R. Camporese - Imprese, istituzioni pubbliche e settore non profit in Veneto

11,966 views
11,835 views

Published on

Una sintesi dei principali risultati dei censimenti economici, a partire dal sistema economico nel suo complesso - imprese, istituzioni non profit e pubbliche - e proseguendo con focus su ciascuno dei tre comparti. I dati 2011 vengono posti a confronto con quelli dei precedenti censimenti. Tavole, grafici e mappe, accompagnati da brevi commenti, offrono un assaggio del patrimonio informativo a disposizione e costituiscono spunti per incuriosire e stimolare riflessioni e approfondimenti.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
11,966
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Specializzazione misurata tramite il coefficiente di localizzazione:
    Che è calcolato come rapporto fra la quota percentuale di addetti delle unità locali per attività economica del territorio di interesse e la medesima quota nazionale . Fornisce un’indicazione della specializzazione di comparto del sistema economico locale per valori maggiori di 100. Tanto maggiore è il coefficiente, tanto maggiore sarà la specializzazione locale.
    Add(UL) Settore/Territorio%
    sul
    Add(UL) Settore/Italia%
    Il coefficiente di localizzazione relativo è una trasformazione tale che il coefficiente di localizzazione vari tra 0 e 1. Si ottiene sottraendo il minimo dai coefficienti di localizzazione e rapportando il risultato alla differenza tra il massimo e il minimo. E’ utilizzato per confrontare diverse specializzazioni.
     
    Alcuni sono alti ma si riferiscono a realtà molto piccole
  • R. Camporese - Imprese, istituzioni pubbliche e settore non profit in Veneto

    1. 1. Venezia, 3 luglio 2014 Principali innovazioni e risultati del Censimento Censimento dell’industria e dei servizi 2011 ANDREA MANCINI Direttore del Dipartimento per i Censimenti e i registri amministrativi e statistici, Istat Imprese, istituzioni pubbliche e settore non profit in Veneto 9° Censimento dell’industria e dei servizi e Censimento delle Istituzioni non profit Check-up del Veneto alla luce dei dati censuari Rina Camporese Ufficio Territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia Istat
    2. 2. 2 I censimenti economici del 2011 in Veneto  Il sistema produttivo . micro-imprese in Veneto. non profit cresce a due cifre . PA si riduce in dimensione  Imprese . dieci anni di trasformazioni  Non profit. il più dinamico della regione  Istituzioni pubbliche . tendenza inversa Venezia, 3 luglio 2014
    3. 3. Il sistema produttivo veneto
    4. 4. Imprese Istituzioni non profit Istituzioni pubbliche Totale Unità giuridico-economiche centri decisionali n. 403 mila 29 mila 900 433 mila % 93,1 6,7 0,2 100,0 Unità locali luoghi di lavoro n. 438 mila 33 mila 7 mila 478 mila % 91,6 7,0 1,4 100,0 Addetti persone al lavoro n. 1,6 milioni 64 mila 109 mila 1,8 milioni % 90,5 3,5 6,0 100,0 Il sistema produttivo veneto Unità Giuridico-economiche . UG Unità Locali . UL Addetti
    5. 5. 5 Unità Giuridico-economiche nel decennio 2001-2011 UG 432.956 9,1 % del totale nazionale +8,7 % rispetto al 2001 Il sistema produttivo veneto 403.169 Imprese 9,1 del totale nazionale +7,1 % rispetto al 2001 crescita inferiore alla media italiana (+8,4 %)  28.899 Non profit 9,5 % del totale nazionale +37,6 % rispetto al 2001  889 Istituzioni pubbliche 7,2 % del totale nazionale -25,5 % rispetto al 2001
    6. 6. 6 Unità Locali nel decennio 2001-2011 UL 478.211 9,2 % del totale nazionale +9,5 % rispetto al 2001 Il sistema produttivo veneto 437.853 Imprese 9,2 % del totale nazionale +7,5 % rispetto al 2001  33.481 Non profit 9,6 % del totale nazionale +49,6 % rispetto al 2001  6,877 Istituzioni pubbliche 7,2 % del totale nazionale -1,7 % rispetto al 2001
    7. 7. 7  nelle UG 1.815.763 37,4 per 100 abitanti +4,3 % rispetto al 2001 . + 3,8 % imprese . +53,8 % non profit . - 8,2 % istituzioni pubbliche  nelle UL 1.938.478 39,9 per 100 abitanti +1,2 % rispetto al 2001  addetti UL addetti UG • UL delle Amministrazioni centrali per le Istituzioni pubbliche • UL di imprese e non profit con sede centrale non in Veneto Addetti nel decennio 2001-2011 Il sistema produttivo veneto >
    8. 8. 8 Addetti per Unità Locale Il sistema produttivo veneto  la struttura organizzativa delle UL si è modificata dimensione media: 4,1 addetti per UL è più elevata del valore nazionale, 3,8 addetti per unità diminuisce del 7,6% rispetto al 2001 diminuisce in tutti e tre i comparti
    9. 9. 9  Industria e PA si ridimensionano  terziarizzazione si consolida  Sanità e assistenza in espansione Addetti UL per settore Il sistema produttivo veneto
    10. 10. 10  37,4 addetti per 100 abitanti  -2,8% rispetto al 2001  ridimensionamento diffuso  variazioni negative in 7 comuni su 10 Addetti UL per 100 abitanti var. % 2011-2001 Il sistema produttivo veneto
    11. 11. Le imprese
    12. 12. 12  94 imprese su 100 hanno meno di 10 addetti vi lavorano 45 addetti su 100  grandi imprese? una su mille vi lavorano 17 addetti su 100 Micro-imprese Le imprese
    13. 13. 13 aumentano nelle piccole strutture con meno di 10 addetti si contraggono nelle altre imprese soprattutto in quelle con 250 addetti e più Addetti alle unità locali Le imprese Addetti delle unità locali per classe di addetti. Valori assoluti, composizioni e variazioni %. Censimenti 2011 e 2001.
    14. 14. 14  crescono Commercio, Servizi alle imprese, Sanità e Altri servizi  si riducono Industria e Attività agricole manif.  si espande il privato anche in settori tradizionalmente pubblici Terziarizzazione Le imprese Addetti e unità locali per settore di attività economica - Variazioni percentuali e peso addetti nel 2011 (dimensione bolle)
    15. 15. 15  alta quota di operai: 56,3 % 53,6% la media italiana  vocazione direzionale inferiore a quella nazionale 3,6% di dirigenti e quadri 4,7% il valore nazionale Dipendenti delle UL, per territorio e per qualifica professionale Valori percentualiQualifica dei dipendenti Le imprese
    16. 16. 16  una regione con molteplici specializzazioni  Occhialeria a Belluno e Oreficeria a Vicenza portano il Veneto in prima posizione nazionale per le “Altre industrie manifatturiere” Specializzazioni produttive Le imprese
    17. 17. 17  apertura internazionale superiore alla media del paese 27,2% di imprese - con struttura aziendale -aperte ai mercati esteri, rispetto a 21,9 % in Italia  soprattutto nei settori manifatturieri e in quelli a più alta specializzazione  il terziario ha, in genere, un raggio d’azione più limitato Mercati Le imprese
    18. 18. Le istituzioni non profit
    19. 19. 19  28.898 6,7% delle UG 3,5% degli addetti in regione  in 8 regioni si concentra il 70% delle UG non profit  il Veneto è al 2°posto Distribuzione delle Istituzioni non profit Valori percentualiUnità giuridiche Le istituzioni non profit
    20. 20. 20 Associazioni 90% delle istituzioni non profit 70% non riconosciute 20% riconosciute distribuzione in linea col dato nazionale Forma giuridica Le istituzioni non profit
    21. 21. 21  l’87% delle istituzioni non profit non ha addetti  l’8% ne ha meno di dieci Dimensioni Le istituzioni non profit
    22. 22. 22 Cultura, sport e ricreazione il settore prevalente, vi operano più di due terzi delle istituzioni non profit  seguono Assistenza sociale e protezione civile 8 unità non profit su cento  Sanità rispetto al 1999 le unità diminuiscono del 7,6% dinamica opposta a quella nazionale: +13,4 % Settori di attività Le istituzioni non profit
    23. 23. 23  il volontariato è una peculiarità regionale e contraddistingue quasi tutti i settori  in ogni unità locale ci sono in media  14 volontari  3 retribuiti  2 addetti  1 esterno Occupati nelle unità locali Le istituzioni non profit Veneto Nord-Est Italia
    24. 24. 24  Religione 98 %  Ambiente 97 %  Filantropia e promozione del volontariato 97 %  Cooperazione e solidarietà internazionale 96 %  Cultura, sport e ricreazione 95 %  Tutela dei diritti e attività politica 94 %  Assistenza sociale e protezione civile 67 %  Sanità 65 %  Relazioni sindacali e rappresentanza di interessi 59 %  Istruzione e ricerca 54 %  Sviluppo economico e coesione sociale 43 %  Altre attività 52 % Volontari graduatoria per percentuale sul totale degli occupati Le istituzioni non profit quasi esclusivamente volontariato in buona parte lavoro retribuito
    25. 25. 25  Cultura, sport e ricreazione: molto dinamico, soprattutto per i retribuiti  Sanità: aumenta il lavoro retribuito e rimane stabile il volontariato  Ambiente: aumentano più del 150% sia i volontari, sia i lavoratori retribuiti Dinamica occupazionale 2001-2011 Le istituzioni non profit X var.% 2011/1999 Lavoratori retribuiti Y var.% 2011/1999 Volontari
    26. 26. Le istituzioni pubbliche
    27. 27. 27  censite 889 istituzioni pubbliche  due terzi sono Comuni: 65%  quota consistente di Enti pubblici non economici: 24% Camere di commercio, Ordini e Collegi professionali, Consorzi di diritto pubblico, Enti Parco, Istituti ed Enti di ricerca Forma giuridica Le istituzioni pubbliche
    28. 28. 28  6.877 censite  -1,7% rispetto al 2001 contrazione minima rispetto a quella delle unità giuridiche (-25,5 %) localizzazione come proxy dell’offerta di servizio pubblico sul territorio maggiore incidenza nella fascia montana Unità locali Le istituzioni pubbliche Unità locali per comune (valori per 1.000 abitanti)
    29. 29. 29 Risorse umane per tipologia var. % 2011-2001 Lav. temporanei Volontari Lav. esterni Addetti  il personale effettivo si ridimensiona -6,7% meno che in Italia -10,4 %  aumentano i lavoratori esterni +15,3 % Italia +18,1 %  dinamiche in controtendenza:  crescono i temporanei +48,7 % Italia -21,3 %  aumentano i volontari +17,3 % Italia -56,8 % Occupazione Le istituzioni pubbliche
    30. 30. 30  oltre la metà delle istituzioni pubbliche venete dichiara di adottare comportamenti sostenibili nei confronti dell’ambiente  tra queste, il 47% ha effettuato acquisti attenti all’impatto ambientale  entrambi i dati sono superiori alla media nazionale  tuttavia, su 100 istituzioni che dichiarano di adottare comportamenti sostenibili, l’82% dichiara di avere incontrato almeno una difficoltà nell’adottarli Sostenibilità ambientale Le istituzioni pubbliche
    31. 31. 31 Sportelli per cittadini e imprese per 100.000 abitanti / imprese imprese cittadini  le province meno popolose di Belluno e Rovigo presentano una quota maggiore di sportelli  Venezia capoluogo di regione è la provincia con meno sportelli Sportelli per cittadini e imprese Le istituzioni pubbliche
    32. 32. 32 Sintesi  realtà regionale costellata da micro-imprese  crescono sia le imprese, sia gli addetti, ma a ritmi inferiori a quelli nazionali  numero di addetti per unità locale si riduce più che nel resto d’Italia  si conferma il ridimensionamento dell’industria a favore del terziario  crescono a due cifre nell’ultimo decennio  quasi due terzi delle istituzioni dedite a Cultura, sport e ricreazione  si riduce la dimensione della PA  più in termini di unità giuridiche che in unità locali e addetti Le istituzioni pubbliche Le istituzioni non profit Le imprese
    33. 33. 33 • I.stat, il datawarehouse dell’Istat tema: Censimento industria, istituzioni pubbliche e non profit 2011 www.istat.it http://censimentoindustriaeservizi.istat.it/. • Report Presentazione dei primi risultati del 9° Censimento generale dell’industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit Roma, 11 luglio 2013 • Report Check-up del Veneto alla luce dei dati censuari Venezia, 3 luglio 2014 per approfondire…
    34. 34. 34 Rina Camporese Ufficio territoriale Istat per il Veneto rina.camporese@istat.it Grazie! Venezia, 3 luglio 2014

    ×