Your SlideShare is downloading. ×
0
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Lenovo case study, strategy and SWOT analysis
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Lenovo case study, strategy and SWOT analysis

4,849

Published on

Un breve sguardo d'insieme su Lenovo e la sua strategia. SWOT, considerations, strategy, marketing, case, business case.

Un breve sguardo d'insieme su Lenovo e la sua strategia. SWOT, considerations, strategy, marketing, case, business case.

Published in: Technology
10 Comments
14 Likes
Statistics
Notes
  • BELLA PRESENTAZIONE GRAZIE PER L'UPLOAD!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • @davinstinct si può scaricare direttamente da qui...sopra la presentazione su save
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • posso averne una copia contattami in pv. GRAZIE
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • proprio quello che mi serviva .... thx
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Lenovo cresce a vista d'occhio sta acquisendo qualsiasi cosa
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total Views
4,849
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
187
Comments
10
Likes
14
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. MISSION a lungo termine di Lenovo è diventare il primo produttore di PC almondo. Per raggiungere questo obiettivo, intende puntare principalmente su trefattori:Personal computer: l’intento in questoambito è quello di conquistare laleadership nel mercato dei PC, in virtùdella qualità e dellinnovazione deiprodotti.Convergenza: raggiungere i vertici del settoregrazie a un insieme didispositivi, servizi, applicazioni e contenutiche consentano agli utenti di mettersi incontatto tra loro ed accedere a contenutiWeb con la massima facilità.Cultura: definita “Lenovo Way”, rappresenta ilmodo in cui l’azienda affronta i propri impegnigiorno per giorno, ed è incarnata nelladichiarazione: “We do what we say and weown what we do.” I punti focali sonopianificare prima di operare, realizzare quantopromesso, porre l’azienda come priorità emigliorare ogni giorno.Fonte: Sito istituzionale http://www.lenovo.com/lenovo/hk/en/our_culture.html
  • 2. IBM1981 IBM PCD presenta il suo primo personal computer, il PC IBM.1984 IBM PCD presenta il suo primo computer portatile, il portatile del PC IBM, pesa 30 chili.1986 IBM PCD annuncia il suo primo computer portatile, il PC convertibile, del peso di 12 chili.1992 IBM PCD presenta ThinkPad, il primo notebook del settore con un colore pollici Thin FilmTransistor 10.4 (TFT) e un TrackPoint (palla rossa) per dispositivo di puntamento.1995 IBM PCD presenta la tastiera "a farfalla”, sposta la sede da Boca Raton, in Florida, aRaleigh, Carolina del Nord.1999 IBM PCD presenta il primo mini-notebook del settore, pesa meno di tre chili, con le portestandard e una tastiera che è il 95 per cento delle sue dimensioni reali. IBM PCD annuncia lasua uscita dal business retail. IBM PCD presenta il primo PC del settore con un chip di sicurezzaintegrato.2000 IBM PCD produce il suo 10.000.000 ThinkPad notebook.2003 IBM PCD presenta il primo notebook al settore con una durata della batteria fino a 11 oree lancia la sua linea di PC desktop ThinkCentre.LEGEND HOLDINGS1984 Con un investimento iniziale di soli 200, 000 yuan (US $ 25.000) Liu Chuanzhi, insieme a10 colleghi, lancia il New Technology Developer Inc. (il predecessore del Gruppo Legend)finanziato dalla Accademia Cinese delle Scienze.1988 Il gruppo Legend sposta la sua sede ad Hong Kong.1990 Il primo Legend PC viene lanciato sul mercato. Legend cambia il suo ruolo da quello diretailer per computer importati, in quello di produttore e venditore dei propri prodottiinformatici.1995 Legend presenta il suo primo server.1996 Legend diventa il leader di mercato in Cina e presenta il suo primo computer portatile.1999 Legend diventa il più grande fornitore di PC nella regione Asia-Pacifico ed è leader delranking cinese delle Top 100 Elettronic Enterprises.2000 Legend si quota nell’Hang Seng index di Hong Kong.2003 Legend annuncia la nascita del suo nuovo brand "Lenovo" per preparare l’espansione nelmercato oltreoceano.Annuncia la nascita di Che acquisisce2004 Lenovo e IBM annunciano un accordo con il quale Lenovo acquisirà l’intera divisione PC (desktop e notebook), la Personal Computing Division di IBM. Lacquisizione rende Lenovo il terzo leader mondiale nel settore PC.2005 Lenovo annuncia la chiusura di un investimento strategico 350 milioni di dollari da tre principali società di private equity: Texas Pacific Group, General Atlantic LLC e Newbridge Capital LLC. Stabilisce un nuovo Centro diInnovazione a Research Triangle Park, NC, per consentire ai clienti, partner commerciali, fornitori di soluzioni e fornitori di software indipendenti per collaborare su nuove soluzioni di personal computing. Viene lanciato il piùsottile Tablet PC, il più leggero ed il più sicuro del settore, il ThinkPad X41 Tablet.2006 La tecnologia Lenovo sponsorizza i Giochi Olimpici Invernali 2006 di Torino, fornendo 5000 PC desktop, 350 server e 1000 computer portatili, ospitando anche sette i.lounges per lutilizzo di Internet da parte degli atletiolimpici e visitatori.I primi prodotti a marchio Lenovo al di fuori della Cina debuttano in tutto il mondo. Ricercatori, scienziati e gruppi di progettazione si uniscono sotto la guida di Lenovo per disegnare la linea di prodottiLenovo 3000, che dispone di nuovi modelli di notebook, di desktop PC e di modelli specificatamente progettati per le piccole imprese.2007 Il Comitato Organizzatore di Pechino per i Giochi Olimpici elegge il progetto di Lenovo per la torcia olimpica come quello vincitore tra 300 partecipanti.2008 Lenovo entra nel mercato mondiale dei PC consumer con il nuovo brand Idea.2010 Lenovo raggiunge la sua più alta quota di mercato mondiale mai registrata e diventa il produttore di PC col più alto tasso di crescita.2011 Lenovo stipula una joint-venture con la giapponese NEC specializzata nell’IT; in seguito acquista la Medion, una società di hardware tedesca.2012 Lenovo raggiunge la seconda quota di mercato, dietro Hp, nel mercato globale dei PC; raggiunge, nel mercato cinese degli smartphone, una quota superiore all’11%, rimanendo seconda solamente a Samsung.Fonte: Sito istituzionale http://www.lenovo.com/lenovo/hk/en/history.htmlS TO R I A
  • 3. Cos’è l’ICT?L’ Information and Comunication Technology (ICT) è linsieme dei metodi e delletecnologie, digitali e non, che realizzano i sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione diinformazioni.Oggi l’ICT sta trasformando le società ed è risorsa fondamentale per le organizzazioni comefattore abilitante di produttività intersettoriale e crescita economica globale, e consente ilperseguimento di specifici obiettivi di sviluppo sociale, ma è anche strumento d’uso individuale epersonale.Gli attributi chiave delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione sono:La gestione della conoscenza. La caratteristica dell’ICT è la capacità di aiutare le persone araccogliere, gestire, archiviare, recuperare e distribuire la conoscenza in modo rapido edefficace.Efficienza. L’ICT consente alle pubbliche amministrazioni ed alle imprese private di operare inmodo più efficiente e produttivo a costi ridotti. Tale efficienza apre altrettante occasioni per lepiccole e medie imprese (PMI), anche in ragione dell’importante riduzione dei costi.Networks. I Networks ICT sono un elemento indispensabile dell’equazione di sviluppo, inquanto possono fornire agli utenti di qualsiasi Paese accesso equivalente a informazioni, dati erisorse. Fornire le infrastrutture necessarie per accedere alle reti ICT può, tuttavia, esserecostoso e complesso. Una delle sfide per i Paesi in via di sviluppo è selezionare la tecnologiapiù adatta alle loro esigenze e alle capacità di utilizzo delle popolazioni locali.Multiutilità. L’orientamento è garantire che i prodotti ICT siano di facile utilizzo e possanoessere adattati a una varietà quasi infinita di usi. Questi sforzi fanno sì che le varie tecnologiesiano accessibili al maggior numero di utenti e che questi possano personalizzarle adeguandolealle loro esigenze. Inoltre, il rapido ritmo dellinnovazione ICT riduce sensibilmente il tempo cheintercorre tra invenzione ed applicazione commerciale, che può essere misurato in mesi o,addirittura, settimane.Il settore ICTAd oggi il settore ICT è sviluppato in tutte le Regioni del Mondo e si presenta come una realtàdinamica ed in costante evoluzione dovuta alla continua innovazione tecnologica, proveniente, inparticolare, da Cina e Giappone.Al suo interno è composto principalmente da quattro sub-settori, ciascuno con le propriecaratteristiche:Hardware. Comprende lelemento tangibile di sistemi ICT. Le aziende hardware tipicamente siimpegnano nella produzione ad alta intensità di risorse e, di conseguenza, spesso richiedonograndi investimenti iniziali. Quindi le imprese start-up possono trovare difficoltà a competerecontro i loro rivali più grandi ed affermati. Attualmente, la produzione di hardware si concentra neipaesi asiatici, in ragione dei bassi costi di manodopera e di produzione e del know-howposseduto.Software. Il software consiste nell’insieme di comandi e programmi per il trattamento dei dati edelle informazioni. Lindustria del software è estremamente varia e comprende migliaia diaziende che offrono una vasta gamma di prodotti. A differenza del settore hardware, il software èsempre stato caratterizzato da una significativa diversificazione dellindustria. A causa dellanatura immateriale del software, gli sviluppatori in genere si basano su leggi sulla proprietàintellettuale per proteggere i loro prodotti contro la copia non autorizzata.I fornitori di servizi. I fornitori di servizi supportano le organizzazioni nell’utilizzo efficace deipropri sistemi ICT. Oggi il settore dei servizi IT è guidato da un gruppo ristretto di impresemultinazionali e da migliaia di imprese più piccole. Come lindustria hardware, le aziende diservizi spesso operano su piccoli margini. Quindi le variazioni dei tassi globali e costo del lavoropossono causare rapidi cambiamenti nella loro competitività che si basa sul lavoro di export.Inoltre, le imprese più piccole potrebbero non essere in grado di raggiungere le economie discala necessarie per fare offerte competitive nei confronti delle grandi imprese multinazionali.Software Più Servizi. In molte nazioni si sono create industrie del “software-plus-services”, inconseguenza della tendenza dei fornitori di servizi IT a sviluppare anche software, cheforniscono su licenze. Per esempio, i web designer del sito, gli integratori di sistemi, i fornitori disoluzioni e-commerce, e i fornitori di sicurezza IT sviluppano tipicamente prodotti specializzaticome parte integrante del loro business. Queste imprese operano tipicamente con margini piùelevati rispetto alle imprese di servizi "puri" e sono meno influenzati da economie di scala o divariazione dei tassi di lavoro. Allo stesso modo, molte aziende di software forniscono anche lapersonalizzazione e servizi di consulenza ai clienti, sia attraverso fornitori di in-house, cheattraverso partnership con soggetti terzi.Fonte: "microsoft white paper” microsoft.com
  • 4. Il settore ICT, come detto, è una realtà dinamica e caratterizzata dacontinue innovazioni.Le principali tendenze che ad oggi guidano l’evoluzione del settoreverso un nuovo scenario competitivo sono:1) L’avvento del Mobile2) Il Cloud Computing3) I Big Data strategiciNUOVI TREND DEL SETTOREI PRINCIPALI OPERATORIIn base al peso economico dell’industria ed ai ricavi derivantidalla loro attività, ad oggi questi sono i principali attori mondialinel settore ICT.
  • 5. 01002003004002010 2011 2012 2015Wordwide Forecast of Tablets Shipments ThousandsIL MERCATO DEI TABLET• Vendite globali nel primo trimestre 2013: 40,6 milioni• Sviluppo del settore su base annuale: crescita del 117%.• Dinamiche: i modelli iOS aumentano in volumi ma calano in quota di mercato, a vantaggio dei prodotti Android eMicrosoft. Importante crescita della quota di mercato di Microsoft che in un anno ha raggiunto il 7,5%. Android eiOS continuano a confrontarsi in cima alla piramide dei tablet.• Previsioni: la vendita di tablet è destinata a conoscere un’ulteriore forte crescita nei prossimi anni ed il mercatototale potrebbe raggiungere addirittura quota 300,000 milioni nel 2015.0200400600800100012002009 2010 2011 2012 2013 2014 2015Wordwide Forecast of Smart Phones Shipments MillionsIL MERCATO DEI PC• Vendite globali nel primo trimestre 2013: 76, 294 milioni di unità.• Sviluppo su base annuale: calo del 13,9%. Si tratta della diminuzione delle vendite più importante degli ultimi20 anni.• Dinamiche: forte concorrenza dei dispositivi mobili e ristrutturazione dei due giganti americani HP e Dell, hannocontribuito al rallentamento globale. HP conserva il primo posto mondiale davanti al cinese Lenovo, ma le suevendite sono precipitate quasi del 24% nel primo trimestre 2013. Grazie ad una strategia aggressiva ed al fatto diaver puntato fortemente sul mercato delle soluzioni professionali più che sui consumers, il fabbricante Lenovo haconservato le sue vendite ad un livello stabile. Vendite in calo per Dell e Apple.• Previsioni: continuo calo delle vendite nel settore, soprattutto nel mercato Consumer. In particolare, le consegnedi netbook nel 2013 vedranno una flessione del 77% rispetto allo scorso anno e nel 2015 ci sarà la scomparsadel mercato. Le alternative introdotte dai produttori di PC per invertire il trend, come gli Ultrabook, non risultanoancora appetibili al pubblico anche in ragione dell’elevato costo medio e, ad oggi, non sembrano in grado diportare il mercato ad una ripresa.IL MERCATO SMARTPHONE• Vendite globali nel primo trimestre 2013: 216,2 milioni• Sviluppo del settore su base annuale: crescita del 41,6%• Dinamiche: un trend importante riguarda l’emergere dei produttori cinesi, in particolare Huawei e ZTE, che peròsi posizionano dietro a Samsung, Apple e alla coreana LG. In Cina, che risulta essere il più grande mercatotecnologico del mondo, Samsung risulta essere il leader con una quota che ha raggiunto il 17,7% nel2012, seguita da Lenovo, con quota superiore all’11%, ed Apple.• Previsioni: ulteriore e continua crescita del mercato. Entro il 2015 questo tipo di device arriverà a coprire piùdella metà delle vendite mondiali di dispositivi mobili.-15-10-505101Q 2012 2Q 2012 3Q 2012 4Q 2012 1Q 2013Wordwide PC Market YoY Growth RatesFonte: ict4executive.it; businessmagazine.it; ilsole24ore.it; economiaefinanza.blogosfere.it; ipaditalia.it; assinform.it; egov.it; gartner.it; digitpa.gov.it; microsoft.comL’AVVENTO DEL MOBILE
  • 6. Non è un trend temporaneo determinato dalle particolari condizioni macroeconomiche, ma il riflesso di un cambiamento a lungo terminedei comportamenti e delle abitudini degli utenti. Ne è conferma il fatto che, dai prossimi mesi, il calo delle vendite di PC saràparzialmente attutito dal lancio degli ultramobile.Le previsioniparlano chiaro: i dispositivi mobili continueranno la loro crescita a dispetto dei Personal Computer ed il tablet, già nel2015, rappresenterà il primo device per la connettività. Il passaggio verso smartphone e tablet non porterà solo un cambiamento nelmondo hardware ma anche nei chipset e nei software, con gli utenti che si avvicineranno sempre di più alle app ed al personal cloud.L’implicazione per lIT è che lera del predominio PC con Windows come piattaforma unica viene sostituita da un’era post-PC in cuiWindows rappresenta solo una componente di una realtà più articolata e complessa.L’ AVVENTO DEL MOBILE - IL LEGAME TRA MOBILE E PCIl legame tra i sub – settori mobile e pc introduce uno dei principali ambiti di evoluzione del settore ICT nel prossimo futuro.La tendenza, confermata dagli studi di Gartner, è sostituire i tradizionali PC, desktop e notebook, con gli smart devices, in particolaretablet e smartphone.Motivazioni del cambiamento• PREZZI PIU’ CONTENUTI• VARIETA’ DI FORMATI• POSSIBILITA’ DI ACCEDERE AI DATI IN QUALSIASI MOMENTO ELUOGO, GRAZIE A PESO E DIMENSIONE DEI DISPOSITIVI• INTERESSE DEGLI UTENTI VERSO LE APPS• AGGIORNAMENTI CLOUD• MAGGIORE SEMPLICITA’ NELL’UTILIZZO TRAMITE TOUCHSCREEN• BATTERIA CON MAGGIORE AUTONOMIA GRAZIE AI PROCESSORIA BASSO CONSUMO• MAGGIOR NUMERO DI SENSORI• BASSA RUMOROSITA’ ANCHE NELLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’CHE RICHIEDONO GRANDE POTENZA DI CALCOLO0500,0001,000,0001,500,0002,000,0002,500,0002012 2013 2014 2017Worldwide Shipments by SegmentThousandsPCUltramobileTabletMobile PhonesFonte: ict4executive.it; businessmagazine.it; ilsole24ore.it; economiaefinanza.blogosfere.it; ipaditalia.it; assinform.it; egov.it; gartner.it; digitpa.gov.it; microsoft.com
  • 7. Negli ultimi anni, quest’innovazione tecnologica, ha registrato una forte diffusione a livello globale, grazie al costante miglioramento dell’affidabilità e della pervasività delle soluzioni di collegamento.Si tratta di un modello pay-as-you-use, semplice e flessibile, che consente l’ottimizzazione della gestione ed il controllo dei costi senza rinunciare alla qualità, traducendosi in un risparmio sia perl’impresa che per il consumatore finale.Le principali caratteristiche sono:Remotely hosted: servizi e dati sono ospitati su infrastrutture a distanza.Ubiquitous: Servizi e dati sono disponibili da qualsiasi luogo.Commodified: Il risultato è un modello di utility computing simile a quella di utility tradizionali, come il gas e lelettricità: si paga per quello che si utilizzaNei prossimi anni una delle priorità del settore sarà la virtualizzazione dell’infrastruttura IT, con un’estensione progressiva verso le applicazioni business-critical.Già oggi l’utilizzo della virtualizzazione è diffuso in ambito aziendale, in quanto rende più agile l’infrastruttura. Infatti le applicazioni non sono piu legate aduno specifico hardware che esegue un particolare sistema operativo, ma possono essere fornite ad un qualsiasi device su richiesta. Le impostazioni degliutenti non sono piu tenute nel loro computer, ma possono risiedere in qualsiasi punto della rete su server virtuali. Inoltre lutilizzo di ambienti virtualisignifica che le risorse di rete non sono piu legate a luoghi specifici.Oggi la virtualizzazione è una tecnologia indispensabile per le aziende che intendono avvicinarsi al Cloud.Con il termine Cloud Computing si indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto da un provider alcliente, di memorizzare/archiviare e/o elaborare dati grazie all’utilizzo di risorse hardware/software distribuite in reti delocalizzate e visualizzate.Al momento, sono le realtà più grandi a guidare il passaggio naturale dalla virtualizzazione al Cloud, ma le PMI riconoscono chiaramente i vantaggi diquest’approccio, visto come garanzia di risparmio e incremento produttivo.I Big Data sono grandi aggregazioni di dati, la cui dimensione e complessità richiede strumenti più avanzati rispetto a quelli tradizionali, in tutte le fasi del processo (dalla gestione, alla curation, passandoper condivisione, analisi, elaborazione e visualizzazione). Il tema dei Big Data assumerà sempre maggiore rilevanza e nei prossimi anni il suo mercato riguarderà, in particolare, l’utilizzo da parte di aziendee pubbliche amministrazioni. Il progressivo aumento della dimensione dei data set è legato alla necessità di fornire una correlazione tra i dati molto maggiore rispetto a quella che necessiterebbe l’analisidi piccole serie. Big Data rappresenta anche linterrelazione di dati provenienti potenzialmente da fonti completamente differenti ed è fondamentale per lo svolgimento di qualsiasi funzione aziendale.Non solo quindi dalle fonti tradizionali sino ad oggi concepite ed utilizzate, ma anche attraverso limpiego di informazioni provenienti ad esempio dai Social Network e da qualsiasi tipologia di informazionecollaterale che può incidere sull’analisi dei consumi e delle abitudini. Linsieme di tutti questi dati, sia di origine convenzionale che di origine "sociale”, digitale e statistica, consente a chi li analizza diottenere una plusvalenza legata ad analisi più complete che catturano anche le tendenze dei mercati e del commercio. I Big Data possono anche provenire da fonti interne e rappresentano una miniera diinformazioni sul capitale “aziendale” che in molti casi rimangono nascoste, perché impossibili da gestire con gli strumenti tradizionali. Le odierne necessità impongono di porre particolare attenzione aicosti e, quindi, di prendere decisioni rapide. Pertanto per le aziende, sia di grandi che di piccole dimensioni, disporre di informazioni strutturate e affidabili sul proprio potenziale è una questione vitale.DALLA VIRTUALIZZAZIONE AL CLOUD COMPUTINGI BIG DATA STRATEGICIFonte: businessmagazine; microsoft.com
  • 8. MIDH, 3.8DESKTOP, 34.5ALTRI, 2.72011MIDH NOTEBOOK DESKTOP ALTRIMIDH, 10.7DESKTOP, 30.1ALTRI, 7.52013MIDH NOTEBOOK DESKTOP ALTRIMIDH, 6.8DESKTOP, 33.3ALTRI, 6.62012MIDH NOTEBOOK DESKTOP ALTRIREVENUE BY PRODUCTL’impatto sui ricavi per quanto riguarda i MIDH èaumentato perché, nel secondo trimestre 2012, Lenovoha fatto registrare un importante progresso nel mercatocinese, guadagnando una quota di mercato superioreall’11% che le ha consentito di occupare la secondaposizione del mercato dietro Samsung ma avanti adApple. Le vendite sono cresciute del 77% denotandouna fondamentale importanza prospettica per questobusiness che Lenovo intende sviluppare probabilmenteanche tramite future acquisizioni/JV strategiche(NECmobile e BlackBerry).In seguito all’evoluzione del mercato, Lenovo ha ampliato lapropria linea di prodotti, dando sempre maggiore importanza aidue settori con maggiori margini di crescita: quello dei tablet equello dei software/cloud. La quota di partecipazione ai ricavi deiprodotti derivanti da questi settori è, diconseguenza, notevolmente aumentata ed è destinata adincrementarsi ancora in quanto la strategia aziendale dei prossimianni sarà focalizzata sullo sviluppo della posizione competitiva inqueste aree di mercato. Il tasso di crescita dei ricavi derivanti damobile e software è fra i più alti del settore ma i ricavi totali, adoggi, rimangono inferiori a quelli dei principali concorrenti, inprimis Samsung ed Apple.Competenze distintive di Lenovo su cui basare la futura crescitasono la propria rete distributiva presente in tutto ilmondo, l’abilità nell’anticipare i trend di mercato enell’innovazione, la capacità di produrre a basso costo, laglobalità dell’azienda che risulta integrata da est a ovest, e laconvergenza dei prodotti hi-tech. Va particolarmentesottolineata, inoltre, l’importante abilità nella gestione delleoperazioni di acquisizione e joint venture e nell’individuazionedei punti di forza di eventuali società da acquisire, derivantedall’organicità della struttura e dall’operato di moderni centri diricerca dislocati in Cina, America e Giappone.Fonte: Sito istituzionale, Third quarter results, Lenovo 2012-13
  • 9. JOINT VENTURES ACQUISIZIONICon l’avvio di questa Joint Venture nel 2011 Lenovo integra ladivisione PC allo scopo di entrare nel mercato giapponese, di cuiNec deteneva una quota pari al 20%. La penetrazione in Giapponeha consentito alla società cinese di avviare la distribuzionecapillare dei pc direttamente ai consumer, mentre in precedenzaattuava principalmente la distribuzione di prodotti ad aziende egruppi.Acquisisce il 37% della società tedesca che produce pc edevices per intrattenimento domestico. L’intento è lapenetrazione nel mercato europeo e la vendita diretta aiconsumer con la stessa logica adottata per il Giappone conNec.Società di componenti elettronici in Brasile acquisita daLenovo, nel 2012, in ragione delle opportunità di crescitaderivanti dallo sviluppo del paese e dell’area in generale.Potrebbe essere legata anche agli eventi in programma nelprossimo quinquennio, come le Olimpiadi e la FIFA WorldCup, che Lenovo potrebbe sfruttare per opportunitàcommerciali di crescita e di conoscenza a livello globale(come fatto in occasione dei Giochi Olimpici a Pechino.)Sempre in linea con la strategia portata avanti a tutti i livellie in tutto il pianeta, Lenovo si è inserita anche nel mercatoamericano tramite l’acquisizione, successiva ad unapartnership di vendite, della Stoneware, società con sedenegli U.S.A. che produce software e server. L’obiettivo èentrare nel mercato americano e sviluppare la produzioneautonoma di software cloudAllo scopo di penetrare al meglio il mercato dal punto di vista delladistribuzione al consumatore finale è stata stipulata la JointVenture con la taiwanese Compal per la produzione di notebook.Il fine è quello di integrare le capacità così acquisite con lecompetenze specifiche di Lenovo in tema di gestione e sviluppodelle sinergie.Joint venture e partnership strategica finalizzata all’aumento deglistandard qualitativi per poter essere in linea con i concorrentianche nel settore di archiviazione dati e gestionesoftware, implementando e sfruttando le sinergie tramite letecniche di integrazione aziendale.Anche per le sue origini, si sono sviluppate all’interno di Lenovo importanti capacità nella gestione di acquisizioni e joint venture e nell’individuazione dei punti di forza di eventualisocietà da acquisire. Lo sviluppo di tali caratteristiche, favorito dall’integrazione e organicità della struttura, consente di penetrare al meglio i mercati obiettivo. Fin dai suoi primianni di storia, Lenovo ha puntato ad inglobare società con competenze e caratteristiche coerenti con la sua visone di sviluppo. Ha dimostrato di essere in grado negli anni dianticipare il mercato prevedendone i trend e le evoluzioni e, spesso, ha realizzato operazioni di acquisizione/jv che le hanno consentito di potenziarsi negli ambiti che l’avrebberocondotta ad una maggiore crescita.Fonte: Sito istituzionale, Third quarter results, Lenovo 2012-13JOINT VENTURES & ACQUISITION STRATEGY
  • 10. INDIVIDUAZIONEDELLEOPPORTUNITA’ DICRESCITA E DIESPANSIONE INNUOVI MERCATIGESTIONEDELL’OPERAZIONETRAMITEACQUISIZIONI E/OJOINT VENTURESINTEGRAZIONEDELLE RISORSEACQUISITESVILUPPOSINERGIEOPERAZIONI STRATEGICHE EVOLUZIONE DEL MERCATOEVOLUZIONE DEL SETTORE ICTSVILUPPO ORGANICO DEI BUSINESS INPORTAFOGLIOINTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI DIPRODUZIONE E VENDITAPOSSIBILI NUOVE ACQUISIZIONI
  • 11. STRENGTHS• Reattività e capacità di anticipare il mercato• Funzione di Ricerca & Sviluppo tra le migliori del settore• Conoscenza del mercato cinese• Immagine sul mercato nazionale• Competenza in fusioni e acquisizioni• Capacità di produrre a basso costo• Attività di sponsorizzazione• Portafoglio di prodotti e brevetti• Integrazione verticale, sia a monte che a valle• Sinergia di conoscenza e di forza lavoro diversificata• Velocità di risposta e assistenza tecnicaWEAKNESSES• Conoscenza limitata del mercato globale• Percezione del brand insufficiente nel mercato globale• Attività di marketing insufficiente• Bassa rotazione del magazzino• Prezzi, come in tutto il settore, non economiciOPPORTUNITIES• Sfruttare le potenzialità mostrate nel mercato degli smartphone cinese nel globalmarket• Sfruttare la crescita del mercato dei tablet• Possibilità di aumentare la brand image mondiale tramite la sponsorizzazione WorldCup e Giochi Olimpici in Brasile• Ottenere ulteriori brevetti attraverso ulteriori acquisizioni• Sfruttare acquisizioni per sviluppo nel mercato Consumer• Sfruttare l’aumento della spesa in IT delle organizzazioni governative nei Paesiemergenti• Possibilità di aumentare la brand image mondiale tramite la sponsorizzazione WorldCup e Giochi Olimpici in Brasile Ottenere di brevetti attraverso ulteriori acquisizioniTHREATS• Crollo del mercato PC Notebook e Desktop• Eccessiva diversificazione può portare a perdere il posizionamento d’origine• Dinamicità del settore e continua innovazione• Intensificazione della concorrenza sui mercati locali e internazionali• Guerra dei prezzi• Pirateria del software e del mercato clone• Stagionatura del mercato• Alleanza tra concorrenti internazionali e concorrenti localiSWOT ANALYSIS
  • 12. Definizione e Valutazione dei Fattori criticiInterni ed EsterniMERCATO DESKTOPFATTORI INTERNI PONDERAZIONE LENOVOQuota di mercato 33% 4Attività di Marketing 5% 2R&D 10% 5Produzione 10% 5Risorse finanziarie 8% 5Risorse umane 6% 4Immagine 10% 3Gamma prodotti 10% 3Qualità 8% 4100% 3,98 grado di competitivitàvalutazione da 1 a 5FATTORI ESTERNI PONDERAZIONE LENOVODimensione del mercato 20% 4Tasso di crescita del mercato 12% 4Struttura concorrenziale 15% 3Barriere all’entrata 10% 2Redditività del settore 20% 2Tecnologia 12% 2Legislazione 8% 1,5Aspetti sociali e politici 3% 3100% 2,78grado diattrattivitàvalutazione da 1 a 5Fonte: Sito istituzionale, Third quarter results, Lenovo 2012-13
  • 13. GRADO DI ATTRATTIVITÀ DEL SETTORECAPACITÀCOMPETITIVADELBUSINESSbassamediaelevataelevatamediabassa2,783,982,9553,483,843,513,983,11Matrice McKinsey - GEOthersMIDHNotebookDesktopLa dimensione è proporzionaleal contributo del singolobusiness agli utili dell’impresa.
  • 14. Fonte: Sito istituzionale http://www.lenovo.com/lenovo/hk/en/history.htmlPROTECT & ATTACK STRATEGY• Il Piano di attaccare i mercati emergenti di Lenovo è fiorito in tre regioni in particolare - Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA),dove ha visto una crescita del 25,5% in consegne di pc dall’anno 2012, divenendo come il secondo più grande produttore di PCdella regione con una quota dell’11%.• Una seconda modalità di attacco della Casa Cinese è il Mobile Internet ed il segmento Digital Home, che ha visto una notevolecrescita, con vendite di smartphone, tablet e Smart TV (quello che Lenovo chiama i suoi prodotti PC Plus) in crescita del 77%rispetto allo scorso anno, pari al 11% dei ricavi totali.• Il mercato Business PC di Lenovo è fiorente, con una crescita dell’8,2% fa da contro altare alla diminuzione di vendite del settore,che è 7,8%. Tra i primi cinque produttori di PC al mondo – HP, Lenovo, Dell, Asus e Acer- solo Lenovo e Asus sono riuscite aregistrare una crescita.• Sfruttando la popolarità enorme di Lenovo nell’home market, il suo business smartphone ha appena raggiunto una quota dimercato del 14,8% in Cina, ponendo lazienda sopra Apple come secondo brand più popolare di smartphone in Cina, alle spalle diSamsung.• Lenovo non ha negato il suo interesse per il produttore di telefoni Blackberry, e, se ci sarà un accordo, questo potrebbe inserirsinella sua ”attack strategy" di espansione sui mercati esteri, dal momento che Blackberry (nonostante tutti i suoi problemi) godedi ancora un po’ di popolarità con gli utenti aziendali.• Lenovo ha una leadership chiara e stabile, ed evita prudentemente di accumulare debiti con acquisizioni discutibili,concentrandosi invece, sulla esecuzione della sua strategia attentamente pianificata.• “Protect and Attack" sono etichette che si riferiscono a due diversi aspetti dei suoi segmenti di business: protezione deibusiness in portafoglio ed ’attacco nei settori dove, ad oggi, è più debole dei concorrenti‘.• Lenovo trae la sua principale fonte di reddito dai suoi “business protetti”, veri e propri cash cow, i suoi mercati di PC, desktop enotebook. Nel frattempo, Lenovo con il suo ’Attack’ pratica una politica di penetrazione nei mercati emergenti, anche mediantele sue nuove divisioni smartphone, tablet e Smart TV .
  • 15. ANALISI FINANZIARIAKey Ratios:Margini sulle Vendite 2008 2009 2010 2011 2012APPLE2012 HP 2012Operating Margin 3.05 -1.41 1.32 1.77 1.97 35.30 -9.19Margine EBT 3.14 -1.26 1.06 1.66 1.97 35.63 -9.91Profittabilità 2008 2009 2010 2011 2012APPLE2012 HP 2012Leva Finanziaria 4.46 4.81 5.58 5.84 1.71 1.49 4.85ROE 35.25 -15.49 8.87 15.88 24.98 42.84 -41.43ROI 24.60 -12.03 3.94 10.62 20.84 42.84 -22.43Liquidità/Salute finanziaria 2008 2009 2010 2011 2012APPLE2012 HP 2012Quoziente di liquidità 1.05 0.92 0.97 0.99 0.72 1.50 1.09Quoziente di liquidità secco 0.77 0.66 0.61 0.60 0.72 1.24 0.66D/E 0.29 0.18 0.12 — 0.17 — 0.97Efficienza della catena del valorefinanziario 2008 2009 2010 2011 2012APPLE2012 HP 2012Days Sales Outstanding 16.77 19.46 19.23 20.20 13.25 19.01 52.51Days Inventory Outstanding 10.89 12.79 16.37 15.97 — 3.26 27.27Days Payables Outstanding 55.92 59.26 63.23 50.50 22.94 74.39 55.51Cash Conversion Cycle -28.27 -27.02 -27.62 -14.33 — -52.13 24.28Una tendenza crescente del D.I.O. potrebbe significare una riduzione di domanda per i prodotti della società.Un D.S.O. decrescente potrebbe indicare che i prodotti aziendali sono sempre più competitivi. Minore il ciclodi cassa, migliori sono le performance del business, perche minore è il tempo in cui i soldi dellazienda sonocoinvolti nelloperatività necessaria per portare avanti la gestione.Fonte: Sito istituzionale http://www.lenovo.com/ww/lenovo/results.html ; Google finance http://www.google.com/finance; http://financials.morningstar.com/ratios/r.html?t=HPQAndamento negli ultimi 5 anni

×