Presentazione x sgi

3,397 views

Published on

An example of proposals regarding the Geographic Information sector for an Italian Digital Innovation road map

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,397
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,791
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione x sgi

  1. 1. Ma l’InformazioneGeografica èsoltanto per gliaddetti ai lavori?Sergio.farruggia@fastwebnet.it
  2. 2. CONTENUTO1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono?2. L’IG e la roadmap SGI3. Esempio di proposta per la roadmap
  3. 3. Le IDT sono accordi formali tra proprietari e produttori di informazioni territoriali, il cui scopoCONTENUTO principale è quello di aumentare laccesso e la disponibilità di dati geografici relativamente ad una1. Le Infrastrutture di Dati determinata area. Territoriali: ma cosa sono?2. L’IG e la roadmap SGI3. Esempio di proposta per la roadmap
  4. 4. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono?
  5. 5. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono? geo-nuvolegeo- informazioni geo-molecole geo- conoscenze
  6. 6. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono? Servizi per la pianificazione territoriale e urbanistica
  7. 7. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono? Operatori Professionisti Commercio Aziende Regione Settore Sanitario OperatoriProvincia Turismo OperatoriComune Sicurezza Utilities Cittadini Logistica Service Provider
  8. 8. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono? Operatori Professionisti Commercio Aziende Regione Settore Sanitario OperatoriProvincia Turismo OperatoriComune Sicurezza Utilities Cittadini Logistica Service Provider
  9. 9. 1. Le Infrastrutture di Dati Territoriali: ma cosa sono? Operatori Professionisti Commercio Aziende Regione Settore Sanitario OperatoriProvincia Turismo Infrastruttura Dati Territoriali OperatoriComune Sicurezza Utilities Cittadini Logistica Service Provider
  10. 10. Viabilità TrasportoPubblico Locale Infrastruttura Piano Regolatore Dati Territoriali Informazioni geolocalizzateInformazione 2.0
  11. 11. Rapido sviluppo e crescente complessità inducono la specializzazione della catena del valore dell’Informazione Geografica: posizionamento del settore pubblico Content Geospatial Platform Application Supplier Developer Service Provider End UserMap and Road Wireless Internet Wireless Internet Data Mapping Carrier Carrier Portal Map Internet Local Search Satellite Rendering Yellow Pages Imagery Wireless Turn-by-Turn Navigation Carrier Geocoding End User Points Of Wireless Interest Family Tracker Device Mfg. Routing Social PND Traffic Networking Manufacturer Content Spatial Search Hybrid Auto OEM NavigationDynamic Data Fleet Enterprise Management Tratto da:
  12. 12. Rapido sviluppo e crescente complessità inducono la specializzazione della catena del valore dell’Informazione Geografica: posizionamento del settore pubblicoLA PA È FORNITORE LA PA È UN END DI CONTENUTI MA ANCHE USER Content Geospatial Platform Application Supplier Developer Service Provider End User Map and Road Wireless Internet Wireless Internet Data Mapping Carrier Carrier Portal Map Internet Local Search Satellite Rendering Yellow Pages Imagery Wireless Turn-by-Turn Navigation Carrier Geocoding End User Points Of Wireless Interest Family Tracker Device Mfg. Routing Social PND Traffic Networking Manufacturer Content Spatial Search Hybrid Auto OEM Navigation Dynamic Data Fleet Enterprise Management INFRASTRUTTURA DATI TERRITORIALI Tratto da:
  13. 13. 2. L’IG e la roadmap SGI (1) Le informazioni territoriali hanno assunto un ruolo strategico nelle politiche di sviluppo e innovazione di tutti i paesi industrializzatiLa roadmap per gli SGI dovrebbe:• richiamare ruolo e compiti del “Comitato Dati Territoriali”, istituito con il CAD• sottolineare l’importanza strategica del processo di recepimento (DL n. 32/2010) della direttiva INSPIRE -Infrastructure for Spatial Information in Europe- e richiamare il ruolo e i compiti della Consulta nazionale per l’informazione territoriale, la cui costituzione è prevista dalla citata norma, e richiederne la sua piena operatività
  14. 14. 2. L’IG e la roadmap SGI (2) La creazione di Infrastrutture per i Dati Territoriali (IDT) sub-nazionali, aumentano laccesso e la disponibilità di dati geograficiLa roadmap per gli SGI• incoraggi la creazione delle IDT di livello sub-nazionale• indichi quali siano i requisiti basilari di tali infrastrutture, recependo le priorità e le azioni del Piano d‘Azione europeo per leGovernment 2011-2015• orienti le azioni di informazione, formazione e sensibilizzazione necessarie
  15. 15. 3. Un esempio di proposta per la roadmapPrimo passo -Raccogliere best practices:Una IDT, quale “buona pratica” , deve avere almeno le seguenti caratteristiche:1. focus su organizzazione di cataloghi, di metadati e di servizi per la loro fruizione,2. i dati vengono prodotti e sono di proprietà principalmente di soggetti esterni o di partner della IDT3. organizzazione basata sulla co-operazione: per lintegrazione e larmonizzazione dei dati, per condividere le policy riguardanti la loro distribuzione4. utenza prevalentemente esterna alla IDT.Secondo passo – Pianificare iniziative di diffusione, sensibilizzazione, affiancamentoAlcuni temi del Piano leGovernment 2011-2015 a cui fare riferimento: Servizi concepiti in funzione delle esigenze degli utenti Produzione collaborativa di servizi Riutilizzo dellinformazione del settore pubblico Coinvolgimento dei cittadini e delle imprese nei processi decisionali Migliorare i processi organizzativi ………………
  16. 16. 3. Un esempio di proposta per la roadmapTerzo passo - Aiutiamo le amministrazioni a prevedere queste istanzenei Piani Esecutivi di Gestione* Sino alla loro traduzione in obiettivi per la dirigenza*Il P.E.G. è il sistema di programmazione secondo la filosofia del Ciclo della Performance,ispirata alla misurazione del livello di prestazione orientata al miglioramento continuo, allavalutazione degli impatti delle azioni pianificate e al confronto, in un’ottica di trasparenza, trai servizi erogati dai diversi enti.
  17. 17. 3. Un esempio di proposta per la roadmapTerzo passo - Aiutiamo le amministrazioni a prevedere queste istanzenei Piani Esecutivi di Gestione* Sino alla loro traduzione in obiettivi per la dirigenza  riduzione dei costi di produzione ?  condivisione dei dati tra gli aderenti ?  realizzazione o la promozione di servizi per se stessa e per la collettività ?  miglioramento della disponibilità dei dati pubblici per i soggetti interessati al loro impiego,*Il P.E.G. è il sistema di programmazione secondo la filosofia del Ciclo della Performance, (aziende e cittadini) ?ispirata alla misurazione del livello di prestazione orientata al miglioramento continuo, alla  ………. ?valutazione degli impatti delle azioni pianificate e al confronto, in un’ottica di trasparenza, trai servizi erogati dai diversi enti.

×