Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Storia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply
Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
520
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
5
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L’EUROPA NEGLI ULTIMI SECOLI DEL MEDIOEVO … TRA ‘300 E ‘400.È in questo periodo della storia che in Europa nascono gli stati nazionali, gli antenatidello stato moderno. Essi sono caratterizzati da un potere centrale forte, cheamministra la giustizia, che esige il pagamento di tributi e che soprattutto svolgefunzioni esecutive e legislative.I primi due stati europei a maturare queste caratteristiche sono Francia e Inghilterra.INGHILTERRA:Nel 1066 Guglielmo il Conquistatore guidò i suoi normanni alla conquista dell’isola econ la battaglia di Hastings (1066) conquistò la corona inglese.http://www.youtube.com/watch?v=MzugEroWDOc&feature=related Guglielmo divenne così il vero fondatore del regno inglese, poiché cercò di limitare il potere dei feudatari. L’Arazzo di Bayeux ne celebra il trionfo. http://www.youtube.com/watch?v=fwY0HPzwmzQ Nei due secoli successivi la nazione crebbe, ma dopo che Riccardo Cuor di Leone morì, salì al trono suo fratello Giovanni. Costui venne sconfitto nel 1214 a Bouvines da papa Innocenzo III e perse moltissimi territori sul continente: da allora venne chiamato Giovanni senza terra e perse anche molto potere in patria. Questa perdita di prestigio a livello europeo, causòuna rivolta dei nobili inglesi che obbligarono il re nel 1215 a concedere la MAGNACHARTA LIBERTATUM, una carta che limitava i poteri del re: nasceva il parlamentoinglese (diviso in Camera dei Lord e Camera dei Comuni).La crisi della monarchia inglese si risolse solo dopo la Guerra dei cent’anni e laguerra dinastica delle due rose, quando divenne re Enrico VII.FRANCIA:La dinastia capetingia, salita al potere nel 987 con Ugo Capeto, ancora nel 1200 nonaveva un potere saldo: basti pensare che il re d’Inghilterra possedeva una parte delterritorio francese, ottenuto attraverso matrimoni ed eredità.Nel 1337 il re francese morì senza eredi diretti: il re inglese, vantando lontane linee di parentela, pretese il trono, ma inobili francesi scelsero un francese come re.Scoppiò allora la GUERRA DEI CENT’ANNI (dal 1337 al1453), che iniziò come una guerra feudale (re controvassallo e viceversa), ma terminò come una guerratra nazioni (Francia contro Inghilterra).
  • 2. La guerra fu vinta dalla Francia, anche grazie a Giovanna D’Arco.SPAGNA:Con le crociate prende viaanche il fenomeno dellaReconquista: i piccoli regnicattolici nati in Spagnainiziano una lunghissimaguerra contro i mori, perriappropriarsi di tutta lapenisola iberica.Tra le battaglie piùimportanti è da ricordarequella di Las Navas deTolosa del 1212, durante laquale i musulmani subironouna drammatica conquista.A poco a poco i diversiregni cattolici siingrandivano, finché nel1469, con il matrimonio diIsabella di Castiglia eFerdinando d’Aragona, nacque un solo regno unito: la Spagna.La Reconquista terminò solo nel 1492 con la conquista dell’ultima città moresca inSpagna: Granada.
  • 3. L’IMPERO:Nel 1356, per risolvere il problema dei successori al trono imperiale e per slegarel’impero dal controllo del papa, venne emanata la Bolla D’oro: un decreto chestabiliva che l’imperatore sarebbe stato eletto da sette grandi elettori (i vescovi diTreviri, Magonza, Costanza, il Re di Boemia, il Duca di Sassonia, il Margravio delBrandeburgo ed il Conte del Palatinato). In questo modo però, il potere dell’imperatore rimaneva legato alla volontà di coloro che, di fatto, erano suoi vassalli: il titolo veniva così spesso comprato attraverso concessioni territoriali o di denaro. Dal 1437 ebbe inizio la dinastia degli Asburgo, che dominò (con alterne vicende) fino al 1900.L’IMPERO BIZANTINO:Nel 1453 i Turchi, guidati da Maometto II, conquistarono Costantinopoli: nello stessoanno in cui terminò la guerra dei cent’anni, l’Europa fu sconvolta da un evento dallaportata rivoluzionaria. Aveva infatti fine l’Impero Romano d’Oriente che ribattezzò lacittà Istambul.L’ITALIA: Mentre nel resto d’Europa nascevano delle nazioni, l’Italia rimaneva fortemente divisa: a Nord i Comuni e la Repubblica di Venezia, al centro lo Stato Pontificio e al Sud il regno di Napoli (passato dagli Angioini agli Aragonesi – spagnoli). Nel corso del Trecento, il potere dei Comuni venne a concentrarsi nelle mani di potenti famiglie locali: nacquero così le Signorie, cioè nuove tipologie di stato, governate da un Signore locale. Tra le signorie più importanti vanno ricordate quella dei Medici a Firenze, quella degli
  • 4. Estensi a Ferrara e quella dei Visconti a Milano.Le signorie a poco a poco iniziarono a ingrandirsi e quindi a combattere l’una control’altra provocando un periodo di instabilità e di crisi: per questo nel 1454 venne firmatala Pace di Lodi, che impegnava tutti i firmatari a mantenere lo status quo. Nascevacosì una politica dell’equilibrio, voluta soprattutto da Lorenzo de’ Medici (detto ilMagnifico), figura principale di questo periodo della storia italiana.http://www.ovo.com/lorenzo-de-medicihttp://www.youtube.com/watch?v=3jRg5Tzgbas