Leno. Cascina Pluda
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Leno. Cascina Pluda

on

  • 1,028 views

Presentazione a cura della classe 3^ B Cat dell'Istituto Vincenzo Capirola di Leno, a.s. 2012/2013

Presentazione a cura della classe 3^ B Cat dell'Istituto Vincenzo Capirola di Leno, a.s. 2012/2013

Statistics

Views

Total Views
1,028
Views on SlideShare
403
Embed Views
625

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

8 Embeds 625

http://archivioleno.blogspot.it 486
http://archivioleno.blogspot.com 125
http://www.mybestcv2.co.il 6
http://archivioleno.blogspot.ru 4
http://www.blogger.com 1
http://archivioleno.blogspot.ch 1
http://archivioleno.blogspot.gr 1
http://archivioleno.blogspot.com.ar 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Leno. Cascina Pluda Leno. Cascina Pluda Presentation Transcript

  • Presentazione di Ana Avramova e Alessia Saldi Classe 3°B CAT A.S 2012/2013 Docenti: Graziella Freddi,Clementina Bertolinelli, Piero Forlani e Fiorella Serioli Comune di Leno Progetto Archivio: Cascina Pluda
  • Identificazione urbana La cascina di trova sulla strada provinciale Leno-Calvisano ad oltre due chilometri dal paese a sud est dal centro
  • Toponimo:Plaludà = palude. Nel 1826 le case coloniche a quell’epoca erano denominate “Le Lovatelle”. Il cognome è infatti documentato a Leno fin dal 1604, quando Albino Albini vendette a Bernardino Lovatelli una pezza di terra. Le “Lovatelle” mutarono nome poco prima o durante la compilazione del catasto austrico.
  • Aspetto storico Data di costruzione: 1600 circa Proprietari attuali: Canobbio Cronaca: Nel 1906 fu una delle otto aziende colpite dall’afta epizootica. Fu tra le cascine coinvolte dall’occupazione delle terre negli anni 1920-22.
  • Aspetto storico Nell’ottobre del 1956 veniva inaugurata la nuova scuola elementare.
  • Aspetto storico Movimento demografico delle famiglie: -1880 alla Lovatella e Pluda di Crosti e Borsa i nuclei familiari erano composti da 16 persone. -1936 erano presenti 16 nuclei familiari con un totale di 108 persone -1990 i nuclei familiari erano 12, composti da 71 persone -2000 residenti Canobbio 3 nuclei formati da 10 persone
  • Aspetto storico Pietro Borsa Giacomo Crosti PLUDA E LOVATELLA Giuseppe Crosti Enrico Crosti Leopoldo Gatti Costanzo Canobbio Giulio Canobbio Angelo Canobbio Arturo Canobbio Proprietari storici della cascina
  • Aspetto storico Raffronto acque : la suddivisione delle acque era così definita: A) Acque di assoluta proprietà dello stabile Pluda B) Acque di comproprietà con terzi e perciò solo in parte di proprietà e uso C) Acque di proprietà di enti, assegnate allo stabile mediante il pagamento di un canone annuo D) Acque del consorzio Mella-Chiese assegnate allo stabile mediante il pagamento di un canone annuo e di un contributo
  • Aspetto storico Coltivazioni storiche: fra le colture di quegli anni, oltre al granoturco,frumento e segale, era presente anche il riso, coltivato in risaia stabile però questo prodotto era scarso e mediocre. I proprietari già nell’800 furono i primi che introdussero l’allevamento e la lavorazione del latte.
  • Aspetto storico Evoluzione architettonica Periodo napoleonico 1800
  • Aspetto storico Periodo austriaco 1850
  • Aspetto storico Periodo Regno d’Italia
  • Aspetto storico Periodo Novecentesco 1900
  • Aspetto storico Oggi 2013
  • Aspetto architettonico Edificio: trasformato in un deposito per l’attività agricola Tipologia: corte aperta
  • Aspetto architettonico Struttura portante verticale: - Portici con dei pilastri a base quadrata, Materiale: mattoni
  • Aspetto architettonico Struttura portante orizzontale: - Portici / barchesse in legno Pannelli fotovoltaici Barchessa
  • Aspetto architettonico - Dell’edificio: Materiale latero cemento
  • Aspetto architettonico Copertura: - Tipologia: capanna
  • Aspetto architettonico Manto di copertura: coppi e amianto, rimosso poi nel 2011
  • Aspetto architettonico Analisi particolari: - Pavimentazione portico, Materiale: ciottoli
  • Aspetto architettonico - Comignoli, Epoca: 1995
  • Aspetto architettonico - Gelosie
  • Aspetto ambientale SAU (sup. agricola utilizzata) superfici di : Seminativo (libera rotazione) Superficie agricola: 35 ettari
  • Aspetto ambientale Utilizzazione dei reflui zootecnici: su tutti i terreni aziendali Tipologia di refluo: letame e liquame
  • Aspetto ambientale Presenza di vasi irrigui significativi: fontanili o rogge - Gambarella a est - Vaso corini a ovest - Benone a sud
  • Aspetto ambientale Sistema d’irrigazione: scorrimento e pioggia Irrigazione cadenza e superfici: pozzo e turno Irrigazione a scorrimento Irrigazione a pioggia
  • Aspetto ambientale Allevamento: Bovini di cui 150 vacche da latte + 150 vacche da rimonta, 80 vitelloni Trasformazione dei prodotti aziendali: latte e carne
  • Farmhouse Pluda The farmhouse is situated along the road that goes from Leno to Calvisano, 2 Km from the city centre. In 1826 the farmhouse was called “Lovatelle”. The name comes from the surname of the first owner, documented in Leno since 1604, when Albino Albini sold a part of the land to Bernardino Lovatelli. The “Lovatelle” changed name during the drawing up of the Austrian land office and the name changed into “Pluda”. In the years 1870-1874 only thirteen families lived in the marsh of Pluda. After the reclamation works, where also occasional inhabitants of the city were involved, these families became 43. In 1906 Pluda was one of the eight farms affected by FMD, foot and mouth disease and in 1920-1922 it was of the farms involved in the free occupation of the land. In 1956 was inaugurate the new elementary school. The current owners are the families Canobbio, Chiari and Pasini.