0
Corso di usabilità sul web BOZZA – questa presentazione è ancora in fase di revisione
Usabilità del Web <ul><li>Quando un utente visita il sito, hai 2 minuti per dire tutto quello che devi
Gli utenti restano mediamente 27 secondi per pagina
Internet è piena di spazzatura </li><ul><li>Gli utenti non hanno tempo di studiare tutto quello che c'è online
Un utente non sa se vale la pena visitare una pagina, bisogna convincerlo </li></ul></ul>
Analisi  <ul><li>Gli utenti riescono ad usare i siti che visitano per la prima volta solo nel 66% dei casi </li><ul><li>Ne...
Non può valutare se la sua esperienza è stata deludente, perchè non sa se poteva avere accesso a informazioni più rilevant...
Elementi importanti <ul><li>Gli utenti devono sapere dove sono arrivati e come raggiungere le altre parti del sito </li><u...
Link diretto alla home page
Box di ricerca in alto a destra </li></ul><li>Link con “briciole di pane”
La posizione raggiunta in un sito può essere dovuta anche a un motore di ricerca o a un altro sito </li></ul>
Home page <ul><li>Un utente esperto sta su una home page 25 secondi in media per valutarla
Un utente neofita sta 35 secondi
C'è pochissimo tempo per fare buona impressione
Fondamentali: </li><ul><li>Su che sito sono arrivati
Quali vantaggi o servizi si possono aspettare
Qualcosa sull'azienda, novità
Possibilità a disposizione per muoversi nel sito </li></ul></ul>
Home page <ul><li>Nelle visite successive gli utenti passano meno tempo sulla home </li><ul><li>31 – 25 – 22 -19 secondi <...
Non fanno scorrere la pagina </li><ul><li>23% - 16% - 16% - 14% </li></ul></ul>
Pagine interne <ul><li>Neofita 60”, Esperto 45”
Parte del tempo è dedicata a studiare il sistema di navigazione per pianificare la prossima mossa
Leggono meno di metà del testo dei primi 2 paragrafi in cerca di parole chiave
Guardano i primi 3-4 paragrafi al massimo
Il resto del tempo è per guardare le foto
E' più probabile che clicchino all'interno del contenuto anziché in navigazione. </li></ul>
Ricerca <ul><li>Per svolgere un compito (esempio booking) gli utenti: </li><ul><li>88% motore di ricerca
12% va su siti noti (expedia,ecc...) </li></ul><li>Gli utenti non cercano siti da esplorare a fondo e usare in modo intens...
“Information foraging” <ul><li>Più è semplice reperire nuove risorse informative, meno tempo gli utenti dedicano a ciascun...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Usabilità del web

767

Published on

Traccia per un corso di usabilità del web. BOZZA IN FASE DI REVISIONE - 2011

Published in: Devices & Hardware
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
767
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Usabilità del web"

  1. 1. Corso di usabilità sul web BOZZA – questa presentazione è ancora in fase di revisione
  2. 2. Usabilità del Web <ul><li>Quando un utente visita il sito, hai 2 minuti per dire tutto quello che devi
  3. 3. Gli utenti restano mediamente 27 secondi per pagina
  4. 4. Internet è piena di spazzatura </li><ul><li>Gli utenti non hanno tempo di studiare tutto quello che c'è online
  5. 5. Un utente non sa se vale la pena visitare una pagina, bisogna convincerlo </li></ul></ul>
  6. 6. Analisi <ul><li>Gli utenti riescono ad usare i siti che visitano per la prima volta solo nel 66% dei casi </li><ul><li>Negli anni novanta il 40% </li></ul><li>La soddisfazione degli utenti non è determinante per l'usabilità: </li><ul><li>Generalmente si tende ad adeguarsi e ad essere gentili
  7. 7. Non può valutare se la sua esperienza è stata deludente, perchè non sa se poteva avere accesso a informazioni più rilevanti </li></ul></ul>
  8. 8. Elementi importanti <ul><li>Gli utenti devono sapere dove sono arrivati e come raggiungere le altre parti del sito </li><ul><li>Nome o logo aziendale in alto a sinistra
  9. 9. Link diretto alla home page
  10. 10. Box di ricerca in alto a destra </li></ul><li>Link con “briciole di pane”
  11. 11. La posizione raggiunta in un sito può essere dovuta anche a un motore di ricerca o a un altro sito </li></ul>
  12. 12. Home page <ul><li>Un utente esperto sta su una home page 25 secondi in media per valutarla
  13. 13. Un utente neofita sta 35 secondi
  14. 14. C'è pochissimo tempo per fare buona impressione
  15. 15. Fondamentali: </li><ul><li>Su che sito sono arrivati
  16. 16. Quali vantaggi o servizi si possono aspettare
  17. 17. Qualcosa sull'azienda, novità
  18. 18. Possibilità a disposizione per muoversi nel sito </li></ul></ul>
  19. 19. Home page <ul><li>Nelle visite successive gli utenti passano meno tempo sulla home </li><ul><li>31 – 25 – 22 -19 secondi </li></ul><li>Lo scopo della home è guidare gli utenti, quando familiarizzano la guardano meno
  20. 20. Non fanno scorrere la pagina </li><ul><li>23% - 16% - 16% - 14% </li></ul></ul>
  21. 21. Pagine interne <ul><li>Neofita 60”, Esperto 45”
  22. 22. Parte del tempo è dedicata a studiare il sistema di navigazione per pianificare la prossima mossa
  23. 23. Leggono meno di metà del testo dei primi 2 paragrafi in cerca di parole chiave
  24. 24. Guardano i primi 3-4 paragrafi al massimo
  25. 25. Il resto del tempo è per guardare le foto
  26. 26. E' più probabile che clicchino all'interno del contenuto anziché in navigazione. </li></ul>
  27. 27. Ricerca <ul><li>Per svolgere un compito (esempio booking) gli utenti: </li><ul><li>88% motore di ricerca
  28. 28. 12% va su siti noti (expedia,ecc...) </li></ul><li>Gli utenti non cercano siti da esplorare a fondo e usare in modo intensivo: cercano risposte specifiche </li></ul>
  29. 29. “Information foraging” <ul><li>Più è semplice reperire nuove risorse informative, meno tempo gli utenti dedicano a ciascuna di esse.
  30. 30. Prendono quello che trovano, e non perdono tempo a cercare il meglio
  31. 31. Cercano RISPOSTE non NAVIGAZIONE </li></ul>
  32. 32. Generare valori <ul><li>Come valorizzare utenti che arrivano a pagine interne da motori di ricerca? </li><ul><li>Pagine specializzate, titoli chiari, soluzioni a problemi comuni
  33. 33. Arricchire risposte con link approfondimento
  34. 34. Fornire analisi e consigli
  35. 35. Distribuire newsletter via mail per rendere esperienza più individuale </li></ul></ul>
  36. 36. SERP <ul><li>Risultati – click: </li><ul><li>1 – 51%
  37. 37. 2 – 16%
  38. 38. 3/4 – 6%
  39. 39. 5-10 < 5%
  40. 40. 11+ – 5%
  41. 41. Riepilogo 1 pagina SERP: 95% </li></ul></ul>
  42. 42. Keyword advertising <ul><li>Maggiore è il valore di un nuovo visitatore, più alta deve essere l'offerta per attirarlo </li></ul>
  43. 43. Utenti pigri <ul><li>Mediamente scorrono 2,3 schermate di pagina compresa la principale
  44. 44. Se quello che c'è in cima alla pagina non è ritenuto utile, non si perde tempo a cercarlo nel resto della pagina </li></ul>
  45. 45. Convenzioni di design e usabilità <ul><li>Standard: 80% dei siti, gli utenti che visitano un sito nuovo si aspettano funzioni così
  46. 46. Convenzione: dal 50 al 79% dei siti, si aspettano che gli elementi convenzionali funzionino così
  47. 47. Confusione: poco meno di 50%, gli utenti non sanno cosa aspettarsi </li></ul>
  48. 48. Standard <ul><li>Gli utenti sanno le funzionalità da aspettarsi e: </li><ul><li>Come vengono presentate graficamente
  49. 49. Dove trovarle
  50. 50. Come usarle
  51. 51. Non trascurano elementi importanti del resto del sito </li></ul></ul>
  52. 52. Traccia delle informazioni <ul><li>Gli utenti valutano se la “pista” che seguono porterà a risultati. Pertanto: </li><ul><li>Link e descrizione categorie espliciti
  53. 53. Non usare parole inventate o slogan come elementi di navigazione
  54. 54. Far capire all'utente che è sulla traccia giusta </li></ul></ul>
  55. 55. Traccia <ul><li>Non ostacolare le visite brevi
  56. 56. Incoraggiare i visitatori a tornare, raccogliere newsletter
  57. 57. Migliorare visibilità nei motori </li></ul>
  58. 58. Errori tipici di design <ul><li>Link che non cambiano colore dopo la visita </li><ul><li>Devono accorgersi di dove sono già stati </li></ul><li>Pulsante indietro non funzionante
  59. 59. Apertura nuove finestre / popup
  60. 60. Parti di interfaccia simili a pubblicità
  61. 61. Contenuti vaghi e sensazionalismo
  62. 62. Contenuti troppo densi e testo non scandibile </li></ul>
  63. 63. Flash <ul><li>Non lascia all'utente interattività
  64. 64. Non serve per ravvivare le pagine
  65. 65. Navigazione non standard ostacola la navigazione
  66. 66. Deve fornire funzionalità non abitualmente disponibili su pagine statiche
  67. 67. Fa perdere tempo
  68. 68. Problemi con dispositivi mobili </li></ul>
  69. 69. Layout <ul><li>Evitare scorrimento orizzontale
  70. 70. Adolescenti lasciano perdere, non si ingegnano
  71. 71. Giovani poca pazienza
  72. 72. Adulti non apprezzano multimedialità
  73. 73. I link dovrebbero essere blu o ben distinguibili
  74. 74. Più è complesso un menu meno è facile da usare </li></ul>
  75. 75. Registrazione <ul><li>Non costringere a registrarsi, o se necessario lasciarlo alla fine
  76. 76. Non chiedere troppe informazioni personali, limitarsi a quelle necessarie, che gli utenti percepiscano come tali </li></ul>
  77. 77. Chi siamo <ul><li>E' fondamentale, solo il 70% dei siti lo mostra </li><ul><li>Nome direttore generale 62%
  78. 78. Come contattare l'azienda 62%
  79. 79. Filosofia 59%
  80. 80. Storia e principali risultati 58% </li></ul></ul>
  81. 81. Cerca nel sito <ul><li>Box in alto a destra, ben evidente
  82. 82. La ricerca avanzata deve essere solo opzione secondaria
  83. 83. La prima query è la più importane: 83%
  84. 84. Viene riformulata solo nel 17% </li></ul>
  85. 85. Tipografia e testo <ul><li>Nero su sfondo bianco
  86. 86. Sfondo troppo affollato da evitare
  87. 87. Usare al minimo testi scorrevoli, maiuscolo e testi grafici
  88. 88. Dimensione almeno di 12 punti
  89. 89. Non scendere sotto i 10 punti e non salire oltre i 14
  90. 90. Verdana è il più leggibile sul web </li></ul>
  91. 91. Font <ul><li>Arial: gradito a tutte le età
  92. 92. Comic: informale
  93. 93. Georgia: tradizionale, gradevole
  94. 94. Impact: sfacciato
  95. 95. Times: non preferito da nessuna fascia di età, poco professionale
  96. 96. Trebuchet: moderno e di tendenza
  97. 97. Verdana: moderno e professionale. Raccomandato. </li></ul>
  98. 98. Scrivere per il web <ul><li>Brevi paragrafi
  99. 99. Scrivere semplice, non usare termini tecnici
  100. 100. Dare colpo d'occhio alle parole chiave
  101. 101. Aneddoti e storie sono apprezzati
  102. 102. Bisogna conoscere il pubblico cui ci si rivolge
  103. 103. Evitare gergo, acronimi, sarcasmo, giochi di parole, luoghi comuni
  104. 104. Ridurre enfasi da imbonitore </li></ul>
  105. 105. Scrivere per il web <ul><li>Sintetizzare i punti chiave
  106. 106. Titoli e intestazioni brevi e descrittivi
  107. 107. Liste puntate e numerate </li><ul><li>Se ci sono almeno 4 elementi
  108. 108. Fraseggio parallelo </li></ul><li>Nelle prime 2 righe enunciare il concetto chiave della pagina
  109. 109. Test di revisione dei testi: </li><ul><li>Trovare informazioni l'80% più velocemente
  110. 110. Aumenta del 37% la soddisfazione verso un sito </li></ul></ul>
  111. 111. Presentare prodotti e offerte <ul><li>Descrizioni accurate
  112. 112. Dire sempre quanto costa
  113. 113. Immagini adeguate
  114. 114. Mostrarsi sinceri
  115. 115. Mostrare tutti i costi aggiuntivi </li></ul>
  116. 116. Errori del layout <ul><li>Se l'utente si aspetta di trovare informazioni in una determinata area dello schermo, non le cercherà altrove né scorrerà la pagina
  117. 117. Se c'è spazio bianco a fondo schermata, pensano che la pagina finisca lì
  118. 118. Elementi simil-pubblicitari a fondo schermata vengono interpretati come fine pagina </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×