Avanzamento automatico
Ah, che stanchezza … speriamo che dopo  ‘na bella dormita  almeno me ritorni l’allegrezza!
 
Beh? Sorella, che fai qui: ho smontato er turno solo da un’ora e non po’ esse’ che devo ricomincià, non è mica ora!
Ma che ora e ora, no, è che so’ scesa a fa’ du’ chiacchiere: eh, sennò non ce s’incontra mai per via dei turni de mestiere!
Ma, famme un po’ vede’ lassù:  ma  che te sei inventata? Guarda un po’ ‘sta matta,  sì che razza de trovata!
E de qua? ‘N ce posso crede’: hai piazzato er lume a posto tuo  e te stai stravaccata  a sède!
Ma te, così, sovverti l’ordine  de tutto er firmamento che non po’ sta’ senza luce manco un momento!
Ma che te frega a te: che, puta caso,  mo’ l’hanno assegnato  a te  er comando de ‘sto firmamento,  vista l’acidità de ‘st...
Perché se sei te er capo, allora devi sentì pure le ragioni mie e solo dopo potrai conclude’ se so’ lavativa o so’ lavorat...
Te ciavrai le tue ragioni perché te tocca er giorno e le creature del mondo cianno bisogno de caldo e de tanta luce attorn...
A me m’è toccata la notte che, se sa, è fatta  per lo più pe’ riposa’ e mentre la maggior parte se la dorme, io che devo f...
Ma pe’ tutto questo, diteme un po’, ma non abbasta un lume? Me vie’ er dubbio che ce vò  ‘na luna apposta …  solo pe’ mant...
certe vòrte, giuro,  me sento proprio  che sto’ a fa’ un  mestiere inutile, per questo ‘gni tanto me lancio in un’impresa ...
al posto mio metto un cartello e un lume, poi scendo tra la gente pe’ godé l’effetto  e me diverto da matti, per l’acume d...
Ma aspetta n’attimo, sorella bontempona e lassa p’un momento er posto  pure a me, che pure io devo di’ la mia, sii bòna.
Ma che te pensi, che pe’ me sia mejo? Che ne sai te de quer che passo? Co’ tutto ‘sto bruciore che ciò addosso, che te cre...
Me ce dòle la testa, la mente me s’annebbia e, manco male, la gente caldo, freddo o tiepido,  non la contenti mai e se lam...
E mo’ lasseme dormì perché ciò sonno,  che la giornata mia comincia presto.
Sei scorbutico forte, lo sai, nel dimme questo! Me ne vado un po’ mortificata,  torno su a fa’ luce e,  pe’ prima cosa,  b...
A tutta la gente che se la dorme  e se trova sul più bello auguro la  buona notte e l’allegria d’un sogno pazzerello, in b...
 
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Buonanotte Rimaiola

494

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
494
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Buonanotte Rimaiola

  1. 1. Avanzamento automatico
  2. 2. Ah, che stanchezza … speriamo che dopo ‘na bella dormita almeno me ritorni l’allegrezza!
  3. 4. Beh? Sorella, che fai qui: ho smontato er turno solo da un’ora e non po’ esse’ che devo ricomincià, non è mica ora!
  4. 5. Ma che ora e ora, no, è che so’ scesa a fa’ du’ chiacchiere: eh, sennò non ce s’incontra mai per via dei turni de mestiere!
  5. 6. Ma, famme un po’ vede’ lassù: ma che te sei inventata? Guarda un po’ ‘sta matta, sì che razza de trovata!
  6. 7. E de qua? ‘N ce posso crede’: hai piazzato er lume a posto tuo e te stai stravaccata a sède!
  7. 8. Ma te, così, sovverti l’ordine de tutto er firmamento che non po’ sta’ senza luce manco un momento!
  8. 9. Ma che te frega a te: che, puta caso, mo’ l’hanno assegnato a te er comando de ‘sto firmamento, vista l’acidità de ‘sto commento?
  9. 10. Perché se sei te er capo, allora devi sentì pure le ragioni mie e solo dopo potrai conclude’ se so’ lavativa o so’ lavoratora!
  10. 11. Te ciavrai le tue ragioni perché te tocca er giorno e le creature del mondo cianno bisogno de caldo e de tanta luce attorno … ma mò lassame sola p’un momento che, pe’ ‘na vòrta, lo devo fa’ ben chiaro ‘sto lamento!
  11. 12. A me m’è toccata la notte che, se sa, è fatta per lo più pe’ riposa’ e mentre la maggior parte se la dorme, io che devo fa’? Rimané lassù a fa’ quer po’ de luce: discreta, pe’ concilia’ er sonno e fa’ sogna’ l’innammorati, giusto quer poco che dirada er buio e che riluce.
  12. 13. Ma pe’ tutto questo, diteme un po’, ma non abbasta un lume? Me vie’ er dubbio che ce vò ‘na luna apposta … solo pe’ mantené in piedi quer poco de romanticume!
  13. 14. certe vòrte, giuro, me sento proprio che sto’ a fa’ un mestiere inutile, per questo ‘gni tanto me lancio in un’impresa che po’ sembra’ puerile:
  14. 15. al posto mio metto un cartello e un lume, poi scendo tra la gente pe’ godé l’effetto e me diverto da matti, per l’acume de fa’ a tutti quanti ‘sto scherzetto!
  15. 16. Ma aspetta n’attimo, sorella bontempona e lassa p’un momento er posto pure a me, che pure io devo di’ la mia, sii bòna.
  16. 17. Ma che te pensi, che pe’ me sia mejo? Che ne sai te de quer che passo? Co’ tutto ‘sto bruciore che ciò addosso, che te credi, che non me sconquasso?
  17. 18. Me ce dòle la testa, la mente me s’annebbia e, manco male, la gente caldo, freddo o tiepido, non la contenti mai e se lamenta uguale!
  18. 19. E mo’ lasseme dormì perché ciò sonno, che la giornata mia comincia presto.
  19. 20. Sei scorbutico forte, lo sai, nel dimme questo! Me ne vado un po’ mortificata, torno su a fa’ luce e, pe’ prima cosa, butto via quer lume che proprio non te piace.
  20. 21. A tutta la gente che se la dorme e se trova sul più bello auguro la buona notte e l’allegria d’un sogno pazzerello, in barba alla luna mattacchiona, si, ma pure de quel serioso sole, mi’ fratello! Rime estemporanee alla bòna e illustrazioni: [email_address]
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×