Opinione: diamo vita ai sogni

200 views

Published on

CI PUÒ SALVARE SOLO UNA SOCIETÀ
VIBRANTE E DISPONIBILE AL CAMBIAMENTO
L’INNOVAZIONE CAMBIA ANCHE LO STATUS
SOCIALE ED ECONOMICO DI UNA COMUNITÀ,
ECCO PERCHÈ, COME SPIEGAVA GIÀ
MACCHIAVELLI, HA COSÌ ‘FIERI NEMICI’

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
200
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Opinione: diamo vita ai sogni

  1. 1. L’OPINIONEIncapaci Ci può salvare solo una società vibrante e disponibile al cambiamento L’innovazione cambia anche lo status di sognare sociale ed economico di una comunità, ecco perchè, come spiegava già Macchiavelli, ha così ‘fieri nemici’di roberto siagri un miliardo di euro di fatturato prodotto o servizio basato su nei nuovi settori tecnologici ad nuove tecnologie. Essa è ancheS oprattutto in questi alta crescita, come ad esempio uno strumento che cambia lo periodi di turbolenza l’Ict. Abbiamo bisogno anche status sociale ed economico. delle economie mi pia- noi di ‘campioni’ nazionali nei Nella maggior parte dei casice pensare all’impresa come settori di frontiera della cono- l’innovazione crea nuove fascea un’entità che interpreta il scenza. Per generare imprese abbienti e, dunque, una nuovacambiamento e costruisce il di qualità è necessario coltivare classe dirigente. Senza innova-nuovo. In Italia, invece, spesso una società effervescente con la zione, insomma, non c’è ricam-è considerata come un ‘male capacità di porsi degli obiettivi e bio sociale. È facile, quindi, capi-necessario’, con una visione accettare sfide in campo scienti- re perché pochi sono interessatioramai superata e che la di- fico, culturale, sociale. Sfide che a essa, mentre la maggior partepinge come uno strumento Da oltre vent’anni aprano la mente ai sogni, perché delle persone per un motivo oper garantire la ricchezza di ogni cosa, come diceva Walt Di- per un altro la osteggia. Se ne era nel nostro Paese non c’èpochi a discapito del lavoro di sney, va prima sognata e solo se già accorto a suo tempo Nicco-molti. Per questo, specialmen- traccia della nascita di una la puoi sognare la puoi anche re- lò Machiavelli quando nel 1513te in questo Paese, l’impresa sola nuova grande alizzare. Ci sono aree del mondo scrisse a Lorenzo de’ Medici:ha più nemici che amici, e an- impresa: chi vuole più feconde e altre meno in ter- “Non c’è nulla di più difficile eche quelli che dovrebbero es- mini di innovazioni prodotte. pericoloso che introdurre unserle amici talvolta, forse invo- crescere cozza contro tetti Questa non equa distribuzione è nuovo ordine di cose, poiché illontariamente, si comportano di vetro creati da vecchie strettamente legata alla capacità cambiamento ha per fieri nemi-da nemici. rendite di posizione e di sognare un futuro migliore. ci tutti quelli che si trovano bene scarsa concorrenza L’America della corsa alla Luna nelle vecchie condizioni e solosfide per un futuro migliore era un melting pot incredibile, tiepidi difensori tra quelli che si tra sfide scientifiche e sociali, troveranno meglio nelle nuove”. Se riuscissimo a capire che Un buon sistema economico, luogo idoneo per sperimentare Abbiamo bisogno di un si-senza le imprese il mondo non poi, deve occuparsi anche del- nuove cose e pensare a un mon- stema che alzi l’asticella dellasarebbe quello che conosciamo, la crescita dimensionale delle do migliore. I risultati non sono sfida dando la possibilità dima ben peggiore, allora, forse, imprese. Non sto parlando di mancati. sognare. Dobbiamo, poi, do-i concetti di merito, mobilità e agevolare le aggregazioni, ben- tarci di una base di conoscenzeconcorrenza emergerebbero più sì di permettere a quelle realtà va alzata l’asticella scientifiche che ci consentanofacilmente. Senza impresa, in- che vogliono crescere di poterlo di capire se i nostri sogni sonofatti, non c’è un sistema econo- fare, senza cozzare contro tetti Alla base dei fenomeni inno- realizzabili o no, se si tratta dimico, che genera reddito e quin- di vetro creati da vecchie rendi- vativi ci deve essere una società sfide che possiamo affrontare.di imposte, senza le quali non ci te di posizione e scarsa concor- vibrante e disponibile al cam- In caso affermativo, nasceran-sono infrastrutture, né può fun- renza. Una bassa dinamica di biamento: senza questi presup- no idee e prenderanno formazionare la pubblica amministra- trasformazione dimensionale è posti sociali non c’è innovazio- tante invenzioni, nei laboratorizione che garantisce le regole di sintomo di scarsa capacità del ne. Di sicuro un Paese che ha o nei garage. Alcune di questeconvivenza: vale a dire che non Paese di far emergere l’innova- una buona ricerca di base ha la invenzioni, realizzate con nuoveavremmo più un posto sicuro zione; questo, poi, si riflette nella possibilità di alzare il livello del tecnologie, entreranno nel cir-dove stare. Certo, è vero che per mancanza di concorrenza, di dibattito culturale, e questo mi- cuito economico sotto forma dilo più il gettito fiscale proviene attenzione al merito, di mobilità. sura la temperatura della società innovazioni. Le invenzioni, chedai lavoratori dipendenti; ma L’incapacità dell’Italia di gene- ovvero la sua effervescenza e, saranno diventate innovazioni,chi permette a questi di avere rare grandi imprese innovative quindi, la sua predisposizione ce l’avranno fatta grazie alla te-un reddito sul quale prelevare le è sotto gli occhi di tutti e dovreb- all’innovazione e al cambia- nacia e alla leadership di un im-imposte? L’impresa è, quindi, un be far riflettere. C’è qualcosa che mento. prenditore. Ecco perché, moltosoggetto sociale veramente utile non va: se si guarda agli ultimi Sbaglieremmo, però, a pensa- spesso, le imprese nascono conal Paese e dovremmo, pertanto, vent’anni, non c’è traccia della re che l’innovazione abbia sola- almeno due soggetti: l’inventoreesserne tutti orgogliosi. nascita di una sola impresa da mente i connotati di un nuovo e l’innovatore. Un magico duo.9 SETTEMBRE 2011 ilFRIULI BUSINESS 5

×