Your SlideShare is downloading. ×
M.T. Santoro, L.Cavallo -  Le rilevazioni sul turismo dal lato dell’offerta: proposte per una nuova strategia di diffusione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

M.T. Santoro, L.Cavallo - Le rilevazioni sul turismo dal lato dell’offerta: proposte per una nuova strategia di diffusione

27,166

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
27,166
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Le rilevazioni sul turismo dal lato dell’offerta: proposte per una nuova strategia di diffusione La diffusione dei dati sul Movimento dei clienti e sulla Capacità degli esercizi ricettivi: stato dell’arte e criticità Maria Teresa Santoro, Lorenzo Cavallo 29 ottobre 2013
  • 2. Indice 1. Portata informativa 2. Diffusione dei dati: • Capacità degli esercizi ricettivi • Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi 3. Punti di forza 4. Le Criticità: • Le revisioni • I prodotti • Gli strumenti La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 2
  • 3. Portata informativa Capacità degli esercizi ricettivi Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi Principali fonti di dati sul turismo, lato offerta, in termini di ricettività e di flussi relativamente alle strutture ricettive presenti sul territorio nazionale …dal 1956 (seguono l’evoluzione dei due fenomeni nel tempo) La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 3
  • 4. Portata informativa: «Capacità degli esercizi ricettivi» Tempo Tipo di alloggio Spazio Capacità La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 4
  • 5. Portata informativa: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Origine Indici di utilizzazione letti e camere Tempo Alberghi Tipo di alloggio Destinazione Arrivi Presenze La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 5
  • 6. Capacità degli esercizi ricettivi Diffusione Europea (Regolamento UE 692/2011) Diffusione Nazionale Mezzo principale Datawarehouse I.STAT Periodicità di rilascio dati sito EUROSTAT ANNUALE Variabili n. esercizi, posti letto, camere e bagni per le strutture alberghiere n. esercizi e posti letto per le altre strutture n. esercizi, posti letto e camere per le strutture alberghiere n. esercizi e posti letto per le altre strutture Tempestività a 9 mesi dal periodo di riferimento a 6 mesi dal periodo di riferimento Max dettaglio territoriale fino al livello comunale fino al livello NUTS 2 (regione) dai dati 2012 3 gruppi Nace-rev. 2: Tipologia di struttura ricettiva Classe dimensionale per le strutture alberghiere Tipo di località Esercizi alberghieri (suddivisi in categorie per stelle + residenze turistico alberghiere) Esercizi extralberghieri (suddivisi per tipologia) 55.1 Alberghi e strutture simili 55.2 Alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni 55.3 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte fino a 24 camere da 25 a 99 camere 100 camere e più Località di interesse turistico: • Grado di urbanizzazione: zona a forte densità città di interesse storico e artistico, località demografica, zona intermedia, zona a scarsa montane, lacuali, marine, termali, collinari, densità demografica altre località n. a. c. • Zona costiera/non costiera. La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 6
  • 7. Sito Eurostat e diffusione su I.Stat: prodotti e tempi giugno settembre anno successivo anno successivo Tutte le variabili di Capacità Revisione Dati • classe Nace rev. 2 - regione • classe dimensionale alberghi Italia • tipo di località - regione Regolamento Tutte le variabili di Capacità • disaggregate per categoria/tipologia comune • classe dimensionale alberghi - provincia • tipo di località - comune La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 7
  • 8. Movimento negli esercizi ricettivi – Dati Mensili Diffusione Europea (Regolamento UE 692/2011) Diffusione Nazionale Mezzo principale Datawarehouse I.STAT sito EUROSTAT Periodicità di rilascio dati Variabili MENSILE Arrivi, presenze e, solo per gli alberghi, indici di utilizzazione dei letti e delle camere “rapid key” a 8 settimane dal periodo di riferimento (solo presenze) Arrivi, presenze, permanenza media --------- a 90 giorni dal periodo di riferimento “provvisori” Tempestività a 6 mesi dal periodo di riferimento “semidefinitivi” a 6 mesi dal periodo di riferimento “definitivi” a 11 mesi dal periodo di riferimento “definitivi” a 11 mesi dal periodo di riferimento “revisionati” Paese di residenza dei clienti Residenti e Non-Residenti Dettaglio territoriale Nazionale 3 gruppi Nace-rev. 2: Tipologia di struttura ricettiva Esercizi alberghieri Esercizi extralberghieri La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 55.1 Alberghi e strutture simili 55.2 Alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni 55.3 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte 8
  • 9. Movimento negli esercizi ricettivi – Dati Annuali Diffusione Europea (Regolamento UE 692/2011) Diffusione Nazionale Mezzo principale Datawarehouse I.STAT sito EUROSTAT Periodicità di rilascio dati Variabili Tempestività ANNUALE Arrivi, presenze, permanenza media e, solo per gli alberghi, indici di utilizzazione dei letti --------- a 6 mesi dal periodo di riferimento “definitivi” a 11 mesi dal periodo di riferimento “definitivi” Paese di residenza dei clienti Arrivi, presenze e, solo per gli alberghi, indici di utilizzazione dei letti e delle camere a 11 mesi dal periodo di riferimento “revisionati” Residenti per Regione e Non-Residenti per Stato Estero Max dettaglio territoriale fino al livello di circoscrizione turistica Dettaglio temporale Residenti e Non-Residenti per Stato Estero fino al livello NUTS 2 (regione) fino al mese 3 gruppi Nace-rev 2: Tipologia di struttura ricettiva Esercizi alberghieri (suddivisi in categorie per stelle + residenze turistico alberghiere) Esercizi extralberghieri (suddivisi per gruppi tipologici) Tipo di località Località di interesse turistico: città di interesse storico e artistico, località montane, lacuali, marine, termali, collinari, altre località n. a. c. La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 55.1 Alberghi e strutture simili 55.2 Alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni 55.3 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte • Grado di urbanizzazione: zona a forte densità demografica, zona intermedia, zona a scarsa densità demografica • Zona costiera/non costiera. 9
  • 10. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza: • residenti • non residenti La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Totale Anno 10
  • 11. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza • residenti • non residenti Per mese Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza • residenti • non residenti per paese estero di residenza Totale Anno La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 11
  • 12. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: Alberghieri • alb. 5 stelle e 5 stelle lusso e alb. 4 stelle • alb. 3 stelle e RTA • alb. 2 stelle e alb. 1 stella Residenza • residenti • non residenti Totale Anno Extra-alberghieri • campeggi e villaggi turistici • all. in affitto gestiti in f.i. • agriturismi • bed and breakfast • altri esercizi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 12
  • 13. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze REGIONE PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Come somma dei dati delle singole Province Per tipo di esercizio disaggregato Per paese estero di residenza Per mese Tipo di esercizio: • Tot. es. ricettivi Residenza • residenti per regione di residenza • non residenti per paese estero di residenza Totale Anno Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza • residenti • non residenti Totale Anno La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 13 Tipo di località
  • 14. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze ITALIA REGIONE PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: Alberghieri • alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso • alberghi 4 stelle • alberghi 3 stelle • alberghi 2 stelle • alberghi 1 stella • RTA Residenza: • residenti • non Residenti Totale Anno Extra-alberghieri • campeggi e villaggi turistici • alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale • agriturismi • bed and breakfast • altri esercizi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 14
  • 15. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze ITALIA REGIONE PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: Alberghieri • alberghi di 5 stelle e 5 stelle lusso e alberghi di 4 stelle • alberghi di 3 stelle e residenze turistico alberghiere • alberghi di 2 stelle e alberghi di 1 stella Residenza • residenti per regione di residenza • non residenti per paese estero di residenza Totale Anno Extra-alberghieri • campeggi e villaggi turistici • alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale • agriturismi • bed and breakfast • altri esercizi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 15
  • 16. Diffusione I.Stat: «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi» Arrivi e presenze ITALIA REGIONE PROVINCIA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza • residenti • non residenti Per mese Tipo di esercizio: • Es. alberghieri • Es. extra-alberghieri Residenza • residenti • non residenti per paese estero di residenza Per mese Tipo di esercizio: • Tot. es. ricettivi Residenza • residenti per regione di residenza • non residenti per paese estero di residenza Per mese La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Tipo di località 16
  • 17. Sito Eurostat e diffusione su I.Stat: prodotti e tempi 3 mesi 8 settimane Rapid key Indicators giugno novembre anno successivo anno successivo Arrivi e Presenze Arrivi e Presenze Mensili per residenza dei clienti estera «disaggregata» e classe Nace rev. 2 Regionale Indici di utilizzazione albergheria Mensili Indici di utilizzazione albergheria letti e camere Regionale Arrivi e Presenze Mensili Aggiornamento Dati Mensili Arrivi e Presenze Mensili ed Annuali per residenza dei clienti (res vs non res) e 2 gruppi di tipologia ricettiva - Italia Mensili per residenza dei clienti (res vs non res) e classe Nace rev. 2 - Italia per residenza dei clienti (res vs non res) e classe Nace rev. 2 Italia letti e camere - Italia Presenze Mensili ed Annuali Revisione Dati Annuali per residenza dei clienti (res vs non res) e 2 gruppi di tipologia ricettiva - Italia per residenza dei clienti «disaggregata» e tipologia/categoria ricettiva - SubProvinciale per residenza dei clienti estera «disaggregata» e classe Nace rev. 2 Regionale Mensili ed Annuali Regolamento Indici di utilizzazione alberghiera Mensili ed Annuali letti - Regionale La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 17
  • 18. La Diffusione dei dati: un esempio di diffusione Agosto 2012 trasmissione dati da Circolare entro fine Settembre 2012 Definitivi Presenze Arrivi, Presenze ed Indici di Utilizzazione Arrivi, Presenze ed Indici di Utilizzazione Arrivi, Presenze ed Indici di Utilizzazione Italia - NACE Rev.2 Italia - NACE Rev.2 min dett. Regione - NACE Rev.2 min dett. Circoscrizione tip./cat. ricettiva 25 Ottobre 2012 30 Novembre 2012 30 Giugno 2013 30 Novembre 2013 Rapid Key Indicators Mensili La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Mensili ed Annuali 18
  • 19. Strumenti di diffusione Dati On-Line Istat Datawarehouse I.Stat (http://dati.istat.it/) EUROSTAT Statistic Database. (http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/statistics/search_database) Serie Storiche. L’archivio della statistica italiana (http://seriestoriche.istat.it/) ONT. Indicatori turistici (http://www.ontit.it/opencms/opencms/ont/it/statistiche/indicatori_turistici/index.html) La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 19
  • 20. Strumenti di diffusione / 2 Pubblicazioni Annuario statistico italiano (http://www3.istat.it/dati/catalogo/20121218_00/) Compendio statistico italiano/Italian statistical abstract (http://www.istat.it/it/archivio/95892) Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo (http://www.istat.it/it/archivio/86670) Italia in cifre (http://www.istat.it/it/archivio/30329) L'Italia in 150 anni. Sommario di statistiche storiche 1861-2010 (http://www3.istat.it/dati/catalogo/20120118_00/ ) Rapporto Annuale (http://www.istat.it/it/archivio/89629) Eurostat Tourism Statistics Publications (http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/tourism/publications) Rapporto sul Turismo (http://www.ontit.it/opencms/opencms/ont/it/documenti/02992) Rapporto sul Turismo Italiano (http://www.turistica.it/section/rapporto-annuale-del-turismo) Rapporto Ecotur sul turismo natura (http://www.infiera-ecotur.it/rapporto_ecotur.htm) La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 20
  • 21. Punti di Forza 1. Serie storiche lunghe (1956) 2. Variabili in valore assoluto 3. Armonizzazione con il contesto Europeo (Direttiva, Regolamento) 4. Dettaglio • Possibilità di articolare i fenomeni secondo tutte le possibili combinazioni delle variabili considerate • Analisi approfondita delle relazioni tra queste ultime La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 21
  • 22. Valutazione Eurostat IT | VG La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 22
  • 23. Le revisioni Le scadenze temporali sono dettate dal Regolamento UE n. 692/2011 Le differenti tempistiche di diffusione dei dati tra Eurostat e I.Stat danno luogo ad un elevato numero di revisioni: per lo stesso mese di riferimento le presenze turistiche 4 volte e gli arrivi 3 volte Le revisioni sono determinate da: • Basse coperture territoriali alle scadenze Eurostat • Ritardo nella trasmissione dei dati alle scadenze stabilite • Invii multipli e parziali dagli enti La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 23
  • 24. Basse coperture territoriali 1. Mancata risposta totale di Province/Regioni alla data di diffusione 2. Mancata risposta totale di Comuni alla data di diffusione 3. Mancata risposta parziale (a livello comunale) dei dati di specifiche tipologie ricettive (es. mancata rilevazione/risposta dei dati dei B&B per il comune X in presenza di tali strutture) 4. Mancata risposta parziale (a livello comunale) di alcune strutture per una specifica tipologia ricettiva (es. 5 campeggi rispondenti sui 10 aperti nel comune X) La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 24
  • 25. Un esempio… Es: rapid key di luglio 2013 (diffuso a settembre 2013) 1. Copertura provinciale in termini di comuni rispondenti 2. Copertura provinciale in termini di esercizi rispondenti comuni rispondenti/comuni ricettivi >= 80 % La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 comuni rispondenti/comuni ricettivi < 80 % non pervenuti 25
  • 26. Un esempio… Es: rapid key di luglio 2013 (diffuso a settembre 2013) 1. Copertura provinciale in termini di comuni rispondenti 2. Copertura provinciale in termini di esercizi rispondenti es. rispondenti = 100 % La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 es. rispondenti = (90-99) % es. rispondenti = (80-89) % es. rispondenti < 80 % 26 dati di copert. non affidabili non pervenuti
  • 27. Un esempio… Es: dato a 3 mesi di luglio 2013 (diffuso a ottobre 2013) 1. Copertura provinciale in termini di comuni rispondenti 2. Copertura provinciale in termini di esercizi rispondenti comuni rispondenti/comuni ricettivi >= 80 % La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 comuni rispondenti/comuni ricettivi < 80 % non pervenuti 27
  • 28. Un esempio… Es: dato a 3 mesi di luglio 2013 (diffuso a ottobre 2013) 1. Copertura provinciale in termini di comuni rispondenti 2. Copertura provinciale in termini di esercizi rispondenti es. rispondenti = 100 % La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 es. rispondenti = (90-99) % es. rispondenti = (80-89) % es. rispondenti < 80 % 28 dati di copert. non affidabili non pervenuti
  • 29. Copertura Rapid key e dato 3 mesi a confronto Rapid key di luglio 2013 61,9% dei comuni ricettivi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Dato a 3 mesi di luglio 2013 77,3% dei comuni ricettivi 29
  • 30. Ritardi nella trasmissione dei dati mensili Ritardo medio in giorni nella trasmissione dei dati mensili rispetto alla data della circolare (fine mese successivo al periodo di riferimento) – Anno 2012 Regioni/Province Autonome PIEMONTE VALLE D'AOSTA/VALLÉE D'AOSTE LOMBARDIA BOLZANO TRENTO VENETO FRIULI V. GIULIA LIGURIA EMILIA-ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA SICILIA SARDEGNA CALABRIA LAZIO entro la data dei rapid key indicators 1 27 82 27 49 124 27 27 55 85 35 28 50 92 46 92 49 250 68 20 541 np 2 17 52 39 18 66 20 17 70 65 50 17 19 61 32 64 20 219 50 14 509 np 3 21 22 48 21 59 22 21 17 52 26 11 21 57 34 30 46 189 43 -7 480 np 4 41 110 19 32 69 32 11 42 57 18 7 18 62 56 40 21 158 40 30 459 np 5 16 80 17 24 41 23 16 38 53 38 347 23 50 46 45 19 128 85 13 430 np entro la data del dato a 3 mesi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Mese 6 7 48 18 48 53 120 125 35 26 48 48 30 20 27 53 48 35 40 58 50 44 27 4 28 19 45 31 33 28 40 42 55 24 97 66 68 101 18 18 399 369 np np 8 20 23 68 22 36 21 35 34 31 39 11 51 79 24 65 52 35 61 30 339 np 9 10 8 44 36 14 23 14 40 37 25 9 21 78 54 34 62 20 62 12 309 np 10 14 28 76 28 14 35 18 37 35 22 11 17 71 37 23 17 28 45 19 280 np 11 15 9 45 35 35 21 15 45 38 19 8 16 62 48 33 44 23 44 17 249 np oltre la data - NON utilizzati 30 12 20 35 63 22 13 11 22 37 36 49 13 22 67 27 17 63 33 35 13 219 np
  • 31. Numero di trasmissioni dei dati mensili Numero medio di file ricevuti per mese di riferimento dei dati - Anno 2012 Regioni/Province Autonome Mese ABRUZZO SARDEGNA BASILICATA MARCHE PIEMONTE CAMPANIA TOSCANA PUGLIA EMILIA-ROMAGNA SICILIA LOMBARDIA BOLZANO-BOZEN FRIULI VENEZIA-GIULIA VENETO 1 6,5 3 2,5 2 1,9 2 2,1 1,8 2,2 1,8 2,0 2 3,0 1,0 VALLE D'AOSTA/VALLÉE D'AOSTE MOLISE UMBRIA TRENTO LIGURIA CALABRIA LAZIO MEDIA ITALIA 1 1 1 1 1,5 1,5 1 1 1 1 1 1 2,1 2,4 oltre le prescrizioni della circolare 2 7 3 2,5 3 2,9 2 2,3 3,0 2,7 1,7 2,0 1 2,0 1,0 3 6,3 3 3 3 1,9 2,4 2,2 2,0 2,2 1,9 1,9 2 1,0 2,0 4 6 3 3 3 2,1 2,2 2,3 2,7 2,2 2,4 2,0 1 1,0 1,6 1 2 1,5 1,5 1,5 1,5 1 1 1 1 1 1 2,2 2,3 5 6,3 3 3 2 1,9 2,4 2,1 2,0 2,0 1,9 2,0 2 1,0 1,6 6 6 3 3 3 1,9 2,8 2,1 2,0 2,0 1,9 2,0 2 1,0 1,0 7 5,8 3 3 2 2,8 2,4 2,1 2,0 1,9 2,0 2,0 2 1,3 2,0 8 4,3 3 3 2 2,9 2 2,0 2,0 2,1 2,1 2,0 2 1,3 2,0 11 4 3 4 3 2,0 1,8 2,2 1,8 1,7 2,0 2,0 1 2,0 1,9 12 3,8 3 2 2 1,8 2,2 1,5 1,0 1,3 2,0 1,1 1 2,0 1,0 1 1 1,5 1,5 1 1,5 1 1 1 1 1 1 2,1 2,2 1 1,5 1,5 1 1 1 2,2 2 1 3 2 1,5 1,5 1,5 1,5 1 2 1 1,5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2,2 2,3 2,0 2,1 1 1,5 1 1 1 1 1,7 in linea con le prescrizioni della circolare La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 9 5 3 3 3 2,8 2 2,1 2,7 1,8 2,0 2,0 2 1,3 1,9 10 4,5 3 2,5 3 2,1 1,6 2,0 2,0 1,8 2,1 2,0 2 1,3 1,0 Media 5,4 3,0 2,9 2,6 2,2 2,2 2,1 2,1 2,0 2,0 1,9 1,7 1,5 1,5 1,4 1,4 1,4 1,0 1,0 1,0 2,2 oltre le tempistiche di circolare NON utilizzati 31
  • 32. L’effetto delle revisioni sui prodotti Presenze turistiche nel totale degli esercizi ricettivi alle diverse scadenze Variazione media (%) Anni 3 mesi 8 settimane giugno 3 mesi novembre giugno 2011 ------ 4,0% -0,4% 2012 4,7%* 5,3% -0,4% 2,1% ------ ------ 2013** * Riferimento marzo-dicembre 2012 ** Riferimento gennaio-luglio 2013 La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 32
  • 33. Criticità relative ai prodotti 1. 2. 3. diffusione dei dati da parte degli enti locali (mancanza di controlli sulla qualità dei dati diffusi, mancata applicazione della normativa sulla non identificabilità del rispondente, problemi di copertura) diffusione per circoscrizione -> è il livello di diffusione territoriale più dettagliato, ma la circoscrizione non è più attuale diffusione per tipologia di località -> la classificazione dei comuni per tipologia è disomogenea e desueta La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 33
  • 34. Le Circoscrizioni turistiche Le Circoscrizioni turistiche sono partizioni territoriali di tipo amministrativo basate su aree territoriali definite in base alle competenze degli Enti periferici del Turismo previsti nella Legge quadro per il Turismo del 1983, secondo la quale le Regioni dovevano costituire questi Enti e individuare gli ambiti territoriali turistici nei quali crearli. A causa dei cambiamenti normativi e nella ridistribuzione delle competenze sul turismo, sempre più risultano essere poco significative dal punto di vista concettuale e, in molti casi, hanno perso la loro aderenza alla realtà poiché non più attuali. numero comuni numero circoscrizioni 1 252 da 2 a 10 154 da 11 a 20 60 da 21 a 50 44 da 51 a 100 40 da 100 a 200 12 > 200 1 Totale 563 La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 di cui 96 capoluoghi di provincia 34
  • 35. Le Circoscrizioni turistiche / 2 San Michele al Tagliamento: 12 mila esercizi ricettivi 5.962.173 presenze turistiche nel 2012 7 comuni tra cui: APT di Caorle Caorle: 5 mila esercizi ricettivi 4.465.296 presenze turistiche nel 2012 Venezia: 3 mila esercizi ricettivi 9.310.120 presenze turistiche nel 2012 Venezia 2 comuni: Cavallino-Treporti: 900 esercizi ricettivi 6.156.610 presenze turistiche nel 2012 Riccione Bellaria-Igea Marina Loc. marine Rimini 4 comuni Cattolica Misano Adriatico Altri comuni in circoscrizioni più ampie: Jesolo Sorrento Camerota La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 Ugento Palermo 35
  • 36. Il Tipo di Località Gli Enti periferici del turismo avevano il compito di classificare le Circoscrizioni turistiche secondo il Tipo di Località. Tutti i comuni appartenenti ad una Circoscrizione ereditano la stessa classificazione per «Tipo di Località». Le differenti interpretazioni, a livello locale, hanno reso la classificazione per «Tipo di Località» territorialmente non omogenea Distribuzione dei comuni ricettivi italiani per Tipo di Località Capoluogo senza specifici interessi turistici 0,8% Altri comuni non altrimenti classificati 60,1% Città d'Arte 5,1% Località montane 16,3% Località lacuali 1,9% Località marine 4,6% Località termali 1,3% Località collinari 9,9% Località religiose 0,1% La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 36
  • 37. Il Tipo di Località / 2 L’analisi della classificazione dei comuni ricettivi per tipo di località a livello regionale mostra percentuali dei comuni “non altrimenti classificati” molto diverse tra loro. Le disparità tra le regioni nella quantità di comuni “turisticamente rilevanti” nascondano un problema di classificazioni non omogenee adottate tra i diversi Enti. % "Altri comuni non altrimenti classificati" su totale comuni ricettivi 0 La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 100 37
  • 38. Il Tipo di Località / 3 Cilento Costiera sorrentina e amalfitana In alcuni casi si può riscontrare una vera e propria «non classificazione» di intere zone turisticamente rilevanti. Comuni classificati come «Altri comuni non altrimenti classificati» La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 38
  • 39. Criticità relative agli strumenti • Ad esclusione della diffusione I.Stat attualmente nel Piano della diffusione ISTAT non c’è alcuno strumento specifico sul «turismo» (lato offerta) • L’uscita dei dati su I.Stat (mensili ed annuali) è comunicata attraverso l’Agenda settimanale delle diffusioni e degli eventi La diffusione dei dati: stato dell’arte e criticità - M.T. Santoro e L. Cavallo - 29/10/2013 39

×