Natalizi thyristors seconda lezione

1,607 views

Published on

come si controlla la potenza elettrica tramite i componenti triac, scr

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,607
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Natalizi thyristors seconda lezione

  1. 1. Thyristors
  2. 2. diac Quando T1 è positivo e la tensione minore di VBO1 solo una piccola corrente di leakage attraversa il dispositivo. Quando la tensione supera VBO1 la corrente diventa grande e la tensione decresce. La caratteristica nella regione inversa si trova nel terzo quadrante (quando T2 è positivo) ed è del tutto simile a quella del primo quadrante. Le tensioni di breakover VBO1 e VBO2 sono uguali in modulo.
  3. 3. Bidirectional thyristors can conduct in either direction. Four-layer diodes in reverse parallel Diac I
  4. 4. Applicazione del diac <ul><li>Il diac viene usato per innescare I triac. </li></ul><ul><li>Un triac richiede per accendersi un impulso di gate positivo o negativo </li></ul><ul><li>Questo impulso è fornito dal diac </li></ul>
  5. 5. Triac
  6. 6. SCRs in reverse parallel Triac I Gate The triac is a popular bidirectional thyristor.
  7. 7. Che cosa è un triac <ul><li>Il triac è un dispositivo a semiconduttore con tre morsetti . E’ usato per controllare la corrente elettrica. A differenza del scr che è capace di condurre in una sola direzione, il triac è bidirezionale. Come tale esso è un dispositivo ideale per essere usato con applicazioni di corrente alternata, perchè può controllare il flusso della corrente in entrambi i semicicli. Un scr invece effettua il controllo in un solo semiciclo; durante il successivo semiciclo è spento. Pertanto con un scr può essere usata solo la metà della forma d’onda . Invece con il triac è usata tutta la forma d’onda. </li></ul>
  8. 8. Caratteristica del triac
  9. 9. terminologia <ul><li>Ci sono tre terminali nel triac </li></ul><ul><li>Il gate e due altri terminali. </li></ul><ul><li>Ci si riferisci a questi due come “Anodo” o “terminale principale” </li></ul><ul><li>Il gate agisce come innesco (trigger) per accendere il dispositivo. La corrente scorre tra i due anodi </li></ul><ul><li>Sono designati con il termine Anodo1 e Anodo2 oppure Main terminal 1 e Main terminal 2 (MT1 e MT2). </li></ul>
  10. 10. Funzionamento del triac <ul><li>Il triac consiste in due scr affiancati. Quando la tensione di MT1 è maggiore di quella di MT2 ed è applicata una tensione di gate positiva, uno dei due scr è acceso. </li></ul><ul><li>Quando invece la tensione cambia segno ed una tensione negativa è applicata al gate, si accende l’altro scr. </li></ul><ul><li>Purchè ci sia tra gli anodi del dispositivo una tensione sufficeinte ad abilitare il passaggio della corrente di mantenimento superiore a quella minima consentita Ih. </li></ul>
  11. 11. Specifica del Controllo della potenza <ul><li>Costruiamo un circuito che fornisca un livello di tensione di uscita “variabile” a partire da una tensione alternata in input. </li></ul><ul><li>Il livello di potenza di uscita deve essere controllato da un semplice settaggio con un potenziometro “dial” </li></ul>
  12. 12. Diagramma a blocchi ad anello aperto
  13. 13. Diagramma a blocchi di un dimmer
  14. 14. Sviluppo del diagramma a blocchi
  15. 15. Schema circuitale
  16. 16. Ac controllo di fase
  17. 20. 120 V SCR phase control v line v load R 1 R 2 C Load  conduction  fire
  18. 21. R 1 R 2 C RC snubber A snubber network can be used to limit the rate of voltage rise across the SCR. Load
  19. 22. 120 V Triac phase control v line v load R 1 R 2 C Load

×