Your SlideShare is downloading. ×
Schema Logico Database
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Schema Logico Database

10,549
views

Published on

proprietà delle tabelle e delle relazioni tra entità

proprietà delle tabelle e delle relazioni tra entità

Published in: Education, Technology, Travel

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
10,549
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
80
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Lo schema logico nella progettazione del database IV° parte Presentazione del Prof Silvano Natalizi fatta per la classe VA liceo tecnico Itis A.Volta 23 novembre 2008
  • 2. Lo schema logico
    • Che cosa è uno schema logico?
    • La definizione delle tabelle relazionali è data secondo la seguente convenzione:
    • Nome maiuscolo della tabella
    • Tra una coppia di parentesi tonde il nome di tutte le colonne della tabella
    • Lo schema logico è la definizione delle tabelle relazionali
    • Le tabelle relazionali si ottengono a partire dallo schema concettuale con una serie di operazioni che prendono il nome di mappatura
  • 3. Elementi dello schema logico
    • Gli elementi dello schema logico sono
      • Le tabelle relazionali
      • Le colonne delle tabelle
      • Le colonne che rappresentano le chiavi primarie
      • Le chiavi straniere (chiave esterne)
        • Indichiamo le chiavi primarie con la sottolineatura
        • Indichiamo le chiavi esterne con un asterisco
  • 4. Regole di mappatura dallo schema concettuale, regola entità-tabella
    • Ogni entità diventa una tabella
    • Ogni attributo dell’entità diventa una colonna della tabella
    • Gli attributi chiave primaria della entità diventano le colonne chiave primaria della tabella
  • 5. Proprietà relazione has-a
    • Le proprietà della relazione has-a sono:
      • Il grado
      • La molteplicità
      • La partecipazione
  • 6. Il grado di una relazione
    • Si riferisce al numero di entità che essa collega
    • Se le entità sono due si parla di relazione binaria
    • Se sono tre ternaria
    • Quattro quaternaria e così via
    • Relazione binaria
    entità1 contiene entità2
  • 7. Molteplicità o Cardinalità di una relazione
    • Questa proprietà della relazione specifica quante istanze della seconda entità corrispondono ad una istanza della prima entità tramite il collegamento che questa relazione instaura tra le due entità
  • 8. Molteplicità uno ad uno
    • Nella molteplicità uno ad uno si ha che ad una istanza della prima entità corrisponde solo un’istanza della seconda entità e viceversa
    Guida Studente Automobile 1 1
  • 9. Molteplicità uno a molti
    • qualche istanza della prima entità è collegata a più istanze della seconda entità
    Insegna Insegnante Studente 1 M
  • 10. Molteplicità molti a molti
    • Qualche istanza della prima entità è collegata a più istanze della seconda entità;
    • e viceversa qualche istanza della seconda entità è collegata a più istanze della prima entità
    Insegna Insegnante Studente M N
  • 11. Partecipazione totale
    • Quando la relazione tra due entità è tale che ogni istanza della prima entità è collegata ad un’ istanza della seconda entità, allora tutte le istanze della prima entità partecipano al collegamento posto dalla relazione.
    • Questo fatto si esprime dicendo che la partecipazione alla relazione della prima entità è totale.
    • La semantica è “deve”
    • Per disegnare questa proprietà si disegna una doppia linea tra l’entità e il rombo
    Guida Studente Automobile 1 M
  • 12. Partecipazione parziale
    • Quando la relazione tra due entità è tale che non tutte le istanze della prima entità sono collegate ad un’istanza della seconda entità, allora non tutte le istanze della prima entità partecipano al collegamento posto dalla relazione.
    • Questo fatto si esprime dicendo che la partecipazione alla relazione della prima entità è parziale.
    • La semantica è “può”
    • Per disegnare la partecipazione parziale è sufficiente disegnare una linea semplice tra l’entità e il rombo
    Studente Guida Automobile
  • 13. La relazione identificativa
    • Quando si indica la relazione tra un’entità forte ed un’entità debole, questa relazione identifica l’entità forte dalla quale dipende l’entità debole,
      • di conseguenza si suole disegnare questa relazione identificativa con un rombo avente un doppio perimetro.
  • 14. Riepilogo proprietà
    • Un ospedale può specializzarsi in uno o più reparti
    • Un reparto deve trovarsi in un un solo ospedale
    • Un reparto è entità debole
    • Specializzato è la relazione identificativa della entità debole Reparto
    • Un primario deve dirigere un solo reparto
    • Un reparto deve essere diretto da un solo Primario
    • La relazione Dirige non è relazione identificativa
  • 15. End