luoghi/strumenti di ascolto critico delle attività/servizi svolti </li></ul>Il servizio di segretariato sociale “in rete” della Pubblica Assistenza di Caposele
  11. 12. L’ascolto <ul><li>La pubblicizzazione nel territorio delle possibilità di ascolto offerte dall’associazione </li></ul><ul><li>con linee dirette </li></ul><ul><li>siti </li></ul><ul><li>contatti personali </li></ul>L’associazione Radio e non solo le La Pubblica Assistenza di san Prospero
  12. 13. La finestra che si apre all’orizzonte … L’immaginazione è la capacità di proporre progettualità e soluzioni caratterizzate da creatività e innovazione …
  13. 14. L’immaginazione <ul><li>Presenza di servizi innovativi / progetti inediti per il territorio di riferimento </li></ul>Io sostengo un volontario della Pubblica Assistenza Papa Charlie di Pagani Sorridi nonno Il progetto della Pubblica Assistenza di Moliterno
  14. 15. <ul><li>Uso inusuale di risorse umane e materiali per lo sviluppo di relazioni solidali </li></ul>L’immaginazione
  15. 16. <ul><li>Studi e ricerche su temi d’interesse: </li></ul><ul><li>volontariato </li></ul><ul><li>fenomeni caratteristici del territorio </li></ul><ul><li>problematiche sociali </li></ul>L’immaginazione La Pubblica Assistenza di San Prospero La Pubblica Assistenza di Guidonia
  16. 17. Le mura che sostengono la casa … L’etica e la responsabilità sono le capacità di ricostruire una sensibilità civica collettiva
  17. 18. L’etica e la responsabilità <ul><li>Presenza/assenza </li></ul><ul><li>di un codice etico </li></ul><ul><li>di una carta dei valori </li></ul>L’etica e la responsabilità
  18. 19. L’etica e la responsabilità <ul><li>Presenza/assenza di attività di formazione rivolte alla </li></ul><ul><li>cittadinanza sui temi dell’educazione civica (es. rispetto </li></ul><ul><li>ambiente, educazione alimentare ecc..) presso l'associazione </li></ul>I corsi attivati dalla Pubblica Assistenza di Moliterno La formazione sul territorio della Pubblica Assistenza di Sabaudia
  19. 20. L’etica e la responsabilità <ul><li>Presenza/assenza di piattaforme e reti con altri soggetti basate su una condivisione dei valori comuni </li></ul>I progetti attivati in rete dalla Pubblica Assistenza di Moliterno I progetti in rete della Pubblica Assistenza di Caposele
  20. 21. Le librerie della casa … <ul><li>La formazione e la professionalità indicano lo sviluppo delle competenze acquisite dalla Pubblica Assistenza </li></ul>
  21. 22. La formazione e la professionalità <ul><li>Presenza/assenza di corsi di formazione rivolti alla comunicazione e all’utilizzo dei nuovi mezzi </li></ul><ul><li>Presenza/assenza di figure addette alla comunicazione all’interno dei percorsi di formazione </li></ul>La formazione e la professionalità
  22. 23. Il giardino … <ul><li>L’integrazione è la capacità di agire in sinergia con altri soggetti </li></ul><ul><li>pubblici </li></ul><ul><li>privati </li></ul><ul><li>del terzo settore </li></ul><ul><li>per lo sviluppo della comunità </li></ul>Il giardino …
  23. 24. <ul><li>Presenza/assenza di reti di comunicazione formale fra soggetti del territorio (piattaforme,mailing list …) </li></ul>Il giardino … La Pubblica Assistenza di Caposele Il giardino …
  24. 25. <ul><li>Creazione di mezzi di comunicazione ex novo basati sull’integrazione dei soggetti attraverso </li></ul><ul><li>pubblicazioni </li></ul><ul><li>siti </li></ul><ul><li>pubblicità sulle azioni e i progetti portati avanti dalla rete </li></ul>Il giardino … La Pubblica Assistenza Radio e non solo Il giardino … Il giardino …
  25. 26. <ul><li>Invio di materiale informativo sulle attività della Pubblica Assistenza </li></ul><ul><li>ad enti pubblici </li></ul><ul><li>alle associazioni del territorio impegnate nel non profit </li></ul><ul><li>a soggetti privati </li></ul>Il giardino …
  26. 27. Le fondamenta … <ul><li>Le persone e le risorse sono le basi per costruire la vita comunicativa della Pubblica Assistenza … </li></ul>
  27. 28. <ul><li>Spesso si può costruire una casa solida con poco materiale … </li></ul><ul><li>ma con molta fantasia … </li></ul>Le fondamenta …
  28. 29. Le fondamenta … <ul><li>… e a volte si possono incontrare tante persone fuori di casa ... </li></ul><ul><li>basta aprire la porta al momento giusto … </li></ul>Le fondamenta …
  29. 30. Le fondamenta … <ul><li>Quanti soggetti all’interno della Pubblica </li></ul><ul><li>Assistenza sono impegnati nella gestione </li></ul><ul><li>e nello sviluppo della comunicazione? </li></ul>Il progetto di San Prospero La Pubblica Assistenza Radio e Non solo Le fondamenta …
  30. 31. <ul><li>In che modo vengono valutate le attività di comunicazione? (monitoraggio, valutazione ex-post) </li></ul>Il progetto di San Prospero Il progetto della Pubblica Assistenza di San Prospero Le fondamenta …
  31. 32. La comunicazione nelle Pubbliche Assistenze Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008 La comunicazione
  32. 33. La comunicazione è come un’antenna … dall’antenna arrivano nuovi stimoli dal mondo esterno …
  33. 34. attraverso l’antenna sono trasmesse le esperienze e le attività dell’associazione …
  34. 35. La comunicazione interna Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  35. 36. La comunicazione all’interno della casa … <ul><li>Uso innovativo degli strumenti di comunicazione tra gli operatori della Pubblica Assistenza </li></ul>Il Resto del Charlino della Pubblica Assistenza di Pagani Il diario di bordo della Pubblica Assistenza di Moliterno
  36. 37. <ul><li>Valutazione della comunicazione interna e delle relazioni tra i volontari </li></ul>La comunicazione all’interno della casa … La valutazione delle relazioni tra volontari della Pubblica Assistenza di Caposele
  37. 38. La comunicazione … tra le differenti case … <ul><li>Il contatto tra le Pubbliche Assistenze che operano in situazioni simili ma dislocate su territori distanti </li></ul>
  38. 39. La comunicazione … tra la casa e il paese … <ul><li>Uso innovativo degli strumenti di comunicazione interna </li></ul><ul><li>tra le associazioni e la dimensione nazionale </li></ul><ul><li>tra le associazioni e le dimensione regionale </li></ul>
  39. 40. La comunicazione … tra la casa e il paese … <ul><li>Rapporto tre le associazioni e la dimensione nazionale </li></ul>
  40. 41. <ul><li>Attraverso il logo la Pubblica Assistenza è riconoscibile e visibile </li></ul>La cassetta delle lettere … La cassetta delle lettere … La cassetta delle lettere …
  41. 42. <ul><li>Posizionamento del logo della Pubblica Assistenza </li></ul><ul><li>Posizionamento del logo dell’Anpas nazionale </li></ul>La cassetta delle lettere …
  42. 43. La comunicazione come relazione pubblica Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  43. 44. La comunicazione come relazione pubblica … <ul><li>La Pubblica Assistenza è soggetto/interlocutore dei media locali? </li></ul>La Croce Verde di Spoleto La Croce Azzurra di Sabaudia
  44. 45. <ul><li>Capacità di promuovere e realizzare delle campagne di sensibilizzazione su temi eticamente rilevanti </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica … La Croce Blu di Guidonia La Pubblica Assistenza di Papa Charlie
  45. 46. <ul><li>Progettualità della comunicazione </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica …
  46. 47. <ul><li>Presenza di strumenti comunicativi differenti dai media tradizionali (podcast, free press, web tv) </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica … Il progetto di San Prospero La Pubblica Assistenza di Moliterno
  47. 48. <ul><li>Presenza e gestione sito web </li></ul><ul><li>Pubblicazioni, manifesti, volantini </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica … L’Aspa di Acri e la Voce del volontariato
  48. 49. <ul><li>Creazione di eventi finalizzata </li></ul><ul><li>alla raccolta di fondi </li></ul><ul><li>alla promozione di un particolare progetto </li></ul><ul><li>alla sensibilizzazione su temi d’interesse collettivo </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica … La Croce Viola di Mammola L’Avas di Spezzano Sila
  49. 50. <ul><li>Organizzazione di feste ed eventi </li></ul><ul><li>per la celebrazione di ricorrenze e anniversari dell’associazione </li></ul><ul><li>per creare momenti di aggregazione con i soci e i sostenitori </li></ul>La comunicazione come relazione pubblica …
  50. 51. Le narrazioni mediali Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  51. 52. La narrazione <ul><li>Le Pubbliche Assistenze come si raccontano? </li></ul><ul><li>Come raccontano i propri progetti? </li></ul>
  52. 53. <ul><li>Presenza di racconti sul territorio sviluppati periodicamente dalla Pubblica Assistenza </li></ul><ul><li>volumi </li></ul><ul><li>depliant </li></ul><ul><li>mostre </li></ul><ul><li>articoli </li></ul>La narrazione Il giornale dell’Aspa di Acri
  53. 54. La narrazione <ul><li>Gli interni di una Pubblica Assistenza possono raccontare molto della sua esperienza … </li></ul>L’Avas di Spezzano Sila Il progetto di San Prospero Il doposcuola della Pubblica Assistenza di Pagani
  54. 55. Radio e Non solo
  55. 56. La narrazione … insieme alla localizzazione della Pubblica Assistenza sul territorio La Croce Azzurra di Sabaudia La Croce Verde di Spoleto
  56. 57. Conclusioni Terza.com Osservatorio sulla comunicazione sociale e l’editoria del Terzo settore Responsabile scientifico Marco Binotto, Andrea Volterrani Coordinamento di Stefania Carulli Gruppo di ricerca Manuela Bartolotta, Marilise Blasi, Andrea Cardoni, Sara Laruffa, Yari Riccardi, Claudia Scelzo Roma, 29 novembre 2008
  57. 58. Conclusioni Principi generali <ul><li>Costruire socialità anche attraverso la rete </li></ul><ul><ul><li>Impegnarsi a creare una relazionalità diffusa, non solo in presenza fisica, ma anche in una dimensione più ampia </li></ul></ul><ul><li>Mutare le iniziative straordinarie in prassi </li></ul><ul><ul><li>e trasformare i propri punti di forza in ricchezza comune </li></ul></ul><ul><li>Coinvolgere attraverso la narrazione </li></ul><ul><ul><li>la cittadinanza nelle attività della Pubblica Assistenza meno autoreferenziale delle proprie esperienze e più aperta ad un pubblico diversificato </li></ul></ul>
  58. 59. Conclusioni Problemi <ul><li>Progetto </li></ul><ul><ul><li>Una progettualità più ampia potrebbe rendere più produttive le numerose attività svolte </li></ul></ul><ul><li>Obiettivi </li></ul><ul><ul><li>L’ attività comunicative potrebbe coinvolgere non solo il proprio territorio di riferimento ma può essere utile a stabilire relazioni con altri territori o con altre Pubbliche Assistenze </li></ul></ul><ul><li>Tecnologie </li></ul><ul><ul><li>L’ interesse mostrato dalle Pubbliche Assistenze verso le innovazioni tecnologiche può tradursi in altrettanta curiosità verso gli aspetti sociali e relazionali che il loro utilizzo comporta </li></ul></ul>
  59. 60. <ul><li>Progetto e organizzazione </li></ul><ul><ul><li>Lavorare per costruire un’identità comune e condivisa tra Pubbliche Assistenze differenti e dislocate in realtà territorialmente lontane </li></ul></ul><ul><ul><li>Aumentare le possibilità di condivisione e confronto tra la dirigenza locale, regionale e nazionale </li></ul></ul>Conclusioni Prospettive Conclusioni Prospettive Conclusioni Prospettive Conclusioni Prospettive
  60. 61. <ul><li>Obiettivi </li></ul><ul><ul><li>Sviluppare le comunità associative e territoriali come entità comunicanti </li></ul></ul><ul><ul><li>Costruire un territorio comunicativo condiviso tra Pubbliche Assistenze operanti in differenti zone del Paese </li></ul></ul>Conclusioni Prospettive
  61. 62. <ul><li>Tecnologie </li></ul><ul><ul><li>Sviluppare la socialità anche attraverso le nuove tecnologie </li></ul></ul><ul><ul><li>Affiancare ai mezzi tradizionali l’uso di social network (Facebook, MySpace, Youtube) e di differenti strumenti relazionali </li></ul></ul>Conclusioni Prospettive

×