F. Lorenzini - Principali innovazioni e risultati del CensimenIl Censimento: fotografia del sistema economico regionale

28,910 views
28,850 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
28,910
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
144
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

F. Lorenzini - Principali innovazioni e risultati del CensimenIl Censimento: fotografia del sistema economico regionale

  1. 1. MILANO 2 OTTOBRE 2013 Principali innovazioni e risultati del Censimento Censimento dell’industria e dei servizi 2011 ANDREA MANCINI Direttore del Dipartimento per i Censimenti e i registri amministrativi e statistici, Istat Il Censimento: fotografia del sistema economico regionale Censimento dell’industria e dei servizi 2011 Franco Lorenzini Direzione Centrale delle rilevazioni censuarie e dei registri statistici Istat
  2. 2. Il sistema economico della Lombardia (1) Imprese Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Totale Unità giuridico- economiche Italia 4.425.950 12.183 301.191 4.739.324 Lombardia 811.666 1.987 46.141 859.794 % su Italia 18,3 16,3 15,3 18,1 Addetti Italia 16.424.086 2.840.845(b) 680.811 19.945.742 Lombardia 3.744.267 189.279 165.794 4.099.340 % su Italia 22,8 6,7 24,4 20,6 Unità giuridico-economiche e addetti (a) di imprese, istituzioni pubbliche e istituzioni non profit – Censimento 2011 – Valori assoluti e percentuali (a) I dati presentati sono riferiti alle unità giuridico-economiche (imprese e istituzioni) che rappresentano i centri decisionali il cui numero e le relative risorse umane utilizzate sono segnali di dimensione, capacità e forza economica che può svilupparsi “a partire dalla” regione, di cui una parte rafforza l’economia e il mercato del lavoro regionale e una parte il resto del Paese. (b) Non rientrano nel campo di osservazione del Censimento del 2011, così come in quello del 2001, i dipendenti delle forze armate italiane, della guardia di finanza, dei corpi di polizia e simili. MILANO 2 OTTOBRE 2013
  3. 3. Il sistema economico della Lombardia (2) Imprese Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Totale Addetti: indipendenti v.a. 947.264 - - 947.264 % 18,5 - - 18,5 Addetti: dipendenti v.a. 2.797.003 189.279 165.794 3.152.076 % 24,7 6,7 24,4 21,3 Lavoratori esterni v.a. 110.625 13.819 53.801 178.245 % 26,2 11,9 19,9 22,0 Lavoratori temporanei v.a. 42.331 1.485 1.593 45.409 % 34,3 12,9 28,7 32,4 Volontari v.a. - 12.232 813.896 826.128 % - 17,8 17,1 17,1 Risorse umane di imprese, istituzioni pubbliche e istituzioni non profit per tipologia – Censimento 2011 – Valori assoluti e percentuali su totale Italia MILANO 2 OTTOBRE 2013
  4. 4. I cambiamenti rispetto al 2001 in Italia… Imprese: la variazione intercensuaria di addetti più bassa negli ultimi 40 anni Istituzioni pubbliche (-368 mila addetti): modifiche della natura giuridica e processi di razionalizzazione interna, politiche di limitazione del turn over dei pubblici dipendenti Non profit: il settore più dinamico +8,4% -21,8% +28,0% +4,5% -11,5% +39,3% -40 -30 -20 -10 0 10 20 30 40 50 60 70 Imprese Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Unità giuridico-economichee addetti – Variazionipercentuali 2011/2001 Unità giuridico-economiche Addetti MILANO 2 OTTOBRE 2013
  5. 5. … e in Lombardia Considerando il dato nazionale: Imprese: anche in Lombardia si registra la variazione intercensuaria più bassa* Istituzioni pubbliche: il calo è più evidente Non profit: il settore è ancora più dinamico *Con valori pari a +27% tra il 1971 e il 1981, a +8,1% tra il 1981 e il 1991 e a +22,6% tra il 2001 e il 1991 MILANO 2 OTTOBRE 2013
  6. 6. Il confronto con le altre regioni (1) nel confronto intercensuario la Lombardia presenta l’incremento più elevato tra le regioni del Nord in termini di unità imprenditoriali ma si inserisce agli ultimi posti considerando gli addetti con 4,6 addetti ad impresa la Lombardia presenta il valore più elevato tra le regioni La graduatoria considera 19 regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano MILANO 2 OTTOBRE 2013
  7. 7. Il confronto con le altre regioni (2) il settore pubblico vede una contrazione diffusa in quasi tutte le regioni e la Lombardia presenta le diminuzioni più elevate la Lombardia è alla guida delle graduatorie regionali del non profit La graduatoria considera 19 regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano MILANO 2 OTTOBRE 2013
  8. 8. Si conferma la tendenza alla terziarizzazione -19,1% +3,1% +18,4% +14,9% +4,5% -20,9% +9,4% +25,8% +3,2% +0,6% Attività manifatturiere Costruzioni (a) Commercio alberghi e ristorazione Servizi alle imprese Totale addetti Italia Lombardia (a) Dettaglio settore: Costruzioni di edifici -28.252; Ingegneria civile +10.110; Lavori di costruzione specializzati +45.387 Variazioni assolute e percentuali 2011/2001 degli addetti delle imprese per i principali settori di attività economica in Italia e in Lombardia -271mila addetti in Lombardia pari al 30% della diminuzione nazionale (-919mila) MILANO 2 OTTOBRE 2013
  9. 9. Le differenze provinciali Variazioni percentuali 2011/2001 degli addetti delle IMPRESE per provincia MILANO 2 OTTOBRE 2013
  10. 10. Le differenze territoriali Variazioni percentuali 2011/2001 degli addetti delle ISTITUZIONI PUBBLICHE localizzate nella regione per provincia MILANO 2 OTTOBRE 2013
  11. 11. Le differenze territoriali Variazioni percentuali 2011/2001 degli addetti delle ISTITUZIONI NON PROFIT per provincia MILANO 2 OTTOBRE 2013
  12. 12. Le imprese per forma giuridica Variazioni percentuali 2011/2001 delle imprese e dei loro addetti per forma giuridica in LOMBARDIA (a) (a) Escluse le cooperative sociali MILANO 2 OTTOBRE 2013
  13. 13. Le istituzioni non profit per forma giuridica ROMA 11 LUGLIO 2013 Variazioni percentuali 2011/2001 delle istituzioni non profit e dei loro addetti per forma giuridica in LOMBARDIA
  14. 14. I.Stat MILANO 2 OTTOBRE 2013
  15. 15. Grazie per l’attenzione FRANCO LORENZINI Direzione Centrale delle rilevazioni censuarie e dei registri statistici, Istat lorenzin@istat.it MILANO 2 OTTOBRE 2013

×