SEAGRUPPO - RLS: Rumore

  • 96 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
96
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 Capo II - Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore durante il lavoro Art. 187. Campo di applicazione 1. Il presente capo determina i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i rischi per la salute e la sicurezza derivanti dall'esposizione al rumore durante il lavoro e in particolare per l'udito. UNITA DI MISURA DEL LIVELLO SONORO: IL DECIBEL L’intensità del rumore si “misura” con l’unità di riferimento DECIBEL (dB) Importante tenere conto che è un valore logaritmico, non può essere sommato aritmeticamente. 1
  • 2. LIVELLI DI PRESSIONE SONORA Il livello di rumorosità di adeguato è relativo all’ambiente in cui ci si trova (es. lavorativo, abitativo, ludico, etc.) IPOACUSIA (malattia professionale) Una esposizione prolungata ad un elevato livello sonoro può causare danni all’udito (ipoacusia) DANNO AL TIMPANO (infortunio) Immediatamente dopo l’evento acustico di elevata intensità (scoppio, esplosione, etc.) si accusa dolore lacerante all’orecchio, senso di stordimento, ipoacusia-sordità, vertigini La diminuzione dell’udito è un danno IRREVERSIBILE. 2
  • 3. EFFETTI EXTRA-UDITIVI DEL RUMORE IL RUMORE PUO’ PROVOCARE DANNI ALL’ORGANISMO L’eccessiva esposizione a livelli di rumore elevato provoca non solo la perdita dell’udito, ma anche altri effetti come: • l’aumento della pressione sanguigna, • problemi cardiaci, • insonnia, • nervosismo, • senso di affaticamento, • ansia, • stress. FONOMETRO -TALE STRUMENTO PERMETTE, TRAMITE DEI DATI FORNITI SOTTO RESPONSABILITA’ DEL DATORE DI LAVORO, DI: - CALCOLARE L’ESPOSIZIONE A RUMORE (LEX,8h) - VERIFICARE IL SUPERAMENTO DEI VALORI DI LEGGE - ESEGUIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE LE MISURE VANNO RIPETUTE CON PERIODICITA’ ALMENO QUADRIENNALE MA LA VALUTAZIONE DEVE ESSERE AGGIORNATA IN CASO DI CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI PER L’ESPOSIZIONE AL RUMORE DI LAVORATORI 3
  • 4. DECRETO LEGISLATIVO n. 81/2008 VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE E VALORI DI AZIONE VALORI INFERIORI DI AZIONE: LEX,8h = 80 dB(A) e PPEAK a 135 dB(C) (effettivi livelli di rumorosità misurati nella postazione lavoro) VALORI SUPERIORI DI AZIONE: LEX,8h = 85 dB(A) e PPEAK a 137 dB(C) (effettivi livelli di rumorosità misurati nella postazione lavoro) VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE:LEX,8h = 87 dB(A) e PPEAK a 140 dB(C) (i valori limite tengono conto dell’attenuazione prodotta dai d.p.i. per l’udito indossati dal lavoratore) FASCIA LEX,8h INFERIORE ad 80 dB(A) e PPEAK INFERIORE a 135 dB(C) IL DATORE DI LAVORO ESEGUE LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE E’ OBBLIGATORIO VALUTARE: -IL TIPO, LIVELLO E DURATA DEL RUMORE - I VALORI LIMITE - TENER CONTO DEI LAVORATORI PARTICOLARMENTE SENSIBILI AL RUMORE - LE ITERAZIONI TRA SOSTANZE OTOTOSSICHE (es. stirene, toluene, etilbenzene, xylene, tricloroetilene) E VIBRAZIONI - LE CARATTERISTICHE DI ATTENUAZIONE DEI D.P.I. PER L’UDITO 4
  • 5. FASCIA LEX,8h SUPERIORE ad 80 dB(A) e PPEAK SUPERIORE a 135 dB(C) OLTRE ALLE DISPOSIZIONI PRECEDENTI (OVVERO LEX,8h<80) E’ OBBLIGATORIO: - RIDUZIONE AL MINIMO DELL’ESPOSIZIONE A RUMORE PREDILIGENDO GLI INTERVENTI ALLA FONTE - ADEGUATA INFORMAZIONE E FORMAZIONE AI LAVORATORI - FORNITURA DEI D.P.I. PER L’UDITO - VISITE MEDICHE SE RICHIESTE DAL LAVORATORE O DAL MEDICO COMPETENTE FASCIA LEX,8h SUPERIORE ad 85 dB(A) e PPEAK SUPERIORE a 137 dB(C) OLTRE ALLE DISPOSIZIONI PRECEDENTI (OVVERO LEX,8h COMPRESO TRA 80 ED 85 dBA) E’ OBBLIGATORIO: -PROGRAMMA DI MISURE PER RIDURRE L’ESPOSIZIONE AL RUMORE - SEGNALARE LE ZONE IN CUI IL RUMORE E’ >85 dBA (e/o Ppeak > 137 dBC) - ASSICURARE L’UTILIZZO DEI D.P.I. PER L’UDITO (UTILIZZO OBBLIGAOTORIO) - SORVEGLIANZA SANITARIA (VISITE AUDIOMETRICHE PREVENTIVE E PERIODICHE) 5
  • 6. Articolo 196 - Sorveglianza sanitaria Il datore di lavoro sottopone a sorveglianza sanitaria i lavoratori la cui esposizione al rumore eccede i valori superiori di azione (>85 dBA). La sorveglianza viene effettuata periodicamente, di norma una volta l'anno o con periodicità diversa decisa dal medico competente (…) La sorveglianza sanitaria è estesa ai lavoratori esposti a livelli superiori ai valori inferiori di azione ( >80 dBA ), su loro richiesta e qualora il medico competente ne confermi l’opportunità. MISURE DI ABBATTIMENTO DEL RUMORE ESEMPI MISURE TECNICHE MISURE ORGANIZZATIVE MISURE PROCEDURALI 6
  • 7. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE PER L’UDITO archetti cuffie Inserti (tappi) 7