Presentazione ADM 2011

1,857 views

Published on

Presentazione ADM 2011

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,857
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
552
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione ADM 2011

  1. 1. ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell’ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino, diffonde strumenti e metodiche che migliorano l’utilizzo delle potenzialità mentali e comunicative di ogni individuo. La modalità utilizzata nei percorsi formativi rispecchia il sistema del “Learning by doing ”, cioè imparare facendo, garantendo in questo modo la reale acquisizione della conoscenza. Chi Siamo
  2. 2. Il centro studi di ADM monitora attentamente le realtà aziendali e, attraverso un costante aggiornamento e l’acquisizione di nuove e diverse metodiche formative, sviluppa modelli formativi in grado di soddisfare i diversi bisogni aziendali. Occorre pensare all’azienda come ad una struttura complessa di persone capace di trasformare le conoscenze ed esperienze dei singoli in esperienze dell’azienda, di trasformare le esperienze in azione e questa in risultati. Chi Siamo
  3. 3. I progetti formativi ADM prevedono un ancoraggio con la vita reale Sociale/ Professionale/Aziendale. La formazione tradizionale ha come limite strutturale quello di non poter accompagnare il processo completo di apprendimento ma stimola solo l’avvio e alcune volte solo a livello cognitivo. Chi Siamo ADM supporta l’apprendimento attraverso motivazione, partecipazione attiva all’aula, prove esperienziali e successivamente verificando l’apprendimento con coaching e follow up mirati.
  4. 4. ADM way
  5. 5. Filosofia La ADM propone Metodologie e Strategie volte a migliorare la qualità della nostra Vita, ritenendo l’Apprendimento fase fondamentale dell’esistenza di ogni singolo individuo "L'analfabeta del 21° secolo non è chi non sa leggere e scrivere, ma chi non è capace di imparare, disimparare e imparare di nuovo”
  6. 6. Filosofia Miglioriamo le performance dei singoli e supportiamo le Organizzazioni nell’ottenimento dell’eccellenza “Siate un modello di qualità. Certa gente non è abituata ad un ambiente in cui si pretende l’eccellenza”
  7. 7. Filosofia Sviluppiamo in maniera integrata e globale l’aspetto emotivo e razionale degli individui attraverso l’utilizzo di una didattica innovativa, dinamica, di grossa carica motivazionale e soprattutto di facile impiego “Noi non vediamo le cose per come sono, ma le vediamo a seconda di come siamo”
  8. 8. La Metodologia ADM L’efficacia della attività di formazione che ADM propone è fondata su tre elementi distintivi: I progetti formativi vengono infatti sviluppati in base alle necessità emerse dopo aver effettuato un’ analisi dei bisogni, aver mappato lo stato attuale indentificando competenze e comporamenti e aver definito gli obiettivi che si vogliono raggiungere. MAPPATURA STATO ATTALE ANALISI DEI BISOGNI DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI
  9. 9. La Metodologia ADM Nella fase di ideazione, progettazione ed erogazione, ADM si pone dalla parte di chi deve apprendere stimolando e supportando l’apprendimento attraverso motivazione, partecipazione attiva all’aula, prove esperienziali e successivamente verificando l’apprendimento con coaching e follow up mirati. L’esperienza di modelli formativi come l’INDOOR E OUTDOOR, cioè l’utilizzo di Metafore per stimolare l’apprendimento dove l’attività fisica rileva e sviluppa le potenzialità personali e/o del gruppo è per ADM una metodologia particolarmente efficace.
  10. 10. Formazione Indoor
  11. 11. Formazione Outdoor
  12. 12. Il ciclo di Kolb dell’action learning è al centro della metodologia di formazione di ADM. E’ riferendosi a impegni e obiettivi futuri che si creano strategie e tattiche, rivedendo cio’ che è stato fatto, imparando dall’esperienza ed integrandola nel presente e nel futuro. La Metodologia ADM Si scelgono sfide ed obiettivi di lavoro e si approfondisce cosa è stato già fatto e cosa potrebbe essere fatto diversamente e meglio volendo ottenere un risultato superiore. L’azione trasforma le competenze in performance.
  13. 13. Esperienza concreta Concettualizzazione astratta Osservazione riflessiva Sperimentazione attiva Il ciclo di Kolb La Metodologia ADM
  14. 14. La Metodologia ADM, grazie alle moderne Neuroscienze, pone le basi dei suoi progetti formativi sull’importanza dell’emotività per la costruzione della Motivazione all’apprendimento e alla acquisizione fattiva degli strumenti forniti. Non ci puo’ essere conoscenza senza emozione. Possiamo diventare consapevoli di una verità solo quando ne percepiamo il significato Intelligenza Emotiva
  15. 15. Ovviamente quanto detto da Goleman porta alla seguente domanda: “Da cosa è spiegato l’altro 80%?” Goleman ed altri ricercatori hanno risposto che almeno una parte di tale percentuale è spiegata dalla Intelligenza Emotiva. Daniel Goleman, nel suo famoso best-seller del 1995, Emotional Intelligence, afferma che le misure convenzionali relative all’intelligenza – IQ – spiegano solamente il 20% del successo nella vita di una persona. Intelligenza Emotiva
  16. 16. EQ - Intelligenza Emotiva E’ la capacità di comprendere ed utilizzare le informazioni emozionali per scelte importanti e di gestire le nostre emozioni e quelle delle persone attorno a noi. Perché è importante: Una recente ricerca condotta dall’ Istituto per la Performance Organizzativa di Six Seconds mostra che il 54% dei fattori critici di successo sono predetti dai punteggi del test di Intelligenza Emotiva.
  17. 17. EQ - Intelligenza Emotiva Il modello che ADM propone è concepito per aiutare le persone ad allenare la propria intelligenza emotiva. Il suo focus è orientato all’acquisizione di: (cosa sto provando) (quale è il mio obiettivo) DIREZIONE (cosa voglio fare) INTEZIONALITA ’ CONSAPEVOLEZZA
  18. 18. COMUNICAZIONE VENDITA TEAM BUILDING TEAM WORKING LEADERSHIP & COACHING ORGANIZZAZIONE LEARNING Aree di Intervento
  19. 19. Il mondo delle imprese, come del resto la società in genere è sommerso di comunicazioni, di nuove informazioni da selezionare ed acquisire, di diverse competenze da imparare. Possedere una Metodologia che consenta di aggiornarsi riducendo i tempi di apprendimento, incrementando l’efficacia professionale e personale, è il primo passo verso un miglioramento strutturato Memorizzazione efficace Lettura rapida LEARNING Strategie avanzate di apprendimento Learning
  20. 20. La realizzazione personale, sia nella sfera lavorativa che in quella privata, dipende in larga misura dalla capacità di comunicare, la capacità di raggiungere con il nostro messaggio chiunque sia in relazione con noi. L’abilità di comprendere le strutture mentali dei nostri interlocutori ci consente di modulare la nostra comunicazione per essere più efficaci e raggiungere gli obiettivi prefissati Comunicazione efficace Parlare in pubblico Comunicazione strategica COMUNICAZIONE Riunioni e presentazioni ad alto impatto Comunicazione
  21. 21. Le organizzazioni efficienti sono composte da collaboratori che sono in grado di gestire se stessi e sviluppare le proprie abilità. Divenire quindi abili gestori del proprio tempo ed imparare a utilizzare il proprio potenziale risulta essenziale per un sano apporto aziendale. Organizzazione emotiva del tempo Stato mentale vincente e l’auto -motivazione Pianificazione del tempo SELF MANAGEMENT Pensiero sistemico e Problem Solving Self Management
  22. 22. Vendita Nella consapevolezza che non si vende un prodotto qualsiasi ma piuttosto, attraverso di esso la soddisfazione dei nostri bisogni. La capacità quindi di risvegliare e sviluppare i bisogni dell’interlocutore diventa una fase fondamentale nell’arte di Vendere. Ascoltare e di “leggere” il nostro interlocutore La negoziazione avanzata Trattativa e Negoziazione VENDITA Il post vendita I diversi stili di vendita: la vendita strategica
  23. 23. Oggi la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno assunto una importanza prioritaria nel ruolo manageriale. All’interno di una organizzazione il successo di business,sostenibile nel tempo, dipende dal riuscire o meno a far si che ognuno si senta responsabile e partecipe. Il Leader deve sviluppare nuove capacità per guidare le persone attraverso territori diversi, favorire il cambiamento e lo sviluppo delle potenzialità del proprio Team di lavoro. La gestione e lo sviluppo dei collaboratori Team Coaching Competenze, comportamenti, target di miglioramento LEADERSHIP & COACHING Action learning Leadership & Coaching
  24. 24. L’importanza nel mondo aziendale del lavoro in Team è fondata sulla consapevolezza che i risultati che si ottengono in Team sono impossibili da raggiungere da singoli individui. La forza del Team risiede nell’obiettivo comune e condiviso; le organizzazioni aziendali che quindi vogliono raggiungere risultati eccezionali devono consentire ai componenti di lavorare e relazionarsi con gli altri con fiducia e soddisfazione. Team working: la produttività Le squadre ad alto potenziale TEAM BUILDING TEAM WORKING Team Building: coesione e orientamento al risultato Team Building & Team Working
  25. 25. migliorando la mente, miglioriamo la vita
  26. 26. AD Mind S.r.l. I nostri Clienti Scuola SuperioreScuola Superiore delldell’’economia e delle Finanzeeconomia e delle Finanze
  27. 27. AD Mind S.r.l. I nostri Clienti
  28. 28. AD Mind S.r.l. SelecTTrade - Lindt I nostri Clienti
  29. 29. AD Mind S.r.l. Dove abbiamo erogato formazione: Gruppo Ferrari Maserati
  30. 30. AD Mind S.r.l. Gruppo GTS Federazione Italiana Medici Pediatrici Dove abbiamo erogato formazione:
  31. 31. AD Mind S.r.l. contatti: e-mail: Web: Centro studi e progettazione : fax: e-mail AD Mind S.r.l. Via Sistina, 121 00187 Roma +39 06 47818406 info@admind.it www.admind.it +39 06 97651522 +39 06 97651558 centrostudi@admind.it Sede:

×