Vaccinazione e terapia immunosoppressiva
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,773
On Slideshare
1,773
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Vaccinazione e terapia immunosoppressiva Dr. Dino Sgarabotto Malattie Infettive e Tropicali Azienda Ospedaliera di Padova
  • 2. Vaccinazioni
    • Idealmente vanno fatte tutte prima di iniziare la terapia immunosoppressiva
    • I vaccini vivi attenuati come MMR (morbillo/parotite/rosolia) e varicella dovrebbero essere fatti almeno 3 mesi prima dell’inizio della terapia immunosoppressiva
    • Il BCG non è più utilizzato per inefficacia
    • I vaccini con virus/batteri uccisi o loro parti/Ag sono meno efficaci durante la terapia immunosoppressiva.
  • 3. Modifiche dello schema vaccinale
    • Vanno esclusi i vaccini con virus vivi attenuati (MMR, antipolio orale Sabin, varicella, herpes zoster, anti-influenzale per via nasale, febbre gialla)
    • Vanno esclusi nei primi sei mesi post-trapianto anche gli altri vaccini con virus batteri uccisi perché questo è il periodo di massima immunosoppressione e quindi la risposta immune è inadeguata
  • 4. Efficacia e sicurezza dei vaccini
    • Successivamente - al periodo di massima immunosoppressione - la risposta immune è ridotta e la copertura è variabile ma intorno al 40-50% rispetto al resto della popolazione non immunodepressa
    • Tuttavia, la stimolazione immunitaria del vaccino è selettiva e non inficia la terapia immunosoppressiva messa in atto
  • 5. Vaccini consentiti
    • Obbligatori: Antitetano, antidifterite, antipertosse, antipolio Salk cioè im, antiepatite B
    • Consigliati: antihaemophilus, antimeningococco, antipneumococco, antiHPV, anti-influenza im.
    • Correlati ai viaggi: antiepatite A, anti TBE, antitifica im (quella orale è vietata agli immunodepressi), antirabbia, antiencefalite giapponese, anticolera Dukoral
  • 6. Vaccini vietati agli immunodepressi
    • MMR morbillo/parotite/rosolia
    • Antivaricella e anti Herpes zoster
    • Antipolio orale Sabin
    • Antitifica orale
    • (BCG)
    • Antifebbre gialla
    • (Anticolera con batteri attenuati)
  • 7. Differenze fra antivaricella e anti herpes zoster
    • Il virus è lo stesso VZV
    • Entrambi sono i virus sono attenuati ma appartengono a ceppi differenti; e’ più attenuato quello antivaricella perché si somministra nell’infanzia mentre quello anti herpes zoster si somministra a 50 anni
    • La carica virale è più bassa in quello antivaricella rispetto a quello antiherpes zoster
  • 8. Niente estrapolazioni
    • Non ci sono indicazioni ad utilizzare metà dose o un terzo di dose di MMR negli immunodepressi!!
    • Non sono stati prodotti vaccini con virus più attenuati dello standard per i soggetti immunodepressi
    • Nessuna indicazione a fare più dosi dei vaccini consentiti rispetto allo standard
  • 9. Considerazioni conclusive
    • Vaccinazione dei familiari ed in particolare dei fratelli: aiutano a creare una barriera immunologica intorno al soggetto immunodepresso
    • Tuttavia la vaccinazione con vaccini vivi attenuati può passare anche al soggetto immunodepresso e perciò dovrebbero esserci delle cautele che per fortuna si limitano sostanzialmente all’antipolio Sabin