Your SlideShare is downloading. ×
Thomas Schael: Gestirete - Il Crm per la Microimpresa - VoiceComNews 4-2008
Thomas Schael: Gestirete - Il Crm per la Microimpresa - VoiceComNews 4-2008
Thomas Schael: Gestirete - Il Crm per la Microimpresa - VoiceComNews 4-2008
Thomas Schael: Gestirete - Il Crm per la Microimpresa - VoiceComNews 4-2008
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Thomas Schael: Gestirete - Il Crm per la Microimpresa - VoiceComNews 4-2008

4,344

Published on

L'articolo di Thomas Schael presenta Gestirete – un servizio di CRM del sistema camerale per la microimpresa italiana.

L'articolo di Thomas Schael presenta Gestirete – un servizio di CRM del sistema camerale per la microimpresa italiana.

Published in: Business
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
4,344
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
140
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. mercato Gestirete – il CRM per la microimpresa Servizi gratuiti alle piccole e medie imprese da parte di Infocamere per gestire clienti e sviluppare affari di Thomas Schael Molte aziende, in particolare quel- plicazioni gestionali, tra cui il CRM La non conoscenza e la conseguen- le piccole, nell’attività quotidiana per la gestione dei propri clienti, il te mancanza di soluzioni per la hanno difficoltà a comprendere i divario digitale rimane uno dei temi gestione dei propri clienti, nonché vantaggi delle nuove tecnologie. più discussi non solo per i cittadini dei prospect, rende la microimpre- Questo si vede dalla loro bassa ma anche per le imprese. Questo sa debole a fronte di concorrenti propensione ad investire nell’ICT, troppo spesso viene interpretato più grandi ed organizzati. Ma come malgrado l’Italia sia stata leader solo come disponibilità di banda far capire alla microimpresa quali nella diffusione della telefonia larga, invece dobbiamo conside- sono le potenzialità offerte dalle mobile. rare un nuovo divario digitale per soluzioni commerciali? Nell’arti- la scarsa attenzione che artigiani, colo “Come gestire i clienti della Oggi sia telefonini sia altre tecno- commercianti, professionisti e pic- piccola impresa italiana?” (Voice- logie digitali sono maggiormente cole imprese, da tutti definiti come Com news 1-2008) si sottolineava diffuse presso i privati, che non componente chiave dell’economia la difficoltà di far incontrare la nelle piccole imprese. Come risul- nazionale, rivolgono a servizi e domanda da parte delle PMI con tato troviamo una concentrazione soluzioni digitali. Le applicazioni l’offerta disponibile, non soltanto elevata della spesa ICT da parte CRM sono solo un esempio fra le per le applicazioni gestionali, ma delle prime 500 aziende e della tante che oggi le PMI non impie- anche – e soprattutto – per le pubblica amministrazione centrale, gano. soluzioni di customer relationship con una spesa modesta delle PMI per prodotti, servizi e soluzioni ICT. In Italia il numero di piccole im- prese è estremamente elevato, ma questi 4 milioni di soggetti con partita IVA e meno di 10 dipen- denti spendono in media, secondo Maurizio Cuzari di Sirmi, appena 400 Euro all’anno per l’ICT! Questo non corrisponde neppure al costo di un personal computer con le licenze Office. Si riscontra che l’ICT serve alla microimpresa principalmente per navigare in internet, mandare e-mail e se mai costruire un mini sito “vetrina”. Solo una piccola parte si permette pacchetti di soluzioni gestionali, pur sempre semplici. Con questo livello di spesa e la mancanza di conoscenza delle ap- Giovanni Nasi, Direttore Generale di Infocamere e alessandro Barberis, Presidente Infocamere 2 0 0 8 . n. 4 - anno IX VoiceCom news 53
  • 2. mercato management. Da un lato pochissi- parte con Gestirete, il software per Nasi che il presidente Alessandro ma disponibilità di spese, dall’altra gestire i rapporti con la clientela e Barberis hanno sottolineato la pochissime soluzioni “low cost”; Archivierete, un programma per il volontà di Infocamere di aiutare inoltre troppo spesso le soluzioni salvataggio sicuro dei propri dati. la microimpresa italiana in un disponibili sul mercato richiedono Gestirete e Archivierete si affian- momento difficile per il contesto competenze manageriali e speciali- cano a quelli rivolti alla semplifi- socio-economico, ma anche di far stiche non presenti nella PMI. cazione amministrativa, fornendo crescere gli imprenditori attraverso In questo scenario si inserisce strumenti sempre più evoluti per servizi di consulenza, formazione l’iniziativa Im+ di Infocamere: aiutare e facilitare gli imprenditori e personalizzazione dei servizi di soluzioni gratuite per incentivare nello sviluppo del proprio busi- base, il tutto coinvolgendo il siste- le piccole e piccolissime imprese, ness. ma camerale e le associazioni di anche individuali, all’uso di solu- categoria, ma anche le imprese di zioni semplici da attivare, da im- “L’adozione di strumenti gratuiti servizi nel singolo contesto locale. piegare e da gestire. La nuova sfida può essere il punto di inizio dell’in- Insomma, un passo coraggioso per di Infocamere punta ad offrire alle troduzione dell’informatica nelle aiutare la microimpresa che da sola piccole e medie imprese servizi in- aziende piccole”, queste le parole non investirebbe in ICT e in soluzioni formatici “in più” (Im+) rispetto a di Giovanni Nasi, direttore gene- avanzate come il CRM, per realizzare quelli per la semplificazione ammi- rale di Infocamere, al convegno di un’azione di crescita professionale nistrativa. Questo nuovo cammino presentazione di Im+ a Torino. Sia dell’imprenditoria attiva sul territo- 54 VoiceCom news anno IX - n. 4 . 2 0 0 8
  • 3. mercato Gestirete, come servizio CRM per la PMI, è di semplice utilizzo e richiede solo un livello minimo di alfabetizzazione informatica e di conoscenze funzionali dei sistemi CRM a confronto con le più sofi- sticate soluzioni commerciali sul mercato. Gestirete è traguardato a risolvere i problemi tipici delle piccole e piccolissime imprese. L’idea progettuale parte del presupposto che l’immediatezza nel suo uso è più importante della completezza della soluzione proposta. Questo è ciò che differenzia Gestirete da altre soluzioni disponibili sul mercato come Oracle Siebel CRM, mySap CRM, Salesforce.com, ecc. o nel mondo opensource con SugarCRM. Gestirete è uno strumento che consente di monitorare il business attraverso i “comportamenti” dei propri clienti (acquisti, richieste di preventivi, adesione a campagne promozionali, preferenze nelle tipologie di pagamento, eccetera). Con l’aiuto di report personalizzati è quindi possibile prendere le decisioni che servono per aumentare la produttività della propria attività riducendo i costi. Le funzionalità disponibi- li vanno dalla gestione delle anagrafiche clienti, all’organizzazione di Campagne promozionali mirate, dal monitoraggio delle opportunità di business, alla possibilità di estrarre report periodici su fatturato, prodotti, clienti, ecc. Le informazioni inserite possono essere caricate e consultate da più postazioni di lavoro contemporaneamente e salvate sul proprio PC o su un server remoto. Le principali funzionalità di Gestirete sono: • Gestione schede clienti con funzioni di ricerca e di import /export dei dati • Monitoraggio delle opportunità (accordi, vendite, pianificazione attività con i clienti) • Organizzazione di campagne promozionali mirate • Analisi dei comportamenti dei clienti attraverso report personalizzabili • Consultazione e gestione dei dati da più postazioni di lavoro contemporaneamente (teamworking) SPERIMENTAZIONE A CROTONE PER IL LANCIO DI IM+ Parte da Crotone, da alcuni anni la più povera Provincia d’Italia secondo l’ISTAT e Unioncamere, il progetto di diffusione di Im+ sulla micro-impresa italiana. Con un reddito pro capite intorno ai diecimila euro anno, Crotone si colloca a metà della classifica delle città italiane. Questo edifica il divario tra Nord e Sud, che vede le aziende del Mezzogiorno penalizzate. Tale divario può essere colmato dall’iniziativa IM+ di Infocamere? Il Segretario Generale della Camera di Commercio di Crotone, Donatella Romeo, è ottimista e ha aderito per un primo test di lancio: “Crotone si pone ancora una volta in maniera proattiva verso le soluzioni offerte dalla tecnologia in grado di offrire alle imprese presenti sul proprio territorio ogni possibilità di migliorare i vantaggi competitivi. Con tale spirito la Camera ha aderito alla sperimentazione, proposta da Infocamere, del progetto Im+ conclusosi con la presentazione alle imprese con lo slogan un’impresa a portata di mouse”. Anche il Presidente della CCIAA di Crotone, Fortunato Roberto Salerno, afferma che “l’incontro, a cui hanno partecipato in molti, ha evidenziato che la missione fondamentale della Camera è quella di contribuire allo sviluppo delle imprese della provincia di Crotone migliorando la competitività delle stesse e del territo- rio aprendole alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie.” Insomma, la tecnologia accessibile per tutti c’è adesso grazie all’iniziativa di In- focamere. Vediamo, se si riece a colmare il digital divide delle microimprese tra Sud e Nord, portando ricchezza e welfare a Crotone e le altre Province povere. Donatella Romeo -Segretario Generale CCIAA Crotone 2 0 0 8 . n. 4 - anno IX VoiceCom news 55
  • 4. mercato della propria clientela. Infocamere si propone di offrire un sistema base di CRM a quel mercato dove le soluzioni commerciali non arri- vano, affinché ogni piccola azienda possa godere di uno strumento per la gestione della propria clientela e Tutti i software dell’offerta “im+ - Servizi per lo sviluppo dell’im- creare così quella cultura di base presa” sono velocemente installabili e facilmente utilizzabili, oltre necessaria per passare poi a solu- che completamente gratuiti. Realizzati da InfoCamere, sono messi zioni più complete. a disposizione dalle stesse Camere di Commercio sui loro siti, attra- verso link dedicati indicati da un logo che ricalca l’acronimo ‘Im+’. Di conseguenza, l’azione di Info- 1. Collegarsi al sito della propria Camera di Commercio (www.sigla- camere può diventare uno stimolo provincia.camcom.it) per tutto il mercato CRM, facendo 2. cliccare sul box “IM+” che si trova nella home page del sito nascere bisogni specialmente nel 3. cliccare sul logo gestirete segmento SAAS (software as a 4. compilare il form di registrazione online al servizio per ottenere service) che oggi è molto difficile userid e password da sviluppare in Italia rispetto ad 5. scaricare il software gratuito utilizzando userid e password appe- altri paesi europei. na ottenute Ma il progetto rientra anche in una logica di immagine delle Camere di Commercio presso la piccola e piccolissima impresa. Infatti da ARCHIVIERETE sempre le Camere di Commercio investono per mettere a dispo- Archiviereteè un servizio per la protezione dei dati e delle informa- sizione delle imprese strumenti zioni presenti nel proprio computer, utilizzati nell’attività lavorativa. tecnologicamente avanzati, con Grazie ad un semplice collegamento internet è possibile salvare, in l’obiettivo di rendere più efficace un’area sicura, i file e/o le cartelle che l’impresa ritiene importanti il loro rapporto con l’utenza e for- e che desidera proteggere da qualsiasi imprevisto che li potreb- nire servizi sempre più evoluti. In be danneggiare: guasti hardware, virus informatici, furti, incendi, tal modo le PMI contribuiscono ecc… in modo significativo, con la loro iscrizione obbligatoria, al bilancio del sistema camerale, traendo rio. Nel corso del 2009 sarà pos- far girare il mercato ICT in Italia vantaggio ora da un importante sibile verificare la ricettività delle nel 2009. servizio specificamente studiato PMI nei confronti delle proposte per loro. di utilizzo di servizi gratuiti atti a Di conseguenza, il “regalo” di migliorare la loro gestione e pro- Infocamere da un lato può aiutare mozione. una parte importante dell’econo- mia, ma dall’altro toglie agli ope- Tutto questo avrà sicuramente un ratori ICT una quota significativa eco anche nelle società di infor- del fatturato necessario per man- matica che speravano di vendere tenere i bilanci in attivo e il livello le loro soluzioni e servizi proprio occupazionale almeno in linea con al mercato delle PMI. Per uscire il 2008. dalla crisi attuale del settore delle thomas Schael telecomunicazioni e delle banche L’intento di Infocamere però non è capo redattore di (per non parlare della delusione da quello di creare concorrenza, ben- VoicecomNews, parte degli operatori per quanto ri- sì di andare a coprire le necessità Partner di Butera guarda la spesa ICT da parte della di quelle aziende particolarmente e Partners e pubblica amministrazione italiana), piccole che non possiedono le ri- amministratore secondo Assinform, dovrebbero sorse per comprare, ma soprattut- di Business communication essere proprio le microimprese a to applicare, servizi per la gestione 56 VoiceCom news anno IX - n. 4 . 2 0 0 8

×