Your SlideShare is downloading. ×
La rendicontazione sociale come occasione di monitoraggio e di controllo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

La rendicontazione sociale come occasione di monitoraggio e di controllo

154
views

Published on

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
154
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La rendicontazione sociale come occasione di monitoraggio e di controllo di Vincenzo Campisi
  • 2. In questo contributo vengono presentati due strumenti che possono dare a tutti i portatori di interesse chiarezza su come una scuola funzioni e su quali servizi eroghi: una scheda di monitoraggio periodico del POF e una lista di controllo sui documenti da inserire nel sito web della scuola. Le Istituzioni scolastiche, dopo il conferimento dell’autonomia, non possono, infatti, non rendere conto del proprio operato; diventa così imperativo per ogni scuola sia tradurre in target i risultati raggiunti, sia predisporre strumenti per rilevare il gradimento dei portatori di interesse verso il dichiarato e l’agito della scuola (cfr Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica sulla rendicontazione sociale nelle amministrazioni pubbliche, pubblicata nella G.U. n. 53 del 16.03.2006). In via preliminare, occorre precisare che gli strumenti proposti non hanno pretesa di scientificità e, pertanto, non offrono alcuna garanzia di risultato: le variabili che intervengono in un processo complesso come quello del bilancio sociale delle istituzioni scolastiche sono così ampie da non poter garantire risultati positivi certi in seguito all’uso di predetti strumenti. Gli strumenti, inoltre, funzionano solo se utilizzati da un staff di dirigenza che ha raggiunto lo status di gruppo psicologico; un gruppo sociologico, soprattutto in considerazione dei modesti incentivi economici che ricevono i docenti che fanno parte dello staff di dirigenza, finirebbe per giudicare gli strumenti proposti come un’ulteriore innovazione che si traduce in un nuovo carico di lavoro. Il termine innovazione, è bene precisarlo, in questo caso, viene utilizzato non con il significato di introduzione delle ultime novità del momento (flipped teaching, open governance...), ma con quello di introduzione di strumenti che in una scuola non sono stati utilizzati, ma che in altre scuole, magari, si utilizzano già da tempo. Molti potrebbero, legittimamente, non vedere alcuna novità di rilievo nella presente proposta, che, piuttosto, vuole porsi come contributo alla diffusione della cultura della rendicontazione, in seno ad ogni istituzione scolastica. La rendicontazione sociale è per le scuole un dovere inderogabile (sul cui rispetto dovrebbe vigilare un organismo esterno alla scuola) che non limita affatto la loro autonomia: essa trova la più alta espressione nell’originalità e nella innovazione dei processi didattici e organizzativi che la scuola riesce a mettere in campo. Processi su cui non si può non rendere conto. L’autonomia concessa alle Istituzioni scolastiche non può essere un alibi per esimersi dallo svolgimento di compiti inderogabili: sondare i bisogni formativi dei docenti e del territorio; pianificare e realizzare corsi di aggiornamento e/o di formazione; sottoporre al giudizio dei portatori di interesse mission, vision, POF, piano di miglioramento… Un’ultima precisazione: gli strumenti proposti sono pensati per una rendicontazione quantitativa. Scopo di questo lavoro è, infatti, quello di fornire strumenti di rilevazione e di raccolta di ciò che viene fatto in seno ad ogni istituzione scolastica. L’interpretazione critica dei dati confluirà nel bilancio sociale della scuola.
  • 3. Strumento 1: La scheda di monitoraggio del POF La scheda di monitoraggio dell’azione progettuale del POF va presentata al Collegio dei docenti e al Consiglio di Istituto a inizio, a metà e a fine anno scolastico. La scheda andrebbe inserita anche nel sito web della scuola, affinché i vari portatori di interesse ne possano prendere visione e apportare i loro contributi per un miglioramento continuo. Nella scheda andranno indicati, con un’espressione sintetica, la mission e la vision della scuola (che ovviamente saranno definiti in dettaglio nel POF) e i relativi progetti. Questi ultimi, per essere adeguatamente monitorati, andrebbero redatti secondo il modello presentato nell’allegato 1, il quale riprende ampiamente la struttura del Piano di Miglioramento proposto nell’ambito del progetto CAF per MIUR.
  • 4. Strumento 1: monitoraggio del POF Monitoraggio POF A.S. 2013-2014 Situazione corrente al (settembre/febbraio/giugno)  (Verde)  (Giallo)  (Rosso) In linea In ritardo In grave ritardo MISSION: (riportare una sintesi) Progetti Titolo progetto Tipologia Finanziamento Finalità Docenti Destinatari Data inizio Data fine Budget Target atteso Target raggiunto Situazione Ulteriori iniziative legate alla mission Titolo iniziativa Tipologia Finanziamento Finalità Docenti Destinatari Data inizio Data fine Budget Target atteso Target raggiunto Situazione
  • 5. VISION: (riportare una sintesi) Progetti Titolo progetto Tipologia Finanziamento Finalità Docenti Destinatari Data inizio Data fine Budget Target atteso Target raggiunto Situazione Ulteriori iniziative legate alla vision Titolo iniziativa Tipologia Finanziamento Finalità Docenti Destinatari Data inizio Data fine Budget Target atteso Target raggiunto Situazione
  • 6. Strumento 2: La lista di controllo dei documenti da inserire nel sito web della scuola La lista di controllo ha lo scopo di aiutare il Capo d’istituto a verificare la presenza e la comunicazione di alcuni importanti documenti che vengono prodotti in ambito scolastico. La lista di controllo offre, inoltre, la possibilità di riportare, per ogni documento, la data dell’ultima revisione, la tipologia e la data della comunicazione, il giudizio sul gradimento ricevuto, se, ovviamente, è stato monitorato. Molti dei documenti proposti, se inseriti nel sito web dell’istituto, possono contribuire a dare un’immagine piuttosto ampia di come una scuola funzioni e operi. Ogni scuola, ovviamente, potrà aggiungere alcuni documenti o eliminarne altri, se lo riterrà opportuno. L’elenco dei documenti proposti, infatti, non ha alcuna ambizione di esaustività, ma solo valore esemplificativo.
  • 7. Strumento 2: lista di controllo documenti da inserire nel sito web della scuola Documenti pedagogico-didattici Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento POF - Atto di indirizzo del Dirigente scolastico - Mission - Vision - Organizzazione della didattica - Curricolo di Istituto verticale per competenze - Aree progettuali - PAI - Sistema valutativo (criteri e indicatori valutazione; certificazione competenze…) - Ecc.
  • 8. Patto di corresponsabilità PUA News letters Delibere OO.CC: - Criteri formazione classi - Criteri precedenze nelle iscrizioni - Criteri assegnazione docenti alle classi - Criteri formulazione orario docenti - Criteri divisione anno in trimestri, quadrimestri o altro - Criteri deroghe assenze alunni per validità a.s. - Criteri valutazione verifiche scritte e
  • 9. orali + criteri giudizio sulla condotta + criteri attribuzione lode. - Criteri selezione esperti esterni/personale scolastico interno per incarichi di varia tipologia - Ecc.
  • 10. Organizzazione della Scuola Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento Carta dei servizi Funzionigramma - Collaboratori del DS - Funzioni strumentali - Responsabili di plesso - Dipartimenti disciplinari - GLI - Comitato di valutazione insegnanti - Referenti: biblioteca, orario, BES/DSA, Giochi Sportivi Studenteschi, Sicurezza, Primo soccorso, Beni
  • 11. Culturali… - Commissioni: Area a rischio, POF, Orientamento, elettorale, collaudi... - Coordinatori - Ecc. Piano annuale attività: collegio docenti, consigli di intersezione, consigli di interclasse, consigli di classe, dipartimenti, GLI, incontri scuola-famiglia… Calendario scolastico regionale + giorni di sospensione dell’attività didattica deliberati dal Consiglio di Istituto Agenda mensile (scadenziario)
  • 12. Regolamenti Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento Regolamento d’Istituto (Nel Regolamento di Istituto possono anche essere inseriti altri regolamenti, quali, ad esempio, quelli indicati sotto. In ossequio a una tradizione consolidata nelle scuole, abbiamo scelto di indicare in questa voce solo ciò che attiene alle norme comportamentali) - Ingresso e uscita alunni - Ritardi - Assenze - Ricreazione - Uso dei servizi igienici - Ingressi posticipati
  • 13. - Uscite anticipate - Infortuni e malesseri durante l’orario scolastico - Danni e risarcimenti - Rapporti scuola- famiglia - Responsabilità della scuola oltre l’orario didattico - Viaggi di istruzione - Oggetti di valore - Norme di comportamento - Ammonizioni - Sanzioni disciplinari - Ecc. Regolamento per acquisizioni in economia (criteri e limiti per figure negoziali)
  • 14. Regolamento per prestatori d’opera Regolamento elenco fornitori Regolamento Consiglio di Istituto Regolamento Organo di garanzia Regolamento viaggi di istruzione, relativa modulistica Regolamento utilizzo Biblioteca, Laboratori, Palestra… Regolamento Assemblee genitori e alunni di classe/plesso/Istituto
  • 15. Protocolli Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento Protocollo gestione reclami/segnalazione pericoli Protocollo accoglienza alunni a inizio anno e in corso d’anno (con particolare attenzione agli alunni con BES) Protocollo accoglienza docenti e personale ATA a inizio anno e in corso d’anno Protocollo infortuni e primo soccorso Protocollo comunicazione esito scrutini alle famiglie Protocollo gestione assenze alunni Protocollo sanzioni disciplinari
  • 16. Bilancio sociale Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento Prospetto riepilogativo corsi di aggiornamento/formazione per docenti realizzati dall’Istituto anche negli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo sperimentazioni realizzate nell’Istituto anche negli anni scolastici precedenti Prospetto offerta formativa erogata dai vari enti del territorio Prospetto servizi che l’Istituto eroga per il territorio Prospetto riepilogativo esito rilevazioni INVALSI, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo prove per classi parallele, in ingresso, in itinere e a
  • 17. fine anno scolastico, anche degli anni scolastici precedenti. Prospetto viaggi di istruzione realizzati dall’Istituto anche negli anni precedenti Prospetto riepilogativo successo/insuccesso scolastico alunni (al termine di: primo ciclo di istruzione; biennio I.I.S.; triennio I.I.S.; IeFP; ITS; corsi di Laurea; corsi post lauream) Prospetto esito indagini di autovalutazione-customer satisfaction, realizzate dall’Istituto, anche negli anni scolastici precedenti. Prospetto attività di potenziamento, recupero, sostegno, inclusione, orientamento, o altro, realizzate dall’Istituto, anche negli anni scolastici precedenti.
  • 18. Prospetto incontri con i portatori di interesse realizzati dall’Istituto, anche negli anni scolastici precedenti. Prospetto caratteristiche popolazione scolastica: stranieri, BES, rendimento, dispersione scolastica… Prospetto riepilogativo contratti con esperti esterni, anche per anni scolastici precedenti. Prospetto riepilogativo concessione locali scolastici anche negli anni scolastici precedenti (indicare denominazione locale scolastico, destinatario della concessione, finalità della concessione, durata della concessione, giorni e ore di effettivo utilizzo dei locali). Prospetto riepilogativo
  • 19. eventi realizzati dall’Istituto, anche negli anni scolastici precedenti (conferenze, festa di fine anno…). Prospetto riepilogativo partecipazione famiglie alla vita scolastica (incontri scuola-famiglia, elezione OO.CC., convegni, mostre…) Prospetto riepilogativo attività di Beanchlearning, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo sponsor dell’Istituto, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo finanziamenti ottenuti con Fundraising, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo utilizzo Fondi per tipologia (MIUR, altri
  • 20. ministeri, UE, EE.LL., sponsor…), anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo autorizzazioni alla libera professione o a prestazioni occasionali, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo eventuali figure che operano in seno alla scuola: mediatori culturali, psicologo, pedagogista…, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo protocolli di intesa/accordi di rete, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo piani di miglioramento, anche degli anni scolastici precedenti Prospetto riepilogativo mobilità volontaria personale scolastico,
  • 21. anche degli anni scolastici precedenti Archivio articoli di giornale dedicati all’Istituto Archivio curricula del personale scolastico Archivio on line di buone pratiche didattiche e/o amministrative Galleria fotografica degli eventi anche degli anni scolastici precedenti. Schede monitoraggio periodico POF Programma annuale Conto consuntivo Relazione del Dirigente scolastico al Programma annuale Relazione del Dirigente scolastico al Conto consuntivo
  • 22. Relazione del Dirigente scolastico al 30 giugno Contrattazione integrativa d’Istituto “Amministrazione trasparente” “Scuola in chiaro” Inventario dei beni della scuola (elenco ragionato dei beni da comunicare ai portatori di interesse) Giornalino d’Istituto Archivio anni scolastici precedenti
  • 23. Ulteriori documenti da home page Documento Sì No Data revisione Tipologia e data comunicazione Gradimento Codice comportamento pubblici dipendenti Codice disciplinare Contatti (indicare, per ogni plesso, il numero di telefono e il nominativo del docente responsabile) Galleria fotografica (virtual tour della Scuola) Testi in adozione Link utili Graduatorie di Istituto News Informativa Privacy Albo on line Elenco fornitori Condizioni polizza assicurativa
  • 24. Modulistica varia per genitori, docenti, ATA (richiesta permessi orari, ferie ecc.) Documenti sulla sicurezza: - documento sulla valutazione dei rischi; - documentazione per i lavori in appalto; - nomine RSPP, RLS, Medico competente, addetti alla gestione delle emergenze e del primo soccorso; - certificati agibilità e prevenzioni incendi; - planimetrie: scale di sicurezza, porte antipanico, servizi igienici per disabili, ascensori…
  • 25. - documentazione avvenuta attività formativa- informativa; - piano di emergenze e evacuazione; - registro degli infortuni; - registro delle verifiche dei presidi antincendio; - verbali delle riunioni periodiche; - verbali del medico competente; - certificato di staticità; - certificato di conformità alle barriere architettoniche; - Certificati di conformità degli impianti antincendio,
  • 26. elettrico, gas, idrotermosanitario; - denuncia verifica impianto messa a terra; - verifica di impianto di scariche atmosferiche; - ecc.
  • 27. Allegato 1 Scheda progetto Denominazione Istituto: Titolo del progetto: Tipologia delle attività: □ potenziamento □ recupero □ sostegno □ inclusione □ orientamento □ altro (specificare) Orario: □ curriculare □ extracurriculare Responsabile del progetto: Cognome e Nome: Settore: □ infanzia □ primaria □ secondaria di I grado Nominativo dei docenti che partecipano al progetto: 1. 2. 3.
  • 28. Durata dell’intervento: Periodo di realizzazione: da __/__/____ a __/__/____ COLLEGAMENTO TRA PROGETTO E POF Indicare come il progetto intende contribuire a realizzare gli obiettivi del POF. DESCRIZIONE DEL PROGETTO 1. Individuare la situazione problematica che il progetto vuole contribuire a risolvere.
  • 29. 2. Elencare i destinatari del progetto. 3. Definire per ciascuna attività obiettivi, indicatori e target attesi, sia di output che di out come Attività Obiettivi (Risultati attesi) Indicatori Target atteso Output Outcome
  • 30. 4. Definire la tempificazione delle attività Attività Responsabile Data prevista di inizio Data prevista di conclusione Tempificazione attività G F M A M G L A S O N D 5. Proposta di calendario Data Orario inizio attività Orario fine attività 6. Budget del progetto Costo unitario Quantità (giornate, pezzi, ecc.) Totale Personale Spese Servizi di consulenza Acquisto di beni Spese dirette TOTALE
  • 31. REALIZZAZIONE Descrivere il contenuto e la metodologia delle diverse attività del progetto. MONITORAGGIO Definire la frequenza e le modalità valutative, correttive e/o di miglioramento
  • 32. COMUNICAZIONE DEL PROGETTO Quando comunicare Che cosa comunicare A chi comunicare Come comunicare