Sergio Maistrello La comunicazione per individui e non per masse O del perché Internet è diversa dalla televisione
 
Fonte: BlogBabel [it.blogbabel.com], 2006
La televisione <ul><li>ha un numero ristretto di canali </li></ul><ul><li>tutti ricevono, ma pochissimi emettono </li></ul...
Internet <ul><li>ha un numero infinito di “canali” </li></ul><ul><li>tutti possono fare tutto </li></ul><ul><li>non ci son...
La “parte abitata” della Rete <ul><li>un canale per ogni persona </li></ul><ul><li>i contenuti sono organizzati per person...
Sifry’s Alert ,  http://www.sifry.com/alerts/archives/000443.html
 
In tre concetti <ul><li>ognuno è filtro per se stesso </li></ul><ul><li>il caos è un’opportunità </li></ul><ul><li>i numer...
 
www.flickr.com
www.youtube.com
www.technorati.com
estrablog.net
http://www.bookcafe.net/blog/Lucania/
del.icio.us
it.wikipedia.org/wiki/Matera
www.booking.com
www.schmap.com
Che cosa significa? <ul><li>tutti possono creare e condividere </li></ul><ul><li>usando tutti i registri espressivi </li><...
Quali capacità richiede? <ul><li>concepirsi nodo tra i nodi </li></ul><ul><li>ascoltare, prima ancora che parlare </li></u...
Che cosa sta provocando? <ul><li>nascita di nuove opinioni pubbliche </li></ul><ul><li>emergere di nuove idee </li></ul><u...
Grazie. Il dibattito, se volete, prosegue online: Sergio Maistrello www.sergiomaistrello.it [email_address]
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Comunicazione per individui e non per masse

1,070

Published on

O del perché Internet è differente dalla televisione. Presentata a Matera il 14/12/2007 al convegno "Una grammatica digitale per il turismo".

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,070
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Buonasera. (Presentazione.) Vorrei parlarvi, sostanzialmente, di televisione e di Internet. E del perché Internet non è soltanto una televisione con un telecomando più complicato da usare.
  • Comunicazione per individui e non per masse

    1. 1. Sergio Maistrello La comunicazione per individui e non per masse O del perché Internet è diversa dalla televisione
    2. 3. Fonte: BlogBabel [it.blogbabel.com], 2006
    3. 4. La televisione <ul><li>ha un numero ristretto di canali </li></ul><ul><li>tutti ricevono, ma pochissimi emettono </li></ul><ul><li>ogni canale è limitato in tempo/spazio </li></ul><ul><li>i contenuti sono selezionati all’origine </li></ul><ul><li>il flusso di contenuti è a senso unico </li></ul><ul><li>l’espansione geografica è limitata </li></ul><ul><li>ogni emittente è in competizione con altre </li></ul>
    4. 5. Internet <ul><li>ha un numero infinito di “canali” </li></ul><ul><li>tutti possono fare tutto </li></ul><ul><li>non ci sono limiti di tempo o spazio </li></ul><ul><li>tutti i contenuti sono pubblicati </li></ul><ul><li>i contenuti sono modificabili nel tempo </li></ul><ul><li>ogni informazione è visibile ovunque </li></ul><ul><li>i contenuti sono spesso collegati tra loro </li></ul>
    5. 6. La “parte abitata” della Rete <ul><li>un canale per ogni persona </li></ul><ul><li>i contenuti sono organizzati per persona </li></ul><ul><li>l’unità di misura è il singolo contenuto </li></ul><ul><li>ogni contenuto è un punto di partenza </li></ul><ul><li>un blog vale poco, la comunità è forte </li></ul><ul><li>piccoli numeri, grandi opportunità </li></ul>
    6. 7. Sifry’s Alert , http://www.sifry.com/alerts/archives/000443.html
    7. 9. In tre concetti <ul><li>ognuno è filtro per se stesso </li></ul><ul><li>il caos è un’opportunità </li></ul><ul><li>i numeri non ci dicono nulla </li></ul>
    8. 11. www.flickr.com
    9. 12. www.youtube.com
    10. 13. www.technorati.com
    11. 14. estrablog.net
    12. 15. http://www.bookcafe.net/blog/Lucania/
    13. 16. del.icio.us
    14. 17. it.wikipedia.org/wiki/Matera
    15. 18. www.booking.com
    16. 19. www.schmap.com
    17. 20. Che cosa significa? <ul><li>tutti possono creare e condividere </li></ul><ul><li>usando tutti i registri espressivi </li></ul><ul><li>formando reti sociali </li></ul><ul><li>idee e contenuti simili si aggregano </li></ul><ul><li>le più interessanti emergono dal basso </li></ul><ul><li>innumerevoli punti di partenza </li></ul><ul><li>responsabilità di tracciare percorsi </li></ul>
    18. 21. Quali capacità richiede? <ul><li>concepirsi nodo tra i nodi </li></ul><ul><li>ascoltare, prima ancora che parlare </li></ul><ul><li>interagire con chi dialoga </li></ul><ul><li>essere presenti laddove si parla di sé </li></ul><ul><li>favorire la circolazione delle idee </li></ul><ul><li>pensare a più dimensioni </li></ul><ul><li>dimenticare i numeri </li></ul>
    19. 22. Che cosa sta provocando? <ul><li>nascita di nuove opinioni pubbliche </li></ul><ul><li>emergere di nuove idee </li></ul><ul><li>moltiplicazione dei percorsi di senso </li></ul><ul><li>proiezione della complessità </li></ul><ul><li>nuove dinamiche culturali e di mercato </li></ul><ul><li>opportunità di intelligenza collettiva </li></ul>
    20. 23. Grazie. Il dibattito, se volete, prosegue online: Sergio Maistrello www.sergiomaistrello.it [email_address]

    ×