A.Mancini, F. Crescenzi - Le prospettive del censimento permanente e le prossime sperimentazioni
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
25,412
On Slideshare
25,357
From Embeds
55
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
24
Comments
0
Likes
0

Embeds 55

http://www.istat.it 53
http://www4-dev.istat.it 2

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Il totale degli irreperibili nei comuni con almeno un APR4 si riduce di meno di 3.000 unità rendendo non necessario il calcolo dell’ulteriore percentuale.
    Il calcolo con riferimento all’anagrafe consolare è incluso nei cambi di residenza (APR4) pertanto non si è ritenuto opportuno includerlo
    ….
    Per afvore verificate se non sia logico/possibile mettere tra gli irreperibili in meno anche i deceduti e gli iscritti in anagrafe consolare
  • Per simultaneità si intende la capacità dell’ANPR di rappresentare, in ciascun istante di tempo, l’informazione aggiornata sulle persone residenti in ciascun comune Italiano e sugli italiani residenti all’Estero. Solo se ANPR godrà di questa proprietà sarà possibile ad esempio estrarre la lista anagrafica delle persone residenti riferita a una certa data. Per garantire la simultaneità è necessario che: a) l’impianto iniziale di ANPR contenga tutte le persone residenti sul territorio italiano e tutti gli italiani residenti all’estero, senza duplicazioni; b) il sistema sia storicizzato, cioè tenga memoria datata delle iscrizioni, delle cancellazioni e delle mutazioni intervenute sulle informazioni individuali.
  • For outputs areas of size over 100.000 inhabitants, estimates will be available at the end of each survey year. Instead, a larger sample pooled across different years is necessary in order to obtain more detailed territorial estimates: outputs areas ranging from 35.000 to 100.000 inhabitants will be available with a lag of one year by pooling the sample of three consecutive years (first release in 2018 referred to 2017); outputs areas ranging from 35.000 to 5.000 inhabitants will be available with a lag of 2 years by pooling the sample of five consecutive years. Municipalities (LAU2) under 5.000 inhabitants will be merged to form output areas of contiguous municipalities over 5.000 inhabitants
  • The test will be based on:
    Prior knowledge assessed from data of administrative sources
    Field survey on a five year sample rolling scheme
    And based on the likelihood ratio obtained assuming the two alternatives
  • Bisogna decidere tra due ipotesi di comportamento e regole nei casi in cui la stima campionaria diretta dell’errore di misura della LAC/ANPR sia superiore a predeterminata soglia:
    Ipotesi 1.1 la popolazione legale resta quella del 2011 fino a miglioramento della qualità dell’anagrafe
    Ipotesi 1.2 la popolazione legale = popolazione anagrafica
    In entrambe le ipotesi negli anni successivi alla C sample il Comune effettua interventi di revisione dell’anagrafe dei propri residenti: ruolo di SIM e censimento totale

Transcript

  • 1. 33° Convegno Nazionale ANUSCA Abano Terme, 27 novembre 2013 I servizi demografici: il futuro è già iniziato Le prospettive del censimento permanente e le prossime sperimentazioni Andrea Mancini, Direttore Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici – Istat Fabio Crescenzi, Responsabile del Servizio Metodologie, tecnologie e organizzazione - Istat
  • 2. Perché superare il censimento decennale? • Costi elevati (590 Ml euro), concentrati nel tempo e non recuperabili dieci anni dopo • Impegno organizzativo estremo per le amministrazioni pubbliche e in particolare per i comuni • L’informazione statistica territoriale è prodotta in un momento raro nel tempo (una volta ogni 10 anni) …… • ……… e diviene subito obsoleta • Il D.L. 179 del 18 ottobre 2012 introduce la possibilità che l’Istat adotti metodi per un
  • 3. Perché puntare sul censimento permanente • Offrire al Paese ogni anno dati territoriali rilevanti per la programmazione regionale e locale e per la valutazione ex ante ed ex post delle politiche pubbliche • Risparmiare ogni anno circa il 40% di un decimo dello stanziamento del censimento 2011 • Rafforzare le strutture del SISTAN in modo duraturo
  • 4. I vincoli del censimento permanente • Corrispondere a quanto stabilito dalle raccomandazioni internazionali e dal regolamento europeo • Mantenere le caratteristiche di universalità , simultaneità, periodicità predefinita,delle informazioni raccolte e dei dati prodotti dal censimento • Produrre dati disaggregati e riferiti ad aree di piccole dimensioni (comunali e subcomunali)
  • 5. I pilastri del censimento permanente 1. Uso sistematico delle fonti anagrafiche (LAC/ANPR) come base del conteggio di individui e famiglie a livello comunale 2. Sistema Integrato di Microdati (SIM) su individui, famiglie e unità economiche ad oggi realizzato da Istat con integrazione concettuale e fisica dei microdati acquisiti da 58 fonti amministrative centrali 3. Rilevazione campionaria (D – Sample) per il completamento del set informativo censuario 4. Rilevazione campionaria areale (C - Sample) per il controllo di LAC/ANPR (sovra e sotto copertura dei residenti, composizione delle famiglie, abitaz. non occupate ) Il censimento permanente italiano sarà « a combination of registerbased and sample surveys» (Reg. (CE) n°763/2008
  • 6. Pilastri 1 e 2: Uso sistematico delle fonti anagrafiche • LAC o ANPR per il conteggio di popolazione e l’acquisizione di variabili anagrafiche individuali e familiari • Sistema Integrato di Microdati (SIM) per il controllo della qualità di LAC /ANPR e del conteggio di popolazione • SIM per sostituire variabili di interesse tradizionalmente poste nei questionari del censimento
  • 7. La qualità delle LAC è aumentata I comuni hanno potuto usufruire della Reportistica sulla qualità dei dati disponibile sia a livello comunale che individuale nel corso della Rilevazione sperimentale del 2010 e per la Rilevazione LAC2013
  • 8. Le differenze tra LAC e Censimento al 2011 2,4 milioni di persone irreperibili al censimento 2011 = Persone presenti nelle LAC e non trovate nel comune alla data di riferimento … nonostante tre tentativi di contatto da parte dei rilevatori 0,7 milioni di persone trovate al censimento 2011 = Persone censite nel comune come in esso abitualmente dimoranti alla data di riferimento, ma non iscritte nella LAC dello stesso
  • 9. Numero di comuni secondo la quot a % di iscritti in LAC e irreperibili al censimento Ripartizione x classe demografica Nord Ovest Nord Est Centro Sud Isole Totale fino a 5.000 da 5 a 50.000 oltre 50.000 Quota % di irreperibilità al censimento fino a 1% tra 1 e 3% tra 3 e 5% 731 321 87 467 300 1.906 1.659 237 10 1.728 959 516 829 321 4.353 3.018 1.311 24 453 171 242 335 96 1.297 734 505 58 oltre 5% 147 29 151 159 50 536 291 196 49 Il 29,5 % degli irreperibili è concentrato in 10 comuni% degli irreperibili è concentrato in 20 Il 35,5 comuni Totale 3.059 1.480 996 1.790 767 8.092 5.702 2.249 141
  • 10. Stato della revisione post-censuaria delle anagrafi Irreperibili (revisionati 1.630.386 - 68,4%) Valore assoluto Percentuale sui revisionati Irreperibilità confermata 897.432 55,0% Residenza confermata 650.599 39,9% 82.355 5,1% Errore di lista Censiti non iscritti (revisionati 500.976, 72,0%) Valore assoluto Iscritti in anagrafe Non iscritti in anagrafe Errore di lista (Dati aggiornati al 22/11/2013) Percentuale sui revisionati 305.331 60,9% 89.319 17,8% 106.326 21,2%
  • 11. ANPR: migliorerà la qualità dei dati • ANPR, se opportunamente implementata, eliminerà: – Le doppie iscrizioni in anagrafe – Le mancate cancellazioni per decesso e per espatrio – I disallineamenti dovuti alle pratiche di cambio di residenza • Se ci fosse stata ANPR, al censimento 2011 si sarebbe contato, a livello nazionale, almeno il 22,8% di irreperibili in meno dovuti ai cambi di residenza (APR4) • Considerando i deceduti prima del censimento, si arriverebbe al 24% di irreperibili in meno
  • 12. ANPR: migliorerà la qualità statistica del registro di popolazione residente se….. …… se rispetterà alcune condizioni: •la prima alimentazione fatta con le anagrafi comunali revisionate con SIREA •la simultaneità del riferimento temporale dei dati contenuti •la continuità di alimentazione •la cura della qualità intrinseca dei dati •la qualità dell’informazione contenuta nel complesso del sistema.
  • 13. Pilastro 3: la D Sample (1) Tecnica di rilevazione • Rilevazione annuale su campioni di famiglie estratte da LAC/ANPR riferita al 1 gennaio di ciascun anno a partire dal 2016 • I comuni saranno organi intermedi di rilevazione • La rilevazione sul campo durerà 3 mesi max. (da aprile a giugno) • La tecnica sarà paperless: lettera informativa alle famiglie campionate; compilazione e restituzione Long Form via Internet, ai CCR o ai rilevatori comunali per mancate risposte • Le stime campionarie saranno diffuse da Istat entro dicembre dello stesso anno a t + 12 mesi dalla data di riferimento
  • 14. Pilastro 3: la D Sample (2) Domini territoriali minimi di campionamento: •I comuni con meno di 5000 ab. saranno uniti in agglomerati di almeno 5000 ab. , sondati ogni anno in un campione di famiglie in LAC/ANPR •Ciascun comune tra 5000 e 20000 ab. sarà sondato ogni anno in un campione di famiglie in LAC/ANPR •Ciascuna area di censimento in comuni con almeno 20000 ab. sarà sondata ogni anno in un campione di famiglie in LAC/ANPR Metodo statistico: •Stima di medie di periodo mediante accumulo di campione su uno o tre o cinque anni
  • 15. Pilastro 3: la D sample (3) Dimensione dell’Area di Output (ab.) Numero di anni Intervallo di stima Anno centrale >100.000 1 t t 35.000-100.000 3 <35.000 5 t, (t-1), (t-2) t, (t-1), (t-2), (t-3), (t-4) (t-1) (t-2)
  • 16. Pilastro 3: la D sample (4)
  • 17. Pilastro 4: la C Sample (1) Tecnica di rilevazione • Rilevazione annuale su campioni areali (sezioni di cens./n°civici estratti da Basi territoriali a partire dal 2016 • La rilevazione sul campo durerà 4 mesi max. (da febbraio a maggio) • La tecnica sarà simile a quella del censimento porta a porta nella aree campionate con restituzione via Internet o con intervista CAPI per la compilazione della Short Form • I risultati saranno diffusi da Istat entro dicembre dello stesso anno a t + 12 mesi dalla data di riferimento (1 gennaio di ciascun anno)
  • 18. Pilastro 4: la C Sample (2) Domini territoriali minimi di campionamento • Comuni con meno di 5000 abit anti sar anno uniti in agglomer ati di almeno 5.000 ab. (come per D Sample) sondati una volt a dur ante un quinquennio in un campione del lor o territorio con pr oduzione annuale di stime comunali dirette nell’anno del sondaggio e indirette negli altri anni • Comuni tr a 5 e 50 mila abit anti sondati tutti, a r ot azione, una volt a durante un quinquennio in un campione del lor o territorio con pr oduzione annuale di stime dirette per i comuni campione e indirette per gli altri • Comuni con almeno 50 mila abit anti sondati tutti gli anni in un campione del lor o territorio con pr oduzione annuale di stime dirette
  • 19. Pilastro 4: la C Sample (3) Metodo statistico: La rilevazione serve a controllare la copertura dei dati anagrafici a livello comunale e sub-comunale Quindi deve utilizzare il metodo cattura-ricattura – I cattura: anagrafe – II cattura: campione areale di sezioni/n. civici – Ritorno sul campo dopo il linkage tra le due fonti per la stima della sovra-copertura della LAC E’ essenziale che la rilevazione sia indipendente da LAC/ANPR e da qualsiasi altra lista di famiglie o individui
  • 20. Pilastro 4: la C Sample (4) I dati raccolti servono a fare un test statistico per controllare il grado di copertura del conteggio di popolazione basato sull’anagrafe dei residenti No! L’ipotesi No! L’ipotesi nulla èè nulla rigettata rigettata IlIlconteggio da conteggio da LAC(j)/ANPR(j) èè LAC(j)/ANPR(j) la “vera” la “vera” popolazione popolazione abitualmente abitualmente dimorante nel dimorante nel Comune j? Comune j? Si! L’ipotesi Si! L’ipotesi nulla èè nulla accettata accettata
  • 21. Se l’ipotesi nulla è accettata Dal 2021 con correzione LAC/ANPR non viene corretto; si accetta la popolazione anagrafica Fino al 2020 senza correzione Si adotta la pop. calcolata partendo dalla legale del 2011 +/- saldi migratorio e demografico da ANPR Se l’ipotesi nulla è rigettata Dal 2021 con correzione Fino al 2020 senza correzione Controllo straordinario di LAC/ANPR(j) sulla base dei segnali originati da fonti amministrative diverse da LAC/ANPR Controllo straordinario di ANPR(j) sulla base dei segnali originati da fonti amministrative diverse da ANPR LAC/ANPR viene corretto per un fattore computato da Istat in base a risultati di CSample Si adotta la pop. calcolata partendo dalla legale del 2011 +/- saldi migratorio e demografico da ANPR Il Comune è informato del fattore di correzione ottenuto in base ai risultati della C-sample.
  • 22. La sperimentazione di D Sample e di C Sample Nel 2014 (autunno) sarà effettuata la prima sperimentazione di C Sample su circa 1400 sezioni di censimento di circa 130 comuni in 4-5 province , senza intervento dei comuni Nel 2015 (primavera) sarà effettuata la seconda sperimentazione di C Sample con analoghi criteri e senza intervento dei comuni Nel 2015 (primavera ) sarà effettuata la sperimentazione della D Sample su un campione di circa 40.000 famiglie estratte da LAC con l’intervento dei comuni come organi intermedi di rilevazione
  • 23. Comitato scientifico E’ stato costituito un Comitato scientifico per la preparazione del censimento permanente e l’integrazione di dati amministrativi e statistici presieduto dal Presidente dell’Istat. Ne fanno parte rappresentanti designati da ANUSCA Prima riunione il 5 dicembre 2013