• Save
Ws2011 sessione9 pace_pellegrini
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ws2011 sessione9 pace_pellegrini

on

  • 550 views

A proposal for the connection between planning and quality systems: the experience of production statistics processes map; S. pace, C. Pellegrini

A proposal for the connection between planning and quality systems: the experience of production statistics processes map; S. pace, C. Pellegrini

Statistics

Views

Total Views
550
Views on SlideShare
550
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Ws2011 sessione9 pace_pellegrini Presentation Transcript

  • 1. Una proposta per la connessione tra i sistemi di pianificazione e di qualità: l’esperienza della Mappa dei processi produttivi statistici Simona Pace, Concetta Pellegrini Enhancement and Social Responsibility of Official Statistics. Principles – Methods and Techniques – Applications for the Production and Dissemination Roma, 28 e 29 aprile 2011
  • 2. Sommario
    • Il passato: l’implementazione della Mappa dei processi produttivi statistici
    • Il presente: adeguamento e integrazione ( di parte ) dei sistemi
    • Il futuro: connessioni e opportunità
    Roma, 29 aprile 2011
  • 3. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros Nel 2006 il Consiglio dell’Istituto assegnò al Dipartimento per la produzione e il coordinamento tecnico scientifico l’incarico di progettare un sistema in grado di valutare e assegnare priorità ai processi produttivi statistici, tenendo conto degli scambi in termini di flussi informativi, come pure dei vincoli di tipo istituzionale. Roma, 29 aprile 2011
  • 4. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros Mappa dei processi produttivi statistici - MaPros STRUMENTO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEI PROCESSI Roma, 29 aprile 2011
  • 5. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros
    • Il campo di osservazione di MaPros:
    • Rilevazioni
      • da indagine (SDI);
      • da archivi amministrativi (SDA);
    • Elaborazioni (SDE).
    Roma, 29 aprile 2011
  • 6. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros
    • MaPros analizza i processi produttivi statistici in modo integrato , evidenziando:
    • I legami tra i processi;
    • I vincoli di natura temporale e istituzionale.
    Roma, 29 aprile 2011
  • 7. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros
    • Logica alla base della progettazione di MaPros
      • utilizzare quanto più possibile informazioni già raccolte dagli altri sistemi di pianificazione e di documentazione
      • minimizzare il ritorno sulle strutture di produzione,
      • fornire informazione aggiuntiva .
    Roma, 29 aprile 2011
  • 8. 0 12 mesi ………………………………………………………………… . ……………… Più di 300 processi statistici ……… Input Output Sistemi di Qualità Processi produttivi statistici Sistemi di pianificazione Mappa Processi
  • 9. Il Sistema di qualità 45th Scientific Meeting of the Italian Statistical Society
    • Sistema Informativo di Documentazione delle Indagini - SIDI
    • 232 rilevazioni, 106 elaborazioni e 4 sistemi informativi tematici sono documentati in SIDI attraverso metadati di processo su:
    • contenuti informativi;
    • caratteristiche del processo;
    • attività di prevenzione, monitoraggio e valutazione degli errori.
    • Per le rilevazioni e le elaborazioni nel sistema sono presenti anche indicatori standard di qualità di:
    • copertura, mancata risposta, codifica, controllo e correzione, tempestività e puntualità, revisione,
    • consistenza tra stime preliminari e finali, comparabilità nel tempo, costi.
    Roma, 29 aprile 2011
  • 10. Il Sistema di qualità 45th Scientific Meeting of the Italian Statistical Society
    • Principali caratteristiche di SIDI
    • - Metadati di processo e indicatori di qualità calcolati per tutte le rilevazioni a livello di singola replicazione
    • Gestione integrata dei metadati di processo e degli indicatori di qualità
    • Orientato agli utilizzatori interni
    • - Documentazione dei processi di produzione
    • - Analisi di qualità standard e ad hoc
    • Orientato agli utilizzatori esterni
    • - Descrizione dei processi di produzione e delle loro caratteristiche http://siqual.istat.it - Note metodologiche nell’Annuario statistico italiano
    • - Fonte principale dei metadati referenziali per il sistema I.Stat ( http://dati.istat.it )
    Roma, 29 aprile 2011
  • 11. SIQual – Sistema Informativo sulla qualità dei processi (intranet/internet ) SIDI/Siqual Note metodologiche nell’Annuario Statistico Italiano Report sulla qualità e sui processi Sistemi di pianificazione Roma, 29 aprile 2011 I.Stat – Datawarehouse di diffusione delle statistiche prodotte dall’Istat (intranet/internet) Il Sistema di qualità
  • 12. I sistemi di pianificazione Programma Statistico Nazionale (PSN), (art. 13 del decreto legislativo 322/1989 e successive integrazioni ) stabilisce le rilevazioni statistiche di interesse pubblico affidate al Sistema statistico nazionale e i relativi obiettivi. Alla fine del 2008 il Comstat ha riclassificato i lavori presenti nel Psn articolandoli in "statistiche da indagine", "statistiche da fonti amministrative organizzate", "statistiche derivate (o rielaborazioni)“, "studi progettuali", "sistemi informativi statistici". La programmazione è a triennio fisso e viene aggiornata annualmente. Il prossimo Psn avrà validità per il triennio 2011-2013. Roma, 29 aprile 2011
  • 13. I sistemi di pianificazione
    • Il Sistema di pianificazione interno comprende:
    • il Piano Strategico triennale (PST): include tutti gli obiettivi pianificati, statistici e non, e rappresenta la base per il piano di acquisizione delle risorse (personale, servizi, IT).
    • il Programma Annuale delle Attività (PAA): definisce gli obiettivi operativi e le attività previste dalle strutture organizzative per l'anno di riferimento, nonché le risorse assorbite da ogni singolo obiettivo operativo. La riconducibilità di ogni obiettivo operativo alle sue classificazioni consente di valutare l’impegno dell’Istituto per finalità (obiettivo strategico), per area tematica e per centro di responsabilità (unità operative, servizi, direzioni).
    • il Programma di gestione Annuale (PGA): include gli obiettivi e le risorse assegnate in un dato anno. Tutte le attività nel PGA vengono monitorate fase per fase, dall’inizio fino alla loro completa realizzazione.
    Roma, 29 aprile 2011
  • 14. MaPros ISTAT ENTI ESTERNI P1 P2 P3 P4 P5 P6 Pn CA 1 EA2 EA3 EA1 CA 2 P i : Processi Statistici CA i : Archivi centralizzati EA i : Enti esterni Vincoli Istituzionali
  • 15. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros
    • Dati strutturali (codice PSN, codice PAA, tipo di processo, risorse, periodicità, etc.);
    • Vincoli istituzionali (regolamenti europei e nazionali, accordi formali con altre istituzioni, etc.);
    • Input interni e/o esterni ( descrizione, utilizzo e vincoli temporali );
    • Output esterni (archivi o prodotti diversi dalla diffusione istituzionale).
    Disponibile Aggiornato Nuovo Nuovo Per ogni processo produttivo statistico sono disponibili quattro gruppi di informazioni: Roma, 29 aprile 2011
  • 16. La Mappa dei Processi Statistici - MaPros
    • MaPros è costituito da due sottosistemi:
    • GESTIONE : per il popolamento delle informazioni nel sistema da parte delle direzioni di produzione;
    • NAVIGAZIONE : per la rappresentazione degli input/output dei singoli processi.
    • Alimenta il Sistema di REPORTING permettendo di analizzare i dati sui legami dei processi in modo aggregato.
    • MaPros consente di effettuare analisi a differenti livelli: in complesso, per direzione, per struttura, per singolo processo.
    Roma, 29 aprile 2011
  • 17. Quanti sono i flussi di dati in entrata e in uscita dall’Istat? FORNITORI DESTINATARI Div1 Div2 Div3 Div4 Div5 Div6 Div7 Div8 Div9 Div10 ISTAT Enti pubblici Enti privati Totale enti Totale Div1 10 9 1 1 21 10 1 11 32 Div2 2 5 4 1 12 2 2 14 Div3 4 1 5 4 1 15 84 84 99 Div4 4 9 27 3 3 46 27 2 29 75 Div5 1 1 6 6 7 Div6 1 18 10 18 1 48 26 26 74 Div7 2 17 3 2 37 2 1 64 41 23 64 128 Div8 2 66 2 5 1 15 30 22 143 56 14 70 213 Div9 2 2 5 5 7 ISTAT 18 2 111 45 27 29 1 57 37 25 352 257 40 297 649 Enti pubblici 58 79 14 17 22 22 26 8 246 Enti privati 7 32 4 1 7 14 12 4 81 Totale Enti 65 0 111 18 18 29 0 36 38 12 327 Totale 83 2 222 63 45 58 1 93 75 37 679        
  • 18. Qual è il grado di interdipendenza dei processi statistici dell’Istituto?
    • processi solo attivi : processi che forniscono esclusivamente flussi di input ad altri processi;
    • processi solo passivi : processi che ricevono esclusivamente flussi di input da altri processi;
    • processi attivi e passivi: processi che forniscono e ricevono flussi di input da altri processi;
    • processi isolati: processi che non forniscono né ricevono input da altri processi.
  • 19. Quanti sono i processi che direttamente o indirettamente rispondono a vincoli comunitari?
  • 20.
    • Elemento fondamentale che ha guidato questa esperienza
    • Analisi dell’informazione raccolta nei diversi sistemi
    • valutando l’opportunità di operare un’armonizzazione
    • spiegando e gestendo in modo consapevole le differenze.
    • Gli elementi di forza sono:
    • la “filosofia” che ha ispirato la progettazione di Mapros (massimo riuso dell’informazione);
    • l’utilizzo di un’infrastruttura tecnologica omogenea tra i vari sistemi (legame forte con SIDI).
    Il presente: adeguamento e integrazione tra i sistemi Roma, 29 aprile 2011
  • 21. Valore aggiunto di MaPros: - fornisce informazioni sui legami tra i processi produttivi statistici; - rappresenta un “luogo” di confronto e trattamento dell’informazione raccolta da altri sistemi (PSN, PGA, SIDI) restituendo un’informazione standardizzata e integrata. Roma, 29 aprile 2011 Il presente: adeguamento e integrazione tra i sistemi
  • 22.
    • Il lavoro in corso:
    • Riallineamento dei sistemi di gestione e di navigazione per tenere conto dei cambimenti introdotti nei sistemi di pianificazione, creazione di funzioni per facilitare la validazione dei dati;
    • Acquisizione auomatizzata delle informazioni fornite dai sistemi di pianificazione
    • Semplificazione delle funzioni di reporting dei dati.
    • Condivisione dei tesauri degli archivi e degli enti che viene aggiornato in modo univoco da Sidi, Mapros e la Direzione centrale degli archivi e registri amministrativi.
    Roma, 29 aprile 2011 Il presente: adeguamento e integrazione tra i sistemi
  • 23.
    • Progettazione di un meta-sistema che includa:
    • i sistemi di pianificazione;
    • la mappa dei processi;
    • il sistema di qualità.
    • La gestione integrata dei diversi sistemi dovrebbe garantire la coerenza dell’informazione, l’efficienza e assicurare una riduzione del carico sui rispondenti.
    • L’accesso all’informazione archiviata in tale sistema sarebbe garantito in modo integrato e univoco dal Sistema di Reporting
    Il futuro: connessioni e opportunità Roma, 29 aprile 2011
  • 24.
    • I problemi principali:
    • la complessità di ciascun sistema (gestione di un gran numero di informazioni);
    • le diverse finalità (referenti);
    • I periodi di riferimento di ciascuna informazione .
    •  
    Roma, 29 aprile 2011 Il futuro: connessioni e opportunità
  • 25.
    • Obiettivo di lungo periodo
    • Implementazione di un ambiente centralizzato che contenga dati integrati in base a tesauri e classificazioni condivisi dell’informazione documentata nei diversi sistemi:
    • il PSN gestisce informazioni relative a tutte le diverse fasi del processo produttivo a preventivo, mentre in SIDI vengono documentate alla fine del ciclo produttivo e quindi dovrebbero subire soltanto un processo di validazione
    • Il PSN e il PST acquisiscono, sempre a preventivo, informazioni sui vincoli istituzionali che in Mapros vengono ulteriormente dettagliati.
    • L’accesso a questo ambiente dovrebbe essere possibile ai diversi sistemi assicurando un aggiornamento integrato e univoco nella documentazione dei processi statistici.
    • L’evoluzione futura di tale ambiente porterebbe all’utilizzo di una architettura SOA, e quindi basata sull’impiego dei web services, garantendo la piena autonomia dei diversi sistemi di documentazione.
    Il futuro: connessioni e opportunità Roma, 29 aprile 2011
  • 26. Il futuro: connessioni e opportunità Roma, 29 aprile 2011
  • 27. Grazie per l’attenzione Roma, 29 aprile 2011