Your SlideShare is downloading. ×
P.E.A.C.ESperimentazione Formazione docenti e personale non      docente in tema di integrazione scolastica               ...
La sperimentazione è stata condotta all’interno del Progetto P.E.A.C.E. - Procedure Educative e   di Accoglienza dei Citta...
Sul filmato dell’Eveil               inferiorità                Senso di          Emozioni       Cosa ti richiama?        ...
Sull’incontro con l’altro diverso da te                   -/+                                www.performare.eu
Sul cosa possiamo fare per superare la              diffidenza?                    No privilegi /parità             Lavora...
Esercitazione:Comunicazione non verbale in situazione di              accoglienza Immagine: Per riconoscersi basta uno sgu...
Sulla comunicazione non verbale           Comunicazione non               verbale                               www.perfor...
Competenza emozionale: consapevolezza del rettile chec’è in noi e dei meccanismi di adattamento alle situazioni           ...
La competenza interculturale         Si riferisce all’efficacia e all’appropriatezza degli individui nelle relazioni      ...
Gli elementi culturali                                      Elementi soggettivi:Elementi oggettivi:                   (di ...
Il modello dinamico di sensibilità interculturale               (Milton Bennet)     Descrive la sensibilità interculturale...
Fasi etnocentricheSono legate a manifestazioni dell’assunto primario di “centralità” della propria                   esper...
Fasi etnorelative Rappresenta un cambiamento nel significato che attribuiamo alla differenza. La pauradell’altro scompare ...
Cosa sta succedendo?Quali convinzioni possono aver causato la situazione?                                        www.perfo...
www.performare.eu
Sulle credenze    Credenze                 www.performare.eu
Quali convinzioni sono alla base dei presenti?      In che modo stanno cooperando?                                     www...
Sulla cooperazione     Cooperazione                     www.performare.eu
Cooperazione• Cooperazione è reciproca Adozione di scopi  personali e di scopi comuni• Cooperazione è una Credenza fiducia...
Fiducia• Aspettativa positiva verso l’altro, maturata in  presenza di rassicuranti credenze personali di  natura cognitiva...
Modi di cooperazione                                    • Cooperazione funzionaleLiv. maturità della cooperazione         ...
Il modello cooperativo basato sulla fiducia                                  www.performare.eu
Il percorso compiuto…    EmozioniCosa ti richiama il    filmato?                                Lavorare su …             ...
…Il percorso compiuto…                                                         Modello dinamico di                        ...
…Il percorso compiuto…                                                  Modello cooperativo                               ...
Outcome: le nuove “competenze naturali”           Capacità di        Credenze            discutere         limitanti      ...
Outcome: il quadrante della   collaborazione in tema di interculturaFunzionale              COOPERAZIONEOrchestrataDeliber...
…Action                                                       Le priorità e le azioni da compiereAree del Protocollo di Ac...
Contatti                                              Formazione Professionale “Simonetta Tosi”                           ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

PEACE - Formazione-intervento in tema di accoglienza ed integrazione studenti immigrati

743

Published on

Sperimentazione di un ciclo formativo innovativo per le scuole superiori in tema di integrazione culturale ed accoglienza di studenti immigrati. A cura di Per Formare: Michele Giampietro, Angela Macrì, Sergio Rossi. Realizzato nell'ambito del Progetto P.E.A.C.E.

Published in: Education
2 Comments
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
743
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
2
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "PEACE - Formazione-intervento in tema di accoglienza ed integrazione studenti immigrati"

  1. 1. P.E.A.C.ESperimentazione Formazione docenti e personale non docente in tema di integrazione scolastica Roma 5, 12, 19, 26 febbraio 2013 A cura di
  2. 2. La sperimentazione è stata condotta all’interno del Progetto P.E.A.C.E. - Procedure Educative e di Accoglienza dei Cittadini in Europa - programma comunitario Comenius Regio - settore della cooperazione transnazionale. Ha coinvolto in totale 14 persone tra formatori, docenti e personale amministrativo di CFP (“N.Campanella” e “S. Tosi”) e Istituti Superiori (“De Pinedo” e “Rossellini”) di Roma. E’ stata realizzata in base alla metodologia francese EDA (Èveil -Débat - Approfondissement - Action) del partner francese Crysalis. Lo scopo è stato quello di capire come migliorare il clima collaborativo ed accrescere le competenze di allievi ed addetti ai lavori per facilitare l’integrazione degli studenti stranieri Presentazione della traccia dei lavori e dei risultati conseguiti. Le attività sono state dirette da Michele Giampietro con la collaborazione di Angela Macrì e Sergio Rossi dell’Associazione Per Formare www.performare.eu
  3. 3. Sul filmato dell’Eveil inferiorità Senso di Emozioni Cosa ti richiama? www.performare.eu
  4. 4. Sull’incontro con l’altro diverso da te -/+ www.performare.eu
  5. 5. Sul cosa possiamo fare per superare la diffidenza? No privilegi /parità Lavorare su… www.performare.eu
  6. 6. Esercitazione:Comunicazione non verbale in situazione di accoglienza Immagine: Per riconoscersi basta uno sguardo, dal corto “Stella” di Gabriele Salvatores www.performare.eu
  7. 7. Sulla comunicazione non verbale Comunicazione non verbale www.performare.eu
  8. 8. Competenza emozionale: consapevolezza del rettile chec’è in noi e dei meccanismi di adattamento alle situazioni www.performare.eu
  9. 9. La competenza interculturale Si riferisce all’efficacia e all’appropriatezza degli individui nelle relazioni interculturali e alla loro capacità di comprendere la realtà e quindi, l’esperienza della differenza in maniera più complessa Milton Bennett sostiene la necessità di dotarci di: Skillset Mindset Le competenze e le La visione del mondo conoscenze praticheÈ una condizione che ha alla base l’assunto L’abilità di usare dei framework utili nelle di riconoscimento della differenza e il situazioni interculturali ad imparare, e mantenimento di un atteggiamento identificare le aree di potenziale positivo verso la stessa incomprensione e scegliere il comportamento più appropriato www.performare.eu
  10. 10. Gli elementi culturali Elementi soggettivi:Elementi oggettivi: (di natura affettiva)(di natura cognitiva) 1. Educazione dei bambini1. Storia 2. Concezione della giustizia2. Il sistema politico 3. Definizione del gusto3. Le strutture grammaticali di 4. Il significato della bellezza una lingua 5. Credenze e valori appresi Tali elementi mettono in discussione i propri modelli per poter comprendere la prospettiva altrui www.performare.eu
  11. 11. Il modello dinamico di sensibilità interculturale (Milton Bennet) Descrive la sensibilità interculturale come “una costruzione della realtà che si adegua progressivamente ad accogliere la differenza culturale che è alla base dello sviluppo evolutivo” Esperienza della differenza Negazione Difesa Minimizzazione Accettazione Adattamento IntegrazioneFasi Etnocentriche Fasi Etnorelative Ogni stadio è caratterizzato da una sua visione del mondo www.performare.eu
  12. 12. Fasi etnocentricheSono legate a manifestazioni dell’assunto primario di “centralità” della propria esperienza rispetto a quella degli altri Uso degli stereotipi per denigrare. Negazione Mancanza di informazioni. Mancanza di categorie su cui costruire la differenza. Uso della separazione Riconoscimento dell’esistenza della diversità. Uso di stereotipi negativi per gli Difesa altri stereotipi positivi per se stessi. Uso del noi e del loro. Denigrazione della propria cultura in favore di un’altra Costruire la differenza minimizzando gli Minimizzazione scarti. Gli altri esistono, hanno alcune diversità, ma in fondo sono simili a noi www.performare.eu
  13. 13. Fasi etnorelative Rappresenta un cambiamento nel significato che attribuiamo alla differenza. La pauradell’altro scompare e ci si sforza non di preservare categorie, ma di elaborarne di nuoveAccettazione della differenza di comportamento Gli individui riconoscono la differenza, la rispettano e la apprezzano, interpretano i Accettazione comportamenti all’interno del contesto di riferimentoAccettazione della differenza di valore Competenza interculturale associata Adattamento all’intenzione ad assumere la prospettiva dell’altro, per costruire una terza categoria Integrazione Creare una nuova identità attraverso una nuova composizione degli elementi www.performare.eu
  14. 14. Cosa sta succedendo?Quali convinzioni possono aver causato la situazione? www.performare.eu
  15. 15. www.performare.eu
  16. 16. Sulle credenze Credenze www.performare.eu
  17. 17. Quali convinzioni sono alla base dei presenti? In che modo stanno cooperando? www.performare.eu
  18. 18. Sulla cooperazione Cooperazione www.performare.eu
  19. 19. Cooperazione• Cooperazione è reciproca Adozione di scopi personali e di scopi comuni• Cooperazione è una Credenza fiduciaria del trustor sulla mente del trustee (una “teoria” sulla mente del partner), ma anche sull’ambiente in cui si compiono le azioni.(fonte: R. Conte e C. Castelfranchi, 2000) www.performare.eu
  20. 20. Fiducia• Aspettativa positiva verso l’altro, maturata in presenza di rassicuranti credenze personali di natura cognitiva o emotiva (S. Rossi, 2008) www.performare.eu
  21. 21. Modi di cooperazione • Cooperazione funzionaleLiv. maturità della cooperazione • Cooperazione orchestrata • Cooperazione deliberata • Cooperazione accidentale Nostra elaborazione sulla base di Mutti, 1998 www.performare.eu
  22. 22. Il modello cooperativo basato sulla fiducia www.performare.eu
  23. 23. Il percorso compiuto… EmozioniCosa ti richiama il filmato? Lavorare su … EVEIL Cosa facilita e ostacola l’incontro con l’altro www.performare.eu
  24. 24. …Il percorso compiuto… Modello dinamico di sensibilità interculturaleComunicazione FORMAZIONE non verbale INTERCULTURA Emozioni Elementi culturali www.performare.eu
  25. 25. …Il percorso compiuto… Modello cooperativo basato sulla fiduciaCredenze FORMAZIONE COOPERAZIONE Adozione Aspettative fiduciarie
  26. 26. Outcome: le nuove “competenze naturali” Capacità di Credenze discutere limitanti RuoloEmozioni Intercultura Comuni- fiducia e cazione coopera- non Emozioni zione verbale Intercultura A.Macrì, M.Giampietro, S.Rossi, 2013 www.performare.eu
  27. 27. Outcome: il quadrante della collaborazione in tema di interculturaFunzionale COOPERAZIONEOrchestrataDeliberataAccidentale Assenza INTERCULTURA Negazione Difesa Minimizzazione Accettazione Adattamento Integrazione A.Macrì e S.Rossi, 2013 www.performare.eu
  28. 28. …Action Le priorità e le azioni da compiereAree del Protocollo di Accoglienza0. Pre-Accoglienza 4. Area Sociale (Rapporti e collaboraz.1.Amministrativa e burocratica 2. Area Comunicativa e relazionale dell’istituzione scolastica e formativa con il territorio)2.Comunicativa e relazionale 2.1 Formazione figure di interfaccia 4.1 Rapporti con CTP3.Educativo–didattica 2.2 Commissione accoglienza 4.2 Rapporti con altre scuole:4.Sociale 2.3 Mediazione culturale 4.2.1 Rapporti con Scuole Polo 2.4 Comunicazione con la famiglia dellalunno 4.2.2 Rapporti con altre scuole del territorio0. Area Pre-Accoglienza 2.5 Informazioni allutente su: 4.3 Rapporti con CFP del territorio0.1 Materiale informativo cartaceo/digitale 2.5.1 Organizzazione scolastica 4.4 Rapporti con Istituzioni (Municipio,multilingue su percorsi formativi e sbocchi 2.5.2 Incontri scuola-famiglia Comune, ecc.)professionali 2.5.3 Modalità di valutazione delle competenze 4.5 Rapporti con Associazioni per e di0.2 Materiale multilingua sul sistema 2.6 Comunicazione non verbale Immigratiscolastico italiano 4.6 Rapporti con mediatori culturali0.3 Materiale sistemi scolastici paesi terzi 3. Area Educativo–didattica 4.7 Rapporti con esperti 3.1 Preparazione del primo colloquio 4.8 Formazione alle nuove "competenze1. Area Amministrativa e burocratica 3.2 Colloquio post-iscrizione per accertamento competenze naturali" dei docenti e non (Comunicazione1.1 Iscrizione e abilità non verbale, Emozioni, Intercultura,1.2 Raccolta documentazione: 3.3 Valutazione delle competenze dellalunno Cooperazione fiduciaria)1.2.1 Documentazione anagrafica 3.4 Proposta di assegnazione alla classe1.2.2 Documentazione sanitaria 3.5 Monitoraggio del percorso di apprendimento1.2.3 Documentazione scolastica 3.6 Orientamento1.2.4 Altra documentazione (event.) 3.7 Educazione interculturale 3.8 Insegnamento italiano L2 3.9 Formazione del personale scolastico: 3.9.1 Formazione sui metodi di intercultura 3.9.2 Formazione allinsegnamento dellItaliano L2 3.9.3 Formazione su Orientamento 3.9.4 Formazione sulla valutazione delle competenze 3.10 Formazione degli alunni alle nuove "competenze naturali" (Emozioni, Capacità di discutere, Credenze www.performare.eu limitanti, Intercultura)
  29. 29. Contatti Formazione Professionale “Simonetta Tosi” Immagini tratte dai lavori degli allievi del Centro diprogettazione@performare.euangelamacrì@performare.eusergiorossi@performare.euAssociazione Per FormareVia Imera 2 – 00183 – ROMATel. +39 06.48906884 www.performare.eu

×