Progetto Calamaio Con Sfondo Immagine Sulla Prima Diapositiva E Trama Dopo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto Calamaio Con Sfondo Immagine Sulla Prima Diapositiva E Trama Dopo

on

  • 1,271 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,271
Views on SlideShare
1,240
Embed Views
31

Actions

Likes
1
Downloads
1
Comments
0

3 Embeds 31

http://reggioscuola.it 25
http://www.slideshare.net 3
http://www.icpertini1.gov.it 3

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Progetto Calamaio Con Sfondo Immagine Sulla Prima Diapositiva E Trama Dopo Progetto Calamaio Con Sfondo Immagine Sulla Prima Diapositiva E Trama Dopo Presentation Transcript

  • Progetto Calamaio Scuole Primarie Tassoni e Tricolore Anno 2007-2008
  • Motivazione del progetto
    • Riflettere sulla diversità coinvolgendo i principali ‘attori’ della scuola:
            • Alunni
            • Genitori
            • insegnanti
  • Classi coinvolte
    • Realizzato tra gennaio e marzo nella maggior parte delle classi:
    • seconda, terze e quarta della Scuola Tassoni;
    • seconde, terza, quarta e quinta della Scuola Tricolore.
  • Figure e servizi formativi esterni partecipanti al progetto
    • Gli educatori della Cooperativa Accaparlante di Bologna;
    • L’Università di Bologna per la documentazione.
    • I costi del progetto sono stati sostenuti anche grazie agli introiti derivati da una lotteria
    • e
    • al contributo di alcuni ‘sponsor’ (negozi, ipermercati…) che ringraziamo.
  •  
  • Obiettivi
    • Comprensione della propria e altrui diversità;
    • Favorire atteggiamenti di apertura e disponibilità nei confronti degli altri;
    • Saper affrontare con creatività situazioni di difficoltà attivando capacità personali;
    • Modificare gli atteggiamenti precostituiti e ampliare la propria visione della diversità.
  • Link: approfondimenti sul tema
    • Conoscere la differenza tra deficit e handicap:
    • http://www.graffinrete.it/tracciati/storico/tracciati0/rinaldi.htm
    • L’handicap come risorsa:
    • http://www.edscuola.it/archivio/handicap/progetto_calamaio.htm
    • http://archiviostorico.corriere.it/2001/ottobre/12/handicap_come_risorsa_ecco_voi_cl_0_0110121301.shtml
  • Le attività svolte
    • Sono stati proposti:
    • Un preventivo incontro di programmazione e uno finale di verifica fra insegnanti ed educatori;
    • Tre incontri in ogni classe condotti dagli educatori dell’associazione con la collaborazione degli insegnanti;
    • Una serata di ‘ricaduta’ fra educatori, insegnanti e genitori.
  • Il lavoro in classe
    • Le attività curricolari sono state adeguate all’età dei bambini:
    • per i più piccoli il percorso si è svolto interamente in aula, nelle classi più alte una parte del lavoro ha avuto luogo in palestra,vertendo comunque principalmente su proposte ludico-creative finalizzate all’incontro col sé e col diverso attraverso contesti immediati e spontanei; al termine di ogni incontro è stato assegnato un ‘compito’ in cui i bambini hanno prodotto disegni, riflessioni, cartelloni.
  • Documentazione
    • Proponiamo in allegato come esemplificazione:
    • FOTO e VIDEO: di alcune attività del percorso effettuato in aula e in palestra;
    • PENSIERI E RIFLESSIONI usciti dai bambini durante lo svolgimento del progetto;
    • Il testo di un CANTO utilizzato in alcune classi;
    • DISEGNI.
  • Serata di ricaduta coi genitori
    • Il contenuto dell’esperienza e le sue modalità attuative sono stati condivisi coi genitori nella ‘serata aperta di incontro’ che ha avuto luogo nella palestra della Scuola Tassoni l’11 marzo 2008: gli educatori hanno coinvolto i genitori in alcuni ‘giochi di ruolo’ improntati sulla comunicazione attraverso linguaggi non convenzionali ed è seguito poi il dibattito.
  • Educatori e insegnanti
    • Nell’incontro preventivo gli educatori hanno illustrato il percorso che sarebbe stato attivato e le sue modalità.
    • Negli incontri di verifica il dialogo fra gli operatori e i referenti dell’equipe pedagogica di ogni classe ha cercato di evidenziare il feed-back mediante il confronto fra le reciproche ‘letture’ dei vissuti dei bambini.
  • Risultati
    • Il riscontro del progetto è positivo, fra gli elementi da sottolineare maggiormente:
    • L’opportunità di incontro diretto con persone disabili in momenti comunicativi ludici, accompagnati da accattivanti proposte creative, ha messo i bambini a loro agio, in grado esternare emozioni piacevoli e interiorizzare vissuti positivi in relazione ai contesti del tema proposto.
  •