<ul><li>Dalle comunità di pratiche  </li></ul><ul><li>alle reti sociali, </li></ul><ul><li>e ritorno </li></ul><ul><li>Rom...
Incontrarsi, condividere, apprendere <ul><li>Reti sociali </li></ul><ul><ul><li>un insieme di individui (nodi) che sono co...
Ciclo di vita delle comunità e social networking Etienne Wenger
CoP Formez CONOSCENZA INFORMAZIONE INDIVIDUO RETE Multimedia Linkedin ePractice FaiNotizia Ning
1 – 9 - 90 <ul><li>Autori attivi: sono i maggiori produttori dei contenuti del sito web, partecipano con una frequenza ele...
La rete sociale è passiva <ul><li>YouTube : solo lo 0,16% dei visitatori partecipa alla creazione di contenuti </li></ul><...
6 gradi di separazione <ul><li>Questa teoria prende anche il nome di teoria del mondo piccolo (small world theory) e defin...
150 relazioni sociali <ul><li>Il numero di Dunbar è un valore, approssimato intorno a 150, che definisce il numero massimo...
Credibilità: vince il tradizionale http://www.edelman.co.uk/trustbarometer/files/trust-barometer-2008.pdf
Credibilità: mi fido delle persone come me http://www.edelman.co.uk/trustbarometer/files/trust-barometer-2008.pdf
InnovatoriPA <ul><li>Formez e ForumPA mettono a disposizione un ambiente on line integrato nel quale: </li></ul><ul><ul><l...
<ul><li>http://www.innovatoripa.it </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul><ul><li>www.formez.it </li></ul>Apprendimen...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Rete innovatori PA

1,126
-1

Published on

La rete degli innovatori della pubblica Amministrazione italiana

Published in: Education, Technology
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,126
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Rete innovatori PA

  1. 1. <ul><li>Dalle comunità di pratiche </li></ul><ul><li>alle reti sociali, </li></ul><ul><li>e ritorno </li></ul><ul><li>Roma, 13 maggio 2008 </li></ul>
  2. 2. Incontrarsi, condividere, apprendere <ul><li>Reti sociali </li></ul><ul><ul><li>un insieme di individui (nodi) che sono collegati fra di loro da un qualche tipo di relazione in particolare relazioni primarie </li></ul></ul><ul><ul><li>(Wikipedia, Social Network) </li></ul></ul><ul><li>Comunità di pratiche </li></ul><ul><ul><li>luogo per la condivisione della conoscenza e per l’apprendimento attivo </li></ul></ul><ul><ul><li>luogo di aggregazione e di nascita di relazioni sociali </li></ul></ul><ul><li>Legami deboli </li></ul><ul><li>Identità individuale </li></ul><ul><li>Visibilità personale </li></ul><ul><li>Raggiungibilità </li></ul><ul><li>Affermare la propria conoscenza </li></ul><ul><li>Nuove relazioni </li></ul><ul><li>Impegno leggero, poco tempo </li></ul><ul><li>Bisogni funzionali: è facile basta poco interesse </li></ul><ul><li>Pulsioni aggreganti: narcisismo e competizione </li></ul><ul><li>Legami forti </li></ul><ul><li>Identità di gruppo </li></ul><ul><li>Vedere i propri pari </li></ul><ul><li>Autorevolezza </li></ul><ul><li>Condividere conoscenza </li></ul><ul><li>Approfondire relazioni </li></ul><ul><li>Impegno rilevante, molto tempo </li></ul><ul><li>Bisogni funzionali: è importante mi è utile per altre attività </li></ul><ul><li>Pulsioni aggreganti: curiosità e appartenenza </li></ul>
  3. 3. Ciclo di vita delle comunità e social networking Etienne Wenger
  4. 4. CoP Formez CONOSCENZA INFORMAZIONE INDIVIDUO RETE Multimedia Linkedin ePractice FaiNotizia Ning
  5. 5. 1 – 9 - 90 <ul><li>Autori attivi: sono i maggiori produttori dei contenuti del sito web, partecipano con una frequenza elevata talvolta investendo anche molto tempo </li></ul><ul><li>Autori occasionali: sono persone che oltre a usufruire dei contenuti, hanno talvolta contribuito per integrare o aggiungere qualche informazione o commento. </li></ul><ul><li>Lettori (Lurkers): sono i fruitori passivi, ovvero coloro che utilizzano i contributi del sito senza apportare alcun contributo. Non per forza si tratta di lettori occasionali, potrebbero essere anche frequentatori abituali. </li></ul>
  6. 6. La rete sociale è passiva <ul><li>YouTube : solo lo 0,16% dei visitatori partecipa alla creazione di contenuti </li></ul><ul><li>Wikipedia : il 4,6% degli utenti contribuisce all’enciclopedia collettiva </li></ul><ul><li>Flickr : 0,2% dei visitatori pubblica le proprie foto </li></ul><ul><li>Però il 12% del traffico US è generato da siti WEB2.0 </li></ul>Bill Tancer, Hitwise, WEB2.0 EXPO, http://www.techcentral.ie/corporate_it/Users_failing_Web_2_sites/view
  7. 7. 6 gradi di separazione <ul><li>Questa teoria prende anche il nome di teoria del mondo piccolo (small world theory) e definisce che in media, fra tutte le persone esistenti sul pianeta terra, esistono sei gradi di separazione </li></ul><ul><li>rappresentando ogni persona con un nodo e ogni amicizia con un arco fra due nodi, avremmo che per raggiungere un qualunque punto del grafo dovremmo passare in media attraverso altri sei nodi, prima di giungere a destinazione.. </li></ul><ul><li>per poter sfruttare i sei gradi di separazione inserendo il fattore umano, è necessario rendere il compito in egual misura molto semplice e molto attraente. </li></ul>
  8. 8. 150 relazioni sociali <ul><li>Il numero di Dunbar è un valore, approssimato intorno a 150, che definisce il numero massimo di persone con cui un singolo è in grado di mantenere una attiva relazione sociale </li></ul><ul><li>Dunbar ha stimato che una grossa parte del tempo dovesse essere dedicata alle relazioni sociali (42% circa) </li></ul><ul><li>nell'ambito dei social network il concetto di 'relazione sociale attiva' è cambiato diventando più elastico, abbassando la soglia necessaria a considerare vicino qualcuno </li></ul>
  9. 9. Credibilità: vince il tradizionale http://www.edelman.co.uk/trustbarometer/files/trust-barometer-2008.pdf
  10. 10. Credibilità: mi fido delle persone come me http://www.edelman.co.uk/trustbarometer/files/trust-barometer-2008.pdf
  11. 11. InnovatoriPA <ul><li>Formez e ForumPA mettono a disposizione un ambiente on line integrato nel quale: </li></ul><ul><ul><li>avete un weblog per esprimervi; </li></ul></ul><ul><ul><li>potete presentarvi agli altri innovatori e costruire le vostre relazioni di interesse e professionali; </li></ul></ul><ul><ul><li>gli innovatori più attivi possono formare gruppi e aprire spazi di discussione e di lavoro; </li></ul></ul><ul><ul><li>le reti si mettono in rete; </li></ul></ul><ul><ul><li>la multimedialità, il social tagging e il mashup web2.0 moltiplicano le potenzialità di trasmettere e condividere le conoscenze </li></ul></ul><ul><li>www.innovatoripa.it un sito che </li></ul><ul><ul><li>mette al centro l’individuo, la sua identità professionale e personale, che premia la capacità di fare innovazione nella Pubblica amministrazione e di attivare relazioni nella Rete. </li></ul></ul>
  12. 12. <ul><li>http://www.innovatoripa.it </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul><ul><li>www.formez.it </li></ul>Apprendimento blog cambiamento organizzativo comunicazione Content Management comunità Documentazione eLearning formazione interoperabilità intranet Learning Object Knowledge Management Project Cycle Management progettazione Pubblica Amministrazione Web
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×