Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione Gruppo E
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione Gruppo E

501
views

Published on

Published in: Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
501
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Gruppo E Barlocco Stefano D’angelo Nicola Fancinelli vincenzo PRESENTA ZIONE CONCEPT
  • 2. SERVIZIO DI RIFERIMENTO Il servizio si propone di rendere più efficace e vissuto il Forum del comune di San Giuliano , poco frequentato e lontano dal mondo giovanile. CONCEPT 1
  • 3. HOW SHOTCODE WORK The circular sequence of black and white blocks represents a url , any url you want, for example to your products website or a point of sale. The ShotCode reader understands this code and connects the end users mobile phone to your location . Billions of ShotCodes can be created. ON THE PHONE End-users download special ShotCode software on their cameraphones. When they scan a ShotCode, the software contacts our servers and identifies the right url. CONCEPT 1 TECNOLOGIA DI RIFERIMENTO
  • 4. IDEA DI SERVIZIO Creare una comunità disposta a scambiarsi informazioni e contenuti digitali riferiti al contesto in cui vive e alle iniziative in esso presenti. Tali contenuti vengono condivisi sfruttando la tecnologia mobile e favorendo in questo modo la creazione di un forum disseminato per il territorio e con un forte legame con esso. OBIETTIVO L’obiettivo è di collegare il mondo virtuale con quello fisico, marcando uno specifico spazio con informazioni, contenuti digitali o racconti. Tali conoscenze sono a disposizioni della comunità e vogliono creare una rete urbana che interagisce con il contesto in cui vive. CONCEPT 1
  • 5. CONCEPT 1 CONTESTO Non si tratta di un classico forum utilizzabile solo in rete, ma diviene uno strumento di interazione sociale dinamico e disseminato per il territorio.
  • 6. { / } 1. il codice viene trovato, fotografato e postato 4. viene caricato il contenuto corrispondente 3. attraverso il cellulare viene attivato il codice 1. ogni utente possiede codici stampati 2. tramite SMS vengono visualizzati i contenuti del “post” 4. tramite ricerca (posizione o genere) si richiede La dislocazione dei codici sul territorio 3. il contenuto viene aggiornato dal nuovo utente 2. il codice viene apposto + { / } key data base shot code 5. i contenuti della risposta vengono visualizzati sul cellulare
  • 7. CONCEPT 1 Andrea passeggiando per il centro di San Giuliano, riconosce un bollino shotcode attaccato al lampione Incuriosito decide di fotografare il simbolo per scoprire a quali contenuti è abbinato Sono contenuti inerenti alla piazza: vi è la possibilità di vedere video, ascoltare contributi audio e leggere commenti. Letti i commenti, Andrea vuole lasciare un suo contributo e decide di inserire un file audio di pochi minuti dove racconta un breve aneddoto riferito alla piazza.
  • 8. SERVIZIO DI RIFERIMENTO Il servizio si propone di velocizzare le procedure e fornire un ulteriore strumento di supporto agli utenti dello sportello al cittadino del comune di Assago. CONCEPT 2
  • 9. IDEA DI SERVIZIO Creare un servizio in cui gli stessi utilizzatori dello sportello al cittadino diventino operatori attivi in aiuto agli utenti più inesperti o con problemi di comunicazione. Tali rapporti sono mediati e favoriti attraverso l’uso della tecnologia mobile che interviene come mezzo di coordinamento e di supporto. CONCEPT 2
  • 10. CONCEPT 2 OBIETTIVO Sfruttare la conoscenza tacita delle persone presenti nello sportello al cittadino per favorire rapporti di collaborazione e interazione personale al fine di aiutare le persone più inesperte e velocizzare le procedure offerte dallo sportello.
  • 11. CONCEPT 2 CONTESTO Il contesto di applicazione del servizio è l’ufficio dello sportello al cittadino di Assago in cui una possibile sala d’attesa diviene anch’essa un luogo informativo e di interazione tra le persone.
  • 12. data base 1. spiegazioni riguardo la modulistica vengono registrati 4. le persone in contatto chiariscono i dubbi 3. sul cellulare compaiono le persone che sono in grado di aiutarlo 1. l’utente entrando nell’edificio del Comune viene riconosciuto tramite blutouth 2. tramite SMS viene richiesto un aiuto il profilo dell’utente è creato dalle tracce che rimangono nell’archivio del Comune 3. il contenuto viene reso disponibile sul cellulare 2. tramite tag, l’utente comunica a sua intenzione
  • 13. CONCEPT 2 Abdul si reca allo sportello del cittadino perché deve comunicare il cambio di residenza Abdul entrando negli uffici riceve un messaggio che lo mette in contatto con Mohamed, che ha già svolto tale procedura in passato e parla la sua lingua. Mohamed spiega la procedura che aveva eseguito a Abdul, e lo aiuta a compilare la richiesta evitandogli una fila inutile SERVIZI DIGITALI & RETI COLLABORATIVE
  • 14. SERVIZIO DI RIFERIMENTO Il servizio mira a coinvolgere il centro anziani “La sorgente” di Locate Triulzi che è già molto attivo sul territorio e può vantare un buon numero di frequentatori. CONCEPT 3
  • 15. IDEA DI SERVIZIO Il servizio mette in relazione la necessità di alcuni studenti delle scuole medie e la disponibilità di alcuni anziani del paese che si offrono di ospitare tali studenti e preparare loro dei piatti speciali al ritorno da scuola. Gli ingredienti, le ricette, i piatti preparati e una testimonianza dei loro creatori verranno raccolti dagli stessi studenti attraverso l’uso del cellulare che servirà anche a facilitare il rapporto studente-anziano. CONCEPT 3
  • 16. CONCEPT 3 OBIETTIVO Il servizio vuole essere un punto di incontro tra due esigenze: da una parte i ragazzi con genitori lavoratori che tornando da scuola dovrebbero prepararsi il pranzo da soli e dall’altra gli anziani che hanno molto da insegnare e che spesso si trovano a loro volta soli. Inoltre le ricette e una testimonianza dei loro creatori possono essere raccolti in un libro o altro ed avere quindi un possibile ritorno di carattere umano e economico.
  • 17. CONCEPT 3 CONTESTO Locate Triulzi è un contesto molto attivo socialmente , lo stesso comune promuove alcune attività collaborative ed è sede oltre che del centro anziani dell’università della terza età . Il servizio dovrà essere promosso anche all’interno della scuola media anch’essa promotore di alcune iniziative inerenti la valorizzazione del territorio a cui gli studenti hanno risposto con interesse.
  • 18. + data base nella scuola media viene presentato il progetto 4. il ragazzo porta la spesa alla persona che l’indomani l’ospiterà 3. la spesa viene ritirata e pagate tramite cellulare 1. l’anziano invia la lista della spesa necessaria 5. il ragazzo è ospitato per pranzo con il materiale raccolto verr’ creata una pubblicazione 6. racconti e testimonianze sono raccolte con l’aiuto del telefonino 2. il ragazzo riceve la lista tramite SMS presso il centro anziani @la sorgentesi raccolgono le adesioni
  • 19. Luca riceve un SMS con la lista della spesa da comprare per il sig. Carlo , che gli porterà nel pomeriggio, dopo la scuola. Il pagamento alla cassa del supermercato viene effettuato direttamente dal cellulare, addebitandolo al centro servizio. Luca l‘indomani pranza dal sig. Carlo con lui che ha preparato il pranzo con la spesa fatta da Luca. Durante l‘incontro Luca raccoglie delle testimonianze della realtà di Carlo: filma la preparazione di un piatto, scatta qualche foto e registra una intervista con il proprio telefonino. CONCEPT 3