Opinione: Dal ‘Made’ al ‘Brain' in Italy

197 views
149 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
197
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Opinione: Dal ‘Made’ al ‘Brain' in Italy

  1. 1. L’OPINIONECogliete il Dal ‘Made’ al ‘Brain in Italy’ Oggi il costo di avvio per creare una nuova azienda basata sulla‘magic moment’ conoscenza è molto contenuto, così i giovani di talento anzichè cercare un lavoro se lo creanodi roberto siagri di calcolo e spazi di memoria condotto intervistando qualche inimmaginabili: Facebook centinaio di Ad, l’innovazio-C i si interroga di questi deve la sua esistenza alle prime ne che dà maggiore vantaggio tempi su come dare un tecnologie della nuvola. Grazie competitivo è quella del mo- nuovo slancio all’eco- a questa ogni nuova impresa dello di business. Ciò si tradu-nomia di questo Paese, così può fare a meno di preoccu- ce nella gran parte dei casi nelda ricreare nuova occupazio- parsi del centro di elaborazio- ripensare il binomio prodotto-ne e nuova ricchezza. Ho già ne dati, riducendo i costi e la servizio e il relativo modello discritto come lo sviluppo passi barriera finanziaria d’ingresso monetizzazione. L’economiaper la nascita di nuove impre- al business. Di primo acchito dei servizi sta sostituendo mol-se, che magari facciano uso di non si capisce come questa to velocemente l’economia delnuovi strumenti tecnologici, nuvola possa portare tante in- solo prodotto, che non può piùi quali in quanto nuovi sono novazioni, ma se ci fermiamo in larga misura prosperare insconosciuti ai più e generano Grazie alla ‘nuvola’ a pensare possiamo capire che un Paese come l’Italia. Il mani-un forte vantaggio competiti- la cosa è a dir poco rivoluzio- fatturiero tradizionale richiedevo. Sarebbe bello, allora, ve- informatica sta avvenendo naria. Il progresso segue la re- costi di energia e manodoperadere che una parte di giovani, una rivoluzione anche nel gola del ‘less is more’ (di meno è che non si possono più trovareal posto di pensare solo a chi concepire il modello di di più) e con la nuvola il mondo qui. Dobbiamo ripartire da unmandare il curriculum, pen- subirà un ulteriore livello di modello industriale che porti business industrialesasse anche a come inventarsi smaterializzazione: si passe- al centro la creatività che tuttiil proprio posto di lavoro dan- rà progressivamente dall’idea ci riconoscono: allora perchédo vita a una nuova attività. A la propria centrale; l’energia del possesso di un prodotto non sganciarci dal concetto deltal proposito siamo in un mo- elettrica ci arriva a casa e la all’idea del suo uso. Le impre- Made in Italy (al di fuori dellemento magico, perché il costo paghiamo in funzione del suo se, di conseguenza, dovranno produzioni artigianali, per ledi avvio di una nuova impresa uso senza sapere da dove pro- cominciare a pensare di più quali può e deve rimanere) perè molto contenuto se questa è viene. Ecco, una cosa simile all’utilità del prodotto anziché passare al Brain in Italy (www.basata sulla conoscenza e se sta succedendo alle infrastrut- al prodotto stesso. Sembra una brainintaly.eu), come segnofa leva su strumenti tipici del ture Ict, siano esse computer, cosa ovvia, ma non lo è. appunto di creatività italiana,mondo digitale. hard-disk o connettività. Per prima che di produzione ita- quanto riguarda la connettivi- dal prodotto ai servizi liana. In fin dei conti la Appleaccesso al mondo Ict tà, grazie ai telefoni siamo già di Steve Jobs ha nei prodotti la abituati a pagarla in funzione Questo modo di pensare al- dicitura ‘Designed in Califor- Quello che serve sono la cre- dell’uso e non ci chiediamo lontana l’attenzione dal busi- nia’ e non ‘Made in California’.atività e un sano ottimismo quale sia l’infrastruttura che ness plan e la sposta sul business Con il cloud si amplificano leche predispone all’accettare sta dietro. Oggi lo stesso sta av- model, cioè ci obbliga a portare opportunità di generare serviziqualche rischio. A differenza venendo per i calcolatori e gli al centro l’ecosistema in cui e tutto può essere visto comedel passato, le start-up e le Pmi hard-disk. Un esempio di uso vive l’impresa anziché l’im- servizio: dall’infrastruttura Ict,possono accedere al meglio del del cloud computing è la posta presa stessa: è come se la sma- alla piattaforma di sviluppo delmondo dell’Ict alla pari delle elettronica via web: non serve terializzazione portasse con software, al software stesso, magrandi imprese e a prezzi che installare nessun programma sé contemporaneamente l’at- direi anche e soprattutto il di-possiamo definire popolari. e non occorre avere dei dischi tenzione al valore e alla soste- spositivo che se ‘intelligente’ eTutto ciò è reso possibile dal- locali; basta connettersi e il nibilità. Oggi tutte le imprese, interconnesso può diventare ala nuova tecnologia del cloud programma si attiva in qual- anche le più ‘tradizionali’, ov- sua volta servizio.computing, o della cosiddet- che computer nella nuvola, e vero le manifatturiere, devono Dalla creatività e ‘legge-ta ‘nuvola’. Ma che cos’è? Per così pure le nostre e-mail sono pensare seriamente a un cam- rezza’ dell’economia puòspiegarlo si può fare un’ana- memorizzate da qualche par- bio di paradigma che le porti prendere vita un secondo Ri-logia con l’energia elettrica: te di essa. Così, ognuno di noi dall’economia della materia nascimento industriale, chetutti ne abbiamo bisogno, ma può disporre, senza possederli all’economia dell’informazio- allontani lo spettro del ritornonessuno si sogna di costruirsi e a costi contenuti, di potenze ne. Secondo uno studio di Ibm al Medioevo.2 dicEMBRE 2011 ilFRIULI BUSINESS 5

×