Musei e Social Media

2,612 views

Published on

Il mio intervento per Dalle teche al tablet - La comunicazione digitale nei musei, giornata di formazione per operatori culturali e studenti universitari dell’Emilia-Romagna, promossa dal Sistema Museale della Provincia di Ravenna
Ravenna, 4 dicembre 2012

[Tutte le fotografie -se non diversamente indicato- sono rilasciate con licenza CC BY-NC-ND 2.0 dal mio account di Flickr http://www.flickr.com/photos/sontada]

Published in: Education

Musei e Social Media

  1. 1. Musei e social mediaDalle teche alla realtà post pc: la comunicazione digitale nei musei Chiara AlboniGiornata di formazione per operatori culturali e studenti universitari dell’Emilia-Romagna Rete Civica Racine e CoordinamentoRavenna > Martedì 4 dicembre 2012 Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino
  2. 2. Cambiamento di paradigmanella comunicazione condividere creare da 1 a uno da uno a tanti mass media e web 1.0 da a tanti a tanti web 2.0
  3. 3. Social networking Microblogging Social Bookmarking Photo/video sharing Social Media   Mass Mediaaccessibilità (disponibili a tutti e gratuiti)velocitàpermanenza dei contenuti (internet non dimentica)non più consumatori ma produttori (user generated content - prosumer)interazione e condivisione
  4. 4. Fare del museo una realtà aperta, accessibile, nuova: andare al di fuori del museo Consolidare il rapporto col proprio pubblico Raggiungere nuovi pubblici Soddisfare le aspettative ModificarsiVedere il museo da altri punti di vista
  5. 5. Dove vogliamo arrivareDovesiamo  individua gli obiettivi  fai partire le azioni del progetto  misurale e interpretale  ritorna sulle azioni (e rivedile)  presentati (bene)  scrivi (bene)  crea e incoraggia le relazioni e la condivisione  ascolta quando parlano di te  rendi complementari on-line e off-line
  6. 6. Jim Richardson Museum Next Conferenza annuale sui temi del marketing culturaleSharing storiesEncourage reviewsAllow photographyMake your content easy to shareRun a competition
  7. 7. Sharing stories porta i contenuti del Museo sulle reti sociali #MyMet
  8. 8. Allow photographyCon ogni foto raccontiamo unastoria e se la condividiamo in moltileggeranno la nostra storiaUn museo è un palcoscenico perla creatività dei visitatoriLe foto vengono fatte comunque:tenere in considerazione unarichiesta forte dei visitatori
  9. 9. Make your content easy to share … Encourage reviews …
  10. 10. MAPPA DELLE EMOZIONI Progetto in occasione della mostra dedicata a Bob Wilson in collaborazione con Followgram I visitatori scattano una fotografia con Instagram a uno dei volti presenti nelle opere del museo, aggiungono il tag #palazzomadama #ritratto e l’emozione che ha suscitato (es. #stupore, #gioia, #spaven to ecc.)Le foto sono automaticamente caricata sul profilo di Palazzo Madama e condivise suTwitter e FacebookAlla fine della mostra verrà creata una mappa emotiva delle collezioni che resterà sulsito del museo per permettere anche ai visitatori futuri di seguire un nuovo modo diesplorare le collezioni
  11. 11. I LIKE PALAZZO MADAMA In occasione del lancio della nuova timeline di Facebook, il 30 marzo 2012 i fan della pagina di Palazzo Madama sono stati invitati in museo per fotografarsi insieme alla loro opera preferita con il pulsante "Mi piace". Visto il successo, il museo ripete levento ogni 1° martedì del mese. Le foto sono condivise su FB, in una apposita Gallery e usate di volta in volta come copertina del diario di Palazzo Madama
  12. 12. Il 1000esimo Like alla paginaFacebook di Fondazione ArchivioDiaristico Nazionale onlus: chi lo hafatto ha ricevuto unapubblicazione in omaggio
  13. 13. ha moltiplicato e differenziato la sua presenza on-lineha utilizzato i nuovi canali per ascoltareha coinvolto e fidelizzato i visitatoriha amplificato la trasparenza e la partecipazione
  14. 14. 45000 Alcuni nostri musei40000350003000025000200001500010000 5000 010,000 9,000 8,000 7,000 6,000 5,000 4,000 3,000 2,000 1,000 0 Dati aggiornati a novembre 2012
  15. 15. Alcuni musei stranieri 14000001200000 12000001000000 1000000 800000 800000 600000 400000 600000 200000 400000 0 MoMa Musèe du Metropolitan British 200000 Louvre Museum of Museum Art 0 MoMa Musèe du Metropolitan British Louvre Museum of Museum Art 1400000 1200000 Facebook 1000000 Twitter 800000 600000 400000 200000 0 Facebook Dati aggiornati a novembre 2012
  16. 16. Motivazioni della scelta di essere presenti sui SN maggiore visibilità 36,45% comunicazione più rapida ed efficace 35,25% per aumentare il numero di visitatori reali 21,15% per attrarre le fasce d’età più giovani 1,95 la maggiore facilità e ampiezza di diffusione di eventi la possibilità di far conoscere culture e tradizioni locali l’attivazione di reti e sinergie tra i musei la possibilità di incentivare i contributi volontari l’adeguamento al progressoMotivazioni della scelta di NON essere presenti sui SN mancanza di personale per gestirli 42,41% mancanza di tempo 16,41% 8,31% assenza di autorizzazioni 5,51% si farà in futuro 4,11% domanda non compresa 3,41% disinteresse 2,71% diffidenza per questo mezzo di comunicazione 2,71% ci sono altri problemi più urgenti 1,31% si ritiene che non incida sul futuro del museo Associazione Nazionale Piccoli Musei Indagine Musei e SN, novembre 2012 1,31% si utilizzano i profilo personali del gestore
  17. 17. MISURARE I DATI Google Analytics Facebook Insight Museum Analytics Twitonomy, Pinpuff …
  18. 18. Google Analytics è un servizio gratuito distatistiche che permette di misurare i dati estudiare i visitatori del tuo sito internet come sono arrivati sul tuo sito (da Google, da Facebook, da una e-mail ecc.) la loro provenienza geografica quali pagine hanno visitato e quali sono i tuoi contenuti più letti le parole chiave con cui ti hanno trovato se hanno trovato interessanti i tuoi contenuti o sono scappati subito ;-) …
  19. 19. Reach persone che hanno visto il vostro post InsightEngaged Users persone che hanno cliccato il vostro postTalking about this persone che hanno commentato, fatto unlike, condiviso un post, risposto a un sondaggio o a un evento Su Facebook gli utenti sono profilati dove vivono genere età
  20. 20. 37 musei italiani registratiMuseum Analytics is an onlineplatform for sharing anddiscussing information aboutmuseums and their online andoffline audiences >> Facebook new page likes >> Facebook posts >> Facebook comments >> Most engaging (likes + comments) Facebook content >> Twitter new followers >> Tweets >> Twitter mentions >> Most engaging (retweets) Twitter content www.museum-analytics.org
  21. 21. www.facebook.com/username
  22. 22. Targeting Gli aggiornamenti così filtrati compariranno nel news feed di Facebook solamente a coloro che rientrano nel targetsegnalare la pagina ai vostri amici di Facebookpulsante sociale sul sitoindirizzo della pagina in firma alle mailcomunicazione tradizionalepassaparolapromozione dentro al museo
  23. 23. Ricordarsi diCreare, non solo replicare contenutiPensare (anche) per immaginiInteragire: confrontarsi, condividere post di altriAscoltare e rispondereCoinvolgere la communityMonitorare i Facebook Insight Una pagina e NON un profilo personale!
  24. 24. Piattaforma di microblogging Tweet è un messaggio di 140 caratteri al massimo Following sono i profili che seguiamo Follower sono i profili che ci seguono Hashtag sono etichette (tag) precedute dal simbolo # (in inglese hash); questi tag servono per poter fare ricerche oppure per partecipare ad una conversazione, un live twitting ecc. Il link sugli hashtag porta a tutti i messaggi recenti che li citano @ si usa per rispondere (@nomeutente all’inizio del tweet) o per citare (@nomeutente all’interno o fine del tweet) Timeline (TL) lo strumento principale di Twitter. È la pagina dove possiamo leggere, in tempo reale, i tweet degli utenti che seguiamo Retweet (RT) funzione che permette di condividere un tweet di un altro sulla nostra bacheca
  25. 25. Cosa può fare il mio museo con ascoltare rispondere informare cambiare coinvolgere
  26. 26. www.twitter.com OSSERVAhttps://support.twitter.com
  27. 27. Our goals is to connectCos’è everyone in the world through the things they find interesting
  28. 28. Gli attrezzi del mestiere immagini video Pin it button  Repin  Like #hashtag  Comment  Mention
  29. 29. Cosa può fare il mio museo con Esporre la collezione per promuovere l’offerta museale Presentare le mostre temporanee Creare dei percorsi tematici alternativi Stimolare il dibattito su alcuni temi/opere/artisti grazie al commenti sulle immagini Coinvolgere tramite board partecipative Promuovere il bookshop museale Collegarsi con altri musei che presentano collezioni allineate alla propria o che semplicemente piacciono Contestualizzare il museo: mappare il territorio per immagini Mostrare le opere nei depositi che non trovano spazio all’interno delle sale espositive Fotografare e pubblicare le foto degli eventi, dei vernissage, le interviste agli artisti Presentare l’offerta didattica Fornire strumenti ai curatori, insegnanti, studiosi Raccontare storie
  30. 30. We invite institutions on Pinterest to participate inpinning pieces of their collections pertaining toAbraham Lincoln to this board. The goal is tohave a board containing artifacts and itemsrelating to Mr. Lincoln from all types of museums
  31. 31. è unapplicazione gratuita che permette agli iscritti di scattare foto, applicare filtri, e condividerle tra i contatti e su numerosi social network, tra cui Facebook, Twitter, Foursquare, e Flickr18 filtri  commento @  like #hashtag
  32. 32. Foto dal proprio profilo InstagramRaccolta di fotocon lo stesso hastag Facebook tab Sito | blog
  33. 33. Foursquare è un social network basato sullageolocalizzazione e disponibile comeapplicazionePermette agli utenti registrati di condividerela propria posizione con i propri contattifacendo check-in e guadagnando cosìpunti utili alla classifica settimanaleAl raggiungimento di certi obiettivi, gli iscrittiottengono dei bagde; se eseguono piùcheck-in in uno stesso luogo per più giorni diseguito possono diventare sindaci di quelluogoSi possono creare liste pubbliche di posti davisitare, cose da fare, ristoranti consigliati escrivere anche consigli/recensioni pubblicisui luoghi visitati I check-in possono inoltre essere condivisi sui propri profili di Facebook e Twitter
  34. 34. Create il luogo su Foursquare (ma prima controllate che non sia già presente: in questo caso si può reclamare) http://foursquare.com/add_venue Scoprite i tipi di promozioni attivabili dal vostro museoCosa può fare il mio museo con Raggiungere nuovi pubblici e fidelizzare gli esistenti Mappare i quartiere: segnalare ristoranti, negozi, alberghi o altri luoghi da visitare nei paraggi del museo
  35. 35. è un social media di photo-sharing che permette di catalogarele proprie foto per set, taggarle e geolocalizzarle
  36. 36. Cosa può fare il mio museo con Pubblicare immagini a più alta risoluzione delle mie opere Creare delle Gallerie, che permettono di raccogliere all’interno del proprio account foto e video realizzate da altri utenti, in una sorta di museo virtuale Dedicare set a
  37. 37. è un social media di video-sharing, condivisione e visualizzazione di video Interviste agli artisti Conferenze stampa Exhibition trailer Filmare le impressioni dei visitatoriAllestimenti e dietro le quintedelle mostre: vedere e capirecome nascono le mostreinsieme agli artisti, curatori estaff tecnici al lavoro
  38. 38. An open letter to Museum Director’s who don’t get social “Io non sono su1. Solo perché non sei Facebook e non credosu Facebook non che dovremmo sprecaresignifica che i tuoi tempo e denaro per questo genere di cose”visitatori non ci siano2. Se si perde un po’ di tempo a guardarequesti siti, si scopre che la gente sta parlandoproprio del tuo museo. Ignorando questi spazi disocial media, ignori i pareri del pubblicolocale, la possibilità di reagire e migliorare inbase ai loro pensieri
  39. 39. An open letter to Museum Director’s who don’t get social3. I Social Media possono essere un ottimostrumento di marketing. Facebook è anche piùeconomico di una campagna pubblicitarianella metropolitana di Londra MA4. Il Social Media non dovrebbero essere solovisti come uno strumento di marketing maanche per ricerca, raccolta fondi, co-creazionedi contenuti ed educazione
  40. 40. An open letter to Museum Director’s who don’t get social5. Facebook e Twitter creano delle comunitàintorno a marchi, interessi e luoghi e possonoessere strumenti attraverso i quali il museocoinvolge la sua comunità6. Twitter offre l’opportunità di connettersi con glialtri professionisti del settore e scoprire ciò che lealtre istituzioni stanno facendo7. I SM offrono anche alla più piccola istituzionel’opportunità di lavorare con altri operatori delsettore per aumentare la visibilità dei musei epromuovere ciò che offriamo
  41. 41. An open letter to Museum Director’s who don’t get social8. I SM consentono di portare il pubblico dietro lequinte, collegandolo con gli appassionati espertiche lavorano nel Museo9. Molti musei e gallerie d’arte usano i SM: chiediai tuoi colleghi come i SM stanno cambiando ilmodo di lavorare oppure osservali suTwitter, Facebook, YouTube e Flickr10. Basta provarli -i SM- non ci vuole molto perfarlo, e molto probabilmente troverai che lavibrante comunità di nicchia presente su questi sititi sarà di ispirazione
  42. 42. GRAZIE! Se vuoi scrivermi chiara.alboni@gmail.com Oppure mi trovi qui http://about.me/sontadaChiara Alboni | Coordinamento Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino e Rete Civica Racine

×