A. Volterrani - I tratti distintivi del volontariato. Tra cambiamento, conservazione e coesione sociale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

A. Volterrani - I tratti distintivi del volontariato. Tra cambiamento, conservazione e coesione sociale

on

  • 22,465 views

 

Statistics

Views

Total Views
22,465
Views on SlideShare
22,293
Embed Views
172

Actions

Likes
0
Downloads
18
Comments
0

2 Embeds 172

http://censimentoindustriaeservizi.istat.it 169
http://www.slideee.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    A. Volterrani - I tratti distintivi del volontariato. Tra cambiamento, conservazione e coesione sociale A. Volterrani - I tratti distintivi del volontariato. Tra cambiamento, conservazione e coesione sociale Presentation Transcript

    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata I tratti distintivi del volontariato. Tra cambiamento, conservazione e coesione sociale A cura di Andrea Volterrani
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata una visione riduttiva e riduttivista dei concetti e delle relazioni da indagare mirati a difalcare gli impedimenti sulla materia Galilei G., Dialogo sui massimi sistemi (1632) cioè la loro ineludibile complessità
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata …. Ma a noi gli impedimenti della materia interessano perché rendono vivo e libero il mondo che abitiamo…
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Valore sociale del volontariato Esiste un valore sociale aggiunto e specifico del volontariato? E del terzo settore? Esiste ancora? E’ mai esistito??
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Due concetti da PIERRE BOURDIEU 1) La costruzione sociale del gusto. Il gusto individuale è una costruzione sociale e non è innato o “naturale” 2) Habitus. La condivisione inconsapevole di uno spazio sociale che permette di avere una medesima percezione delle pratiche sociali – comportamenti, gusti, idee, giudizi – tra i componenti di una classe, gruppo, società
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Ricostruire l’habitus del volontariato significa analizzare ed evidenziare tutte quelle dimensioni, quelle pratiche sociali, quei concetti, quegli ambiti che possono far parte dello spazio sociale condiviso delle organizzazioni e, contemporaneamente, porsi il problema della valutazione della potenzialità distintiva, il gusto
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata L’alfabeto della coesione sociale Le ventuno dimensioni 1. Sostenibilità sociale 2. Relazionalità diffusa e capitale sociale linking 3. Democratizzazione e partecipazione 4. Riproduzione di relazioni 5. Co-programmazione e co-progettazione 6. Sinergie con l’azione pubblica 7. Flessibilità 8. Universalità dell’accesso 9. Costruzione e valutazione della qualità sociale 10. Valorizzazione della prossimità 11. Valorizzazione del territorio 12. Organizzazione partecipata 13. Il valore dell’ascolto 14. La comunicazione 15. Formazione ed apprendimento 16. Etica della gratuità 17. L’innovazione 18. La frontiera e il rischio 19. L’immaginazione 20. Lo sviluppo della knowledge work 21. La governance partecipata Volterrani, Tola, Bilotti (2009), Il gusto del volontariato
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Quale gusto del volontariato emerge dal censimento? Il questionario ha poche domande che esplorano alcune delle dimensioni dell’alfabeto della coesione sociale In questi pochi minuti focalizzeremo l’attenzione su: - Mutualità interna ed esterna - Partecipazione - Prossimità - Educazione alla cittadinanza (democrazia?)
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Istituzioni per tipologia di destinatari dei servizi offerti e forma giuridica Legame dentro/fuori (Mutualità interna ed esterna) Una prima novità è la presenza di una forte mutualità interna inedita per il volontariato Una seconda novità è la scarsità di attività svolte solo ad altri non soci
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Istituzioni per classi di percentuali di partecipanti all'ultima assemblea per l'elezione del Presidente sul totale degli aventi diritto e anno di costituzione Partecipazione 1 Organizzazioni più recenti sono anche quelle più partecipate
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Partecipazione 2 … sono più partecipati i comitati e le cooperative sociali Buona partecipazione nel volontariato anche se…. 1%-25% 26%-50% 51%-75% 76%-100% Totale Associazione riconosciuta 19,9 16,4 23,0 40,6 100,0 Associazione non riconosciuta 17,5 14,6 22,1 45,8 100,0 Comitato 13,4 13,0 21,4 52,2 100,0 Cooperativa sociale 8,1 10,4 19,6 62,0 100,0 Ente ecclesiastico 14,8 15,4 23,2 46,6 100,0 Fondazione 7,8 8,0 15,5 68,7 100,0 Società di mutuo soccorso 30,1 25,8 26,9 17,2 100,0 Altro 18,1 15,5 21,5 44,9 100,0 Totale 17,6 14,8 22,2 45,4 100,0 Forma giuridica Classi di percentuali Istituzioni per classi di percentuali di partecipanti all'ultima assemblea per l'elezione del Presidente sul totale degli aventi diritto e forma giuridica
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Istituzioni non profit per strumenti di comunicazione e per classi di percentuali di partecipanti all'ultima assemblea per l'elezione del Presidente sul totale degli aventi Comunicazione partecipata Crescita uso strumenti web 2.0 (ma non sappiamo quale uso ne viene fatto…) 17.0 19.2 22.8 20.8 19.0 19.1 18.6 17.5 18.9 23.5 15.8 14.4 16.9 16.2 20.7 14.2 15.7 13.5 13.6 15.3 17.5 13.5 21.4 23.3 19.3 24.8 21.1 22.3 21.0 21.5 21.6 21.4 20.7 43.9 38.0 34.8 29.4 43.7 39.6 45.5 46.3 41.1 34.4 42.0 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% TOTALE Altro Prodotti editoriali e multimediali Bilancio di missione Pubblicità Comunicati e brochure informative Social network Blog, forum, chat Sito internet Newsletter periodica Guide e carte dei servizi 1%-25% 26%-50% 51%-75% 76%-100% Tra le organizzazioni che usano gli strumenti del web 2.0 sono numerose quelle molto partecipate
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Istituzioni non profit per adesione a forme aggregative e ambito territoriale Prossimità territoriale … meno con i coordinamenti tematici … nei collegamenti con i cosiddetti secondi livelli… La prossimità territoriale è evidente….
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Educazione alla cittadinanza (volontari e cittadini) 1 Sono stati selezionati alcuni item fra tutti i servizi elencati nel quesito del questionario: - Campagne di informazione e sensibilizzazione - Promozione di interventi e di proposte per nuove politiche pubbliche - Organizzazione di manifestazioni civiche e politiche - Corsi di educazione civica - Corsi di formazione per i volontari
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Questi item rappresentano servizi che non sono collegati direttamente alle attività e alle prestazioni del volontariato e del terzo settore Sono aspetti che tendono all’educazione dei cittadini (e dei volontari in primo luogo) Educazione alla cittadinanza (volontari e cittadini) 2
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Istituzioni non profit per servizi e strumenti di comunicazione Educazione alla cittadinanza (volontari e cittadini) 3 I dati sono troppo frammentati ma è interessante la crescita nell’uso di alcuni strumenti di comunicazione in relazione ad alcuni servizi offerti dal volontariato
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Per concludere… Abbiamo trovato il valore sociale aggiunto e il gusto del volontariato? Alcuni indizi e alcune tracce da seguire, alcuni tratti distintivi da approfondire su un universo composito e articolato come quello del volontariato e del terzo settore
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata Ringraziamenti Un ringraziamento particolare alla dottoressa Stefania Della Queva precaria, purtroppo, dell’Istat per l’attenzione e la cura che mi ha dato nell’elaborazione dei dati per la stesura di questa relazione e alla dottoressa Sabrina Stoppiello per il grande lavoro di coordinamento svolto.
    • Andrea Volterrani Università di Roma Tor Vergata “Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, ricordo, narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto ‘non c’è altro da vedere’, sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si era visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturato, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito” J. Saramago, Viaggio in Portogallo