• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Gestione delle infezioni nel paziente cardiotrapiantato
 

Gestione delle infezioni nel paziente cardiotrapiantato

on

  • 796 views

 

Statistics

Views

Total Views
796
Views on SlideShare
796
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
13
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Gestione delle infezioni nel paziente cardiotrapiantato Gestione delle infezioni nel paziente cardiotrapiantato Presentation Transcript

    • GESTIONE DELLE INFEZIONINEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Dr. Dino Sgarabotto Malattie Infettive e Tropicali Azienda Ospedaliera di Padova
    • Il pazientecardiotrapiantato
    • Prevenire è meglio che curare• Vaccinazione anti-influenzale• Vaccinazione antipneumococcica• Evitare le esposizioni ad alto rischio infettivo (selezionare i viaggi, non tutti i lavori sono uguali, non tutti gli hobby sono uguali: lo sporco… e la polvere…)
    • Il calendario delle infezioni•
    • Correlazioni fra sintomi e carica batterica nel trapiantato e nel soggetto normale
    • Vademecum per il medico di famiglia• Copertura antibiotica in caso di "febbre/bronchite": – Azitromicina, azitromicina/ceftriaxone, levofloxacina, doxiciclina, cotrimoxazolo• Terapia dell’infezione urinaria: – Nitrofurantoina se creat < 200, cotrimoxazolo, cefixima, ciprofloxacina per 5 giorni nelle femmine per 10 nei maschi• Terapia dell’Herpes zoster – Valaciclovir 1000 per 2 0 3 volte al dì per 7-15 giorni (quanto basta) – Associato a Gabapentin 300 mg 2-4 volte al dì fino a 3 mesi +/- Clonazepan 0,5 mg per la notte
    • Cosa fare in caso di riscontro di EBV-DNA• Monitorarlo una volta al mese• se > di 5000 copie/ml ridurre l’immunosoppressione: possibilmente sostituire il micofenolato o Aza con everolimus o rapamicina e ridurre la ciclosporina• Aggiungere valaciclovir 1000-3000 mg al dì• Fare le sottopopolazioni linfocitarie (CD19??)• Fare PET-Tac
    • A cosa fare attenzione• A volte servono controlli clinici addizionali (e i conseguenti provvedimenti…): – Se il trapiantato è diventato diabetico – Se inizia un nuovo trattamento immunosoppressivo o se viene trattato per un rigetto – Se è leucopenico o ipogammaglobulinemico – Se è malnutrico (lo stato nutrizionale resta sempre fondamentale nel mantenimento della salute!)
    • GRAZIE PERL’ATTENZIONE E LA PAZIENZA!E ORA DOMANDE?