Your SlideShare is downloading. ×
la prospettiva evoluzionistica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

la prospettiva evoluzionistica

3,922
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,922
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
149
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. la teoriaevoluzionisticaconcetti introduttivi e correlati
  • 2. adattamento adattamento consiste nel disporre di tratti e caratteristiche che favoriscono la sopravvivenza in un determinato ambiente consiste nel disporre di tratti e selezione naturaleche l’adattamento è il prodotto della caratteristichefavoriscono la sopravvivenza in un determinato ambiente .............. l’adattamento è il prodotto della selezione naturale
  • 3. l’adattamento implica la capacità di:• tollerare le condizioni ambientali• ricavare nutrimento dall’ambiente• competere efficacemente• riprodursi
  • 4. selezione naturaleprocesso che si impone a livello degli individui (e si rivela nelle specie) attraverso: - la selezione ecologica e - la selezione sessuale
  • 5. non tutti gli individui di una popolazione sopravvivono alla pressione dell’ambiente (selezione ecologica)
  • 6. la selezione sessuale (non tutti gli individui si riproducono) implica:competizione per il territorio, con i rivali e per la femmina (dominanza) disponibilità del partner (predilezione)
  • 7. selezione naturale la selezione naturale è il processo che comporta la sopravvivenza del più adatto, fondato sulla conservazione longitudinale delle variazioni favorevoli e sull’eliminazione di quelle sfavorevoli. “qualsiasi variazione, anche se lieve, qualunque ne sia l’origine, purché risulti inqualsiasi grado utile ad un individuo appartenente a qualsiasi specie, (..) contribuirà alla conservazione di quell’individuo e, in genere, sarà ereditata dai suoi discendenti. Quindi, anche i discendenti avranno migliori possibilità di sopravvivere…” Darwin, L’origine delle specie [1859]
  • 8. La selezione naturale opera sugli organismi. Gliorganismi che sopravvivonoconsentono la riproduzione del genotipo.i genotipi che sopravvivono e si riproducono megliorimpiazzano gli altri genotipi.
  • 9. rappresentazione del processo evoluzionistico rappresentazione erronea rappresentazione corretta
  • 10. l’ambiente opera la selezione
  • 11. la lotta per la sopravvivenza interviene nella selezione
  • 12. la variabilità dei tratti è la base su cui opera la selezione naturale
  • 13. mangereste volentieri un uovo dal guscio azzurro?
  • 14. qualsiasi popolazione evidenzia variabilità dei tratti
  • 15. selezione sessuale si determina nella lotta per la conquista dell’altro sesso.per Darwin tale processo selettivo si realizza in due modi: - attraverso la lotta tra individui dello stesso sesso, - attraverso una competizione indiretta dove sono generalmente le femmine a scegliere il partner.
  • 16. fitnessè la capacità di riprodursi meglio dei competitori
  • 17. ornamento
  • 18. cosa vuol dire scegliersi? The Movies Game
  • 19. scelta diche cosa?
  • 20. da 2 a 6 milioni di spermatozoi a 1-2 embrioni
  • 21. l’ambiente sociale interviene sulla selezione sessuale perchè il filtroculturale, politico, economico agisce sui diversi fattori di scelta del partner• specifici tratti culturali riducono le probabilità di ibridazione e favoriscono la conservazione dei caratteri genetici all’interno del gruppo sociale• la tecnologia interviene sulla selezione naturale: medicina, terapie genetiche delle malattie ereditarie, eugenetica; modificazione dell’ambiente naturale: l’ambiente antropizzato• le caste e le classi sociali limitano ulteriormente le possibilità di ibridazione tra gruppi contigui
  • 22. selezione caste, classi e ceti come sociale fattori della selezione sessuale
  • 23. selezione socialeinclude una grande molteplicità di forme di discriminazione che sfavoriscono alcuni individui inragione della loro appartenenza e identità categoriale fino anche a perseguirne lo sterminio
  • 24. scoperte scientifiche e convergenza delle ipotesi interpretative la formulazione darwiniana dell’evoluzione ha determinato unmutamento profondo della nostra visione della vita e dell’universoma questo mutamento di paradigma non è stato e non è il frutto di un’intuizione isolata, senza antecedenti e senza conferme successive.molti aspetti andranno approfonditi ma la piattaforma concettuale è supportata da da solidi convergenze multidisciplinari.
  • 25. esplosione demografica e risorse naturali In assenza di pressioni ambientali, ogni specie tende a moltiplicarsi in progressione geometrica (superfecundity). Thomas Malthus, Essay on the Principle of Population, 1789 Thomas Robert Malthus (1766 - 1834)
  • 26. le leggi dell’ereditarietà •elabora leggi probabilistiche sulla trasmissione ereditaria di alcune caratteristiche •ogni carattere é completamente determinato dai fattori ereditari senza nessuna influenza di fattori esterni •caratteri dominanti e caratteri recessiviGregor Johann Mendel (1822 – 1884) Saggio sugli ibridi vegetali, 1866
  • 27. La tesi di Lamarck (Filosofia zoologica, 1802)eredità dei caratteri acquisiti • La vita è in evoluzione e la vita si adatta alle circostanze ed alle necessità della sopravvivenza. • Le specie non sono fisse ma in continua, incessante evoluzione. • La differenza fra mondo organico e inorganico è fittizia. • L’ambiente è causa delle trasformazioni evolutive • I caratteri acquisiti durante la vita sono trasmessi alla prole. 30 Jean-Baptiste Lamarck (1744 – 1829)
  • 28. le giraffe di Lamarck http://www.anisn.it/scienza/evoluzione/lamarck.htm 31
  • 29. le modificazioni fenotipiche non si trasmettono ereditariamente 32
  • 30. Charles Darwin, nel 1859, propone una teoria dell’evoluzionecon modificazioni attraverso la variazione e la selezione naturale 33
  • 31. spedizione a bordo della nave Beagle, salpata dallInghilterra nel 1832, che per cinque anni visitò diverse regioni del mondo.arcipelago delle Galapagos costituito da isolevulcaniche formatesi circa 15 milioni di anni
  • 32. E’ lambiente, attraverso le sue stesse trasformazioni, ad operare una selezionenaturale graduale sulla grande variabilità che ogni carattere presenta nelle singolespecie, così definendo così quali sono le forme di volta in volta più adatte.
  • 33. per ripercorrere la storia della teoria:http://www.youtube.com/watch? v=RRbVVLPZ83E la teoria darwiniana è ancor oggi oggetto di critiche pregiudiziali e poco documentate, generalmente motivate da esigenze di difesa del creazionismo.
  • 34. nascita della zoologia moderna• ipotesi dellaricapitolazione: "ontogenyrecapitulates phylogeny"• contribuisce allo sviluppodella modernaclassificazione zoologica (1834-1919)
  • 35. Primo albero filogenetico completo tracciato daErnst Haeckel nel 1866
  • 36. variazioni discontinue: le mutazioni•riprende e valorizza il lavoro diMendel sulla trasmissione dei caratteriereditari.•la variabilità si manifesta comevariazione continua oppure sotto formadi mutazione.•mutazione: modificazione stabile edereditabile nella sequenza del materialegenetico•una mutazione può essere spontanea oindotta da agenti mutageni. Hugo de Vries (1848-1935)
  • 37. l’affermazione della genetica nel 1905 introduce il termine genetica per definire il campo scientifico di studio e sperimentazione delle caratteristiche ereditarie William Bateson (1861-1926) http://genetics.gsk.com/history.htm http://www.sheep.cornell.edu/usdagen/timeline_print.html
  • 38. la scoperta del DNA• Avery identifica la molecola di DNA come portatrice dellinformazione genica (1944) Oswald Theodore Avery (1877-1955) • Watson e Crick: struttura a doppia elica del DNA (1953) James Watson (1928-) Francis Crick (1916-2004)
  • 39. Neodarwinismoconfigurazione teorica che opera una sintesi tra contributi di diversediscipline scientifiche a partire dall’evoluzionismo darwiniano:biologia, zoologia, genetica, antropologia, scienze cognitive, ecc. Thomas Morgan (1866-1945) John Haldane (1892 –1964) Richard Dawkins (1941-vivente)
  • 40. i principi evoluzionistici darwiniani valgono solo per gli organismi?
  • 41. altri termini rilevanti• genoma = corredo dei cromosomi complessivamente contenuti in ogni cellula di un organismo (patrimonio genetico)• cromosomi = struttura composta da DNA e contenente i geni• DNA = catena chimica che trasferisce le informazioni genetiche• gene = unità ereditaria fondamentale ovvero segmento del DNA che definisce un carattere ereditario• genotipo = parte codificante del genoma• fenotipo = caratteri manifesti di un individuo (apparenza)