Applicazione del protocollo “MAC” (Mindfulness-Acceptance-Commitment) per il miglioramento delle prestazioni in contesto aziendale

1,052 views
976 views

Published on

Francesca Lavorini, Studi Cognitivi . Claudia Fiorini, Studi Cognitivi . Matteo Giovini, Studi Cognitivi

Published in: Health & Medicine
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,052
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
346
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Applicazione del protocollo “MAC” (Mindfulness-Acceptance-Commitment) per il miglioramento delle prestazioni in contesto aziendale

  1. 1. Applicazione del protocollo “MAC” (Mindfulness-Acceptance-Commitment) per il miglioramento delle prestazioni in contesto aziendale Francesca Lavorini, Studi Cogni•vi . Claudia Fiorini, Studi Cogni•vi . Ma•eo Giovini, Studi Cogni•viIntroduzioneRecentemente, i principi base di mindfulness-based therapy e acceptance-commitment therapy sono sta• applica• congiuntamente a•raverso il protocollo MAC(Mindfulness-Acceptance-Commitment), sviluppato in contesto statunitense originariamente per una popolazione di spor•vi professionis• e finalizzato al miglioramento delle prestazioni.L’obie•vo del presente lavoro è verificare l’esito dell’applicazione del protocollo MAC su un professionista altamente qualificato, collocato in posizione dirigenziale all’interno di un’aziendamul•nazionale.A seguito dell’applicazione del MAC ci si a•ende un incremento di mindful awareness, mindful a•en•on, experien•al acceptance e flow, variabili associate secondo la le•eraturaal miglioramento della performance. Al momento della realizzazione della ricerca non risultano pubblica• studi simili.MetodoIl protocollo “MAC”, che si ar•cola in 7 moduli sviluppa• in altre•an• incontri se•manali di 1 ora ciascuno, intervalla• da homeworks di allenamento delle abilità acquisite, è statosomministrato ad un sogge•o singolo, selezionato sulla base dell’alto profilo organizza•vo e della sua idoneità psicologica al protocollo, intesa come assenza di disturbi di Asse I e II.Al fine di verificare le ipotesi di lavoro sono sta• somministra• pre/post i seguen• ques•onari:• The Acceptance and Ac•on Ques•onnaire - AAQ o AAQ -2 forma abbreviata (Hayes, S.C., Strosahl, K.D., Wilson, K.G., Bisse•, R.T., Pistorello, J.,Toarmino, D., Polusny, M., A., Dykstra, T.A.,Ba•en, S.V., Bergan, J., Stewart,S. H., Zvolensky, M.J., Eifert, G. H., Bond, F.W., Forsyth J. P., Karekla, M.,& McCurry, S.M., 2004) per misurare l’evitamento e la capacità di acce•azione e diazione della persona;• Five Facets Mindfulness Ques•onnaire – FFMQ (Baer, Smith, Hopkins, Krietemeyer, Toney. Traduzione E Validazione Italiana A Cura Di Didonna F. E Bosio V., 2005) per misurare le abilità dimindfulness, ar•colate in 5 fa•ori;• Flow State Scale – FSS (Muzio e Al. 2009) per misurare le componen• del flow, cioè dello ‘stato posi•vo di esperienza che predispone la prestazione eccellente’(M. Csikszentmihalyi, 1975).Durante le 7 se•mane di intervento, il sogge•o è stato sistema•camente monitorato rispe•o allo stato di benessere individuale (GHQ 12) e alla presenza di even• stressan• (IES, Rapisarda,F., Ruggiero, G.M., 2009), per misurare il variare delle condizioni contestuali eventualmente occorso durante l’applicazione del protocollo.Risulta!Si riportano di seguito i grafici rappresenta•vi degli esi• o•enu•. 16 160 14 140 12 120 100 10 IES_E t0 80 8 IES_S t1 GHQ 60 6 40 4 20 Grafico 1. 2 0 Grafico 2. Punteggi dei test di monitoraggio 0 Punteggi dei test di valutazione nelle se•e se•mane di intervento S_0 S_1 S_2 S_3 S_4 S_5 S_6 S_7 nelle fasi pre/post interventoDai grafici riporta• emergono le seguen• considerazioni:• Nell’arco delle 7 se•mane di somministrazione, si evidenzia un cambiamento nella risposta allo stress, in par•colare sembra che la forbice tra le due variabili IES_E (numerosità degli even•stressan•) e IES_S (intensità dello stress percepito) si riduca (cfr Grafico 1).• Nella valutazione pre/post, si rileva una modifica delle variabili studiate (M ed AAQ) nella direzione desiderata, si nota cioè un aumento delle capacità globali di Mindfulness (M6),e in par•colare delle capacità di osservazione (M1), descrizione (M2), azione consapevole (M3) ed assenza di giudizio (M4) e di acce•azione (cfr Grafico 2).DiscussioneGli esi• registra• sembrano confermare un’incidenza posi•va del protocollo sul sogge•o di ricerca, sia rispe•o allo sviluppo delle capacità di mindfulness e di acce•azione, riconosciute dalsogge•o stesso a fine intervento come abilità funzionali ad un migliore esercizio del ruolo organizza•vo, sia rispe•o allo sviluppo di una maggiore tolleranza agli even• stressan•, che, puraumentando in numerosità a fine intervento, vengono però giudica• come meno stressan•. La valutazione globale di benessere non riporta variazioni considerevoli nel corso delle diversesomministrazioni, tu•avia le indicazioni fornite dal sogge•o in esito al percorso risultano confortan• rispe•o ad una percezione di miglioramento non dire•amente rilevata dal ques•onario.ConclusioneA seguito dell’applicazione del protocollo “MAC” sono state registrate le variazioni a•ese rispe•o a mindful awareness, mindful a•en•on ed experien•al acceptance, sia tramite le valutazioniogge•ve pre/post sia tramite le valutazioni sogge•ve rese dal sogge•o a fine intervento.La •pologia di studio realizzato non perme•e di concludere circa la causalità dire•a tra applicazione del protocollo e miglioramento delle abilità sudde•e, nè di quan•ficare la portata delcambiamento, tu•avia crea posi•vi presuppos• per l’approfondimento del tema in ricerche future, al fine di favorire la diffusione e l’applicazione del protocollo anche in contes• organizza•vi.Si no• che il protocollo non prevede l’impiego di alcuno strumento ogge•vo di misurazione pre/post delle prestazioni, su cui agiscono le variabili studiate, dunque elemento di interessepotrebbe essere quello di affiancare alla valutazione già in essere anche strumen• di “perfomance review” abitualmente in uso in ambito aziendale.Riferimen! bibliografici• Gardner, F.L. & Moore, Z.E. (2007). The Psychology Of Enhancing Human Performance. New York, NY, Springer Publishing Company.• Gardner, F.L. & Moore, Z.E. (2006). Clinical Sport Psychology. Champaign, IL, Human Kine•cs.• Gardner, F.L. & Moore Z.E. (2004). A mindfulness-acceptance-commitment-based approach to athle•c performance enhancement: Theore•cal considera•ons. Behavior Therapy, Volume 35,Issue 4, Autumn 2004, Pages 70 Francesca Lavorini - Studi Cogni•vi, Modena mail. francesca.lavorini@alice.it cel. +39 345 9651118

×