Senza pensieri - dicembre 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,345
On Slideshare
2,345
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Anno 20102011 N° 2 Notiziario Scolastico I.S.I.S Oscar Romero p.2 Learning RGIE Week p GEO . 15-16 TA A RVISINTE European Music A wards p. 10
  • 2. AustraliaOspite della 2^S per qualche mese, Georgina Stillone, 16 anni, da Sydney, ha accettatodi parlare un po’ con noi giocando ad uno scambio di ruoli: noi le abbiamo fatto qualchedomanda... in inglese... e lei ha provato a risponderci... in italiano.Hi Georgie!Ciao!Where are you from?Abito in Sydney, Australia.How long will you stay here?Io sto qui per più di due mesi.Why did you chose Italy? What do you like mostabout it?Ho scelto venire in Italia perche i miei nonni sonoItaliani e voglio avere un indimenticabile esperien-esperienza! Mi piace la cultura e certo il cibo!What subjects do you study here?Qui studio Inglese, Tedesco, Latino, Matematica,Diritto, Storia, Geografia, Arte, Italiano grammati-ca, Religione, Educazione Fisica e Biologia.What do you think about you new schoolmatesand about your new teachers?ADORO i miei compagni! Loro sono molto gentile e di grande aiuto. I miei professori sono molto pazien-ti per il mio lento italiano.What are the main differences between Italian and Australian schools?Nelle scuole australiana gli studenti camminano da classe a classe e la mia scuola finisce alle 3.15 p.m. einizia alle 8.20. Noi non andiamo a scuola il sabato.Is your host family kind to you? Adoro la famiglia che mi ospita. Loro sono molto simpatici e accoglienti! You miss your family and your friends, don’t you? Sì, mi manca mia famiglia e I miei amici, ma sono molto contenta di essere qui! What do you expect from this experience? Vorrei imparare meglio l’italiano, incontrare persone, conoscerle, diventare amici, scrive- re, telefonare e incontrarle negli anni futuri. So, best wishes for your experience in Italy! Grazie mille! A. Crotti and G. Stillone (Georgie) -2-
  • 3. Australia Sesto paese del mondo per e- aborigeni ed europei, ma anche stensione e il più grande da asiatici, americani e africani. dell’Oceania, l’Australia è situata L’Australia è una monarchia costi- nell’emisfero australe e circonda- tuzionale federale governata dal- ta dagli oceani Indiano e Pacifico. la regina d’Inghilterra Elisabetta Popolata dagli aborigeni per mi- II, rappresentata nel Paese da un gliaia di anni e colonizzata dagli governatore generale. inglesi a partire dal XVIII secolo, La capitale è Canberra, ma la cit- oggi è abitata da un popolo mul- tà più popolosa è Sydney. ticulturale composto non solo daCuriosità I dolci australiani più rinomati sono il “Lamington”, una pasta dolce ricoperta di cioccolata e di cocco, e la “Pavlova”, una torta con meringa, crema e panna, ricoperta di frutta. Sono molti i V.I.P. australiani noti nel mondo, eccone alcuni: cinema: Nicole Kidman, Russel Crowe, Cate Blanchett, Paul Hogan (noto per il suo “Mr Crocodile Dundee”), Hugh Jackman, Sam Worthington. musica: AC/DC, Bee Gees, Men at Work, Olivia Newton-John (“Sandy” inGli australiani chiamano se stessi Grease), Kylie Minogue, Natalie“Aussie”. Imbruglia, Sam Sparro. sport: Casey Stoner, Mick DoohanLa flora australiana è caratterizzata (entrambi campioni del motomondiale:da specie particolari come i monotremi nel 2007 il primo, dal 1994 al 1998 il(della cui famiglia fa parte l’ornitorinco), secondo), Troy Bayliss (pluricampionei marsupiali (canguri, koala, vombati), i di Superbike nel 2001, 2006, 2008), Iancoccodrilli d’acqua dolce e d’acqua sala- Thorpe (campione olimpico di nuoto).ta e il dingo.Lo sport è molto sentito nella cultura Alice Rotaaustraliana; infatti questo Paese eccellenegli sport come il rugby, il cricket, ilpolo, il lacrosse e l’hockey su prato. Maè anche ai vertici mondiali per il tennise il softball.Essendo composta da una moltitudinedi etnie, la cucina australiana hainflussi da ogni parte del mondo, dalmediterraneo all’asiatico. In generaleè molto apprezzata la carne cotta allagriglia come le bistecche, ma anche lacarne di canguro e di coccodrillo. -3-
  • 4. ScuolaIl 27 novembre si è tenuto presso l’Auditorium di Albino un convegno per presentare l’offerta formativadelle scuole superiori della Valle Seriana. L’incontro, organizzato in collaborazione con l’assessoratoall’Istruzione del Comune di Albino, è stato coordinato dalla professoressa Gisella Persico dell’ufficio Sco-lastico provinciale (ex Provveditorato agli studi) di Bergamo. Erano presenti, oltre ad alcuni studentidell’Istituto Alberghiero di Nembro, che hanno provveduto all’accoglienza e all’organizzazione dell’evento,i dirigenti delle scuole ABF/CFP e ISIS “O.Romero” di Albino, del Liceo “Amaldi” di Alzano, dell’ISIS“Valle Seriana” di Gazzaniga e dell’I.P.S.S.A.R. “A.Sonzogni” di Nembro.Durante l’incontro è stato, tra le altre cose, presentato un supporto multimediale innovativo proposto dalLiceo scientifico “Lorenzo Mascheroni” di Bergamo: la Media Library Online, una biblioteca digitale acces-sibile a tutti gli iscritti ad una qualsiasi biblioteca della Valle Seriana contenente audiolibri, 1340 testategiornalistiche di 39 paesi differenti e 20.000 file audio di musica classica e jazz; l’obiettivo è quello di arri-vare ad una quota di 60.000 file in pochi mesi.Il convegno è stato pensato per i genitori degli studenti frequentanti l’ultimo anno della scuola secondaria diprimo grado (terza media) per illustrare le offerte formative degli istituti superiori della media e bassa ValleSeriana.Durante l’incontro è stato posto l’accento anche sulle modifiche introdotte dalla tanto discussa riforma Gel-mini.Secondo recenti statistiche gli studenti che proseguono gli studi dopo la maturità sono sempre di più; ancheper questo si è pensato di far in modo che pure i percorsi professionali avessero una durata di 5 anni, dandocosì pari dignità a tutti i percorsi di studio.Ecco alcune novità e caratteristiche dell’offerta formativa delle diverse scuole ABF/CFP: è stata introdotta la figura professio- nale del tutor in ogni classe per svolgere una fun- zione di supporto al successo formativo dei ragaz- zi e al fine di limitare il più possibile la dispersio- ne scolastica. ISIS “O.Romero”: sono presenti 5 indirizzi di studio: il Liceo delle scienze umane(ex Liceo Socio Psico Pedagogico), il Liceo linguistico, gli Istituti tecnici “Amministrazione, Finanza e Mar- keting” (ex IGEA) e “Relazioni Internazionali per il Marketing (ex ERICA), l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali. Liceo “Amaldi”: oltre al Liceo scientifico, sarà ora possibile frequentare anche il Liceo classico. ISIS “Valle Seriana”: è stato introdotto in alcune le classi dell’Istituto il supporto tecnico multime- diale delle lavagne elettroniche (LIM), una stru- mentazione presente anche in alcune classi dell’Istituto Romero di Albino; sono stati, inoltre, proposti due nuovi indirizzi di studio: il Liceo scientifico con l’opzione Scienze applicate e, per la prima volta in Valle Seriana, l’indirizzo “Servizi socio sanitari”. Alice Mutti e Sara Epis -4-
  • 5. ScuolaÈ iniziato il 16 Ottobre 2010 la terza edizione nell’auditorium dell’Istituto Amaldi con Marcodel “Festival dei Narratori Italiani Presente Lodoli e i poeti Cucchi e De Angelis, e dueProssimo” che vede la collaborazione, tra gli all’Istituto Romero con Alessandro Zaccuri e altri, dei Pietro Colaprico. Sia il corso di scrittura creati- comuni di va che gli incontri con gli autori hanno riscosso Albino e grande successo tra gli studenti, che hanno po- Alzano tuto rivolgere numerose domande agli scrittori Lombar- e confrontarsi con persone che solitamente si do. Il di- conoscono solo attraverso la carta! rettore Alessandra Crotti artistico è Raul Montana- ri, autoredi molti romanzi di successo, che ha tenuto uncorso di scrittura creativa per alcuni dei ragazzidegli istituti Romero e Amaldi. Inoltre, grazieagli interventi di alcuni scrittori e poeti italianiemergenti, sono stati organizzati quattro incon-tri che hanno coinvolto alcune classi di entram-bi gli istituti: due incontri si sono svolti Lo scorso anno scolastico è stato proposto da alcuni docenti di lettere un corso di scrittura creativa organizzato in collaborazione con le biblioteche di Nembro, Alzano e Albino. Nel nostro istituto il progetto è stato coordinato dalla profes- soressa Robert. Alcuni studenti hanno colto questa opportunità e, durante l’estate, si sono preparati leggendo alcune tra le principali opere di autori come Zaccuri, Lodoli e, in particolare, di Raul Montanari. Il corso ha avuto inizio il 16 Ottobre 2010 presso la biblioteca di Nembro dove lo scrittore Montanari ha tenuto cinque incontri da due ore per due gruppi di studenti provenienti uno dall’istituto Amaldi e l’altro dall’Istituto Romero. Gli argomenti centrali del corso sono stati: le principali tecniche di scrittura, i “segreti del mestiere” per non annoiare il lettore, per rendere più realistico un personaggio… I ragazzi si sono dimostrati molto interessati ed entusiasti anche quando, a sorpresa, è stato loro annunciato che avrebbero dovuto provare a scrivere un racconto breve se- guendo le indicazioni di Montanari. Gli studenti hanno aderito alla proposta e i racconti saranno prossimamente pubblicati. -5-
  • 6. Rappresentanti A seguito delle votazioni per il rinnovo del Consiglio d’Istituto sono stati eletti come rappresentanti degli studenti Alessandra Ongaro, Lorenzo Pasini, Valentina Ca- robbio e Sara AzzolaSentiamo quindi cosa hanno da dire in meri- le uscite di emergenza;to due di loro: Alessandra Ongaro e Lorenzo - organizzare la festa di Natale;Pasini. - realizzare l’ annuario.Perché avete scelto di candidarvi? Cosa avete intenzione di fare per rag-Lorenzo: Perché volevo provare a risolvere giungerli?quei problemi che io stesso, negli anni scor- Lorenzo e Alessandra: Porteremo le no-si, mi ponevo. stre proposte in consiglio di Istituto e parle-Alessandra: Perché conosco amici che remo frequentemente con il preside.hanno fatto i rappresentanti di Istituto,quindi ho voluto provare anch’ io. Cosa chiedete agli studenti e in parti- colar modo ai rappresentanti di classePerché pensate che gli studenti abbia- per aiutarvi a svolgere i compiti per ino scelto proprio voi? quali siete stati eletti?Lorenzo e Alessandra: Perché molte per- Lorenzo: Chiediamo collaborazione, idee esone dell’Istituto ci conoscono. soprattutto partecipazione alle riunioni per i rappresentanti di classe.Quali obiettivi vi siete prefissati? Alessandra: Chiedo collaborazione, impe-Lorenzo e Alessandra: gno da parte di tutti e trovare sempre un accordo.I nostri obiettivi principali sono: Daniela Cominardi- riuscire ad organizzare il Monteore;- ottenere che all’intervallo si possano usareGEROGLIFICI? IN AUSTRALIA?Ebbene sì, in Australia, sulle rocce nella foresta del Parco Nazio-nale della Hunter Valley, cento chilometri a nord di Sydney, sonostati scoperti meravigliosi geroglifici.Secondo il ricercatore Paul White essi sono d’origine egizia erisalgono a 4500 anni fa.Si dice che i graffiti fossero scoperti nei primi anni del Novecento,ma rimasero nascosti fino agli anni Settanta.In un gran blocco d’arenaria c’è come una piccola “camera” tradue pareti di pietra, distanti pochi metri, l’una di fronte all’altra,mentre una specie di soffitto copre l’estremità più stretta. Per rag-giungerla occorre salire su una piccola frana rocciosa, nascostadalla vegetazione.Sulle rocce sono incisi almeno duecentocinquanta geroglifici ditipo egizio, in parte corrosi dal tempo.All’estremità della grotta si vede l’antico dio egizio Anubis, ilgiudice dei morti. Agnese Manara -6-
  • 7. RappresentantiIn seguito alla giornata di formazione dei rappresentanti abbiamo chiesto a Gloria Picci-nini, rappresentante della 4^L, di raccontarci come si è svolto questo incontro:“Martedì 16 novembre 2010 tutti i rappre- più in generale. Dalle 10.00 alle 12.30 sisentanti di classe si sono riuniti presso la sono svolti i tradizionali lavori di gruppocomunità di Bondo Petello per la giornata di per riflettere sul ruolo del rappresentante, suformazione. Inizialmente è stato comunicato ciò che egli deve e non deve fare o dire, suil programma di tutta la mattinata, poi il come deve agire in determinate occasioni,preside prof. Angelo Savoldelli ci ha dato il su quali sono le situazioni che non può igno-benvenuto esprimendo il suo piacere per rare e quali reputare marginali in quanto nonl’impegno che abbiamo assunto nel rappre- comportano un coinvolgimento della classesentare la classe, ha sottolineato ma solo del singolo. Il lavoro di gruppo èl’importanza di questo ruolo come incentivo stato diviso in due fasi: la prima consistevae aiuto per qualsiasi alunno in difficoltà e nell’elaborazione delle “cinque idee”, la se-per rendere il clima all’interno della classe conda nella produzione di cartelloni riguar-tranquillo e sereno. Il preside ha mostrato danti i temi di discussione. Alle 12.30 ogniperò anche il suo disappunto per la non ade- gruppo ha illustrato le proprie idee attraver-sione degli studente alla “consulta”, ritenen- so il cartellone. L’incontro è proseguito condo questo un punto a sfavore per l’Istituto l’intervento di un insegnante esterno che ciper la mancanza di punti di contatto con al- ha mostrato un filmato sull’Unità dell’Italiatre scuole. Il preside ci ha poi informato del e ha proposto una candidatura “parallela” afatto che l’anno scorso abbiamo raggiunto quella della consulta che ci potrebbe dare lal’obbiettivo prefissato ovvero diminuire la possibilità di partecipare ad alcuni incontri.”percentuale di bocciati (lo scorso anno 12%,quest’anno meno del 10%): “Parte del risul-tato” - ha osservato- “è da attribuire anche allavoro dei rappre-sentanti perché ilclima di serenità edi classe è stretta-mente correlato alprofitto. Successi-vamente la prof.ssaGranziera ha appro-fondito i temi dellaCostituzione, i no-stri diritti e doveri alivello non soloscolastico ma anche -7-
  • 8. Corsa CampestreOrmai non si contano più i titoli di campionesse provinciali vinti dalle nostre ragazze, Al-lieve a Juniores. Negli ultimi sette anni con le Allieve abbiamo vinto 5 titoli provinciali, 2regionali e due volte in finale nazionale con un secondo posto nel 2004-2005, e con le Ju-nior 4 titoli provinciali (non sono previste per questa categoria ulteriori fasi).Anche quest’anno le nostre ragazze non hanno voluto interrompere la riga vincente e cosìci hanno regalato questo bellissimo podio dorato. Nella Foto (da sinistra a destra) le ma-gnifiche cinque: Guerini Ilaria (3^L), Bonzi Giada e Benzoni Alessia (2^S), Bigoni Ilaria(1^B), Brissoni Alessandra (3^E), le Campionesse Provinciali di Corsa Campestre 2010-2011 che si sono così aggiudicate la finale regionale che si terrà come ormai da consuetu-dine in questi ultimi anni sul mitico percorso della 5 MULINI a San Vittore Olona il pros-simo febbraio.Su 168 partecipanti si sono classificate 2^, 6^, 7^, 12^, 24^; con un risultato di squadracosì brillante hanno vinto dando più di 15 punti alla seconda classificata e ben 55 alla ter-za. Cosa dire di più, incrociamo le dita e speriamo che possa bissare il successo alle regio-nali, se lo meriterebbero perché hanno dimostrato di essere una squadra compatta e benmotivata e se tutto gira per il meglio la finale nazionale è alla loro portata; loro ci credonoanche perché lo scorso anno è sfuggita per un pelo e non vedono l’ora di sputare l’amarorimasto loro in bocca. Quindi non possiamo che sostenerle con un colossale “IN BOCCAAL LUPO RAGAZZE!!!!!!”Molto bene si sono comportati anche i ragazzi della squadra Allievi che si è classificata alsesto posto su ben 40 squadre per un totale di ben 176 concorrenti. Tenendo conto che ilnostro istituto ha una presenza maschile irrisoria rispetto ai tecnici o ai licei, si può tran-quillamente affermare che si è trattato di un brillantissimo risultato.Un ringraziamento ai nostri ragazzi e ragazze che grazie alla loro fatica, determinazione eatteggiamento positivo (avete mai corso in pantaloncini e maglietta su un percorso inneva-to e fangoso?) hanno reso onore al nostro istituto.La responsabile dell’attivitàProf.ssa Cinzia Girelli Carasi -8-
  • 9. Gianna Nannini pronta. Per tre volte non lo sono stata, ma oggi lo sono.” Gianna Nannini, nono- stante il recente parto, rimane la solita instancabile musicista: il 3 Dicembre è uscito infatti il brano “Ogni tanto”, primo singolo dell’album “Io e te” in uscita l’11 Gennaio 2010, seguito da un tour che toc- cherà tutte le principali città italiane. No- nostante gli attacchi e le critiche la nostra neo-mamma non si è mai arresa e, anzi, lancia un’altra provocazione: “God is a woman, Dio è donna, lo capirai presto e lo capiremo insieme!” - continua Gianna nella sua lettera - “E voi, oh voi, che mi siete stati vicini e lontani: vi amo. E vi invi- to tutti al mio battesimo rock.”Penelope Jane Charlotte, questo è il no-me della figlia, nata il 16 Novembre 2010, Alessandra Crottidella cantautrice cinquantaquattrenneGianna Nannini. Si è discusso e criticatotanto sull’ inaspettata gravidanza dellarocker: inseminazione artificiale, curespeciali, forza di volontà? Non importa,ciò che conta veramente è che questa siastata la realizzazione di un desiderio! Do-po tre gravidanze concluse con altrettan-ti aborti spontanei la Nannini è finalmen-te riuscita a rimanere incinta nel momen-to giusto, come sostiene lei stessa in unalettera rivolta alla piccola: “Ti chiameròPenelope perché mi hai aspettata tantoprima di nascere. Hai aspettato che fossi -9-
  • 10. EMAUn anno fa era un ragazzo come tanti altri con la passione per la mu-sica e per il canto, ma dopo aver vinto la terza edizione di X-factornulla è stato più come prima. Di chi si parla? Di Marco Mengoni chedopo la vittoria al talent show ha iniziato a scalare le classifiche e adaccumulare premi uno dietro l’altro, a partire dal terzo posto a Sanre-mo 2009. Dopo il concorso della canzone italiana riceve infatti il discodi platino per il suo album “Re matto” che va ad aggiungersi al discod’oro per il singolo “Credimi ancora” e al disco di platino per il suo primo cd “Dove si vola”. Nel maggiodel 2010 oltre ad essere nominato “Man of the year” ai Trl Awards inizia il suo primo tour andando a toc-care tutte le principali città italiane tra le quali Parma, Genova, Rimini, Cagliari e Milano. In molte tappe diquesto tour si è verificato il sold out, segno di quanti sono i fan di Mengoni; durante il concerto di Genovainoltre è stato registrato il cd live “Re matto” che sta riscuotendo un grande successo.Ma arriviamo all’ultimo premio, che può essere definito un premio record: il cantante di Ronciglione, il 7novembre, ha ricevuto un premio che non era mai stato nelle mani di un italiano, il Best European Act.Marco Mengoni ha ricevuto questo titolo agli European Music Awards battendo addirittura il super fa-vorito Erique Iglesias che giocava in casa, visto che quest’ anno gli EMA si sono tenuti a Madrid. Durantequesti ultimi mesi Marco e la sua band sono stati impegnati nella produ-zione del nuovo disco che conterrà sicuramente tante sorprese date leillimitate risorse del Re Matto!Aspettando le nuove canzoni auguriamo a Marco che il suo successo pos-sa continuare per molto, molto e ancora molto tempo!Good luck Mad King! Cristina PalaminiBest Song: Lady Gaga Bad Romance Best Alternative: ParamoreBest Live Act: LinkinPark Best Video: Katy Perry feat. Snoop Dogg California GurlsBest Pop: Lady Gaga Best Push Act: Justin BieberBest New Act: Ke$ha Best World Stage Performance: Tokio HotelBest Female: Lady GagaBest Male: Justin Bieber Best Hip Hop: EminemBest Rock: Thirty Seconds toMars - 10 -
  • 11. IntervistaChe strumento suoni? Il bassoDa quanto tempo? Suono da circa due anni emezzoSolitamente si inizia a suonare da piccoli,come mai hai cominciato così tardi? È veroho iniziato da poco, però credo che, oltreall’età, anche l’ interesse per lo strumento siaimportante, quindi secondo me non esiste un’età stabilita per cominciare.In che modo hai studiato il tuo strumentofino ad ora? Ovviamente ho avuto bisogno diseguire delle lezioni ma alcune cose le ho im-parate da autodidatta.Quanto ti eserciti ogni giorno? Mediamentesuono due ore al giorno compatibilmente con i miei impegni.Suoni altri strumenti? No, ma mi piacerebbe imparare a suonare la cor-namusa e il flauto irlandese.Come mai proprio questi strumenti poco comuni nella nostra cul-tura? Perché tra i primi gruppi a cui mi sono appassionato e che ho segui-to ci sono i Folk Stone e i Furor Gallico ed in entrambi ci sono questi stru-menti che, secondo me, riescono a comunicare molto al pubblico.Come mai hai scelto proprio il basso? Perché determina la strutturaritmica di un brano.Quali sono i tuoi generi preferiti? I miei generi preferiti sono il viking, ilfolk e il death.Che genere di musica suoni? Suono un po’ di tutto in particolare metal,rock, demential e thrash.Quali sono i tuo gruppi preferiti? Sicuramente i Pantera e i Death, poi iPolli Azzannatori, Obituary, Led Zeppelin, Trollkotze, Rage Against the Ma-chine, Morbid Angel e i Gorefest.Quali sono i generi che non ti piacciono? I generi che non amo sono ilpower metal e il progressive metal ad eccezione dei Control Denied e dipochi lavori dei Dream Theater. Non mi piace neppure il Deathcore, al difuori dei Waking the Cadaver edegli Immune System Failure.Quali sono i migliori bassistidai quali trai ispirazione? So-no Alex Webster, Clif Burton,Peter Steele e Jaco Pastorius.Suoni in qualche gruppo? Sì, LOGOsuono nei Distopia, nei With Out,nei Pinguini Tattici Nucleari e inun gruppo che per ora non haancora nome.Sara Epis - 11 -
  • 12. Gita Venerdì 1 ottobre al Goethe Institut di Milano si è svolta la giornata europea delle lingue, organizzata per i ragazzi che hanno conseguito una delle certificazioni in lingua tedesca. Noi della classe 4^E abbiamo deciso di partecipare, anche se in pochi. Con entusiasmo, fini- te le lezioni abbiamo preso il treno diretto alla stazione centrale di Milano. Siamo stati accolti al teatro San Fedele con un “Wilkommensgeschenk”, un piccolo regalo di benvenuto offerto dal Goethe Institut. Entrati nella sala, ci è stato presentato in tedesco il programma del pomeriggio. Subito dopo, le classi presenti sono salite a turno sul palco cantando canzoni tedesche da loro inventate con l’aiuto dei cantanti della Popakademie di Mannheim, Katja, Debbie, David e Bastian. In una di queste canzoni si raccontava ad esempio, con ironia, di un certo Mattia che tradiva una certa Sara con Chiara che a sua volta tradiva Mattia con Marco sugge- rendoci semplici morali. Conclusa la prima parte dell’incontro, ci siamo scatenati con i “Sincrono” in un concerto di can- zoni italiane, inglesi e tedesche per concludere poi con una “gara calcistica” combattuta da tre professori, tra cui la nostra professoressa Finazzi. Verso le 17.30 siamo tornati alla Stazione Centrale lanciando un’occhiata al Duomo (maestoso davvero!) e all’affollata Galleria Vittorio Emanuele II. Anche se questa esperienza è durata solo poche ore, abbiamo avuto comunque il tempo per divertirci in un pomeriggio alternativo, e come noi, lo hanno fatto tanti altri ragazzi che danno importanza alle lingue straniere.GIOCHIECURIOSITA’giochiecuriositàgiochiecuriositàgiochiecuriositàgiochiecur Solo in tv… -Se decidete di iniziare a ballare per strada, Domandone tutti coloro in cui vi imbatterete, chissà co- Ti trovi al volante di un auto e circoli ad me, conosceranno tutti i passi. una velocità costante QUIZ Alla tua sinistra vedi un precipizio MATEMATICO Alla tua destra un camion dei pompieri Se: che viaggia esattamente alla tua stessa velocità 2 + 3 = 10 CURIOSITA’ Davanti a te si trova un cavallo al galoppo Ciao 7 + 2 = 63 In passato esisteva il saluto deferente schiavo (per dire: è veloce come te, non puoi superarlo 6 + 5 = 66 servo suo); poi, specialmente nella regione veneta, si Dietro di te ti segue a brevissima distanza 8 + 4 = 96 abbreviò la parola in s-cio. In seguito si è trasformata in un elicottero che vola raso terra! ciao. Ma il saluto, che prima era ossequioso, è diventato, COSA FAI PER FERMARTI? allora: invece, il più confidenziale. Fino a circa un secolo fa, la 9 + 7 = ???? parola era usata solo nellItalia settentrionale. - 12 -
  • 13. Progetti Un’altra importante iniziativa nel nostro istitutoVogliamo informarvi di un nuovo progetto tersi alla pro-proposto dal gruppo “No Slavery” che coin- va e, perchévolge direttamente il nostro Istituto. no, imparareSi tratta del “Progetto compiti”. Già l’anno a loro volta.scorso alcuni studenti aiutavano ragazzi e “Questo pro-bambini a svolgere i compiti in oratori o getto – sottoli-presso associazioni presenti sul territorio; nea la profes-alcune ragazze del Liceo socio-psico- soressa Flo-pedagogico, ad esempio, hanno collabora- rinda Mismettito con la comunità di Gazzaniga “L’Albero”, che coordinaun centro diurno che ospita bambini con il progetto –problemi familiari. Questa volta il progetto può davverocoinvolge direttamente il nostro Istituto e, contribuire aquindi, tutti noi. Qual è la novità? l’idea è creare nel no-quella di proporre alle classi terze, quarte e stro Istituto unquinte di tutto il Romero un impegno clima di soli-nell’aiutare i “più piccoli” di prima e secon- darietà, di di-da nello svolgere i compiti, nello studiare e sponibilità e dinell’acquisire un metodo di studio più ade- attenzione agli altri”. Del resto crediamoguato alla scuola scelta. valga la pena ricordare, come ha sottoline-Il progetto inizia a Dicembre e, sulla base ato il nostro Preside Angelo Savoldelli nelladelle adesioni e disponibilità di noi studenti, giornata di formazione dei rappresentantipotrebbe continuare sino al termine degli studenti del 16 Novembre, che in unadell’anno. È fondamentale sottolineare realtà scolastica “più il clima è buono, più il’importanza di parteciparvi: questa brillante profitti sono alti”.e semplice idea potrebbe davvero servire Quindi ragazzi fatevi avanti, senza paura ead aiutare chi di noi ha più difficoltà in disci- vergogna, perché tutti possono esserepline come Latino, Matematica, Inglese, “secchioni”! Tutti possono avere bisogno dilingue stranere (ma non solo) e potrebbe aiuto e trovare sostegno dai loro compagni!dare la possibilità anche ai più bravi di met- Alice MuttiEVENTIeventieventieventieventieventieventieventieventieventieventieventieventie Direttore: Ale ssandra Crotti Grafica: Aless andra Rota Vice-direttore: Asia Acquaroli Redazione: A gnese Manara, Cristina Palam Alice Rota, ini, Cominardi, Sar Anna Diabate , Daniela a Epis, Alice M Gallo, Daniela utti, Antonio zione Asperti, Marco La reda La soluzione è 144. Khadija El Qua Palazzi, Z. a rdy, Bouchra R augura afiq. X + Y = Z in realtà è (X+Y) x X = ON ne: tutti BU 2.Procedimento per la soluzio- NATALE! 1.Scendi dalla giostra, no!? SOLUZIONI pag. 12 - 13 -
  • 14. ChristmasAnd what could we do during Christmas holidays, sitting on thesofa, in front of the fireplace while the snow falls...watch Cristhmas movies!!! what else??And it is not Christmas without "The Nightmare BeforeChristmas"!! (But is certainly also suitable for Hallow-een).The Nightmare Before Christmas is an animation filmof 1993 directed by Henry Selick and produced/co-written by Tim Burton. Hes a genius of cinema, fa-mous all around the world for his creativity, his eccen-tricity and especially for his ability to portray a roman-tic and fairy world, dyeing it of a gloomy atmosphere.This is a claymation movie and claymation is a form ofanimation that uses stop-motion photography tobring to life clay (creta) figures sculpted by artists.Stop motion is a process that takes an inanimate ob-ject and moves and poses it little by little, taking apicture of each of these little movements. After thatthese pictures are strung together frame by frame; Ittakes about 24 pictures to create one second of"film" for a really smooth animation. This film tells the story of Jack Skellington, king of Halloween town, a dream world filled with citizen such as monsters, ghosts, ghouls, goblins, vampires, werewolves and witches… Jack is tired of the same routine, hes missing some- thing that he can’t find in the land of Halloween, so he decides to leave and he finds the door to an other town called Christmas Town. Impressed by the joy and style of Christmas, he desires to involve all his bizarre and terrifying friends in the holiday season and, after kidnapping Sandy Clause, to bring Christmas into the land of Hallowen by himself. He’s moved by good intentions but at the end he will turns the Christmas Holiday into a Halloween Night- mare!!! Alessandra Rota - 14 -
  • 15. Learning Week Photo album of our Irish experience T and 3^ 3^S Arriv al Bray : Dublin, , a to I wn 2 reland. T 0, wher 0km ransf er 201 e we s e ovemb taly staye outh of D r to 21st N amo, I d wit arture: ublin Dep por t, Berg famil h our , erio air ies. host O rio al S we hool, A fter sc unch on l y had usuall ach. the beEvery day from 9.00 a.m. to 1.00p.m. we went to school, near the sea.There we learned about Irish historyand politics, in preparation for the work we did on Friday when we had to prepare a Thes e are ever the t presentation comparing y I ta ypic lian al fa stud ces o Irish and Italian political of a ent i f pack n fro ed lu and historical aspects. nch… nt - 15 -
  • 16. Learning Week n ntatio n orie all. ha d a City H On T n we ublin ue s d afte rnoo Joyc ay w nday ed D e Cen e visi n Mo e visit tre a ted JO nd w Colle ames blin a ge G nd th in Du roun e Tri nitytour B oo k ds w ith th o f Ke e fam lls to ous o. On Wednesday we had the tradi- ing morn tional visit to the Dublin Writers . On Friday lia- Castle o f Pa rMuseum. In Merrion Square we met ited D u bl i n rish House had we vis (The I rks we Oscar Wild who stared at us with a ursday il & S eanad the wo On T h ented y and puzzled expression of superiority the Da e pres histor we v isited oon w Italian aftern I ris h a nd lying smartly on a rock. n the eek on m ent). I the w s. during politic done r ared ou we prep vening ore we had In the e not bef but rs in luggage r teache ta lized ou ethe immor r of Go f the r e d d oo es. On 27 th of N o vember we sa front o Nation dly left a sno u te Inter and we return wy Dublin - Instit ed to Italy. - 16 -