• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Giornalino
 

Giornalino

on

  • 1,935 views

Giornalino Piccoli Reporters on line su Alboscuole.it

Giornalino Piccoli Reporters on line su Alboscuole.it

Statistics

Views

Total Views
1,935
Views on SlideShare
1,935
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
12
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Giornalino Giornalino Document Transcript

    • PiccoliReporters -1- Pagina- 1 - Scuola Primaria “G. RODARI” ( Istituto Comprensivo Settimo Potenza) Dirigente scolastico: prof.ssa Anna Martorano Docente responsabile: Rosa Massaro www.alboscuole.it/piccolireporters - lettori 22.809 Premi Nazionali: 2005 2006 2007 2008 2009 Va ed. del giornale in formato cartaceo - anno scolastico 2009/2010 Impaginazione a cura dell’insegnante Domenica Rizzo Finalmente, alla La nostra intervista al scuola nuova Sindaco di Potenza …………………. …………………. a pagina 2 a pagina 2 Lettera al Presidente Ettore Cristiani Carissimo Presidente, E’ stata una scoperta che abbiamo fatto insieme, io insieme a loro, a piccoli passi, giorno per giorno. Tutti noi della redazione di “Piccoli Reporters”, Posso affermare che mi sento abbastanza siamo molto dispiaciuti di non aver potuto soddisfatta, Piccoli Reporters, durante questi anni è partecipare al meeting di Chianciano. stato quasi sempre nella top ten dei giornali d’istituto Ricordo ancora con viva emozione l’atmosfera per gli articoli pubblicati, sono più di 1600, dal magica intensa di colori, musica, voci, provenienti gennaio 2005 ad oggi, ed ha ricevuto 22.678 visite da ogni parte d’Italia, quando partecipai a Roma e totali. per due volte a Fiuggi per le premiazioni. Per me Questo mi ha gratificato enormemente ed ha sono state esperienze indimenticabili in cui ho avuto contribuito a rafforzare in me la passione e modo di apprezzare personalmente l’entusiasmo e l’entusiasmo per questa mia professione, mi ha l’impegno profuso per il giornalismo scolastico da lei incoraggiato a superare le difficoltà e a dedicarmi nel e da tutto lo staff, anche se avevo già sperimentato migliore dei modi e sempre con molta umiltà all’ quanta dedizione e cura ci fosse nell’amministrare insegnamento fino a questi ultimi giorni. Sì, sono la piattaforma che è stata sempre molto agevole e proprio giunta agli sgoccioli! (40 anni di accessibile anche da chi, come me, non aveva insegnamento!) molte conoscenze informatiche. Mi mancherà la scuola, ma soprattutto Alboscuole, Sento il dovere di ringraziare lei e tutti i suoi che rimarrà nei miei ricordi, come un’esperienza collaboratori per tutte le attenzioni che ha dedicato veramente eccezionale. alla nostra redazione, con interventi e consigli giunti La saluto affettuosamente augurandole di continuare sempre al momento opportuno. Lei, presidente, ha il progetto di Alboscuole con l’entusiasmo di sempre e creato veramente qualcosa di importante per la mi auguro che il giornalino “Piccoli Reporters” abbia scuola italiana, in questo periodo in cui la stampa la un nuovo docente responsabile, che continui questa denigra; con il giornalismo on line ha creato meravigliosa attività. un’opportunità concreta che ha motivato noi insegnanti ad arricchire i mezzi didattici tradizionali con uno strumento costruttivo, che ci ha permesso Rosa Massaro di uscire dal chiuso delle nostre aule e di aprirci a forme nuove di comunicazione I miei alunni che si Il Presidente risponde sono succeduti in questi sei anni hanno imparato fin da piccoli, dalla classe prima elementare, a Vorrei rispondere con la stessa intensità, ma non trovo manifestare le proprie idee, a confrontarsi, ad le parole consoni a descrivere la gioia nel leggere interessarsi di attualità in una maniera ludica, con questa sua nota. Grazie di cuore e soprattutto ricordi entusiasmo e con altrettanto impegno e serietà. che Alboscuole non dimentica chi ha contribuito a farla Attraverso le attività del giornalino ciascun bambino diventare grande con lavori di eccellenza, per questo motivo ha potuto dare il proprio contributo non solo nel le porte del Meeting saranno sempre aperte per lei e grazie ad laboratorio di scrittura, ma ha potuto sperimentare albopress.it avremo la possibilità di rimanere sempre in come utilizzare correttamente le nuove tecnologie contatto. Le auguro ogni bene, se lo merita. della comunicazione e i media. Un abbraccio affettuoso Ettore Cristiani
    • -2- Pagina- 2 - Finalmente, alla scuola nuova! Dopo una mezz’oretta abbiamo mangiato alcuni dolci e poi siamo corsi a vedere la palestra. Infine siamo andati in classe e abbiamo iniziato a fare lezione regolarmente. Questo edificio è costato circa due milioni e mezzo di euro. La struttura è formata da 5 aule didattiche, 3 aule interciclo, la biblioteca, un ufficio per la segreteria, una cucina, una sala mensa, una palestra, l’aula magna o spazio teatrale e un grande giardino esterno. La scuola è molto colorata, perciò è adatta ai bambini. Il Sindaco all’ inaugurazione ha detto che la scuola deve essere rispettata e non deve essere distrutta con atti di vandalismo. Nel quartiere di Bucaletto, che è sorto dopo il terremoto del 1980, non abitano i terremotati, ma spesso, alcune persone, soprannominate “furbetti” Finalmente dopo sei anni, andiamo alla scuola a hanno approfittato per entrare nelle case Bucaletto. Questa scuola ha molte aspettative per il abusivamente. futuro ed è un segnale di speranza. Il Comune finalmente ci restituisce la “nostra” Classe IV e V scuola, dopo tanti anni di attesa. Lunedì 10 maggio, abbiamo inaugurato la scuola nuova. Quando siamo arrivati abbiamo dovuto aspettare il Sindaco e il dirigente scolastico. Dopo un po’ è arrivata la Rai che ha iniziato a fare le riprese. Una giornalista ha fatto l’intervista ad alcuni bambini e prendeva appunti su quello che pensavamo noi bambini. Poi il Sindaco ha scelto due bambini, uno di quinta e uno di prima per tenere il nastro e l’ha tagliato. Con molta felicità siamo entrati tutti nella scuola e siamo andati in una sala per ascoltare il discorso dell’Assessore, del Sindaco e del Dirigente scolastico. La nostra intervista al sindaco di Potenza Maestra: -Volevamo sapere quando potremo andare alla Antonio: - Cosa ne pensa nuova scuola, a Bucaletto. dell’arresto di Postiglione, il S.: - Ci sono delle difficoltà per presidente del Potenza-calcio? avere i collaudi, ma la scuola sarà S. - Mi dispiace molto. pronta dopo le feste di Natale. Luca: - Potenza è una bella città, M. –Abbiamo letto sui giornali che però è anche inquinata. manca solo la corrente elettrica, S. – Ognuno si deve impegnare perché il Comune ha dei debiti ad inquinare di meno. con l’Enel e, se non salda il conto, Zakarya: - Quando saranno l’ Enel non darà la corrente. pronte le case a Bucaletto? S. -Non è assolutamente vero, la S. – Ora daremo le chiavi degli In occasione della visita didattica appartamenti a 34 famiglie. questione con l’Enel è risolta. alla libreria Mondadori in via Ragazzi, ci rivedremo Ragazzi, vi piace la piazza che Pretoria, per caso abbiamo all’inaugurazione della scuola stiamo facendo a Bucaletto? incontranto il Sindaco della città nuova! Arrivederci! Idrisse: –Sì, però non si potrà di Potenza, Vito Santarsiero. giocare a pallone e neanche si La maestra Rosa subito ha colto Classe IV e V potrà andare in bicicletta! l’occasione e gli ha chiesto: - S. -Con il pallone si deve giocare Signor Sindaco, ci concede nel campetto, altrimenti si un’intervista? possono rovinare le piante. Invece Sindaco: -Ok, entriamo nell’atrio si potrà andare in bicicletta. del Comune.
    • -3- Pagina- 3 - Educazione alla cittadinanza, alla pace e alla solidarietà Scuole in rete per la pace e la solidarietà nel mondo Sabato 8 maggio 2010 con la scuola siamo L'8 maggio 2010 noi di andati a Lagopesole, per una manifestazione classe quinta "Gianni sulla pace. Quando siamo arrivati ci hanno Rodari", insieme alle classi portati proprio all’entrata del castello di prima e terza della scuola Lagopesole per l’accoglienza. Dopo un po’ siamo secondaria di 1° grado andati in una piazzetta per vedere le varie cose F.Torraca, abbiamo che avevamo preparato per questa partecipato alla manifestazione … manifestazione conclusiva Quando siamo stati chiamati, siamo saliti sul del progetto in rete palco per cantare la nostra canzone intitolata "Educazione alla “Le mani” di De Crescenzio. cittadinanza, alla pace e alla Infine siamo andati subito alla stazione per solidarietà, a Lagopesole. prendere il treno e ritornare a casa. Sono intervenuti tutti i sindaci dei comuni a cui Roberta Dubla appartengono le scuole della rete e moltissimi bambini accompagnati dai Partecipa alla Caccia al tesoro nella loro insegnanti. Dopo la Costituzione italiana marcia della pace e il lancio http://files.splinder.com/46583ba0a55a6925112619f4ac dei palloncini colorati, ogni 3fb798.pdf gruppo di scolari si è esibito sul palco con canti, danze e poesie. Noi avevamo già dato il nostro contributo al giornalino on line "Foglio I diritti dei bambini compiono vent'anni su Foglio" e abbiamo partecipato volentieri a questa manifestazione con Quando leggiamo, giochiamo, I bambini non devono essere uno spettacolo presentato andiamo a trovare gli amici sembra picchiati, sfruttati, venduti o dalla scuola secondaria di qualcosa di banale, ma pratichiamo comprati, neanche dai genitori. 1° grado dell' I. C. Potenza i nostri diritti. Infatti l'Onu, Devono essere liberi. Settimo. organizzazione delle Nazioni Unite, I bambini non devono lavorare, non il 20 novembre 1989 ha scritto i devono andare in guerra, bisogna Classe V diritti dei bambini e 187 paesi del proteggerli da tutti i rischi. Ogni mondo hanno promesso di bambino deve avere una famiglia e rispettarli. se i genitori sono divorziati, devono Però ancora oggi, dopo vent'anni, ci frequentare sia la madre che il sono bambini poveri che muoiono, padre anche se sono in paesi non possono studiare e fanno lavori diversi. umili e guadagnano poco. Se invece genitori sono morti, i C'è il diritto all'identità che dice che bambini devono essere adottati da tutti devono avere un nome e una genitori adottivi, però anche il nazione scritta sull'anagrafe. Però bambino deve essere d'accordo. molte persone non hanno potuto scriverlo sull'anagrafe, perché poi bisogna pagare delle tasse. Oppure Samuele Giambersio un altro diritto dice che gli adulti devono informare i bambini sulle loro decisioni e chiedere loro un parere. I bambini hanno il diritto di sapere cosa succede nel mondo attraverso la tv o Internet, però devono vedere programmi adatti alla loro età per questo si dovrebbero fare dei programmi informativi adatti ai bambini.
    • -4- Pagina- 4 - Senatore sposa una tredicenne Commissione nazionale dei diritti BAMBINE SPOSINE umani in Nigeria e dieci altre organizzazioni, soprattutto di donne, Nel mondo ci sono piccole bambine hanno presentato oggi una petizione non possono giocare ed essere libere al Senato contro uno dei suoi membri devono essere spose, ma sono bambine, che ha sposato una ragazzina non possono giocare, si devono sposare, egiziana di 13 anni. Sotto accusa è il il papà ha un grosso debito da saldare! senatore Ahmad Sani Yerima, ex Io non posso pensare.... governatore dello Stato di Zamfara, la tristezza che possono provare nel nord della Nigeria. Secondo la non sono libere di giocare stampa, avrebbe versato 100.000 e come mogli si devono comportare. dollari come dote per il contratto del matrimonio che è stato celebrato nella Gabriele Damiano moschea nazionale di Abuja. Yerima è stato il primo governatore a introdurre la sharia (la legge islamica) in Nigeria. La petizione è stata presentata durante una seduta plenaria della Commissione che si occupa dei problemi delle donne e di sviluppo. Il documento approvato sottolinea che questo matrimonio viola la legge sulla protezione dei bambini approvata nel 2003 e che vieta il matrimonio prima dei 18 anni, punendo i contravventori con una multa di circa 2.500 euro e/o cinque anni di carcere. Classe V 1° MAGGIO FESTA DEL LAVORO ARTICOLO 1 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA L' Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro
    • -5- Pagina- 5 - RECENSIONE Le cronache di Narnia TITOLO: Le cronache di Narnia AUTORE: C.S. Lewis EDITORE: Mondadori Quattro anni fa mia zia ci ha regato Il racconto è stato coinvolgente, un libro intitolato “Le cronache di entusiasmante, avventuroso, Narnia”. fantastico, a volte commovente. Mia sorella, che era in quarta Le descrizioni erano così dettagliate elementare l’ha voluto leggere che avevo nella mente l’immagine immediatamente: mentre lo di ogni luogo visitato ed ogni leggeva ripeteva spesso che era personaggio incontrato. Le stupendo. avventure ti lasciavano col fiato Ora che sono anche io in quarta, sospeso, le guerre tra popoli, mia sorella mi ha proposto di davvero avventurose, provocavano leggerlo, ma io non volevo: mi odio per il popolo nemico e un sembrava troppo difficile e, visto senso di amicizia per il popolo dei che sono sette libri messi insieme e buoni. ha più di mille pagine, mi sembrava Le storie sono così belle che, troppo lungo. addirittura, mi sono innamorata di Naviga nel Web in Ma, alla fine mi sono decisa ed ho uno dei personaggi, il suo nome e cominciato il primo dei sette libri: Piter. sicurezza “Il nipote del mago”. Questo libro è stato stupendo, lo Ho letto tutti i libri in poche consiglio a tutti quelli che vogliono Su questo sito le regole settimane, perché era scritto con provare le emozioni che ho provato un linguaggio semplice: l’autore, io: gioia, amicizia, amore, coraggio, per navigare in sicurezza poi, fingeva di aver ascoltato ma a volte tristezza, odio, in compagnia di l’avventura scritta nel libro e, a sconforto, commozione, però anche Geronimo Stilton, volte, fa riflessioni tutte sue queste ultime sono state bellissime ATTENZIONE! I bambini rivolgendosi al lettore in maniera e non le dimenticherò mai!! devono essere quasi confidenziale. "accompagnati" nel web, Gaia Franco sempre dai genitori o da un adulto! http://navigaresicuri. telecomitalia.it/ IL MIO MIGLIORE AMICO Rosa Massaro Il mio migliore amico si chiama Gabriele. È nato all’ospedale di San Carlo di Potenza, è più piccolo di me di un mese e quattro giorni. Abbiamo Visita alla mostra dedicata a S. Francesco tutti e due 10 anni, lui ha la faccia un po’ tonda e ha i capelli castano chiaro. Il 29 gennaio, noi alunni delle classi seconda, terza, quarta e Gli occhi marrone chiaro e la bocca quinta, accompagnati dalle nostre maestre, ci siamo recati nel piccola, le orecchie medie e il naso un centro storico a visitare la mostra dedicata a S. Francesco alla po’ schiacciato. La pancia normale ed Galleria Civica, nel Palazzo Loffredo di Potenza. è un po’ basso. Con me si comporta Nella prima sala la guida ci ha fatto osservare le differenze su due bene, anzi si comporta bene con tutti quadri, uno dedicato a S. Francesco, di Francesco de Gregorio e perché è un bravo bambino, ma uno di Sant’ Antonio di Giovanni de Gregorio. S. Francesco era quando si arrabbia diventa come un rappresentato con le stimmate alle mani, ai piedi e con una ferita toro impazzito con tutti. Quando si ad un braccio. parla del padre, perché è morto, Questi artisti erano lucani. Dopo aver osservato altre tele ci siamo diventa tristissimo e a volte piange. divisi in due gruppi: un gruppo ha lavorato nella bottega di de Noi ci siamo conosciuti 7 anni fa Gregorio e un gruppo nella bottega di A. Stabile. Abbiamo all’asilo. Siamo molto legati tra noi e completato dei disegni a cui c’ erano delle parti mancanti. quindi ci confidiamo tutti i segreti. Dopo un po’ siamo andati ad osservare i quadri di un’altra sala, dove c’erano dei quadri che rappresentavano la Madonna con altri Giovanni Lamonea Santi. Infine abbiamo fatto un altro gioco: dovevamo attaccare dei pezzi che rappresentavano dei particolari dei dipinti su una sagoma. Roberto Santarsiero
    • -6- Pagina- 6 - Intervista ad Arisa sulla sessantesima edizione del festival di Sanremo Le luci del palco di Sanremo si Cosa pensa del trio monnezza”? Che differenza c’è stata per sono ormai spente e Io non sono affatto contenta lei, tra la prima volta a l’ascensore che portava la che il trio abbia conquistato il Sanremo e la sua conduttrice Antonella Clerici è secondo posto, perché ha partecipazione di quest’anno? salito per l’ultima volta; questo rappresentato l’Italia che va L’anno scorso ero molto ci fa capire che anche la avanti per le raccomandazioni e agitata, c’era l’incognita, sessantesima edizione del per i favori. poteva andare bene oppure festival è finita ed uno solo è Lei per chi faceva tifo oltre che male, quest’anno ero sempre stato il vincitore. Sanremo di per lei? emozionata, ma un pò più quest’anno è stato vinto da Facevo tifo per altri due tranquilla. Valerio Scanu, un giovane che cantanti: Simone Cristicchi e aveva partecipato al “Talent Enrico Ruggeri. Ilenia Antonizzi Show”, una trasmissione Le sorelle Marinetti verranno televisiva di “Amici.” con lei in tournè Ai componenti dell’ orchestra Forse sarà un po’ difficile che le questo non è piaciuto e hanno sorelle Marinetti vengano con strappato e buttato via gli me a fare i concerti, ma non spartiti. Anche il pubblico non saprei…perché ultimamente ha approvato né la vittoria di questi ragazzi sono molto Scanu, nè quella del trio Pupo, impegnati, l’unica cosa che Emanuele Filiberto e Canonico, posso dire è che sono tre chiamato il trio “monnezza”, e ragazzi fantastici. hanno iniziato a fischiare. Che cosa vuol dire per lei Ora voglio immaginare di partecipare al festival? intervistare Arisa, la cantante Per me partecipare al festival è di Pignola (PZ), che lo scorso stato molto emozionante e poi anno è stata la vincitrice del sono diventata famosa. festival. RECENSIONE del film di animazione WALL-E Era stata mandata dagli umani Wall-E pensando che volevano sulla Terra perché doveva vedere uccidere Eve, scappò dalla sua se c’era qualche forma di vita. gabbia. Liberò Eve, prese la Wall-E si innamorò di subito di pianta e scapparono Eve e le fece vedere casa sua con dall’astronave ricercati dalla tutte le cose che aveva. Quando polizia. Riuscirono a fuggire le mostrò la pianta, che aveva attraverso i tubi della spazzatura. trovato Wall-E in un frigorifero, lei A Wall-E si ruppe un pezzo ed Eve la risucchiò velocemente nella decise di ritornare sulla Terra con pancia. Poi si bloccò e Wall-E era lui a cercare il pezzo di ricambio. La Terra era piena di rifiuti ed disperato e si aggrappò alla Trovato il pezzo lo sistemò per era diventata inabitabile. Gli navetta spaziale e così arrivo bene. Ritornato tutto nuovo Wall- uomini avevano costruito una sull’astronave degli umani. Wall-E E si fidanzò con Eve ed insieme nave spaziale per viverci sopra. seguì dove portavano la robot e piantarono con cura la pianta che Quando partirono dimenticarono finì nell’ufficio del capitano. Gli si trasformò in un albero. Gli acceso sulla Terra un piccolo uomini giravano per l’astronave uomini avendo capito che sulla robot che schiacciava rifiuti e con delle poltrone galleggianti che Terra la vita era di nuovo costruiva grattacieli: Wall-E. facevano tutto per loro. La robot possibile, ritornarono a casa per Rimase sulla Terra quasi 700 venne rianimata e come un film viverci. Questo film ci insegna che anni a smaltire rifiuti e mettere fece vedere tutto quello che dobbiamo cercare di raccogliere da parte quelli che gli aveva registrato sulla Terra. Il meno rifiuti, fare la raccolta dispiaceva rompere. Un giorno capitano dopo il film capì differenziata, per poter rendere la arrivò sulla Terra una navetta l’importanza della pianta trovata, Terra più abitabile. spaziale che lasciò una robot di mandò Wall-E a ripararsi ed Eve a alta generazione:Eve. farsi togliere la pianta. Samuele Giambersio
    • -7- Pagina- 7 - La marea nera del Lambro Avvistato uno strano capriolo Il Lambro è un fiume della Lombardia, lungo 130km ed è un affluente del Po. Il fiume Lambro è considerato uno dei fiumi più inquinati d’Italia a causa degli scarichi delle raffinerie e degli stabilimenti, che sorgono lungo le sue rive. Il 23 Febbraio ignoti sabotatori hanno versato nelle acque del Lambro migliaia di idrocarburi provenienti dalle cisterne di una raffineria. Nonostante gli immediati interventi della Protezione Civile la marea nera ha raggiunto il fiume Po inquinando depuratori ed allevamenti di pesci. Oltre 3000 volontari sono intervenuti per aiutare gli animali rimasti vittime della marea nera e per aiutare a bloccare il suo cammino. Prato - Terra di unicorni L’immediato intervento ha permesso di aspirare Un giovane capriolo di 10 mesi è stato avvistato buona parte del gasolio e dell’olio combustibile in una riserva naturale a Prato, in Toscana; fin fuoriusciti dalle cisterne. Ad oggi la situazione qui nulla di strano se non fosse che il capriolo al risulta sotto controllo, la macchina dei soccorsi ha posto delle normali corna ha in mezzo alla funzionato, ma le domande che aspettano una fronte un unicorno. risposta sono molte: Volete vederlo? CHI HA APERTO LE CISTERNE? Sarà difficile: si nasconde, scappa, forse sa di COSA BISOGNEREBBE FARE PER EVITARE FUTURI essere diverso o magari pensa che tra la sua DISASTRI? specie è lui il più bello!! GLI ALLEVAMENTI E LA FAUNA SONO VERAMENTE AL SICURO? Martina Nolè classe classe III Lorusso Fabio classe III Viaggio d’istruzione: Il Micromondo (Nemoli) Lago Sirino : La storia. Un'antica leggenda popolare narra che un contadino trebbiava il grano nel giorno della festa della Madonna del Sirino, e fu, per questo, fatto dalla strada Consolare delle sprofondare coi suoi buoi nelle Calabrie, l'attuale SS 19, viscere della terra. diventando crocevia nel 1857, con “IL MICROMONDO”, primo parco Da questo episodio nacque il piccolo la Sapri-lonio. tematico sulla geologia della guscio d'acqua. Il luogo alpestre, prima riservato Basilicata, nasce da un’idea dei Per la scienza, invece, è un tipico a pochi intimi e ristoro degli geologi lucani Patrizia Magnotti e lago di sbarramento adagiato in una armenti, venne ammirato dai Dario Rizzo, al fine di creare un dolina e alle falde della vetta viaggiatori dell'800, poi da quelli impulso alla divulgazione delle omonima, sugli 800 mt di altitudine in ferrovia e più tardi conoscenze concernenti le Scienze (molto più a monte del bacino dall'autosole. Sulle sue rive della Terra ed una percezione più pleistocenico che 6OOmila anni fa transitarono anche le Mille camice consapevole del paesaggio e delle invadeva la valle del Noce). rosse di Garibaldi, in cammino dinamiche che lo hanno generato. Posto sull'ipotetico percorso verso il Volturno. Più tardi fu Si tratta di un contenitore dell'antica Via Popilia (ai Cerri è luogo di scorrerie brigantesche e, didattico unico nel suo genere, stata ritrovata una fornace romana) e nel settembre del '45, divenne strutturato in modo da essere nei pressi degli insediamenti arcaici teatro dei bombardamenti facilmente fruibile non soltanto di Irie e l'avanposto di Castelnuovo, angloamericani sulla ritirata agli esperti in materia, ma anche il Lago - che appare già nelle carte tedesca. alle scolaresche di ogni ordine e del 1600 - in epoca feudale Più volte toccato alla carovana del grado o ai semplici curiosi che apparteneva all'Università di Rivello. Giro d'Italia e dal grande traffico abbiano voglia di apprendere Sul poggio i principi di Belmonte vi Nord-Sud, fino all'avvento nozioni scientifiche in modo possedevano una villetta poi andata dell'autostrada è oggi un posto originale ed immediato. La distrutta. rinomato sia per la bellezza che struttura è ubicata sulle sponde Dal 1834 passò al Comune di per le attività commerciali. del lago Sirino (Comune di Nemoli e quasi Nemoli) alle pendici dell’omonimo contemporaneamente fu sfiorato monte. http://ilmicromondo.com
    • -8- Pagina- 8 - Attenti a …quando dite le bugie… Spesso capita di dire bugie, di non mantenere promesse…ma state attenti! All’università di Zurigo, hanno trovato un modo per scoprire chi ha detto una bugia, infatti quando si provano delle emozioni, alcune zone del nostro cervello si illuminano. Quando diciamo una bugia, quando ci comportiamo male o siamo arrabbiati con noi stessi, o ci sentiamo in colpa, un’area del nostro cervello, come se facesse la spia, si illumina. Una di queste spie è l’amigdola, una ghiandola a forma di mandorla, che, ogni volta che ci sentiamo , in colpa si illumina. Questo non si può vedere ad occhio nudo, ma con una foto speciale che si fa al cervello. Gioca con moderazione Tutto ciò è stato provato facendo giurare ad alcune persone di mantenere le loro promesse. Ad alcune I giochi elettronici sono un'arma a doppio di queste la ghiandola-spia si è illuminata, taglio nel senso che ti invogliano a giocare scoprendo i bugiardi. sempre di più. Quindi si finisce con il Perciò, quando dite una bugia, state attenti! passare delle giornate vicino ad un video Ma… forse sarete scoperti lo stesso, anche senza game e ciò non va affatto bene. quella speciale macchina! Il bambino che passa troppe ore a giocare rischia dei gravi problemi agli occhi e alle Gaia Franco articolazioni delle mani. NON GIOCARE PIU' DI UN'ORA! Anche gli italiani sono stati emigranti Giovanni Lamonea A Roma c’è un museo Ancora oggi gli Italiani degli emigranti, per emigrano per studiare, ricordare che anche gli per laurearsi o per Italiani sono stati lavorare all’estero, oggi si Insegnanti chiedono riscatto emigranti. dice che “emigrano i Molti partivano per cervelli.” agli alunni bulli trovare fortuna e soprattutto per cercare Antonio Pergola Un’insegnante ha ma lanciare un monito ai lavoro e per poter denunciato un suo ragazzi e ai loro familiari. mangiare, perché in Italia alunno “bullo” e la pena I legali dell’insegnante c’ era molta povertà e per la famiglia sarà di hanno chiesto ai giudici di partivano con le valige di €20.000 di risarcimento. lanciare una garanzia alla cartone, piene di ricordi. Si pensa che dopo sua figura e il ragazzo è In questo museo ci sono questo fatto, altre stato ritenuto colpevole di foto, cartoline, lettere, docenti seguiranno il aver pubblicato immagini strumenti di lavoro. suo esempio contro i lesive alla reputazione Gli Italiani andavano in ragazzi bulli. Due anni dell’insegnante. Si devono diversi paesi, negli Stati fa, un’insegnante di tenere gli occhi aperti Uniti, in Australia, in Monza venne perché anche altre Argentina, in Svizzera, in fotografata con un docenti potrebbero Francia, in Germania… telefonino dal suo rivalersi contro gli alunni e Alcuni affrontavano molte alunno e messa su you i genitori, speriamo che difficoltà nel viaggio, che tube. Il giovane venne non li portino di nuovo ai non avveniva in aereo, sospeso 15 giorni, ma la tribunali, chiedendo un per mancanza di denaro, prof al tribunale venne risarcimento, ma sarebbe prendevano le navi e risarcita dai genitori. anche giusto. impiegavano settimane L’insegnante ha detto al intere o anche mesi, per Corriere della sera di Gabriele Damiano arrivare ai paesi più non voler solo tutelare lontani e spesso morivano la sua immagine durante il viaggio. professionale,
    • -9- Pagina- 9 - Laboratorio di storia: “Piccoli Detective alla ricerca degli FRUTTA A SCUOLA stereotipi nella preistoria” Anche nella nostra scuola per il Progetto europeo Quadro di riferimento e motivazioni promosso dal Ministero è arrivata la frutta. La distribuzione attua il progetto 'Frutta nelle L’ esperienza è stata condotta in una classe terza scuole - Nutrirsi bene, un insegnamento che della scuola primaria “G. Rodari” (c/da Bucaletto) frutta' condotto con Ue e Ministero VII Circolo Potenza con n. 9 alunni, di cui uno dell'agricoltura. Sostenuto da fondi comunitari e portatore di handicap. L’ambiente di provenienza nazionali (per 58% e 42%), coinvolge quasi tutti i degli alunni è molto povero culturalmente, privo Paesi dell'Unione e ha l'obiettivo di promuovere di ogni stimolo culturale e la scuola è l’unico una corretta educazione alimentare per i bimbi tra centro di aggregazione sociale. 6 e 11 anni. Nella nostra classe già avevamo l' L’ attività laboratoriale per l’insegnamento della abitudine di mangiare a merenda, una volta a storia, iniziata nell’ anno scolastico 2006/07 settimana, la frutta, quindi l'abbiamo accettata (classe prima) con “Giochi di una volta”, è volentieri! continuata nell’ anno scolastico 2007/08 ( classe seconda) con “Piccoli Detective” alla ricerca delle Classe IV tracce per costruire la storia di una persona, e per l’anno scolastico 2008/09 con “Piccoli Detective alla ricerca degli stereotipi nella preistoria”. Sono un’insegnante con molti anni di insegnamento, ma ancora con tanta voglia di incontrare la curiosità dei bambini e il loro desiderio di scoprire, di fare, di imparare e di sapere. Ciò mi fa sentire tutta la responsabilità nell’operare delle scelte didattiche in modo da poter costruire dei percorsi di insegnamento accattivanti per stimolare l’interesse e la La violenza virtuale meraviglia per l’apprendimento. Da diversi anni seguo il corso di formazione organizzato dal CIDI I Cyberbulli sono persone cattive che fanno di Potenza “Progettazione curricolare e percorsi circolare attraverso i telefonini o internet didattici nella pratica laboratoriale” per l’area fotografie, insulti. Quattro studenti di un disciplinare storica in cui ho potuto sperimentare istituito tecnico di Torino hanno pubblicato su come funziona e si costruisce un laboratorio per Google un video che mostrava un giovane l’insegnamento della storia. …... affetto da sindrome Down, insultato e picchiato. Il tribunale di Milano ha condannato L’articolo continua sul sito: tre dirigenti Google, il grande motore della http/www.alboscuole.it/piccolireporters/ ed è ricerca di internet per non avere impedito nel pubblicato su “Scuola e documentazione Le buone 2006 la pubblicazione di quel video. pratiche in Campania e nel Mezzogiorno” Rosa Massaro Michele Di Bello Dislessia: Come si può aiutare lo studente dislessico Occorre un’alleanza stretta tra genitori, insegnanti • Utilizzare strumenti informatici dotati di videoscrittura ed esperti del settore. Lo studente va aiutato a con correttore ortografico e sintesi vocale; prendere consapevolezza delle sue difficoltà e del • Utilizzare strumenti informatici come dei CD Rom suo diverso funzionamento intellettivo: essere una interattivi per migliorare le capacità lessiche e ridurre persona diversamente abile non vuol dire essere il danno causato dal disturbo specifico (ad esempio: inferiori agli altri. Occorre conoscere e accettare “Lettura di base 1” e “Lettura di base 2” di Andrich e queste differenze per trovare strategie alternative Miato, Erickson, Trento, 2002); nell’affrontare i vari compiti scolastici. • Utilizzare la calcolatrice. Alcune direttrici di questi aiuti potrebbero essere • Generalmente i ragazzi dislessici migliorano (Parziani, Consolaro, Bombardelli, 2002): notevolmente nell’accuratezza della lettura (leggere • Credere nell’alunno, nel suo successo formativo, senza fare errori) e poco nella velocità, che resta capirlo e sostenerlo nei suoi sforzi, gratificarlo sempre inferiore rispetto a quella dei ragazzi di pari rompendo il circolo vizioso della caduta età. dell’autostima e offrendogli sfide cognitive in grado di vincere; Siti utili: • Ridurre il suo disagio concedendogli tempi più lunghi per svolgere i compiti, elaborare le www.iprase.tn.it/prodotti/materiali_di_lavoro/disle domande e le relative riposte ssia/p8.asp www.ascuolaconilcomputer.splinder.com/
    • - 10 - Pagina- 10 - ”PANE E ACQUA NELLA SCUOLA DI VICENZA” Secondo me, il comune non si Infatti, visto che non hanno sarebbe dovuto comportare in pagato, il comune ha stabilito che questo modo perché, ha ragione questi bambini mangeranno pane sul fatto che avrebbero dovuto e acqua. I genitori insolventi degli pagare, però non avrebbe dovuto alunni che non hanno pagato sono fare questo a dei bambini. Se io 9. fossi stato uno dei bambini, non Qualche giorno prima, il comune mi sarei molto preoccupato e ha mandato una lettera ai avrei continuato a “guardare genitori, dove c’era scritto avanti”. chiaramente che chi non portava Inoltre, mi dispiace per i bambini, In questi giorni, in un comune di i soldi avrebbe mangiato pane e perché devono mangiare come gli Vicenza, nel Veneto, dei bambini acqua. altri e non mangiare un misero che non hanno pagato la mensa La preside della scuola, non ha panino e una bottiglia d’acqua. della loro scuola, sono stati puniti. accettato questo affronto, infatti Questo, il comune lo deve Per questo fatto, molti hanno ha chiesto ai bambini che hanno capire e deve cambiare detto: perché trattare così dei pagato, di condividere il loro atteggiamento!! bambini? pranzo con gli altri alunni. Gabriele Damiano La storia commovente di Phaubert a cui è rimasto solo il fratellino Phaubert ha 14 anni, è steso su una barella mentre suo fratello Charles, 12 anni, gli stringe la mano, lo coccola, gli parla dolcemente. "Ce la farai - gli dice - vedrai, adesso arriveranno anche mamma e papà". Phaubert, un viso dolce e sfigurato dalla sofferenza e dalle ferite, ascolta. Tutt'attorno - nel quartiere Delmas della capitale haitiana Port-au-Prince, nel quale una casa su tre non è più in piedi - è un continuo vociare, inseguirsi di grida disperate di chi cerca i propri cari, ma Phaubert e Charles e altri Le tradizioni popolari della Basilicata loro due fratellini hanno avuto la fortuna di poter ricevere subito assistenza da un gruppo di operatori Le caratteristiche della rotolare per la strada. E' internazionali. Basilicata, nonché le noto che nel mondo delle La scuola di Phaubert, che frequenta l'equivalente vicende storiche e tradizioni popolari della terza media italiana, non c'è più, non ci sono linguistiche dei suoi abitanti, intervengono fenomeni e più la sua casa né quelle dei vicini. Quando il sisma hanno permesso che si reazioni in riti collettivi ha devastato Port-au-Prince i genitori di Phaubert conservassero intatte che provocano sentimenti dovevano ancora rientrare da lavoro e non si sa se numerose tradizioni del di profonda siano vivi. patrimonio culturale della partecipazione. I volontari dicono che per prima cosa bisogna regione. Al periodo Sia nella provincia di ricostruire, dove si può, le famiglie. longobardo risalì la parola Matera che in quella di Mentre si continua a scavare in cerca di tedesca Mangergab, cioè Potenza c’è l’usanza del sopravvissuti e si assistono i feriti con i pochi mezzi dono del mattino, un dono lamento funebre che a disposizione, l'urgenza si sposta sui cadaveri per che il marito fa alla moglie consiste in pianti e grida questioni sanitarie, bisogna trovare il modo di all’alba della prima notte di di dolore da parte delle smaltirli in fretta per evitare il diffondersi di nozze. donne. La prima fase è di malattie; urgente è anche reperire acqua potabile e Altra usanza è quella del completa isteria, generi di prima necessità. Ma lì manca tutto: i feriti ceppo legata alla richiesta di manifestazione di dolore sono tantissimi, gli ospedali statali sono in generale fidanzamento da parte della acuto; la seconda fase gravemente danneggiati e comunque a corto di ragazza amata, consiste nel assume i toni di lamento materiali; mancano medici, chirurghi, materiale da posizionare davanti alla melodico in cui si esaltano chirurgia e sutura. Superata questa fase, il porta dell’amata un ceppo. le lodi del defunto. problema più importante da affrontare sarà quello Naturalmente anche la degli sfollati organizzando rifugi provvisori, risposta della futura sposa è Roberta Dubla reperendo kit per igiene. Ancora incerto il bilancio affidata ad un gesto dei morti e dei feriti simbolico, infatti se lei accetta porta il ceppo in casa, se rifiuta lo lascia Francesco Pio Lo Giurato L’ALLEGRIA
    • - 11 - Pagina- 11 - Il lato positivo Nella nostra città, per evitare il traffico nel centro Il bambino storico, hanno aperto le scale mobili e gli ascensori che collegano Rione Mancusi con il Al bambino nel suo lettino, centro storico, così i cittadini possono lasciare le batte forte il cuoricino, macchine nel parcheggio multipiano e sul cuscino il bambino lì ci dorme. raggiungere il centro di Potenza. Io qualche volta l bambino piccolino, sembra proprio un fiorellino. vado in centro sulle scale mobili e mi piace tanto La mammina è lì vicino perchè mi diverto. Nel periodo natalizio lungo il per vedere che cosa combina. percorso di un’altra scala mobile che collega viale Sta nel letto e non si muove, Marconi con il centro c’ è stata una mostra di allora è proprio dormiglione! presepi artigianali, tutti molto belli: si respirava un ‘aria di festa. Presto chiuderanno il traffico nell Angela Sabia centro storico e la gente utilizzerà più spesso sia le scale mobili e sia gli ascensori. Che bello!!!..Nel centro storico non ci saranno tante L’Allegria automobili che inquinano la città. Questo è il lato positivo. S’io avessi una botteguccia, fatta di una stanza, Serena Vaccaro vorrei mettermi a vendere... Sai cosa? L’allegria, e poi portarla a tutta la via. L’allegria, la gioia, la pace tutto questo donerei e un bravo bambino sarei, da mamma e papà correrei e con loro tutto il tempo giocherei. Roberto Santarsiero Un po’ di barzellette Gara d’acqua Ci sono un italiano, un francese e un cinese che stanno facendo una gara a chi beve più acqua. L’italiano beve 2 litri, il francese 4 litri e il cinese 45 Pierino e la nonna litri. Allora l’italiano chiede:<<Ma come hai fatto a Pierino e la nonna stanno passeggiando. Ad un bere tutta quell’acqua?>> E il cinese risponde: certo punto Pierino vede un euro per terra e << Io non essele cletino, ho messo pannolino!!>>. dice:<<Nonna c’è un euro per terra!>> E la nonna risponde:<<No Pierino, le cose da terra non si prendono!>> Così continuano la passeggiata, Il fantasmino formaggino quando all’improvviso Pierino dice:<<Nonna, ci Ci sono un francese, un italiano e un inglese e sono cinque euro per terra>> La nonna ormai stanno dormendo in tenda. Ad un certo punto arriva stanca risponde :<<Pierino ti ho detto che le cose il fantsmino formaggino, va dall’inglese e da terra non si prendono!>> Poi la nonna cade e dice:<<Sono il fantasmino formaggino!!>> E dice:<<Pierino aiutami ad alzarmi!>> E Pierino l’inglese scappa. Poi va dal francese e dice:<<Sono risponde:<< No nonna, le cose da terra non si il fantasmino formaggino!!>> E il francese scappa. prendono!!>>. Infine va dall’italiano e dice:<<Sono il fantasmino formaggino>> E l’italiano risponde: Irene e la scatola di cereali << Ehi, vieni qui che ti spalmo sul panino!!>> La mamma chiede a Irene:<<Come mai mangi i cereali così lentamente?>> Ilenia Antonizzi Irene risponde:<<Perché sulla scatola c’è scritto “Consumare entro il 2011!!>>.
    • - 12 - Pagina- 12 - Premi e Riconoscimenti • 2004-05: PRIMO Valutazione Gold-Indire dell’esperienza “Piccoli detective a caccia degli stereotipi della preistoria” L' esperienza premiata "Piccoli detective" ha riportato la seguente votazione: OTTIMO nella PROGRAMMAZIONE, nella METODOLOGIA, nella REALIZZAZIONE del prodotto finale, nella FRUIBILITA' per la CHIAREZZA e ACCURATEZZA nella RICOSTRUZIONE del percorso, per la DIMENSIONE DI RETE, per la CONTINUITA' VERTICALE, INNOVAZIONE, COERENZA e TRASFERIBILITA'.... http://gold.indire.it/nuovo/gen/show- s.php?ObjectID=BDP-GOLD000000000023A21C Piccolireporters nella TOP TEN con articoli pubblicati: 1.618 Ai Piccoli Reporters www.alboscuole.it/statistiche.aspx?view=top_ Abbiamo vissuto insieme una bellissima esperienza! ART Per me, una bella soddisfazione essere riuscita a contagiarvi la passione per la scrittura motivata, che avesse uno scopo. Ciò vi ha permesso di esprimere le vostre idee, il vostro punto di vista, le vostre emozioni nel riferire un fatto, in modo da rendere questo giornalino sempre più ricco di contenuti. Mi auguro che questo sia solo l’inizio per un uso sempre più consapevole di Internet, come uno strumento utile per comunicare con persone e realtà diverse dalla vostra, che vi permetta di allargare gli orizzonti della vostra realtà territoriale e maturare nuove conoscenze, abituandovi all’ascolto, alla condivisione e al rispetto. Grazie ad Internet non ci perderemo di vista, mi raccomando! Ritroviamoci in questo mondo virtuale, nel blog www.ascuolaconilcomputer.splinder.com, su Facebook, Twitter, Alboscuole, Albopress, http://videodidattica.ning.com Ricordatevi di navigare sempre accompagnati da un adulto e di rispettare e regole! Vi abbraccio tutti maestra Rosa Massaro Potenza 4/06/2010