Verdeblu Definitiva
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Verdeblu Definitiva

on

  • 893 views

 

Statistics

Views

Total Views
893
Views on SlideShare
893
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Verdeblu Definitiva Presentation Transcript

  • 1. Da Web 1.0 a 2.0 nel settore turistico e degli eventi
  • 2. Il sito Verdeblu.it
    • Verdeblu s.r.l. è una società a partecipazione pubblica e privata. Costituita nel 1994 è oggi rappresentativa delle associazioni di categoria di Bellaria Igea Marina Associazione Italiana Albergatori-Turismhotels Confcommercio Cooperativa Bagnini Art Arte - (Cna & Confartigianato) e dell'Amministrazione Comunale che partecipano con propri rappresentanti nel consiglio d'amministrazione.
  • 3. La Mission
    • L'attività promozionale di Verdeblu si svolge 12 mesi all'anno in Italia e all'estero nelle principali fiere turistiche, nelle piazze, nei centri commerciali, in tutte le occasioni di contatto diretto con il potenziale turista.
    • L’attività consiste nel presentare al pubblico le bellezze del comune e l’offerta turistica attraverso degustazioni ed assaggi dei prodotti tipici, momenti di animazione legati alla nostra tradizione, diffusione di materiale turistico e promozionale con pacchetti vacanza ed offerte speciali appositamente creati per individuali e gruppi.
  • 4. Il sito Internet
    • Il sito Internet di Verdeblu, raggiungibile all’indirizzo http://www.verdeblu.it è stato realizzato da una società privata utilizzando codifica compatibile con le specifiche HTML 4.0 del W3C
    • I sito è diviso in 7 sezioni raggiungibili tramite menù dinamico. (Chi siamo, la nostra promozione, bellaria igea marina, eventi, gallery, partners, informazioni)
  • 5. Il nostro progetto
    • Dall’analisi del sito lo stesso risulta statico, non consentendo al web-surfer di interagire con gli stessi e, presumibilmente, costringendo i redattori a rivolgersi ai programmatori per effettuare la manutenzione. Inoltre la navigazione per la ricerca di specifici eventi è praticamente impossibile.
    • Non si riescono a distinguere, in homepage (ma anche nelle altre pagine), le pubblicità degli sponsor dagli eventi veri e propri. Inoltre essendo gli eventi catalogati in ordine cronologico ( http://www.verdeblu.it/eventi.html ) è impossibile selezionare eventi di una specifica area di interesse (sport, enogastronomia, musica e intrattenimento, etc)
  • 6. Il nostro progetto
    • Ci occuperemo, adesso, della progettazione e realizzazione della personalizzazione del sito, che diventerà un vero e proprio portale del turismo. L’obiettivo è quello di migliorare i servizi e le funzionalità del sito già esistente, applicando i servizi del web 2.0. Gli utenti potranno, così, ricevere le informazioni che desiderano, interagire fra loro scambiandosi informazioni e contribuendo alla crescita del portale. La navigazione dell’utente sarà favorita attraverso la personalizzazione dei contenuti e l’esperienza dell’utente all’interno del portale. Gli utenti, infatti, potranno valutare la consistenza e la qualità di ogni notizia e scegliere l’articolo più vicino ai propri interessi. Per questo motivo gli utenti saranno gli attori principali di questa applicazione e saranno identificati dal sistema in maniera dettagliata. Il sistema avrà il compito di ricevere gli input degli utenti e favorirne la loro interazione.
  • 7. Il nostro progetto
    • Le caratteristiche del nuovo portale saranno:
    • Personalizzazione dell’interfaccia e i contenuti dell’applicazione, secondo le preferenze dell’utente.;
    • Usabilità: i nuovi servizi sono più vicini all’utente finale e favoriscono la sua interazione con il sistema.
    • Aggiornamento in tempo reale: Favorire la diffusione delle notizie attraverso modalità e formati alternativi.
    • Nuova grafica: Migliorare la grafica dell’applicazione rendendola vicina più vicina alle applicazioni web 2.0.
    • Editoria sociale: Selezionare gli articoli e valutarli in modo da partecipare attivamente alla linea editoriale del giornale.
  • 8. L’applicazione
    • La creazione di un sito conforme al web 2.0 comporta l’analisi e la creazione di una vera e propria “web-application”.
    • La struttura principale dell’applicazione proporrà la stessa struttura del sito già esistente, basando i contenuti su un database appositamente creato e gestito dalla redazione. Inoltre sarà possibile, riconoscendo il visitatore attraverso “cookies” o mediante registrazione (da preferire) creare per ogni utente una homepage personalizzata.
  • 9. L’applicazione
    • L’utente registrato avrà la possibilità di:
      • Personalizzare completamente la sua homepage decidendo quali sezioni fare apparire per prime;
      • Personalizzare l’aspetto (colore, tipo di font, etc) della propria homepage;
      • Modificare la homepage al mutare dei propri interessi personali.
    • I cambiamenti effettuati dall’utente verranno registrati in un database in modo da verificare come le abitudini dello stesso cambino a breve termine.
  • 10. L’applicazione
    • Per favorire la fidelizzazione dell’utente questo dovrà sentirsi “coccolato” e avere la garanzia che, quando accede al portale, troverà immediatamente le informazioni che gli interessano. Per ottenere questo ad ogni inserimento redazionale dovranno essere associati dei “tags” che verranno confrontati con quelli staticamente o dinamicamente associati al profilo dell’utente.
  • 11. La registrazione dell’utente
    • L’utente non registrato visualizzerà i contenuti del portale secondo l’ordine stabilito dalla redazione (…)
    • L’utente registrato potrà, come già detto, personalizzare la homepage inserendo le sezioni di eventi o notizie di suo interesse.
    • La registrazione avverrà mediante compilazione dei campi di un apposito form (conforme al dlgs 196/2003) nel quale verranno automaticamente inseriti i dati relativi alla localizzazione geografica dell’indirizzo IP da cui l’utente si è collegato
  • 12. La registrazione dell’utente
    • Verranno richieste all’utente anche una serie di informazioni relative ai suoi interessi, alle ultime mete delle sue vacanze, alle letture preferite, al mezzo di trasporto preferito, per avere più informazioni possibili sulle sue preferenze.
    • Inoltre gli verrà proposta la sottoscrizione di una o più newsletter.
  • 13. Le attività redazionali
    • L’applicazione dovrà consentire all’amministratore (direttore responsabile) ed ai redattori l’accesso alla pubblicazione di informazioni e articoli attraverso un form che preveda, oltre all’inserimento di testo, foto, filmati e brevi brani musicali, anche la compilazione di appositi campi relativi al tema principale (sport, etc) e i “tags” associati.
  • 14. La partecipazione dell’utente
    • Saranno, ovviamente, previsti i commenti degli utenti. Come in molti applicativi Web per la gestione di blog e portali il commento non verrà pubblicato direttamente (anche al fine di evitare attacchi – in particolare Sql Iniection – e spam) ma sarà preventivamente sottoposto all’approvazione del redattore (un po’ come avviene per i feedback di Ebay).
    • Filtrazione collaborativa: ogni utente avrà la possibilità di esprimere il proprio gradimento (ad es. con le stelle). Una volta che un altro utente cercherà l’albergo o il servizio già valutato da altri, si troverà di fronte alla lista dei commenti e alla scala di gradimento. Questi giudizi andranno poi a formare una “top ten” degli alberghi o dei servizi più votati in base ad una parola chiave.
  • 15. La partecipazione dell’utente
    • Sarà possibile prevedere anche una sezione relativa alle recensioni degli utenti (alberghi, ristoranti, locali, etc) dove, al fine di evitare eccessi di commenti negativi dettati da “gelosie” di mestiere e simili, i pareri positivi potranno essere approvati dal redattore, mentre i negativi dovranno essere accompagnati dalla risposta del gestore del locale interessato.
  • 16. Gli RSS
    • Lo stesso principio dei tags consentirà all’utente che ha sottoscritto l’invio di feeds via RSS di riceverli sia sul sito che tramite un lettore di terze parti.
    • In un’apposita sezione del form di inserimento della notizia verrà data la possibilità al redattore di inserire anche una breve notizia (Ad esempio: un redattore inserisce un articolo relativo al concerto di Ferragosto in piazza e la relativa breve notizia nei feeds nel quale verrà automaticamente inserito assieme al link all’articolo stesso, l’utente che ha sottoscritto l’RSS “concerti” riceverà la notizia assieme al link e potrà decidere se aprire o non aprire il link)
  • 17. Fidelizzazione degli utenti
    • Per evitare che utenti affezionati del sito o la stessa redazione o la proprietà, in particolare in periodi di “basso accesso”, nel visualizzare le pagine dinamiche creino false indicazioni sulle abitudini e le preferenze degli utenti è opportuno monitorare costantemente sia il numero di accessi per utente, sia le provenienze degli accessi. Verrà creata un’apposita sezione dell’applicativo che si occuperà di quest’aspetto, eliminando dalle statistiche di accesso i valori “indesiderabili”.
  • 18. Gestione della “Long Tail”
    • Per far diventare questo sito un punto di riferimento per i giornalisti turistici, bisogna sfruttare la “lunga coda” intesa come un numero maggiore di contatti singoli di giornalisti piuttosto che puntare su accordi commerciali con grandi agenzie stampa o agenzie di comunicazione.
  • 19. Gestione della “Long Tail”
    • La nostra analisi del “mercato” ipotetica tiene presente quali sono le esigenze dei giornalisti e le fonti che producono contenuti che potrebbero essere pubblicati dai giornalisti.
    • Per questo motivo, dobbiamo considerare l’area ristretta in cui si generano gli eventi (Bellaria Igea Marina) di interesse per le redazioni.
    • Abbiamo ipotizzato quindi che esista un numero considerevole di informazioni e un numero altrettanto elevato di giornalisti potenzialmente interessati
  • 20. Gestione della “Long Tail” Numero di giornalisti Numero di informazioni pubblicabili 50 100 150 200 250 300 5 10 15 20 C’è un numero basso di giornalisti disposti a pagare più abbonamenti o a consultare più fonti di informazione per avere un numero potenzialmente elevato di notizie. Al contrario, c’è un numero molto elevato di giornalisti che non sono disposti a pagare diversi abbonamenti (perché magari si occupano saltuariamente dell’argomento) e quindi raccolgono tramite canali tradizionali solo un numero molto ristretto di notizie pubblicabili. Verdeblu dovrebbe spostare il numero di giornalisti che attualmente raccolgono poche informazioni verso “pacchetti” preconfezionati, che contengono tante informazioni al loro interno.
  • 21. Dalla “Long Tail” all’offerta Il pacchetto di abbonamenti alla rassegna stampa (mensile, semestrale e annuale) avrà un costo di molto inferiore al costo complessivo di tutti gli abbonamenti che un giornalista dovrebbe sottoscrivere per avere lo stesso numero di notizie (stimiamo che il costo del nostro pacchetto sia la quarta parte del costo totale). Si stima che l’incentivo economico, nonché la personalizzazione sugli utenti generalisti possa essere una molla che convinca una buona parte di giornalista a “spostarsi” dalla prima parte della coda alla seconda. Potremmo addirittura pensare di non far pagare l’abbonamento mensile in una prima fase e di sottoscrivere abbonamenti semestrali agevolati. Data l’area geografica ristretta e la modesta presenza di eventi concentrati al di fuori del periodo estivo, verdeblu potrebbe aggiungere come macroarea (di ricerca), quella relativa a tutta la Riviera Romagnola.
  • 22. Target marketing
    • Una personalizzazione tarata solo sugli utenti generalisti avrebbe però l’effetto di esaurirsi in un periodo molto breve (ciclo di interesse cha va dall’arrivo sul sito “in cerca di informazioni”, all’esperienza, fino al ritorno sul sito per lasciare un commento).
    • Abbiamo quindi pensato di creare una parte del sito (e di personalizzarla) sempre “attiva”, proprio quella dedicata a potenziali nuovi utenti e clienti: i giornalisti. Infatti, l’attuale servizio di rassegna stampa è inutilizzabile perché presenta soltanto una raccolta di articoli che riguardano verdeblu.it.
  • 23. Target marketing
    • Invece, proponiamo che verdeblu.it diventi un portale per la vendita di pacchetti di rassegna stampa personalizzati.
    • La redazione tiene i contatti con alberghi, ristoranti, musei, ecc. e periodicamente mette in un database di contenuti gli eventi in corso, organizzati per parole chiave.
    • Il servizio è a pagamento e consente al giornalista che ha sottoscritto l’abbonamento non solo di poter navigare in tutti i contenuti, ma anche di cercare (attraverso tag) gli eventi di proprio interesse, suddivisi per aree geografiche o tematiche.
  • 24. Target marketing
    • Si potrebbe anche pensare un meccanismo che permetta di conservare le ultime ricerche effettuate dall’utente (una volta che ha fatto il log in) in ordine di tempo o di parola chiave, utili per le visite future.
    • Target marketing : tutti i giornalisti pagano lo stesso abbonamento (valore economico dei giornalisti è simile perché il costo degli abbonamenti è standard, ma soddisfano necessità redazionali differenti. La rassegna di verdeblu infatti soddisfa esigenze dei giornalisti differenti, che si possono concentrare su diverse aree tematiche o su particolari eventi (es. si scelgono X fonti che parlano dell’evento Y).
  • 25. Filtrazione semantica
    • Per gli utenti non giornalisti è opportuno, sebbene non strettamente necessario nel caso in esame, prevedere un’apposita sezione “semantica” del database che mantenga traccia del numero di contenuti inseriti per “tags” e il numero di visite ricevute da ogni “tag”. In questo modo sarà possibile conoscere per un determinato tag quale è stato l’argomento più letto, quale quello che ha ricevuto il maggior numero di visite e di commenti per giorno. Sarebbe inoltre auspicabile un meccanismo di ricerca e registrazione del percorso fra sezioni seguito dall’utente.
  • 26. Marketing
    • Un’applicazione web che segua questi principi darà la possibilità agli addetti alla raccolta pubblicitaria di offrire un pacchetto agli sponsor dove il “banner” venga esposto sulle pagine relative ai “tags” scelti dallo sponsor stesso. Anche in questo caso l’utente, quindi, non proverà fastidio all’apparire del banner pubblicitario , in quanto la pubblicità è pertinente al suo interesse
    • In questo caso, la customizzazione è trasparente: una volta effettuato il log in, apparirà una pubblicità personalizzata che viene tarata sulle scelte dei contenuti fatte dall’utente
  • 27. Le Newsletters
    • Oltre a newsletters di carattere generale (novità del sito, offerte promozionali di sponsor) è opportuno prevedere che i redattori delle diverse sezioni inviino agli utenti registrati, con cadenza settimanale (o quindicinale) un riassunto delle notizie inserite per quella sezione con i relativi link di collegamento.
  • 28. Conclusioni
    • Il nuovo sito http://www.verdeblu.it consentirà, con un impegno redazionale relativamente modesto nel tempo di fornire agli utenti e ai giornalisti la netta sensazione che a Bellaria Igea Marina siano presentati gli eventi di suo specifico interesse nel momento in cui è interessato a seguirli.
    • La personalizzazione può funzionare se rivolta in modo diverso a due target distinti: nel caso degli utenti generalisti, il portale diventerà un punto di riferimento dove si potranno costruire itinerari personalizzati e dove si potranno scambiare commenti e pareri su locali, alberghi o eventi
  • 29. Conclusioni
    • Il salto di qualità, anche in termini economici, potrà essere fatto con la vendita degli abbonamenti della rassegna stampa ai giornalisti, che a loro volta potranno costruirsi un percorso personalizzato di ricerca di notizie, potendo contare sulla sicurezza di ottenere notizie fresche e già confezionate.