A. Mazari - Business Architecture e standardizzazione dei processi: la procedura Istat di definizione degli standard e il Repository di metodi e strumenti IT

  • 18,688 views
Uploaded on

La modernizzazione del processo di produzione statistica: Il modello di Business Architetture per l’Istat …

La modernizzazione del processo di produzione statistica: Il modello di Business Architetture per l’Istat

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
18,688
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
6
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Business Architecture e standardizzazione dei processi: la procedura Istat di definizione degli standard e il Repository di metodi e strumenti IT Antonia Manzari DIQR/MSS Roma, 17 giugno 2014 La modernizzazione del processo di produzione statistica: Il modello di Business Architetture per l’Istat
  • 2. Procedura Istat di definizione degli standard La procedura di definizione degli standard è stata approvata in via ufficiale dal Comitato di Presidenza dell’Istat (Marzo 2012) La procedura si basa su: •i risultati dell’Essnet “Preparazione della standardizzazione” •le indicazioni della Sponsorship sulla standardizzazione •il ruolo della Rete per l’innovazione metodologica nella produzione statistica (Rete) Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 3. Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Ruolo della Rete
  • 4. Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 5. 1. Per ogni sotto-processo GSBPM rilevante (dal punto di vista delle scelte metodologiche) il Comitato Metodologie (anche su proposta di un Dipartimento) individua le metodologie ottimali, e gli eventuali strumenti IT che ne rendono possibile l’applicazione, da candidare a standard. 2. Per ogni metodo o strumento IT da candidare a standard, il Comitato Metodologie coinvolge: • le strutture metodologiche dell’Istituto (sia quelle trasversali che quelle di produzione) • (se attivo) il Centro di competenza della Rete proponendo la formazione di un team avente l’obiettivo di produrre una prima versione dello standard, sottoporla a test e predisporre un piano di diffusione (produzione linee-guida e manuali, attività seminariale, di formazione e di supporto). Fasi della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 6. 3. Lo standard proposto messo a punto e validato (eventualmente anche esternamente all’Istituto) viene presentato al Comitato Innovazione e Ricerca per una sua ratifica tecnica. 4. Il metodo, o lo strumento IT, una volta adottato come standard (in base alle priorità definite dal Comitato di Presidenza), è etichettato come tale nel Repository dei metodi e degli strumenti IT di Istituto e diffuso internamente ed esternamente. 5. Attraverso la struttura della Rete e le strutture metodologiche dei Dipartimenti sarà facilitata l’introduzione, all’interno dei rilevanti processi di produzione statistica, dei metodi e degli strumenti standard così definiti, a partire dalle rilevazioni sottoposte ad audit di qualità. Fasi della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 7. Ai fini della sperimentazione in corso sono state individuate funzioni ad alto contenuto metodologico rispondenti a tre requisiti: 1.“mature” dal punto di vista della ricerca e sviluppo, e dunque stabili nel prossimo futuro 2.relative ad aree coperte da Centri di competenza già attivi e dunque in grado di operare 3.implementate in strumenti IT generalizzati La candidatura di tali strumenti a divenire standard per l’Istituto implica anche la definizione dei corrispondenti metodi come altrettanti standard Sperimentazione della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 8. Sperimentazione della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Centro di competenza Funzioni GSBPM v.5.0 Metodi IT tools Trattamento delle mancate risposte parziali e degli errori non campionari Individuazione degli outlier Calcolo dell’influenza (score) di variabili errate o non plausibili o outlier 5.3 Review and validate Editing selettivo SeleMix Campionamento, trattamento mancate risposte totali e stime da modello Calcolo stime campionarie Calcolo varianza campionaria 5.6 Calculate weights 5.7 Calculate aggregates Calibrazione Metodi analitici di calcolo della varianza campionaria ReGenesees Serie storiche e destagionalizzazione Destagionalizzazion e 6.1 Prepare draft outputs Metodi per la destagionalizzazio ne Tramo- Seats, X12-Arima, X13-Arima- Seats, JDemetra+ Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 9. Gruppo di lavoro per la definizione degli standard Delibera DGEN 10 gennaio 2014 Compito: Sottoporre a valutazione e proporre come standard per l’Istituto un primo insieme di metodi e dei relativi strumenti IT Sperimentazione della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 10. Gruppo di lavoro per la definizione degli standard Delibera DGEN 10 gennaio 2014 Composizione: 1.Team tecnico incaricato della definizione di metodi standard per la produzione di stime campionarie e il calcolo dei relativi errori campionari, implementati nel software ReGenesees (19 componenti di cui 4 DIQR, 13 DISA, 2 DICS) 2.Team tecnico incaricato della definizione della procedura standard di editing selettivo, implementata nel software SeleMix (7 componenti di cui 1 DIQR, 2 DISA, 4 DICS) 3.Team tecnico incaricato della definizione di metodi standard per la destagionalizzazione di serie storiche con metodi implementati in diversi strumenti IT (TS, X12-Arima, X13-Arima-Seats, JDemetra+) (17 componenti di cui 3 DIQR, 3 DISA, 11 DICS) Sperimentazione della procedura Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 11. Prodotti attesi: 1.template per la redazione degli standard 2.versione da diffondere dello standard (comprensiva di punti di forza, limitazioni, raccomandazioni) 3.relazione sulla procedura di valutazione (oggetto, strategia, indicatori, risultati, eventuali proposte di miglioramento) 4.proposta di piano per la diffusione dello standard 5.nota contenente osservazioni sulla procedura di definizione degli standard Completamento lavori Gdl previsto per 31 gennaio 2015 Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Gruppo di lavoro per la definizione degli standard Delibera DGEN 10 gennaio 2014 Sperimentazione della procedura
  • 12. Successivamente all’adozione, lo standard viene pubblicato sul sito web dell’Istituto e collocato in un repository che ne consenta la diffusione e garantisca il mantenimento delle versioni Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Procedura Istat di definizione degli standard Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 13. Ambiente unico, interno al sito Istat, per la raccolta e la distribuzione di: •metodi statistici •strumenti IT generalizzati validati e utilizzati nei processi di produzione delle informazioni statistiche dell'Istat sostituisce Osservatorio Tecnologico per i Software generalizzati per la produzione statistica (OTS) Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 14. Agevolerà la modernizzazione e la standardizzazione del processo di produzione statistico in quanto: •consentirà la diffusione, interna ed esterna, dei metodi e strumenti IT più avanzati utilizzati dall’Istituto da considerare come riferimento nelle implementazioni di nuovi processi di indagine e nelle ristrutturazione di quelli già esistenti •agevolerà la crescita professionale e l'introduzione di innovazione (metodologica e strumentale) nella produzione statistica •darà risalto alle attività della rete dei metodologi diffondendo contenuti già pubblicati sulla piattaforma web della rete •accrescerà la trasparenza sui processi produttivi dell’Istituto Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 15. Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 16. Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 17. Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Le pagine delle singole FASI contengono gli elementi informativi più importanti sui sottoprocessi interni alla fase selezionata Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 18. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 19. I metodi e gli strumenti di una data fase sono raggruppati per sottoprocessi Le pagine relative ai METODI contengono elenchi di documenti che descrivono metodi statistici I documenti sono manuali metodologici, pubblicazioni e relazioni redatti da ricercatori Istat (anche in collaborazione con esterni) Per un dato sottoprocesso, i documenti sono visualizzati in ordine cronologico inverso (dal più recente al meno recente) e sono resi disponibili in formato PDF o tramite collegamento a siti esterni Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 20. Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014
  • 21. Le pagine relative agli STRUMENTI contengono elenchi di strumenti IT che implementano metodi statistici Per un dato sottoprocesso, gli strumenti sono visualizzati in ordine alfabetico Per ciascuno strumento è fornita una descrizione generale che esplicita le funzionalità implementate ed una scheda informativa Degli strumenti sviluppati dall'Istat è possibile effettuare il download, previa indicazione di un indirizzo e-mail Per gli strumenti non di proprietà Istat vengono indicate le modalità di reperimento Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 22. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 23. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 24. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 25. Fasi Strumenti IT in uso e di prossima introduzione PROGETTAZIONE Progettazione della lista e del campione FS4* MAUSS-R* (Multivariate Allocation of Units in Sampling Surveys - versione R con interfaccia Java) SamplingStrata* BEAT* (Bethel Extended Allocation for Two stages) RACCOLTA Acquisizione dati Blaise ELABORAZIONE Integrazione RELAIS* (REcord Linkage At IStat) StatMatch* Codifica delle risposte testuali ACTR (Automatic Coding by Text Recognition) Individuazione e trattamento degli errori di misura e delle mancate risposte parziali Banff CANCEIS (CANadian Census Edit and Imputation System) CONCORDJava* (CONtrollo e CORrezione dei Dati - versione con interfaccia Java) SeleMix* (Selective Editing via Mixture models) DIESIS* Calcolo delle stime e degli errori campionari EVER* (Estimation of Variance by Efficient Replication) ReGenesees* (R evolved Generalised software for sampling estimates and errors in surveys) Small Area Estimation Software* ANALISI Preparazione degli output Ranker* Tutela della riservatezza ARGUS Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 26. Sviluppi futuri del Repository (in collaborazione con DCDC/SGS) • (Strutturazione barra di navigazione laterale) • Arricchimento elementi informativi (es: indicazione processi di produzione che hanno utilizzato un dato strumento) • Individuazione modalità di gestione delle metainformazioni per la rintracciabilità sul sito dei documenti • Possibilità di utilizzo del contact centre per la gestione delle richieste di assistenza • Elenco FAQ (risposte dettagliate a quesiti comuni e frequenti) • Catalogo (documento contenente le informazioni presenti nel sito) ottenibile come output dinamico del sito e scaricabile in formato PDF • Analisi del comportamento degli utenti per migliorare il servizio offerto Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica
  • 27. Antonia Manzari - Roma, 17 Giugno 2014 Repository di metodi e strumenti IT per la produzione statistica Ruolo della Rete
  • 28. Contatti: manzari@istat.it Grazie per l’attenzione Antonia Manzari - Roma, 17 giugno 2014