T. Vassalli di Dachenhausen - Il programma della trasparenza 2012 in Istat: risultati e prospettive di sviluppo

38,303 views
38,209 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
38,303
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

T. Vassalli di Dachenhausen - Il programma della trasparenza 2012 in Istat: risultati e prospettive di sviluppo

  1. 1. Il programma della trasparenza 2012 inIstat: risultati e prospettive di sviluppoTalitha Vassalli di Dachenhausen | Istat
  2. 2. Definizione giuridica di trasparenza ACCESSIBILITA’ TOTALE: “delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei princìpi di buon andamento e imparzialità”. Nuova definizione dalla bozza del Codice della trasparenza approvata in via definitiva il 15 febbraio: “accessibilità totale delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle PA, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”.
  3. 3. Trasparenza e Istat La nozione giuridica di trasparenza è del 2009, ma è dal 1989 che l’Istat orienta l’attività di produzione statistica verso l’accessibilità totale. La produzione statistica ufficiale è qualificata dall’art.10 d. lgs. 322/89 come “patrimonio della collettività” e i dati elaborati nell’ambito del PSN “vengono distribuiti per fini di studio e di ricerca”. Attualmente questo meccanismo rientra nella definizione degli “open data”, informazioni direttamente accessibili e riutilizzabili da terzi con strumenti informatici
  4. 4. Programma per la trasparenza ed Istat Per l’Istat la predisposizione del programma è stata l’occasione di rendere visibile una parte importante dell’attività istituzionale, quella giuridica, organizzativa ed amministrativa. Uno dei risultati perseguiti dal Programma è dare una visione d’insieme dell’Ente, con la pubblicazione sul sito web istituzionale dell’organigramma, dei curricula e dei compensi dei componenti degli organi di indirizzo politico amministrativo e dei dirigenti, degli atti organizzativi, tanto per citare alcuni dei dati indicati sul Programma e pubblicati sulla sezione trasparenza
  5. 5. Dati organizzativi
  6. 6. Il Programma come strumento di attuazione della trasparenzaLa legge prevede numerosi obblighi di pubblicazione da parte dellepubbliche amministrazioni relativi ad informazioni e documenti, tra cuiil Programma per la trasparenza. In particolare il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità èformato sentite le associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionaledei Consumatori e degli utenti, aggiornato annualmente e “indica leiniziative previste per garantire: a) un adeguato livello di trasparenza, anche sulla base delle lineeguida della Civit, b) la legalità e lo sviluppo dell’integrità”
  7. 7. Informazioni da pubblicare per legge Per meglio prendere contatto, anche visivo, con l’ambito impositivo della legge da cui il Programma prende le mosse, si espone la sintesi operata da alcune linee guida della Civit, ora Autorità anticorruzione, relativamente alle svariate categorie di dati da pubblicare per legge
  8. 8. Informazioni da pubblicare per legge
  9. 9. Informazioni da pubblicare per legge
  10. 10. Informazioni da pubblicare per legge
  11. 11. Dati obbligatori pubblicati sulla sezione trasparenza del sito web
  12. 12. Genesi del Programma per la trasparenza A proposito di dati, i contenuti del Programma sono stati predisposti da un apposito gruppo di lavoro grazie agli elementi forniti dalle strutture interne, i Dipartimenti tecnici di produzione e le Direzioni amministrative, seguendo l’articolazione indicata dalla Civit in apposite linee guida. Una delle parti più corpose del Programma riguarda proprio i dati da indicare:• sul livello di soddisfazione dei cittadini per i servizi resi,• sulla gestione e l’uso delle risorse, ovvero i costi del personale per aree tematiche e per struttura dirigenziale generale,• sulle statistiche di genere,• sui dati pubblicati sulla sezione trasparenza
  13. 13. Quantità di accessi alla sezione trasparenza del sito webAccessi alle pagine della trasparenza valutazione e merito nel mese di dicembre 2012 Accessihttp://www.istat.it/it/trasparenza-valutazione-e-merito Trasparenza valutazione e merito 1.549http://www.istat.it/it 1. Programma triennale per la trasparenza e lintegrità e relativo/archivio/32418 stato di attuazione 179http://www.istat.it/it 2. Sistema di misurazione e di valutazione della performance,/archivio/39591 Piano e Relazione sulla performance 162http://www.istat.it/it 3. Dati che si ritengono utili a soddisfare le esigenze informative e/archivio/68206 di trasparenza degli stakeholder 52/it/archivio/32943 4. Dati informativi sullorganizzazione e i procedimenti 140/it/archivio/35133 5. Dati relativi al personale 422/it/archivio/32090 6. Dati relativi a incarichi e consulenze 202/it/archivio/64894 7. Dati sui servizi erogati 77/it/archivio/35008 8. Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici 71/it/archivio/32646 9. Dati sulla gestione dei pagamenti 119/it/archivio/32635 10. Dati relativi alle buone prassi 34 11. Sovvenzioni, contributi, crediti, sussidi e benefici di natura/it/archivio/34952 economica 43/it/bandi-di-gara 12. Dati sul "public procurement" 3.293 Trasparenza 6.492
  14. 14. Risultati in termini di utilità dei contenuti delle pagine della sezione dellatrasparenza
  15. 15. Iniziative per la trasparenza In Istat il programma è stato interpretato come uno strumento di attuazione sostanziale della normativa, piu’ che di adempimento formale di quelli che rimangono comunque come numerosi obblighi di pubblicazione imposti dalla normativa. Si è sottolineata l’importanza di iniziative che tramite la trasparenza favoriscono la cultura dell’integrità, come l’iniziativa intrapresa dalla Scuola superiore di statistica e di analisi sociali ed economiche, che ha predisposto con la Direzione generale un disciplinare per il conferimento di incarichi di docenza a dipendenti Istat per la formazione interna del personale
  16. 16. Trasparenza e “open data” Il programma per la trasparenza è uno strumento di accessibilità totale cherinvia ad altri dati accessibili agli utenti interessati, gli “open data”, giàrichiamati prima. Il legame contenuto nel Programma si rinviene nelle informazioni circa ladimensione della qualità dei servizi erogati, che collega il programma alSistema informativo sulla qualità delle indagini (SIQual), a sua voltacollegato al data warehouse dell’Istat: I.StatE’ importante sapere che vi sono iniziative pubbliche di condivisione dei datisul Web (“Open Government Data”) nate allo scopo di aumentare i livelli ditrasparenza, efficienza e responsabilizzazione delle pubblicheamministrazioni, in cui l’Istat è considerato uno dei fornitori dei Cataloghinazionali dei dati, con il Ministero Salute, il CNR, la Funzione Pubblica.
  17. 17. Data warehouse dell’Istat
  18. 18. La trasparenza per l’Autorità Statistica inglese E’ interessante il confronto con la normativa di altri sistemi nazionali che vantano un alto tasso di democrazia partecipativa, come quello inglese, che si è dotato di un Freedom of Information Act dal 2000 o ancora prima con quello statunitense - E.Gov. Act 2002, No Fear Act 2002, The Plain Writing Act del 2010, Freedom of Information Act (FOIA) 1966, - con un’interpretazione dell’accessibilità per l’utenza molto vicina alla nostra e nel senso di un “right to know” e non sul “need to know”.
  19. 19. Trasparenza per il governo inglese
  20. 20. La trasparenza per l’Autorità statistica inglese
  21. 21. Estratto dalla Relazione annuale dell’autorità statistica inglese » 1.10 ENGAGEMENT AND TRANSPARENCY » …. “The Authority operates transparently and openly. It publishes the minutes and papers of its meetings on its website, correspondence regarding issues of public concern and information about other aspects of its work. During the year, the Authority made various developments to its website, www.statisticsauthority.gov.uk, designed to further enhance the user experience. The Secretariat welcomes feedback on the Authority’s website. During the year the Authority has continued to maintain an issues log which is routinely updated and published on the Authority website. The issues log lists those issues raised with the Authority. It is an important mechanism by which the Authority decides on how to respond to issues of public concern and determine its forward work programme for Monitoring and Assessment. The Authority’s has a central email enquiry point, authority.enquiries@statistics.gov.uk. Enquiry handling is managed by the Secretariat. There is also a central telephone enquiry line 0845 604 1857”
  22. 22. Trasparenza per l’autorità di statistica americana• http://www.census.gov/aboutus/scientific_i ntegrity.html
  23. 23. Trasparenza per l’autorità di statistica americana• http://www.census.gov/aboutus/budget.html
  24. 24. Prospettive di sviluppoLa trasparenza è di complessa attuazione. La legge le attribuisce la funzione di favorire forme diffuse di controllo delrispetto dei princìpi di buon andamento e imparzialità. Il controllo può attuarsi in relazione a quei dati fruibili e comprensibili perl’utente, mentre attualmente si assiste ad un diluvio di dati, quasi sempretecnici e che richiedono specifiche competenze. Molto ci si attende dalla bozza del testo unico di riordino degli obblighi inmateria, attuativo del dettato della legge anti corruzione del 2012, al fine disemplificare e ridurre le numerose categorie di dati e finalizzare lapubblicazione dei dati effettivamente rilevanti per l’utente.In particolare per il programma per la trasparenza Istat assumerà particolareimportanza la condivisione dei contenuti con gli stakeholder di riferimento,interni ed esterni, per rendere il Programma maggiormente fruibile ai varisoggetti interessati.
  25. 25. Schema di d. lgs. recante riordino della disciplina sugli obblighi di pubblicità, trasparenza.Art.5“Accesso civico1. Lobbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati, comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione .2. La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al responsabile della trasparenza dellamministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al comma 1 che si pronuncia sulla stessa”.
  26. 26. In Breve L’evoluzione della normativa in materia di trasparenza porta a considerarla soprattutto come strumento di prevenzione della corruzione: i prossimi Programmi per la trasparenza dovranno essere predisposti in stretto collegamento con i Piani anti corruzione degli stessi Enti pubblici. Anche in questo caso è utile un confronto internazionale, utilizzando l’Indice della corruzione percepita nel settore pubblico elaborato dall’associazione Transparency Int.nal, per comprendere l’impatto di una normativa sulla trasparenza in altri Paesi.
  27. 27. Classifica internazionale sulla corruzione percepita nel 2012
  28. 28. Posizione dell’Italia

×