Your SlideShare is downloading. ×
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Terapia Psicoanalitica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Terapia Psicoanalitica

7,618

Published on

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
7,618
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
334
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La terapia psicanalitica
  • 2. La terapia psicanalitica Il procedimento psicanalitico l’essenza processuale della psicoanalisi sta nel rendere conscio ciò che è inconscio il fine specifico è quello di far riemergere alla coscienza il conflitto psichico rimosso (cioè allontanato dalla coscienza perché spiacevole o doloroso)
  • 3. La terapia psicanalitica Il procedimento psicanalitico lo psicoanalista offre al paziente opportunità di appropriazione delle cause psicodinamiche dei problemi lamentati i problemi lamentati dono dunque interpretati e resi consapevoli in termine di cause (insight). il fine ultimo è la remissione dei sintomi e la risoluzione dello stato nevrotico.
  • 4. La terapia psicanalitica Il procedimento psicanalitico la resistenza del paziente che si determina per effetto dei meccanismi di difesa rappresenta un ostacolo al lavoro di interpretazione e deve essere aggirata il prodursi di sentimenti di reciprocità tra analista e paziente (in termini di implicazioni emotive e di investimento psicologico) sintetizzati dai concetti di transfert e controtransfert, rappresenta uno snodo problematico della terapia
  • 5. La terapia psicanalitica il transfert • trasferimento sulla persona dello psicanalista di stati d’animo ambivalenti (amore e odio) provati durante l’infanzia nei confronti delle figure genitoriali
  • 6. La terapia psicanalitica il contro-transfert • è la risposta inconsapevole da parte dell’analista dei suoi propri vissuti sul paziente
  • 7. La terapia psicanalitica il metodo psicoanalitico l’intervento delle resistenze che impediscono al rimosso di accedere alla coscienza impone di raggiungere i contenuti penosi attraverso metodiche specifiche in grado aggirare le resistenze al ricordo da parte dell’Io. Ipnosi Interpretazione dei sogni Libere associazioni
  • 8. l’ipnosi Freud rinunciò ben presto a questa tecnica in quanto ritenne che: - gli effetti terapeutici non fossero duraturi e che il sintomo nevrotico compariva sotto altre vesti - il paziente era impedito ad analizzare le resistenze -difficoltà nell’indurre invariabilmente il sonno ipnotico - l’ipnosi fosse troppo “coercitiva”
  • 9. La terapia psicanalitica Le libere associazioni abbassare le resistenze - le difese del paziente - e accedere all’inconscio: • adozione del divano da parte dell’analista • favorire il corso dei liberi pensieri del paziente • orientare la ricerca laddove si presentano associazioni emozionali, risposte linguistiche e comportamentali che evidenziano salienza Il materiale rimosso funge da campo gravitazionale verso cui sono irresistibilmente attratti i pensieri (e le parole) del soggetto in analisi
  • 10. Ralph L. Steeds - Dreaming of Deep Water l’interpretazione dei sogni il sogno viene assoggettato all’analisi essendo la via maestra per l’inconscio ovvero la via d’accesso alle dinamiche intrapsichiche tra le tre istanze: Es, Io e Super-Io
  • 11. Il sogno è: John William Waterhouse - Psyche Opening the Golden Box (1903) Appagamento camuffato di un desiderio latente (rimosso) Contenuto manifesto (scena onirica) Contenuto latente (desiderio censurato) L’interpretazione del sogno svela i messaggi segreti dell’Es esaminando il processo di trasformazione del contenuto latente in quello manifesto e dunque il desiderio rimosso.
  • 12. l’interpretazione dei sogni il sogno Tatyana Fedorova - walking around (particolare) Il mondo antico: apertura al trascendente, incardinato al pensiero magico e sciamanico, all’estasi e alla visione. Nell’antico testamento è talvolta uno strumento di diretta comunicazione tra Dio ed i suoi profeti.
  • 13. l’interpretazione dei sogni Il sogno è un’esperienza il sogno mentale tipica del sonno, con caratteristiche percettive, svolgimento sequenziale, eventuali elementi di bizzarria e frequente vissuto di partecipazione personale, accompagnata da alienità rispetto all’hic et nunc del dormiente, da inefficienza dell’esame di realtà e da perdita di controllo volontario del pensiero.
  • 14. l’interpretazione dei sogni “Mi sono dedicato per anni, a scopo terapeutico, a dissolvere nei loro elementi varie formazioni psicopatologiche … cioè sin da quando ho imparato, da un’importante comunicazione di Josef Breuer, che per queste formazioni, intese come sintomi patologici, dissolverle nei loro elementi significa risolverle (…). Nel corso di questi studi psicoanalitici mi sono imbattuto nell’interpretazione del sogno [quella proposta dal paziente nel corso del racconto]. I pazienti che io avevo impegnato a raccontarmi tutte le idee e i pensieri che si imponevano loro di fronte a un determinato argomento, mi raccontavano i loro sogni, dimostrando così che un sogno è inseribile nella concatenazione psichica che, partendo da un’idea patologica, va inseguita a ritroso nella memoria. Non ci volle dunque che un passo per trattare il sogno stesso come un sintomo e per applicare al sogno il metodo di interpretazione già elaborato per il sintomo”. Freud, S. (1899): L’interpretazione dei sogni. Opere, vol. III
  • 15. Funzione del sogno Guardiano del sonno. Soddisfazione allucinatoria di desiderio. Espressione di desideri inconsci. Soluzione di compromesso (come il sintomo nevrotico) tra desideri rimossi, che tendono a riemergere e le istanze difensive dell’Io. Rafal Olbinski
  • 16. la funzione dei sogni Il sogno è il risultato di un complesso lavoro psichico destinato a: preservare lo stato di sonno, ad appagare il “desiderio di dormire” [conservazione dello stato di quiete] che rischia di essere turbato dall’emergere di un antico desiderio inconscio risvegliato da qualche impressione del giorno precedente (residuo diurno). Questo desiderio di origine infantile durante la vita vigile è interdetto e rimosso, approfitta dello stato di sonno per cercare di farsi strada verso la coscienza, ma una censura, rappresentante psichico della “morale”, si oppone al suo disvelamento. quot;A French Nurse's Dream,quot; illustration in The Interpretation of Dreams.
  • 17. il lavoro onirico Complesso di operazioni che trasformano i materiali del sogno (stimoli attuali, resti diurni, pensieri del sogno) in un prodotto che è il sogno manifesto. La deformazione dei pensieri del sogno è l’effetto di tale lavoro.
  • 18. l’interpretazione dei sogni il sogno manifesto Sogno manifesto = esperienza fenomenica del sognatore Sogno latente e sogno manifesto, dice Freud “stanno davanti a noi come due esposizioni del medesimo contenuto in due lingue diverse, o meglio, il contenuto manifesto ci appare come una traduzione dei pensieri del sogno in un diverso modo di espressione di cui dobbiamo imparare a conoscere caratteri e regole sintattiche, confrontando l’originale con la traduzione.”
  • 19. l’interpretazione dei sogni il sogno latente Sogno latente = contenuto latente = pensieri del sogno Insieme di significati che esprimono uno o più desideri inconsci. il contenuto latente, come opposizione al sogno manifesto, è l’espressione adeguata di desideri inconsci.
  • 20. l’interpretazione dei sogni Il processo primario ✓ è a-crono, fuori dal tempo ✓ ignora la contraddizione; ✓ ignora la negazione; ✓ le tendenze sono dotate di mobilità (carica che si sposta);
  • 21. PROCESSI PRIMARI dell’attività psichica di condensazione di elementi disparati in un unico elemento (molte idee o immagini sono amalgamate ed espresse in una sola idea o immagine, - un luogo o un personaggio ne rappresentano molti). di spostamento su immagini associate o associabili a quella originariamente connessa al desiderio giudicato proibito. di figurazione (tutto nel sogno, anche le operazioni logiche, viene ritrasformato in immagini sensoriali visive). Salvador Dali - Meditation on the harp
  • 22. l’interpretazione dei sogni processi del lavoro onirico Drammatizzazione/ raffigurabilità Spostamento d’accento Condensazione/ Diffusione Trascrizione simbolica Identificazione/Proiezione
  • 23. Se al travestimento risultante da questi processi si aggiunge un’ulteriore “messa in forma” per rendere la “trama” del sogno meno incoerente (ELABORAZIONE SECONDARIA), si ottiene il sogno così come appare alla coscienza del soggetto al risveglio. Questo contenuto comunicabile con la parola è detto sogno (o Contenuto manifesto), e su di esso si effettua il lavoro inverso dell’interpretazione che, tramite le associazioni di idee fornite dal sognatore, prova a ricostruire il senso (o contenuto) latente e i desideri rimossi, che sono tutti di origine infantile.
  • 24. l’interpretazione dei sogni REGRESSIONE NEL SOGNO TOPICA: dal conscio all’inconscio TEMPORALE: dal presente all’infanzia FORMALE: dal linguaggio alle rappresentazioni figurate e simboliche Max Ernst

×