Cabina di Regia
22 Maggio 2008
Flavia Carle, Chiara Marinacci
Direzione Generale della Programmazione Sanitaria
Ministero ...
www.cineca.it 2
contesto di riferimento
F. CarleF. Carle
Nuovo Patto per la salute: alcune parole-chiave
Appropriatezza de...
www.cineca.it 3
Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005
… impegno reciproco tra Stato e Regioni per garantire il rispetto d...
31 indicatori, ripartiti31 indicatori, ripartiti
tra le seguenti areetra le seguenti aree
(anno 2012):(anno 2012):
Livello...
caratteristiche del sistema di indicatori della griglia LEA
 Calcolati utilizzando i dati dei flussi nazionali correnti
(...
dall’Indagine Multiscopo ISTAT:
1. Bisogni di salute dichiarati
(salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…...
Eterogeneità geografica nei bisogni di salute
Cattiva salute percepita (% standardizzate per età; campione con età 14aa. e...
Una o più malattie croniche gravi (% standardizzate per età)
Uomini Donne
11.7-14.0
14.1-15.5
15.6-16.0
16.1-16.4
16.5-17....
Eterogeneità geografica nei bisogni di salute
età
F. CarleF. Carle
Eterogeneità geografica nei bisogni di salute
età
F. CarleF. Carle
Fonte: elaborazione UVAL-UVER-ISTAT-Ministero della Salute
Poli di attrazione inter-comunali
Aree di cintura (t < 20’)
Are...
Il contesto: la salute nelle Aree Interne
F. CarleF. Carle
Eterogeneità sociale nei bisogni di salute
F. CarleF. Carle
Eterogeneità sociale nei bisogni di salute
F. CarleF. Carle
dall’Indagine Multiscopo ISTAT:
1. Bisogni di salute percepiti
(salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…)...
La fruizione dei servizi
territoriali (% ultime 4
settimane)
F. CarleF. Carle
La fruizione dei servizi
territoriali tra i malati
cronici (% ultime 4
settimane)
F. CarleF. Carle
La fruizione dei servizi territoriali nelle aree
interne (% std., ultime 4 settimane)
F. CarleF. Carle
rinunciato ad una visita
nord-ovest 5.17
nord-est 6.22
centro 8.05
sud 9.37
isole 10.42
rinuncia ad una visita specialisti...
dall’Indagine Multiscopo ISTAT:
1. Bisogni di salute percepiti
(salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…)...
Permette di
dall’indagine Multiscopo
Integrazione temporale
F. CarleF. Carle
valutare il grado di tutela della salute
tene...
Indagine Istat
1999-2000
Archivio nazionale
schede di morte
Indagine Istat
2004-2005
Indagine Istat
xxxx-yyyy
Studio Longi...
G R A Z I E P E R LG R A Z I E P E R L’’ A T T E N Z I O N EA T T E N Z I O N E
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

F. Carle e C. Marinacci - Valore d’uso per la programmazione sanitaria

10,872 views

Published on

Convegno "La salute in Italia". Roma, 10 luglio 2014

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
10,872
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

F. Carle e C. Marinacci - Valore d’uso per la programmazione sanitaria

  1. 1. Cabina di Regia 22 Maggio 2008 Flavia Carle, Chiara Marinacci Direzione Generale della Programmazione Sanitaria Ministero della Salute Valore d’uso per la programmazione sanitaria Roma 10 luglio 2014
  2. 2. www.cineca.it 2 contesto di riferimento F. CarleF. Carle Nuovo Patto per la salute: alcune parole-chiave Appropriatezza dei ricoveri ospedalieri e dell'accesso in pronto soccorso Riorganizzazione dell'assistenza territoriale; Riorganizzazione del sistema e della governance Potenziamento dell'azione di monitoraggio e controllo sui Livelli Essenziali di Assistenza.
  3. 3. www.cineca.it 3 Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005 … impegno reciproco tra Stato e Regioni per garantire il rispetto del principio della uniforme erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza in condizioni di appropriatezza ed efficienza, coerentemente con le risorse programmate dal Servizio sanitario nazionale. …. adempimenti a carico delle Regioni per l’accesso al maggior finanziamento delle risorse destinate al Servizio Sanitario Nazionale…. monitoraggio e controllo sui Livelli Essenziali di Assistenza Questionario LEA 50 adempimenti certificazione annuale Comitato permanente per la verifica dell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza DM 21/11/2005 F. CarleF. Carle
  4. 4. 31 indicatori, ripartiti31 indicatori, ripartiti tra le seguenti areetra le seguenti aree (anno 2012):(anno 2012): Livello prevenzione (11 indicatori): peso 5Livello prevenzione (11 indicatori): peso 5 Vaccinazioni Screening Controlli nei luoghi di lavoro Sanità veterinaria Sicurezza alimentare Costo pro-capite assistenza collettiva in ambiente di vita e di lavoro Livello distrettuale (13 indicatori): peso 11Livello distrettuale (13 indicatori): peso 11 ADI Assistenza anziani, disabili, malati terminali Farmaceutica Specialistica Salute mentale Emergenza sanitaria territoriale Livello ospedaliero (7 indicatori): peso 9Livello ospedaliero (7 indicatori): peso 9 Domanda Appropriatezza Efficienza Efficacia adempimento E - mantenimento dell’erogazione dei LEA Griglia LEA Punteggio globale per l’adempienza F. CarleF. Carle
  5. 5. caratteristiche del sistema di indicatori della griglia LEA  Calcolati utilizzando i dati dei flussi nazionali correnti (Nuovo Sistema Informativo e Statistico) Valore normaleValore normale 99 ScostamentoScostamento minimominimo 66 ScostamentoScostamento rilevante ma inrilevante ma in miglioramentomiglioramento 33 Scostamento nonScostamento non accettabileaccettabile 00 Dato mancante oDato mancante o palesemente erratopalesemente errato --11  Applicati definendo un valore soglia che rappresenta il livello minimo da raggiungere  Globalità  Completezza  Qualità  Comparabilità  Oggettività  Riproducibilità  Aggiornati ogni anno  flessibilità  miglioramento continuo F. CarleF. Carle
  6. 6. dall’Indagine Multiscopo ISTAT: 1. Bisogni di salute dichiarati (salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…): analisi dell’eterogeneità - geografica - di contesto (aree interne) - sociale F. CarleF. Carle evoluzione temporale
  7. 7. Eterogeneità geografica nei bisogni di salute Cattiva salute percepita (% standardizzate per età; campione con età 14aa. e più) Uomini Donne3.3-4.7 4.8-5.1 5.2-6.6 6.7-7.6 7.7-9.9 3.4-6.3 6.4-6.7 6.8-8.2 8.3-10.8 10.9-12.5 PERIODO OR 2000 1 2005 0.75 0.71 0.80 2012 0.73 0.68 0.78 IC 95% PERIODO OR 2000 1 2005 0.74 0.70 0.78 2012 0.71 0.67 0.75 IC 95% F. CarleF. Carle
  8. 8. Una o più malattie croniche gravi (% standardizzate per età) Uomini Donne 11.7-14.0 14.1-15.5 15.6-16.0 16.1-16.4 16.5-17.6 10.5-12.1 12.2-12.8 12.9-13.6 13.7-14.9 15.0-16.8 PERIODO OR 2000 1 2005 1.15 1.10 1.20 2012 1.25 1.20 1.31 IC 95% PERIODO OR 2000 1 2005 0.95 0.91 1.00 2012 1.23 1.18 1.28 IC 95% Eterogeneità geografica nei bisogni di salute F. CarleF. Carle
  9. 9. Eterogeneità geografica nei bisogni di salute età F. CarleF. Carle
  10. 10. Eterogeneità geografica nei bisogni di salute età F. CarleF. Carle
  11. 11. Fonte: elaborazione UVAL-UVER-ISTAT-Ministero della Salute Poli di attrazione inter-comunali Aree di cintura (t < 20’) Aree intermedie (20’ < t < 40’) Aree periferiche (40’ < t < 75’) Aree ultra-periferiche (t > 75’) Autostrade Poli di attrazione urbani Strategia Aree Interne: progettazione di azioni di sviluppo delle aree interne a valere sui fondi a finalità strutturale per il periodo 2014-2020 Poli di attrazione: comuni o aggregati di comuni confinanti, in grado di offrire simultaneamente tutta l’offerta scolastica secondaria, ospedali sedi di DEA di I livello e stazioni ferroviarie Platinum, Gold o Silver. Il contesto: la salute nelle Aree Interne F. CarleF. Carle
  12. 12. Il contesto: la salute nelle Aree Interne F. CarleF. Carle
  13. 13. Eterogeneità sociale nei bisogni di salute F. CarleF. Carle
  14. 14. Eterogeneità sociale nei bisogni di salute F. CarleF. Carle
  15. 15. dall’Indagine Multiscopo ISTAT: 1. Bisogni di salute percepiti (salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…): 2. Domanda di servizi dichiarata (utilizzo nelle ultime settimane/mesi /anno) - criticità (tempi d’attesa, rinuncia alle cure) analisi eterogeneità evoluzione temporale - fruizione dei servizi territoriali (visite, accertamenti, trattamenti riabilitativi, cure domiciliari) - consumi a pagamento analisi dell’eterogeneità evoluzione temporale - geografica - di contesto (aree interne) - sociale F. CarleF. Carle
  16. 16. La fruizione dei servizi territoriali (% ultime 4 settimane) F. CarleF. Carle
  17. 17. La fruizione dei servizi territoriali tra i malati cronici (% ultime 4 settimane) F. CarleF. Carle
  18. 18. La fruizione dei servizi territoriali nelle aree interne (% std., ultime 4 settimane) F. CarleF. Carle
  19. 19. rinunciato ad una visita nord-ovest 5.17 nord-est 6.22 centro 8.05 sud 9.37 isole 10.42 rinuncia ad una visita specialistica negli ultimi 12 mesi (%) costo ecccessivo tempi d'attesa scomodità no assenza dal lavoro per accudire figli 15.73 17.63 15.42 25.69 20.26 12.59 15.08 13.50 23.35 19.44 19.91 28.72 19.63 18.49 23.88 34.28 24.00 32.48 20.78 25.95 17.50 14.56 18.97 11.69 10.47 motivi della rinuncia (possibili più risposte) nord-ovest nord-est centro sud isole costo eccessivo tempi attesa scomodità no assenza dal lavoro per accudire i figli F. CarleF. Carle
  20. 20. dall’Indagine Multiscopo ISTAT: 1. Bisogni di salute percepiti (salute percepita, morbosità cronica riferita, disabilità…): 2. Domanda di servizi dichiarata (utilizzo nelle ultime settimane/mesi /anno) - criticità (tempi d’attesa, rinuncia alle cure) analisi eterogeneità evoluzione temporale - fruizione dei servizi territoriali (visite, accertamenti, trattamenti riabilitativi, cure domiciliari) - consumi a pagamento Elementi di indirizzo del SSN analisi dell’eterogeneità evoluzione temporale - geografica - di contesto (aree interne) - sociale Elementi di valutazione e calibrazione delle risposte del SSN F. CarleF. Carle
  21. 21. Permette di dall’indagine Multiscopo Integrazione temporale F. CarleF. Carle valutare il grado di tutela della salute tenendo conto dell’eterogeneità sociale e geografica allo Studio Longitudinale ItalianoStudio Longitudinale Italiano con gli archivi nazionali di dati sanitari e sociali
  22. 22. Indagine Istat 1999-2000 Archivio nazionale schede di morte Indagine Istat 2004-2005 Indagine Istat xxxx-yyyy Studio Longitudinale ItalianoStudio Longitudinale Italiano Archivio Nazionale Schede di Dimissione Ospedaliera Archivio ……. Potenzialità dell’indagine Multiscopo - ISTAT Indagine Istat 2012-2013
  23. 23. G R A Z I E P E R LG R A Z I E P E R L’’ A T T E N Z I O N EA T T E N Z I O N E

×