Your SlideShare is downloading. ×
SciFinder
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

SciFinder

2,279
views

Published on

La ricerca bibliografica e fattuale con SciFinder

La ricerca bibliografica e fattuale con SciFinder

Published in: Technology, Health & Medicine

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,279
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La ricerca bibliografica e fattuale con SciFinder Biblioteca Scientifica Interdipartimentale a.a. 2010/2011 annarosa.cesaretti@unimore.it In biblioteca chi sa cercare trova! Come usare le banche dati, le riviste elettroniche, i cataloghi online
  • 2.  Cos'è SciFinder  Interrogazione da Home page, Explore by research topic, (filtri, query di ricerca, thesaurus automatico)  Interpretare i set di risultati  Elaborare i risultati con Analyze, Categorize, Refine  Ricerca per citazione  Ottenere il full text degli articoli, SFX e i servizi personalizzati  Ricerca di sostanza chimica  Elaborazioni con Analize, Refine  Gestire i risultati: Save, Export, History  Impostare un profilo Keep me posted Ricerca bibliografica e fattuale con SciFinder Obiettivi del modulo
  • 3. Programma e nuove date TITOLO DEL CORSO DATA ORA AULA 1. Le biblioteche Medica e BSI 2/3 16-18 P05/med 2. L’OPAC di Ateneo 8/3 16-18 P05/med 2. L’OPAC di Ateneo 9/3 16-17/18 P05/med 3. Medline/Pubmed 15/3 16-18 P05/med 3. Medline/Pubmed 16/3 16-18 (+1) P05/med 4. SciFinder Scholar 24/3 16-18 P05/med 4. SciFinder Scholar 29/3 16-17/18 P05/med 6. Le riviste elettroniche 6/4 16-18 P05/med 7. Localizzare un periodico. L’archivio nazionale dei periodici 7/4 16-18 P05/med 8. I sw di formattazione bibliografica. Gestire la bibliografia con Zotero 12/4 16-18 (+1) A/SIA
  • 4. Lo strumento principale per la comunicazione dei risultati di una ricerca in ambito scientifico è L’ARTICOLO pubblicato su una rivista scientifica peer reviewed* *peer review è la valutazione di esperti dello stesso ambito disciplinare che si rendono garanti quanto alla metodologia utilizzata e al livello di qualità dei risultati. La ricerca bibliografica Strumenti
  • 5. La ricerca bibliografica Strumenti Gli articoli sono poi indicizzati ovvero ne vengono estratti gli elementi  formali - autore, titolo, volume, anno  di contenuto – index term/descrittori, abstract che li definiscono e li rendono ricercabili nelle banche dati bibliografiche
  • 6. Banche dati bibliografiche Fare una ricerca bibliografica significa quindi consultare le banche dati bibliografiche per conoscere cosa è stato scritto su un certo argomento o su un composto, su una reazione cosa è stato scritto da un certo autore o dai membri di una istituzione.
  • 7. Tipologie di banche dati Banche dati bibliografiche SONO FONTI SECONDARIE non danno una risposta diretta, ma forniscono il mezzo per accedere ai documenti (i riferimenti bibliografici, cioè le citazioni degli articoli). Banche dati fattuali SONO FONTI PRIMARIE forniscono la risposta, il dato, l’articolo in full text, una molecola, la descrizione dettagliata di un esperimento o di una proprietà, una serie di dati statistici.
  • 8. Bibliografica e Fattuale! SciFinder è strutturata in modo da aggregare in un’unica risorsa banche dati di due diverse tipologie Bibliografiche: CAPLUS, MEDLINE Fattuali: CAS Registry, CASREACT, CHEMLIST, CHEMCATS La ricerca bibliografica è integrata con la ricerca fattuale! OVVERO: i riferimenti bibliografici sono correlati con i dati direttamente fruibili (molecole, reazioni, proprietà, etc.)
  • 9. Cos’è SciFinder E’ nata come versione digitale del Chemical Abstract pubblicato dal 1907 dal Chemical Abstract Service - (una divisione dell’American Chemical Society)- la rassegna analitica che assicura la copertura totale della produzione mondiale di documenti scientifici e tecnici nei settori: Biochimica, Chimica inorganica e organica, Chimica fisica, Chimica delle macromolecole, chimica analitica e industriale. I documenti indicizzati sono periodici scientifici e tecnici, brevetti, rassegne, rapporti tecnici, monografie, atti di congressi,tesi.
  • 10. Cos’e’ SciFinder Un’interfaccia di ricerca intuitiva “point and click” creata nel 1995 per l’interrogazione dei sei database chimici prodotti da CAS, a cui nel 1999 si aggiunge Medline, il database della National Library of Medicine. SciFinder e' il maggiore database per l'interrogazione nel campo delle scienze chimiche ma si estende anche al campo biologico e farmacologico oltre a toccare le scienze fisiche e dei materiali, scienze della terra, astrofisiche e tecnologiche (brevetti).
  • 11. CAplus + MEDLINE Patent & Journal references from all scientific disciplines CAS Registry Substance information CASREACT Chemical reactions CHEMLIST Regulated chemical information CHEMCATS Commercially available substances Database bibliografico CAplus > 30 milioni di record bibliografici articoli di periodici e brevetti relativi a discipline scientifiche nei settori : Scienze biomediche Ingegneria chimica Agricoltura Scienza dei materiali MEDLINE >18 milioni di riferimenti. - AGGIORNAMENTO quotidiano (3000 riferimenti) Repertorio di sostanze chimiche >51 milioni di sostanze >62 milioni di sequenze Contiene: Formule delle molecole Sinonimi Sequenze dell’acido nucleico e delle proteine Dati di analisi Diagrammi di struttura Proprietà calcolate e sperimentali. - AGGIORNAMENTO quotidiano Database delle reazioni 16 milioni di reazioni Contiene: Diagrammi di struttura di reagenti e prodotti Numeri del Registro CAS di tutti i reagenti,prodotti, reattanti solventi catalizzatori Resa di molti prodotti Informazione testuale sulle reazioni. - AGGIORNAMENTO settimanale (40.000 reazioni) Repertorio normativo 275.000 sostanze chimiche provenienti da liste nazionali o internazionali in cui sono registrate dalle aziende per esigenze di legalità e sicurezza Contiene: Liste regolamentari Status nei repertori chimici Pericolosità e tossicità - AGGIORNAMENTO settimanale Database commerciale contenente informazioni su > 39 milioni di prodotti chimici disponibili sul mercato e sui relativi fornitori nel mondo AGGIORNAMENTO periodico I database di SciFinder
  • 12. Contenuto CAPLUS contiene più di 30 milioni di riferimenti ad articoli di periodici ed a brevetti nei settori biochimica Regolatori agrochimici Genetica biochimica Fermentazione Immunochimici Farmacologia chimica organica Aminoacidi Biomolecole Carboidrati Composti organometallici Steroidi chimica macromolecolare Cellulosa, lignina, carta Rivestimenti Tinture, pigmenti organici Elastomeri sintetici, Tessili, fibre chimica applicata Inquinamento atmosferico Ceramiche Oli essenziali, cosmetici Combustibili fossili Metalli ferrosi, leghe chimica fisica, inorganica, analitica Chimica delle superfici Catalisi Equilibrio di fase Fenomeni nucleari Elettrochimica
  • 13. Perché usarlo Oltre alla ricerca bibliografica, l’integrazione fra il contenuto dei database e i potenti strumenti di ricerca e analisi permette di esplorare il percorso della sintesi di sostanze chimiche Tutte le sostanze e le reazioni chimiche che compaiono nei documenti sono indicizzate e diventano informazioni ricercabili: è possibile interrogare i database partendo da una struttura chimica e recuperare le ricerche connesse. Permette di creare e modificare reazioni assegnando i ruoli specifici (reattivo, reagente, prodotto, catalisi, solventi) alle strutture in questione.
  • 14. L’accesso dal sito della BSI
  • 15. Metalib>Trova risorse> digitare SciFinder>GO>cliccare SciFinder
  • 16. Al primo accesso ogni utente dovrà registrarsi sul sito del CAS per attivare le proprie credenziali personali.  collegarsi all’indirizzo https://scifinder.cas.org/registration/index.html? corpKey=ECA35C5F-86F3-5055-676A-C178A13BA8E7 e compilare un form con i propri dati  nello stesso form definire i propri username e password seguendo le istruzioni  si ricevera' un messaggio contenente un link da seguire per confermare l'iscrizione; percio’...... ATTENZIONE!! occorre avere un indirizzo di e-mail incluso nel dominio unimore. Si consiglia di effettuare la registrazione da un pc interno alla rete di Ateneo SciFinder : Registrazione
  • 17. SciFinder : accesso Dal portale METALIB raggiungibile dal sito della BSI www.bsi.unimore.it cliccando nella barra superiore “banche dati”. su Metalib selezionare Trova risorsa >digitare “Scifinder” e cliccare GO > cliccare su SciFinder Scholar>inserire username e password e cliccare sign in > cliccare accept per accettare il Licence Agreement. E’ un indirizzo personalizzato per gli utenti UniMoRe, grazie al quale, attraverso il software SFX è possibile  accedere al full text degli articoli, quando disponibile  avvalersi dei servizi aggiuntivi disponibili per ogni riferimento bibliografico
  • 18. Limite massimo: 2 utenti simultanei Quando i due accessi sono contemporaneamente occupati questo è il messaggio di risposta per tentativi di accesso dal 3° utente in poi: Your allocated system resources are currently unavailable to access SciFinder. Please try again later...........
  • 19. Interrogazione TRE possibili modalità di ricerca dalla Home page Explore by  references riferimenti bibliografici  substances sostanze chimiche  reactions reazioni
  • 20. La Home page di SciFinder ricerca di riferimenti bibliografici ricerca di sostanze ricerca di reazioni filtri stringa di interrogazione modalità di ricerca alternative
  • 21. Come si interroga La modalità Explore references permette di impostare ricerche in base a  Research topic  Author name  Company name  Document identifier  Journal  Patent  Tag (inserito dall’utente)
  • 22.  E’ possibile impostare filtri per selezionare in anticipo i risultati Explore by research topic permette di selezionare i risultati in base a  anno di pubblicazione (individuo un arco temporale)  tipo di documento (uno specifico tipo di pubblicazione, ad es. review, clinical trial, patent)  lingua, autore, istituzione di appartenenza dell’autore Limitare la ricerca con filtri
  • 23. Explore by research topic Come impostare la ricerca? Digitare una frase in linguaggio naturale (in inglese) usando preposizioni e congiunzioni. SciFinder utilizza un sistema di algoritmi che elaborano la query. Riconosce preposizioni e congiunzioni inserite nella query, ma non ne analizza il significato, le usa esclusivamente per spezzare la query nei concetti che la compongono. Esempio : “Aspirin for the prevention of heart disease” .
  • 24. Explore by research topic SciFinder non richiede l’uso di dizionario controllato, o thesauro Il thesauro esiste e sottende la ricerca, ma non è visibile, e agisce sulla base di algoritmi che includono nella ricerca  sinonimi, abbreviazioni, acronimi, forme varianti, troncamenti, stemming (parole che hanno la stessa radice linguistica)  Human(s) genera: patient(s), person(s), man, men, woman, women  Cancer genera: neoplasm, carcinoma, tumor, tumour,carcinosarcoma  Freeze genera: frozen, freezing  misspelling, termini con ortografia inglese/americana  Color genera colour  equivalenti scientifici di termini comuni  'Northern white cedar‘ genera 'Thuja occidentalis'
  • 25. E’ consigliabile controllare tutti i termini generati per comprendere quali parole sono state aggiunte rispetto alla query iniziale, esaminando tutte le parole evidenziate in grassetto che non erano state inserite nella query. SciFinder elimina dalla ricerca parole generiche come “effect of”, “study” (definite stopword, ovvero termini troppo comuni per essere utili nella ricerca) che sono utilizzate solo per l’individuazione dei concetti. In casi dubbi, per verificare se SciFinder interpreta una parola come stopword basta notarne l'assenza tra i termini ritrovati evidenziati in grassetto. Explore by research topic
  • 26. Explore by research topic Sinonimi e acronimi di una parola possono comunque essere inseriti nella query, ma devono essere indicati tra parentesi dopo la parola (fino a 3 sinonimi, separati da virgole)  Esempio: 'paints (coatings) which are fire retardant (flame resistant, intumescent)' Non è utile usare operatori booleani, ma è possibile usare “not o “except” per escludere un termine.
  • 27. CAS Registry Number Il numero CAS è un identificativo numerico che individua in maniera univoca un composto chimico, ed è assegnato dal CAS ad ogni sostanza chimica descritta in letteratura. Una sostanza può avere numerosi nomi (comune, commerciale, IUPAC) ma un solo RN. Non ha alcun significato chimico. E’ sempre formato da tre cifre separate da due trattini 58-08-2 =RN caffeina 100-41-4 = RN etilbenzene 7439-92-1 = RN piombo I CAS Registry Numbers sono adottati in Journal of organic chemistry, Inorganic chemistry ,The US Pharmacopeia, nella banca dati MedicinesComplete.
  • 28. Se tra le parole cercate c‘è un termine che identifica una sostanza chimica, il suo CAS Registry number viene aggiunto alla query e ricercato Verranno così trovati tutti i lavori che fanno espresso riferimento a quella sostanza, anche se gli autori avessero usato forme varianti del nome. Se di una sostanza si conosce solo il CAS Registry Number si può risalire alla descrizione completa, contenente la formula molecolare, la nomenclatura, i riferimenti bibliografici dei documenti presenti nel database che citano la sostanza, ecc. Explore by research topic
  • 29. Impostare la query di ricerca E ‘ consigliabile limitare i concetti a 2 o 3  Esempio: Una ricerca sull’uso dell’aspirina per la prevenzione e il trattamento di problemi cardiaci e cerebrali Dividere il topic in 2 query e successivamente combinare i risultati  Aspirin for prevention or treatment of heart attacks  Aspirin for prevention or treatment of stroke Explore by research topic
  • 30. Eseguita la ricerca, SFS restituisce un elenco di set di “candidati” ordinati in base a criteri di prossimità dei concetti identificati, presenza di tutti i concetti, o solo di qualcuno di questi. I termini recuperati sono definiti as entered QUANDO sono recuperati riferimenti che li contengono come frase esatta nel titolo, nella stessa frase dell’abstract, o in un termine di indicizzazione. NB : Questo set di risultati non comprende nessuno dei termini generati automaticamente. closely associated with One Another QUANDO compaiono nella stessa frase nel titolo o nell’abstract, o in una voce di indicizzazione. anywhere in the reference QUANDO sono presenti nel record, anche se separati e distanti (equivale al booleano AND) concept QUANDO sono recuperati ovunque nel testo; sono sempre compresi anche i sinonimi e le forme varianti dei termini. Interpretare i set di “candidati”
  • 31. I set di “candidati” proposti
  • 32. Interpretare i set di “candidati” Il set di risultati “concept" e' generalmente considerato preferibile al set “as entered" che non comprende nessuno dei termini generati automaticamente dal dizionario. Tuttavia nel set “concept” l’applicazione del dizionario potrebbe talora condurre ad un numero sovrabbondante di risultati. Gli effetti del troncamento e della generazione automatica di termini nella ricerca possono essere sempre accertati analizzando i termini in grassetto.
  • 33. Interpretare i set di “candidati” SciFinder non fornisce una risposta diretta, ma guida il ricercatore presentando una serie di opzioni, i set di “candidati”, ciascuna contenente un diverso numero di risultati. L’utente sceglie un percorso, ma la scelta non è irreversibile e l’utente può sempre tornare indietro e scegliere un altro set di risultati per allargare o restringere la sua ricerca.
  • 34. Passando col cursore su percorso si ottengono informazioni sulla query e sul set di risultati, in particolare il loro numero in base alla provenienza da CAPLUS e da MEDLINE
  • 35. E’ possibile eliminare eventuali record duplici provenienti da CAPLUS e da MEDLINE presenti nel set di risultati con Remove duplicates
  • 36. Elaborare i risultati Analyze La funzione Analyze produce elaborazioni statistiche dei risultati, analizzati in base a 12 parametri predefinti. Il default è Author Name, che presenta i primi 10 istogrammi di analisi; ad ognuno corrisponde un set di risultati, il cui numero e’ indicato a lato. Cliccando su ogni istogramma, si visualizza il set di riferimenti, che è possibile salvare, selezionando Keep analysis.
  • 37. Elaborare i risultati Analyze references by… Analyze permette di determinare le tendenze della ricerca in uno specifico settore  by author (il default) : permette di conoscere i ricercatori più attivi in un determinato ambito scientifico  by CAS registry number : trova tutte le sostanze riferite ad un settore scientifico  by Company-Organization : trova le istituzioni che pubblicano il maggior numero di lavori in un certo ambito.  by year of publication: permette di trovare la distribuzione degli articoli per anno di pubblicazione, cioè i trend di pubblicazione di un settore.  by journal: permette di sapere quanti articoli sul tema sono stati pubblicati in quali riviste Altre cinque opzioni di analisi sono basate sull’indicizzazione.
  • 38. Indicizzazione una definizione E’ l’azione di descrivere e identificare un documento nei termini del suo contenuto concettuale. ISO 5963 (Metodi per l’analisi dei documenti..., 1985)
  • 39. Indicizzazione SciFinder usa l’indicizzazione “dietro le quinte”. Non è necessario conoscerla in dettaglio infatti non è visibile se non nel singolo record (full display) e attraverso Analyze by ... (Index Term, CA Concept Heading, CA Section Title) e Categorize ma è utile sapere che  In CAPLUS ha tre tipologie principali presentate nel singolo record full display  Sections (80 macroaree scientifico-tecnologiche)  Concepts (Subject Index Headings, 200.000 intestazioni principali)  Substances  Ha DUE sistemi di indicizzazione diversi per CAPLUS (CA Lexicon) e MEDLINE (MeSH) Particolarità: MEDLINE indica con un asterisco la parola chiave più significativa e aggiunge alla parola chiave altri termini dopo la virgola (indicizzazioni secondarie); le voci con due punti seguiti da due maiuscole provengono da MEDLINE
  • 40. Indicizzazione ? I vantaggi Poiché titolo e abstract sono scritti dagli autori, che potrebbero usare termini disparati per lo stesso concetto è vantaggioso usare l’indicizzazione  che è uniforme e coerente: un solo termine copre tutte le varianti utilizzate dagli autori.  che è precisa: le parole chiave sono inserite solo se collegate al focus della ricerca originale  che fornisce ulteriori accessi ai record. Ad es.: l’indicizzazione sistematica delle sostanze chimiche fa sì che le sostanze citate in un articolo siano presenti nell’indicizzazione anche se non sono state inserite dall’autore nel titolo o nell’abstract.
  • 41. Indicizzazione ? I vantaggi  Ci fa scoprire la TERMINOLOGIA RILEVANTE usata nello specifico settore scientifico oggetto della nostra ricerca.  Permette di eliminare i risultati che non ci interessa recuperare, determinando maggiore PRECISIONE.  Ci indica se i risultati ottenuti CORRISPONDONO alle nostre esigenze.
  • 42. Categorize Un modo rapido per comprendere l’indicizzazione è ottenere un set iniziale di risultati ed analizzarlo con la funzione Categorize. Vengono identificati i riferimenti associati agli Index term specifici, che sono riuniti in Categories a loro volta raccolti in Category Headings (gli 11 settori scientifici di CAS: General chemistry, Biotechnology, Biology, Synthetic chemistry, Genetic & protein chemistry, Physical chemistry, Analytical chemistry, Technology, Catalysis, Environmental chemistry). Categorize fornisce un mezzo per elaborare il percorso di ricerca procedendo da un gruppo ampio di descrittori (Category headings) al successivo, più ristretto, allo scopo di reperire gli index term che corrispondano ai criteri di ricerca dell’utente.
  • 43. I descrittori sono posti in relazione gerarchica. La struttura è ad albero e procede dal generale al particolare. Il Category heading Biotechnology genera le Categories: Substances in medicine, Medicine, Substances in biological use, Substances in adverse effect, Toxicology & forensics, Food, Agriculture, Substances in food chemistry. Ciascuna a sua volta genererà gli Index term specifici per i risultati ottenuti.
  • 44. All (il default tra i Category Headings) fornisce 2 opzioni: 1. Substances = in cui i descrittori sono costituiti dalle sostanze indicizzate nel set di risultati 2. Topics = in cui i descrittori sono gli Index Heading (descrittori principali) presenti nel set di risultati
  • 45. Raffinare la ricerca: Refine E’ spesso conveniente iniziare con una ricerca di significato ampio, e successivamente restringere il numero di risultati con strumenti di raffinamento come Refine. 7 CRITERI DI RAFFINAMENTO: research topic, author name, company name, document type, publication year, language, database Ad esempio : Digitare la query Treatment of heart attack or stroke Circoscrivere poi la ricerca, immettendo in Refine By research topic, il nuovo termine “aspirin”
  • 46. Raffinare la ricerca con Refine ...by research topic Con il 1°, Refine by Research topic: e’ possibile inserire un nuovo termine di ricerca. La ricerca individua fra quelli recuperati i risultati che contengono il nuovo termine. Le citazioni contenenti il nuovo termine ricercato devono essere rintracciate nell’insieme di risultati originario, ciò corrisponde all’uso dell’operatore booleano AND. SEI DI RISULTATI ORIGINARIO SET CONTENENTE IL NUOVO TERMINE  INTERSEZIONE : IL NUOVO SET DI RISULTATI
  • 47. Ricerca per citazione Modalità di ricerca che consente di  recuperare i riferimenti che appaiono nella bibliografia posta in calce ad un articolo cliccando nel display dei risultati GET CITED REFERENCES  ma anche quelli che citano l'articolo di partenza cliccando GET CITING REFERENCES Il recupero dei riferimenti “citanti”, reso possibile dalle tecnologie digitali, rappresenta un passo avanti nella ricerca su un argomento: facendoci scoprire i lavori che citano i documenti di partenza veniamo a conoscenza dei risultati delle ricerche successive sul tema.
  • 48. Ricerca per citazione CITED REFERENCES CITING REFERENCES Ricerca tradizionale a ritroso: Ricerca per citazioni: recupera i soli articoli precedenti recupera gli articoli successivi citati nella bibliografia dell’articolo che citano il documento di partenza Articolo pubblicato nel 2000 Articolo pubblicato nel 2000 articolo, 1995 articolo, 2001 articolo, 1998 articolo, 2004 articolo, 1999 articolo, 2010
  • 49. Explore substances ricerca di sostanza chimica Quando il punto di partenza e’ uno specifico prodotto sono possibili tre modalità di ricerca: – disegnare la struttura chimica o importarla – cercare per identificativo della sostanza (nome chimico o CAS registry number) – cercare per formula molecolare
  • 50. 1°- Ricerca di sostanza mediante struttura Cliccando l’icona miniaturizzata si ingrandisce l’editor che permette di disegnare una struttura utilizzando i tools posti a sinistra e in basso, e di trovare una specifica sostanza o un gruppo di sostanze che corrispondono a quella struttura. E’ anche possibile importare una struttura da un’altra applicazione. Necessaria l’installazione del software Java.
  • 51. 2°- Ricerca di sostanza mediante formula molecolare 2° modalità di ricerca di sostanza La ricerca per formula molecolare e’ efficace per accedere ai riferimenti bibliografici in cui si parla di un composto chimico, e a tutte le informazioni inserite da CAS, quando di questo si conosca la composizione elementare.  La query deve rappresentare il numero di atomi di ogni elemento della molecola. C16H12O6C16H12O6 CH3OCH3O H3O4PH3O4P O3Fe2O3Fe2
  • 52. 3°- Ricerca di sostanza mediante identificativo 3° modalità di ricerca di sostanze E’ possibile digitare alternativamente  Il nome chimico  Il nome commerciale  Il CAS registry number Si possono inserire contemporaneamente fino a 25 identificativi, che devono essere incolonnati nel box di ricerca.
  • 53. Individuata la sostanza, è possibile: 1. recuperare i riferimenti in cui è discussa 2. le reazioni a cui partecipa 3. le fonti commerciali 4. la normativa pertinente 5. salvare il link per l’accesso rapido al substance detail.
  • 54. Elaborare i risultati con Analyze E’ possibile elaborare le sostanze ottenute con la funzione Analyze by, che imposta un’analisi in base ai parametri specifici  Substance role  Commercial availability  Elements  Reaction availability
  • 55. Elaborare i risultati di una ricerca di sostanze Analyze by ... substance role
  • 56. Elaborare i risultati di ricerca di sostanze: la funzione Refine propone parametri specifici
  • 57. Diversi punti di partenza per la ricerca di informazioni . riferimenti sostanze reazioni fonti commerciali
  • 58. Come ottenere il full text degli articoli Cliccare Full tex nella schermata riassuntiva dei risultati o Get full text nella schermata completa del riferimento
  • 59. Seguendo il link Your In-house Library si accede a SFX, il sistema di linking che consente l’accesso immediato al full text dell’articolo in formato elettronico, se questo è disponibile per gli utenti.
  • 60. In caso di full text non disponibile in Ateneo, SFX offre la possibilità di reperire il documento cartaceo nel Catalogo del Polo Modenese o di cercarlo in ACNP per conoscerne la disponibilità nelle Biblioteche italiane. SFX consente anche di verificare l’impact factor del periodico, rintracciare altri riferimenti su Google Scholar, richiedere aiuto allo staff.
  • 61. Salvare i risultati Partendo dal display dei risultati ottenuti  selezionare i riferimenti, le sostanze o le reazioni che devono essere salvati nel server di SciFinder.  cliccare “Save” Se non è stato selezionato alcun risultato sarà salvato l’intero set di risultati. Per recuperare il set di risultati salvato, cliccare su “Saved answer sets, nella colonna laterale destra, (che contiene, fino ad un massimo di 10 set, i più recenti, in ordine cronologico inverso) o nell’angolo superiore destro, per raggiungere la pagina che elenca tutti i set di risultati salvati. E’ possibile salvare fino ad un massimo di 20.000 risultati
  • 62. pagina dei risultati salvati ultimi set salvati, max 10
  • 63. Esportare i risultati Partendo dal display dei risultati ottenuti (riferimenti o sostanze o reazioni)  selezionare i risultati che si desidera esportare in locale (sul proprio pc)  cliccare “Export”.  Indicare il tipo, il formato e il titolo del file Se non è stato selezionato alcun risultato, sarà esportato l’intero set. ATTENZIONE: Per esportare le proprietà delle sostanze occorre scegliere il formato excel (*.xls).
  • 64. Esportare riferimenti bibliografici: se nel pc è installato un sw di formattazione bibliografica (ad es. Zotero) selezionando citation export format, i riferimenti saranno automaticamente importati nel sw di formattazione.
  • 65. Dove sono memorizzate le ricerche? History Le strategie di ricerca e le risposte del sistema sono salvate nella history, a cui si accede dalla home page E’ possibile esportare le session history precedenti, che saranno salvate in Rich Text Format (*.rtf)
  • 66. Creare un profilo “Keep me posted” per ottenere automaticamente i nuovi risultati su un argomento E’ possibile impostare un profilo “Keep me posted” partendo dai riferimenti ottenuti mediante una query effettuata e cliccando La query sarà eseguita automaticamente e recupererà tutti i nuovi riferimenti immessi nel database che soddisfino i criteri di ricerca. L’utente riceverà (settimanalmente o mensilmente) un avviso sulla propria casella di posta elettronica : nella e-mail i primi 5 risultati saranno linkati alla pagina dell’articolo in SciFinder e leggibili direttamente, previa autenticazione con username e password. Per ricevere gli avvisi via e-mail occorre selezionare Preferences e spuntare Receive e-mail notification of Keep Me Posted results . E’ possibile creare contemporaneamente fino ad un massimo di 20 profili. E’ uno strumento utile per essere aggiornati sull’evoluzione della letteratura su un tema specifico.
  • 67. la strategia di ricerca che sarà eseguita dal profilo KMP scadenza e frequenza sono modificabili
  • 68. PER APPROFONDIRE • Guide online all’utilizzo di SciFinder sono disponibili a partire dalla pagina SciFinder Support & training di CAS http://www.cas.org/support/index.html  E-learning tutorials e WebEx Sessions (tutorial e brevi lezioni registrate)  How to guide (guide relative alle principali funzioni, in pdf)  Strategies (consigli per la ricerca efficace di sostanze e polimeri e il controllo di reazioni) • Ridley, Damon D. Information retrieval : SciFinder, 2.ed., 2009, John Wiley & Sons. annarosa.cesaretti@unimore.it

×