• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Opinione: l'economia della conoscenza
 

Opinione: l'economia della conoscenza

on

  • 131 views

Pensiero globale

Pensiero globale
Siamo passati dall’importanza
del know-how a quella del
know-who e del know-where,
in cui la dimensione dell’azienda
è diventata ormai irrilevante

Statistics

Views

Total Views
131
Views on SlideShare
131
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Opinione: l'economia della conoscenza Opinione: l'economia della conoscenza Document Transcript

    • L’OPINIONEL’economia Pensiero globale Siamo passati dall’importanza del know-how a quella deldella conoscenza know-who e del know-where, in cui la dimensione dell’azienda è diventata ormai irrilevantedi roberto siagri cento. La società di consulenza la costruzione del futuro. A tale Booz ha rilevato che a un 10% proposito va sfatata una cre-S ono appena tornato, di ri- di maggiore penetrazione del- denza: non è vero che l’essere entro da un viaggio di la- la banda larga in uno specifico globali sia solo una possibilità voro negli Stati Uniti, dal anno è correlato un 1,5% di in- riservata alle grandi aziende.meeting organizzato a Toronto cremento di produttività nei 5 Non c’è una correlazione tradalla Regione Friuli Venezia anni a seguire. La stessa società dimensione e globalizzazione.Giulia e dedicato ai giovani ha anche evidenziato come le Oggi anche le piccole impresecorregionali del Nord America. nazioni che si collocano nella possono essere globali: lo pos-Ho portato a casa tante nuove parte alta della classifica per sono essere usando le poten-conoscenze e due constatazio- penetrazione di banda larga zialità della rete, trovando cosìni: la prima è che i nostri gio- abbiano un Pil fino al 2% più collaboratori, partner e clientivani corregionali sanno che il alto rispetto alle nazioni che si nelle giuste aree geografiche. Inprocesso di globalizzazione è collocano nella parte bassa. un mondo interconnesso la col-inevitabile e che, pur tra i peri- laborazione è una necessità uncoli che questo processo cela, ci I giovani corregionali interconnessione dei saperi po’ per tutti. È molto difficile, dasono tante opportunità da co- all’estero sanno che la soli, tenere sotto controllo unagliere. La seconda è che adesso globalizzazione porta La progressiva interconnes- catena del valore oltremodoche li abbiamo fatti incontrare sione degli ingegni dà origine complessa e che coinvolge tan- opportunità di businessvogliono rimanere in contatto, al paradigma del ‘pensiero glo- ti settori e attori; ma la fiduciavogliono uno strumento che e vogliono rimanere bale’, che forzandoci a essere nella possibilità di controllare ilpermetta loro di continuare a collegati con il Friuli connessi consiglia di non co- proprio destino è fondamentaledialogare e, perché no, di fare struire barriere. Le barriere non per i leader di ieri e di oggi ed èbusiness. Credo che in poco servono quando soffia il vento alla base, a mio modo di vedere,tempo anche il network su Fa- viviamo nell’economia della del cambiamento e la globa- dell’innovare.cebook sarà creato. conoscenza, dove le idee sono lizzazione risulta inevitabile Sembra finita l’era roman- il vero materiale di partenza e in quanto figlia del flusso d’in- spazio alla nuvolatica fatta del solo ricordo di un dove ciò che conta davvero è formazioni che avvolge il pia-passato che non c’è più. Oggi l’interconnessione delle per- neta. Conseguenza di quanto Lo spazio a mia disposizioneè ‘romantico’ ciò che permet- sone e, dunque, degli ingegni, sopra è il progressivo passaggio è finito, ma preannuncio giàte di stabilire rapporti umani sempre più accelerata e am- dalla rilevanza del know-how che la prossima volta pareremoche possano essere utili per il plificata dall’attuale progresso alla rilevanza del know-who di come capacità di calcolo eproprio futuro, per la propria tecnologico. e del know-where. Pare quasi banda larga combinandosi vir-carriera o per i propri affari. un controsenso, ma una con- tuosamente diano luogo a quel-Il passato non va, comunque, pil e banda larga seguenza di questa economia lo che oggi chiamiamo la ‘nuvo-buttato; deve servire per allun- globale e della conoscenza la’ (il Cloud) e come questa siagare le proprie radici in pro- Ecco che non c’è da meravi- interconnessa è che ‘sapere’ e un nuovo strumento di inno-fondità, perché per poter stare gliarsi che ci sia una correlazio- ‘saper fare’ oggi non sono così vazione con enormi possibilitànella corsia veloce della globa- ne positiva tra il Pil di un Paese rilevanti come in passato, se inesplorate. Con la nuvola, illizzazione - come ha ben detto e le sue infrastrutture di comu- non ulteriormente declinati. virtuale e il reale si stanno me-durante il meeting a Toronto nicazione a banda larga. In uno L’enfasi, infatti, si è spostata scolando sempre di più facendoSergio Marchi, nel suo illumi- studio sull’impatto della banda sull’interconnessione dei sape- entrare nella sua fase matura lanante e appassionato discorso larga nell’economia la società ri: i paradigmi del ‘sapere chi’ nuova economia, la cosiddettasulla leadership - bisogna avere di consulenza McKinsey sti- e del ‘sapere dove’ scuotono i ‘economia digitale’, in cui il va-solide radici, che dal sapere chi ma che un 10% di incremento pilastri su cui si fondano le im- lore è definitivamente spostatosi è diano anche il coraggio e la di penetrazione della banda prese. Gestire la conoscenza è dalla materia ai bit. Come dicedeterminazione per farsi strada larga nelle abitazioni porti a diventato più complesso; l’agire Nicholas Negroponte, non è piùnel mondo. un incremento del Pil di quel- e il pensare globale sono diven- una questione di computer, ma Oggi, non ci sono più dubbi, la nazione tra lo 0,1 e l’1,4 per tati elementi fondamentali per è una questione di vita.4 NOVEMBRE 2011 ilFRIULI BUSINESS 5