R. Colotti - I censimenti economici 2011

26,856
-1

Published on

L’intervento presenta in pochi punti essenziali cosa sono stati i Censimenti economici 2011, contestualizzati nel Veneto

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
26,856
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

R. Colotti - I censimenti economici 2011

  1. 1. Censimento dell’industria e dei servizi 2011 I CENSIMENTI ECONOMICI 2011 ROBERTO COLOTTI ISTAT Ufficio territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, Sede del Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  2. 2. Il contesto Il censimento dell’industria e dei servizi ha come obiettivo storico la raccolta delle informazioni sulle principali caratteristiche strutturali del sistema economico dell’industria e dei servizi Il CIS 2011 copre tutti i settori di offerta di beni e servizi (meno agricoltura, già rilevato nel 2010) Si tratta di un’operazione di snodo tra passato e futuro: • • • • Continuità informativa con il passato Innovazioni di metodo e di processo Ampliamento del campo informativo Base per un futuro censuario diverso: i censimenti permanenti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  3. 3. Le rilevazioni censuarie RILEVAZIONE SULLE IMPRESE Il 9° Censimento generale dell’industria e dei servizi 2011 RILEVAZIONE SULLE ISTITUZIONI NON PROFIT RILEVAZIONE SULLE ISTITUZIONI PUBBLICHE VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  4. 4. Le definizioni: impresa Unità giuridico-economica che produce beni e servizi destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, ha facoltà di distribuire i profitti realizzati ai soggetti proprietari, siano essi privati o pubblici. Rispetto alla forma giuridica, sono comprese, anche se costituite in forma artigiana: le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le società cooperative (ad esclusione delle cooperative sociali), i consorzi di diritto privato, gli enti pubblici economici, le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi. Sono considerate imprese anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  5. 5. Le definizioni: istituzione non profit Unità giuridico - economica dotata o meno di personalità giuridica, di natura privata, che produce beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non ha facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che la hanno istituita o ai soci. Associazioni (riconosciute e non) Comitati Fondazioni Cooperative sociali Enti ecclesiastici Società di mutuo soccorso Istituzioni sanitarie Istituzioni educative Riferimenti internazionali: System of National Accounts – SNA1993 e SNA2008 Handbook on Non-profit Institutions (United Nations, 2003) VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  6. 6. Le definizioni: istituzione pubblica Unità giuridico-economica la cui funzione principale è quella di produrre beni e servizi non destinabili alla vendita e/o ridistribuire il reddito e la ricchezza e le cui risorse principali sono costituite da prelevamenti obbligatori effettuati presso le famiglie, le imprese e le istituzioni non profit o da trasferimenti a fondo perduto ricevuti da altre istituzioni dell’amministrazione pubblica. due requisiti fondamentali: • autonomia decisionale e/o contabile/finanziaria «centro elementare di decisione economica, caratterizzato da uniformità di comportamento, da autonomia decisionale nell’esercizio della propria funzione principale e da una contabilità completa (o con la possibilità, dal punto di vista economico o giuridico, di compilare una contabilità completa qualora gliene sia fatta richiesta)» Reg. CE n.177/2008 sui registri statistici • natura giuridica e finalità pubbliche VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  7. 7. Il campo di osservazione Enti lirici, Federazioni sportive, IPAB depubblicizzate, Fondazioni, associazioni… Società di capitali, di persone, Consorzi, … Istituzioni pubbliche Imprese Istituzioni non profit Cooperative sociali, Imprese sociali VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  8. 8. Le innovazioni Utilizzo di fonti amministrative Rilevazione basata su liste precensuarie Rete di rilevazione organizzata nel territorio in modo flessibile e con diversificazione di ruoli e funzioni Acquisizione delle risposte mediante più canali Nuove tematiche per ognuno dei campi d’indagine Governo dei processi guidato da sistemi informativi Sistema di registrazione e revisione a sostegno della qualità VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  9. 9. Le liste precensuarie Ogni rilevazione ha utilizzato una propria lista precensuaria, costruita e consolidata da molteplici fonti. Problemi legati a queste liste In generale problematiche di sovrapposizione dei campi d’osservazione Imprese Situazioni congiunturali (crisi) Istituzioni non profit Estrema frammentarietà, mobilità e “informalità”, spesso risolta dagli UPC utilizzando ulteriori archivi locali o informazioni più aggiornate Istituzioni pubbliche Carenza di informazioni di base complete VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  10. 10. Le rilevazioni censuarie: le imprese Dati strutturali: “censimento virtuale” basato su sistema di registri statistici (ASIA) RILEVAZIONE SULLE IMPRESE RILEVAZIONE MULTISCOPO SULLE IMPRESE Novità VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  11. 11. Indagine Multiscopo sulle imprese Indagine campionaria per piccole e medie dimensioni (meno di 20 addetti), censuaria sulle altre Solo informazioni qualitative a coprire fenomeni finora poco rilevati dalle indagini correnti dell’Istat Aree tematiche Imprenditorialità, controllo e governance Capitale umano Rete di relazioni Collocamento nel mercato Innovazione Finanza Internazionalizzazione VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  12. 12. Le rilevazioni censuarie: le Istituzioni non profit Lista precensuaria Archivi amministrativi settoriali Modello Enti associativi, Enti beneficiari del 5 per mille, Anagrafe ONLUS, Registro CONI, ONG, Registri e/o albi regionali, Scuole non statali e Fondi pensione Archivi amministrativi di soggetti giuridici Anagrafe tributaria, Registro imprese, INPS, Modello 770 Archivi statistici ASIA, Censimenti 1999 e 2001, rilevazioni Istat sulle Organizzazioni di volontariato, sulle Fondazioni, sulle Cooperative sociali, sui Musei e istituzioni culturali I risultati Informazioni dettagliate sul settore: dalle dimensioni economiche e sociali alle caratteristiche organizzative, dalle reti di relazioni alle risorse umane, dagli strumenti di comunicazione alle modalità di raccolta fondi adottate. Impianto del Registro Statistico delle Istituzioni non profit VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  13. 13. Le rilevazioni censuarie: le Istituzioni pubbliche Lista precensuaria predisposta sulla base di archivi amministrativi e fonti statistiche specifiche dei settori di pertinenza Obiettivo: costruzione di un preciso quadro informativo statistico sulle peculiarità strutturali e organizzative del settore pubblico in Italia e sui processi di modernizzazione della pubblica amministrazione, con una particolare attenzione al dettaglio territoriale Obiettivo: costruzione dell’elenco delle unità locali, quale completamento del Registro statistico delle Istituzioni pubbliche e delle loro Unità Locali VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  14. 14. L’organizzazione e i numeri Livello nazionale 260.110 imprese 474.765 Ist. non Profit 12.949 Ist. Pubbliche Livello regionale 952 Istituzioni Pubbliche Esecuzione delle operazioni censuarie e coordinamento con 246 operatori Livello provinciale 25.954 imprese 40.568 Ist. non Profit VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  15. 15. Meccanismi differenziati ISTITUZIONI NON PROFIT e IMPRESE (con meno di 10 addetti): consegna dei plichi di rilevazione alle unità delle liste precensuarie restituzione on line o su carta a UPC o Poste Italiane recupero sul campo delle mancate risposte IMPRESE (con almeno 10 addetti): invio lettera di invito alla compilazione alle unità delle liste precensuarie restituzione solo on line recupero sul campo delle mancate risposte ISTITUZIONI PUBBLICHE nessun rilevatore: rilevazione effettuata direttamente da Istat creazione di un rapporto diretto Istat – ente restituzione solo on-line due fasi distinte: 1. aggiornamento elenco delle Unità Locali 2. informazioni sulle Unità Locali individuate nella fase 1 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  16. 16. Unità nelle liste precensuarie e unità rilevate – Italia e Veneto Imprese (*) Lista precensuaria Unità rilevate attive Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Totale 260.110 12.949 474.765 747.824 Veneto 25.954 952 40.568 67.474 Italia 234.014 12.183 301.191 547.388 Veneto 25.119 889 28.898 54.906 Italia (*) Dati riferiti alla rilevazione Multiscopo. In totale il CIS ha rilevato 4.425.950 imprese in Italia, di cui 403.169 nel Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  17. 17. Restituzione dei questionari censuari per canale e rilevazione nel Veneto - Valori percentuali 0% Imprese (a) 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% 80,5 (78,8 Italia) 100 Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit 59,7 (58,9 Italia) Web Cartaceo (a) Di cui il 100% web per le imprese con almeno 10 addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  18. 18. Grazie per l’attenzione ROBERTO COLOTTI ISTAT Ufficio territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, sede del Veneto colotti@istat.it VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×