5 Marzo   2007                Valorizzazione dei risultati dei                censimenti demografici in Toscana           ...
Contenuto della presentazione Esigenze informative provenienti dal territorio La proposta di sistema informativo della s...
Esigenze informative provenienti dal territorioCome sono identificati i bisogni: I Circoli di qualità sono il punto di ra...
Esigenze informative provenienti dal territorioQuali le esigenze maggiormente avvertite: Disporre di dati relativi a tema...
La proposta di sistema informativoDa circa un anno presso la sede territoriale Istat per laToscana è in fase di implementa...
La costruzione del sistema informativo: gli stepAspetti preliminari:       Recupero e inserimento manuale dei dati comunal...
La costruzione del sistema informativo: gli step       Analisi e selezione delle variabili       comparabili tra i diversi...
Costruzione del sistema: le variabili comparabiliSono state meta-analizzate tutte le variabili relative ai censimenti dald...
Integrazione risultati del censimento 2011Il Censimento del 2011 può essere considerato come unasorta di ponte ideale tra ...
Aggiornamento dei dati ai confini attuali   Variazione amministrativa dei confini al tempo t                              ...
Aggiornamento dei dati ai confini attuali  Modello matematico adottato  Area che perde territorio (i):               P (i...
Aggiornamento dei dati ai confini attuali                  L’esempio del Comune di Firenze:         Popolazione ai confini...
Selezione dei domini territoriali per le analisiSi tratta complessivamente di 355 aree Aggregazioni amministrative:   Re...
Selezione dei domini territoriali per le analisiCorona:            Capoluogo di                     Altri Comuni          ...
L’architettura del sistemaLa tecnologia è quella diEuropean Health for All Database (HFA-DB)Lo sviluppo è quello del softw...
Illustrazione di SITO.DEM:Interfaccia grafica (on line)
SITO.DEM: i livelli geografici di analisi
SITO.DEM: le tabelle
SITO.DEM: i grafici
SITO.DEM: i cartogrammi
Possibili utilizzazioni di SITO.DEMTarget di riferimento:     policy makers     studiosi     singoli cittadiniCaratteri...
Estensioni future del sistema Nonostante la base di dati riguardi specificamente la Toscana, il sistema può essere agevolm...
Grazie per la vostra   attenzione!      Silvia Da Valle, davalle@istat.it      Luca Faustini, faustini@istat.it      Crist...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

sisvsp2012_sessione3_da valle_faustini_tessitore_valentini

361

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
361
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

sisvsp2012_sessione3_da valle_faustini_tessitore_valentini

  1. 1. 5 Marzo 2007 Valorizzazione dei risultati dei censimenti demografici in Toscana attraverso un prototipo di sistema informativo Silvia Da Valle, Istat Luca Faustini, Istat Cristiano Tessitore, Istat Alessandro Valentini, Istat Convegno SIS-VSP 19 – 20 Aprile 2012 Prendere decisioni: “Il ruolo della statistica per la conoscenza e la governance”
  2. 2. Contenuto della presentazione Esigenze informative provenienti dal territorio La proposta di sistema informativo della sedeterritoriale Istat per la Toscana (SITO.DEM) Costruzione del sistema informativo Illustrazione di SITO.DEM Prospettive di sviluppo future
  3. 3. Esigenze informative provenienti dal territorioCome sono identificati i bisogni: I Circoli di qualità sono il punto di raccordo tra produttori eutilizzatori dell’informazione statistica Di recente è stata svolta una ricognizione sulla richiesta el’utilizzo dei dati censuari da parte della collettività e degli EntiSistan (Istat, 2008) Le sedi territoriali Istat sono un osservatorio privilegiato: per i continui contatti istituzionali con gli enti locali per i rapporti con le Università della Regione per la specifica attenzione verso le realtà territoriali
  4. 4. Esigenze informative provenienti dal territorioQuali le esigenze maggiormente avvertite: Disporre di dati relativi a tematiche varie per dominiterritoriali sempre più fini Poter comparare i dati in serie storiche Avere a disposizione strumenti per una analisi statisticasemplice dei dati
  5. 5. La proposta di sistema informativoDa circa un anno presso la sede territoriale Istat per laToscana è in fase di implementazione un sistema informativo(SITO) con l’obiettivo di: proporre uno strumento di analisi dei dati storici eterritoriali dei censimenti demografici a vari livelli di analisi(SITO.DEM) integrare a diversi livelli geografici i vecchi dati censuari(1951-2001) con quelli nuovi (2011) utilizzare il sistema anche per gli altri censimenti (AGR,agricoltura; IND, industria e servizi)
  6. 6. La costruzione del sistema informativo: gli stepAspetti preliminari: Recupero e inserimento manuale dei dati comunali relativi ai censimenti 1951 e 1961 (da http://lipari.istat.it/digibib/) Caricamento da database dei dati comunali relativi ai censimenti dal 1971 al 2001 (atlante statistico dei comuni http://www3.istat.it/dati/catalogo/20061102_00/)
  7. 7. La costruzione del sistema informativo: gli step Analisi e selezione delle variabili comparabili tra i diversi censimenti Integrazione con i (futuri) risultati del 2011 Esame delle variazioni amministrative tra il 1951 e il 2011(http://sistat.istat.it) e aggiornamento dei dati ai confini attuali (2001) Selezione dei domini territoriali utili per le analisi
  8. 8. Costruzione del sistema: le variabili comparabiliSono state meta-analizzate tutte le variabili relative ai censimenti daldopoguerra ad oggi Tipo di indicatore Totale indicatori Indicatori comparabili 1951-2011 Popolazione 47 14 Struttura per età 57 54 Livello di istruzione 33 18 Abitazione 118 3 Attività economica 166 22 Totale 421 111 Per un maggiore dettaglio sui contenuti informativi si veda Cortese (2012)
  9. 9. Integrazione risultati del censimento 2011Il Censimento del 2011 può essere considerato come unasorta di ponte ideale tra passato e futuro in quanto: è caratterizzato da notevoli innovazioni di tipometodologico, organizzativo e tecnologico sono preservati i contenuti informativi tradizionali(continuità nelle serie storiche dei principali aggregati) viene dato risalto ad aspetti nuovi: Tematiche ambientali (impianti per la produzione di energia rinnovabile) Nuovi stili di vita (impianto fisso per la produzione di aria condizionata, telefoni cellulari e connessioni internet) Attenzione ai cambiamenti socio-economici (skip generation) Stato di salute (problemi motori, visivi, uditivi e cognitivi)
  10. 10. Aggiornamento dei dati ai confini attuali Variazione amministrativa dei confini al tempo t Prima: P(i, t ) P( j , t ) t < t*P^ (i, t ) P^ ( j, t ) Dopo: t ≥ t* X (i, j , t * )
  11. 11. Aggiornamento dei dati ai confini attuali Modello matematico adottato Area che perde territorio (i):  P (i , t ) if t  t *  P (i , t )   ^ X (i , j, t * )  P ( i , t ) [1  ( )] if t  t *  P (i , t * ) Area che acquista territorio (j):  P( j , t ) if t  t * P ( j, t )   ^ * X (i, j, t )  P( j, t )  P(i, t ) [ P(i, t * ) ] if t  t * 
  12. 12. Aggiornamento dei dati ai confini attuali L’esempio del Comune di Firenze: Popolazione ai confini dell’epoca e attuali (censimenti dal 1861 al 2001)500000450000400000350000 Attuali300000 Stima ai confini250000 attuali200000150000 Epoca10000050000 0 1861 1871 1881 1901 1911 1921 1931 1936 1951 1961 1971 1981 1991 2001
  13. 13. Selezione dei domini territoriali per le analisiSi tratta complessivamente di 355 aree Aggregazioni amministrative: Regione (1) Province (10) Comuni (287) Aree sanitarie: Estav (3) Società della Salute (12) Asl (34) Altre aggregazioni di tipo geografico: Corona (3) Altimetria (5)
  14. 14. Selezione dei domini territoriali per le analisiCorona: Capoluogo di Altri Comuni provincia Comuni adiacenti al capoluogo Altimetria: Interna Montagna Collina Litoranea Pianura
  15. 15. L’architettura del sistemaLa tecnologia è quella diEuropean Health for All Database (HFA-DB)Lo sviluppo è quello del software DPS(Data Presentation System for healthIndicators)Due versioni del sistema: On line (piattaforma php+mysql) Off line (file eseguibile)
  16. 16. Illustrazione di SITO.DEM:Interfaccia grafica (on line)
  17. 17. SITO.DEM: i livelli geografici di analisi
  18. 18. SITO.DEM: le tabelle
  19. 19. SITO.DEM: i grafici
  20. 20. SITO.DEM: i cartogrammi
  21. 21. Possibili utilizzazioni di SITO.DEMTarget di riferimento:  policy makers  studiosi  singoli cittadiniCaratteristiche:  semplificazione modalità di accesso ai dati  molteplici livelli di dettaglio geografico  possibilità di evidenziare strutture latenti dei dati osservati  fornitura dati di base per la conduzione di studi a carattere territorialeUlteriori utilizzazioni:  validazione risultati di indagini che hanno come riferimento il territorio
  22. 22. Estensioni future del sistema Nonostante la base di dati riguardi specificamente la Toscana, il sistema può essere agevolmente esteso ad altre realtà territoriali in quanto:  l’analisi della confrontabilità temporale tra le diverse variabili, già disponibile, è indipendente dal territorio  la metodologia di “attualizzazione” dei risultati ai confini amministrativi più recenti è generalizzabile  le tipologie di aggregazioni territoriali di interesse sono analoghe nelle varie regioni
  23. 23. Grazie per la vostra attenzione! Silvia Da Valle, davalle@istat.it Luca Faustini, faustini@istat.it Cristiano Tessitore, tessitore@istat.it Alessandro Valentini, alvalent@istat.it

×