Sistema turistico integrato   modello di sviluppo s. barresi-2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Sistema turistico integrato modello di sviluppo s. barresi-2010

on

  • 719 views

 

Statistics

Views

Total Views
719
Views on SlideShare
719
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
6
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sistema turistico integrato   modello di sviluppo s. barresi-2010 Sistema turistico integrato modello di sviluppo s. barresi-2010 Document Transcript

  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista SISTEMA TURISTICO INTEGRATO nella Provincia di CrotoneIl progetto prevede la realizzazione di una azione di sistema volta a definire una strategialocale per lo sviluppo di un Sistema Turistico Integrato in 4 macro-aree della Provincia diCrotone (città di Crotone – Alto Ionio – Basso Ionio – Montagna Crotonese), con lobiettivo diindividuare le potenzialità del territorio e di organizzare le risorse locali di identità, cultura,ambiente ed attività economiche, in un sistema integrato.Nella fase di studio e concertazione si è pensato alla creazione di nuove forme di concertazionee cooperazione tra gli operatori economici e gli enti pubblici attraverso la costituzione di unaAgenzia di Sviluppo Locale per il Turismo Integrato.Finalmente si parla e si progetta il futuro della nostra terra non più in termini ipotetici ma realie concreti, valutando già i risultati attesi al termine del Progetto.Questi risultati sono identificabili (1) Arricchire l’offerta turistica di qualità destagionalizzando quella deiflussi turistici legati al mare ed alla montagna per attrarli nell’area di intervento; (2) Determinare unincremento dei consumi legati alla fruizione ed alla visita del territorio e generando un positivoimpatto sull’economia locale; (3) Segmentare il turismo ed offrire servizi specialistici,soprattutto in relazione alle sempre crescenti esigenze del cliente il quale si avvicina semprepiù a forme di vacanze tematiche; (4) Aumentare la domanda di particolari categorie di clienti(es. nuclei familiari e residenti che esprimono una domanda di tipo stanziale, con forticonnotati stagionali); (5) Integrare a sistema le risorse naturali, culturali, storiche e religiosedel territorio della Provincia di Crotone, potenziando ed organizzando sia le aree a fortevocazione turistica (Percorsi naturalistici quali Parco Nazionale della Sila – Riserva Marina –Parco Archeologico di Capocolonna, ecc.), sia valorizzando alcune aree scarsamentefrequentate (Corridoi ecologici – SIC = Siti di Interesse Comunitario); (6) Definire glistrumenti idonei di intervento (recupero monumenti storici, artistici, culturali e religiosi -tutela e salvaguardia delle risorse naturali.Un Progetto che si pone obiettivi specifici, politiche ed impegni classificati in base a quattroambiti, tra cui (1) la Fruibilità, quindi il miglioramento della qualità e della gamma dei servizituristici locali, realizzando una maggiore visibilità delle risorse diffuse sul territorio attraversola definizione di un sistema di prodotti turistici il più possibile differenziati e segmentati percaratteristiche, contenuti prezzi dell’offerta, su cui impostare politiche di promozione ecomunicazione. (2) l’Attrattività con la valorizzazione delle mete di visita, organizzazione epotenziamento dell’offerta nell’intero territorio riequilibrando i flussi spaziali. (3) laCompetitività con il miglioramento della percezione del sistema dell’offerta turistica e messa inessere di strategie finalizzate al rafforzamento delle reti e delle capacità di relazione tra glioperatori. (4) lo Sviluppo Sostenibile con il miglioramento del contesto locale e sviluppo diforme di tutela del territorio, di valorizzazione delle vocazioni produttive, azioni collettive diricerca e di partecipazione attiva, in modo da soddisfare i bisogni del presente senzacompromettere i bisogni e le capacità delle generazioni future.24/05/2010 1
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista FRUIBILITA’ OBIETTIVI PRIORITARI AMBITI D’INTERESSE POLITICHE ATTUATIVE Obiettivo 1 – Copartecipazione alla gestione dei due DISTRETTI turistici Montagna e Mare coinvolgendo attori economici per aree e segmenti turistici e definizione strategica di un pacchetti completi di servizi al turista Miglioramento della qualità e della gamma dei servizi turistici locali Sviluppo dei servizi privati per il DISTRETTI SEGMENTI ED AREE DI POSSIBILE INTERESSE tempo libero coerenti con l’offerta - Turismo Termale e del Benessere : Cotronei “ Centro Benessere e Terme “ locale. TURISMO - Turismo Escursionistico, Naturalistico e D’avventura: Petilia e Mesoraca “ Parco della Sila “ MONTAGNA - Turismo Sportivo e Tempo libero – Villaggio Palumbo “ Impianti di risalita, Palaghiaccio, Lago per sport acquatici, - Turismo Culturale e Religioso – Santa Severina, Caccuri, Cerenzia, Roccabernarda - Turismo Enogastronomico – Sila Crotonese in Generale - Turismo escursionistico e naturalistico : Isola Capo Rizzuto - Riserva Marina TURISMO - Turismo sportivo e tempo libero: Crotone – Vela e Diving ect. MARE - Turismo Culturale e religioso: Crotone –Isola – Cutro - Turismo enogastronomico: Cirò, Umbriatico, Torre Melissa, Crucoli ect… Obiettivo 2 - Creazione di una rete di punti di accoglienza turistica sotto la direzione dell’ Agenzia di Sviluppo Turistico Integrato: Razionalizzazione del sistema di Creare una rete permanente di INFO POINT sotto la direzione di un CUC. Punti di accoglienza turistica, non solo capaci di accoglienza ed informazione condividere e trasmettere ai visitatori un pacchetto completo e periodicamente aggiornato di informazioni sulla fruizione del turistica territorio e la partecipazione agli eventi, ma soprattutto capace di programmare, organizzare e gestire, grazie anche indagini periodiche di customer satisfaction, i diversi segmenti turistici sopra rappresentati . Infatti ogni info-point dovrà : - gestire il distretto di competenza relazionandosi con gli altri distretti al fine di un ‘organizzazione comune ed integrata del turismo . - Gestire le relazioni all’esterno con i diversi tour operator ed agenzie di viaggi. All’interno dell’infopoint saranno presenti tutti gli attori economici di ciascun segmento. Obiettivo 3 - Pianificazione e realizzazione di un calendario degli eventi principali dell’area: Miglioramento della qualità e L’ Agenzia di Sviluppo Turistico Integrato oltre ad unire i diversi INFO POINT presenti nei segmenti definiti, dovrà della gamma dell’offerta ricettiva. Realizzare la pianificazione e la realizzazione di un calendario di eventi coordinati tra loro e pianificati con adeguato anticipo al fine di accrescerne la visibilità e utilizzarne le potenzialità nell’ambito di strategie di marketing turistico. Obiettivo 4 : Sviluppo del benessere - Miglioramento ed implementazione di servizi assistenziali; - Creazione e sviluppo rete di centri termali; - Sviluppo iniziative private per la realizzazione di attività turistiche ricettive di tipo residenziale;24/05/2010 2
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista ATTRATTIVITA’ OBIETTIVI PRIORITARI AMBITI D’INTERESSE POLITICHE ATTUATIVE Obiettivo 1 – Messa a sistema (potenziamento ed organizzazione) di tutte le aree a Miglioramento della fruibilità e dell’appeal delle mete di forte vocazione turistica e delle altre che ancora non rientrino nella tradizionale interesse turistico fruibilità del turistica, ma che si caratterizzano per un elevato potenziale turistico da sfruttare al meglio(es. 21 aree sic e corridoi ecologici); il tutto attraverso il miglioramento della loro fruibilità e definizioni di percorsi guidati caratteristici che Valorizzazione delle mete di visita compendino anche le quelle aree scarsamente valorizzate e frequentate. Obiettivo 2 - Sperimentazione di un sistema integrato di trasporto turistico:Sperimentare servizi pubblici di trasporto turistico per agevolare la mobilità Creazione di un sistema integrato di visita e mobilità turistica. interna durante l’alta stagione. Attivare una rete trasportistica integrata che possa fungere da luogo di scambio tra i diversi luoghi turistici del territorio.24/05/2010 3 View slide
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista COMPETITIVITA’ OBIETTIVI PRIORITARI AMBITI D’INTERESSE POLITICHE ATTUATIVE Obiettivo 1 Sviluppo di funzioni di marketing coerenti con Concezione ed attuazione di un piano di marketing nell’ambito del Sistema Locale di Miglioramento della percezione del sistema il sistema di offerta. accoglienza turistica: Elaborare un programma/piano comune “co-progettazione “ che sia agile e credibile preferibilmente predisposto dal soggetto locale “Agenzia di Sviluppo Turistico Integrato “ responsabile dei diversi micro distretti e delle politiche di dell’offerta turistica marketing i cui interventi siano volti a coordinare le attività, avviare una comunicazione univoca “co-marketing” , organizzare le strutture culturali. Realizzazione di strumenti di informazione Obiettivo 2 coerenti con il sistema offerta. Predisposizione di una gamma di prodotti di informazione turistica: Identificazione dell’unicità del territorio in quanto destinazione turistica. costruire un vero e proprio marchio di distretto turistico provinciale. Realizzare di una gamma di prodotti cartacei e multimediali di informazione turistica e Sviluppo ecosostenibile del territorio.24/05/2010 4 View slide
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI AMBITI D’INTERESSE POLITICHE ATTUATIVE PRIORITARI Miglioramento del contesto locale in un ottica di sviluppo eco - sostenibile Obiettivo 1 Tutela delle risorse ambientali : Elaborare (PIANI DI GESTIONE) strumenti normativi e Tutela delle risorse ambientali tecnici per le attività di corretta gestione dei Siti d’Importanza Comunitaria (SIC) e delle Zone a Protezione Speciale (ZPS), attraverso : - realizzare adeguate attività di monitoraggio con osservatori sulla biodiversità. - stimolare attività di formazione specifica rivolte al personale che opera nell’ambito della gestione delle aree protette, dei SIC e delle ZPS; - realizzare carte ed atlanti degli habitat e delle specie all’interno delle aree che costituiscono le Rete Natura 2000. Obiettivo 2 Valorizzazione delle vocazioni produttive del Valorizzazione delle vocazioni produttive del territorio : territorio – agroalimentare e artigianato - Valorizzazione e diffusione delle produzioni tipiche e biologiche e della loro genuinità - Tutela e valorizzazione della produzione dell’artigianato artistico del Marchesato, quale identità specifica della Provincia di Crotone - Recupero degli antichi mestieri e dell’antica bottega artigiana. - Promozione e nascita di botteghe d’arte ed eno-gastronomiche Obiettivo 3 Realizzazione di azioni collettive di ricerca e Realizzazione di azioni collettive di ricerca che abbracciano lo sviluppo del territorio: sviluppo - Settore agroalimentare - Settore dell’artigianato artistico - Settore ambiente24/05/2010 5
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista INTEGRARE I DUE DISTRETTI TURISTICI DELLA MONTAGNA 1. COINVOLGENDO ATTORI ECONOMICI E SEGMENTI TURISTICI – ob. 1 - Fruibilità 2. CONCPIRE D ATTUARE DL PIANO DI MARKETING ED OPERATIVO – ob. 1- Competitività Agenzia di Sviluppo 3. DEFINIRE PACCHETTI COMPLETI SERVIZI Locale del turismo – ob.1 - Fruibilità 4. GESTIRE INFO POINT – N. 9 – ob. 2 FRUIBILITA’ Integrato Fruibilità 5. PREDISPOSIZIONE GAMMA DI PRODOTTI DI INFORMAZIONE TURIASTICA – ob. 2 Competitività 6. PIANIFICARE E REALIZZARE UN CALENDARIO DEGLI EVENTI PRINCIPALI - ob. 3 Fruibilità SOCIETA’ DI SERVIZI AMBIENTALI PER LA GESTIONE AREE AMBIENTALI – COMPETITIVITA’ ob. 1- Attrattività SOCIETA’ DI SERVIZI PER LA GESTIONE DEL SISTEMA DI ATTRATTIVITA’ TRASPORTO INTEGRATO DEL TURISMO – ob. 2 – Attrattività PROVINCIA SETTORE AMBIENTE – ob. 1 – Sviluppo Sostenibile SVILUPPO ARTIGIANI SOSTENIBILE GAL + altro – ob. 2 – Sviluppo Sostenibile PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO – ob. 3 – Sviluppo Sostenibile24/05/2010 6
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economistaMetodologie e AttivitàIl Progetto prevede la realizzazione delle seguenti attività: 1. Costituzione di un Ente Economico - Agenzia di Sviluppo Turismo Integrato - una società mista a partecipazione pubblica maggioritaria, costituita dai Comuni della Provincia di Crotone, da enti pubblici economici e da rappresentanze di categoria del partenariato economico e sociale. L’ Agenzia di riferimento sarà una struttura-organizzazione che contribuisce ad abbassare permanentemente le barriere allo sviluppo locale, sotto forma di potenziamento del capitale sociale locale, di riduzione dei costi di transazione per le imprese, di miglioramento della qualità sociale, ovvero aumentando lo stock locale di beni pubblici. Un’agenzia per l’erogazione di servizi di supporto, assistenza , consulenza agli attori economici locale. Un’ Agenzia “informale”,nata dall’azione “dal basso” di soggetti istituzionali e sociali e finalizzate alla promozione/gestione del processo di crescita dell’ Economia Turistica e di funzioni di supporto per lo sviluppo locale. 2. Lo sviluppo di partnership a livello locale che coinvolgano i principali attori economici per segmenti turistici, interessati alla promozione ed alla valorizzazione delle risorse territoriali; 3. Realizzazione di un Piano di marketing ed Operativo del Turismo Integrato attraverso l’analisi dell’attuale situazione del sistema turistico a locale e lo sviluppo delle strategie operative relative ai 4 ambiti strategici individuati. 4. Sviluppo e attuazione di azioni di marketing territoriale e di azioni innovative a favore delle imprese e del sistema turistico integratoLe macro-fasi del Progetto sono le seguenti: 1. Costituzione Agenzia di Sviluppo Turismo Integrato 2. Sviluppo di partership locali per l’avvio del percorso strategico. 3. Ricerca, studio e analisi di prefattibiltà finalizzata alla definizione del Piano Strategico ed Operativo per lo sviluppo sostenibile del Turismo Integrato, relativamente a i 4 ambiti individuati ( Fruibilità – Competitività – Attrattività – Sviluppo Sostenibile. 4. Avvio delle azioni strategiche individuate: Animazione, Orientamento e Consulenza per il cambiamento ed il riposizionamento strategico del sistema delle imprese;24/05/2010 7
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista MODELLO DI SVILUPPO DEL PROGETTO e TEMPISTICA C O A AVVIO PIANO OPERATIVO M A BREVE TERMINE U P Z N LANCIO a Fruibilità/Competitività Definizione I DEL r I C IMPLEMENTAZI del Piano PROGETTO t Strategico A ONE DEL e O Z PIANO ed Operativo Costituzione n I EAgenzia Sviluppo e AVVIO PIANO STRATEGICO CONTROLLOTurismo Integrato N A MEDIO TERMINE O r N Attrattività/Sviluppo E Sostenibile E 2005 200624/05/2010 8
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economistaLE FASI DEL PROGETTOLe fasi operative del Progetto SLOT sono analiticamente le seguenti:Fasi Attività di Breve periodo – descrizione Timing I COSTITUZIONE DI UN ENTE ECONOMICO - AGENZIA DI SVILUPPO TURISMO INTEGRATO IL QUALE DOVRà OCCUPARSI 30/09/2004 DELLA REALZIZZAZIONE DELLE FASI SOTTO ELENCATE. II LO SVILUPPO DI PARTNERSHIP A LIVELLO LOCALE E CONTESTUALE AVVIO DI UNA FASE DI PROGETTAZIONE PER 15/10/2004 REALIZZAZIONE DI UN PIANO DI MARKETING ED OPERATIVO DEL TURISMO INTEGRATO al 31/02/2005 II.1 Animazione territoriale, seminari, incontri, riunioni, e concertazione con le parti sociali e gli enti locali, ed imprese 15/10/2004 appartenenti ai segmenti individuati al 15/12/2004 II 2 Avvio del Progetto e progettazione operativa degli interventi a breve termine 15/10/2004 1. Realizzazione di un marchio per la riconoscibilità immediata del prodotto “Turismo Integrato della provincia di Crotone” al 2. Definizione dei pacchetti completi di servizi al turista per segmento identificato 15/12/2004 3. Progettazione di una rete di punti di accoglienza turistica – Infopoint per segmento individuato 4. Progettazione di un calendario di eventi principali dell’ area 5. Progettazione di una gamma di prodotti di comunicazione ed informazione nella logica dell’integrazione di sistema 6. Progettazione di un sistema di servizi pubblici di trasporto turistico per agevolare la mobilità interna del turista 7. Progettazione per la gestione delle aree ambientali a forte vocazione attrattiva. “ aree Sic e Corridoi ecologici” II 3 Attività di informazione, valutazione e diffusione dei risultati relativi alla fase progettuale 15/01/2005 al 31/02/2005III SVILUPPO E ATTUAZIONE DI AZIONI DI MARKETING TERRITORIALE E DI AZIONI INNOVATIVE A FAVORE DELLE 31/02/2005 IMPRESE E DEL SISTEMA TURISTICO INTEGRATO al 15/10/2005III.1 Lancio ed avvio degli interventi a breve termine : 1. Marchio per la riconoscibilità immediata del prodotto “Turismo Integrato della provincia di Crotone” 2. Pacchetti completi di servizi al turista per segmento identificato 31/02/2005 3. Rete di punti di accoglienza turistica – Infopoint per segmento individuato al 4. Calendario di eventi principali dell’ area 31/04/2005 5. Gamma di prodotti di comunicazione ed informazione nella logica dell’integrazione di sistema 6. Progettazione di un sistema di servizi pubblici di trasporto turistico per agevolare la mobilità interna del turista 7. Messa a sistema di tutte le aree a forte vocazione turistica attraverso il miglioramento della loro fruibilitàIII.2 Fase operativa degli interventi proposti : 31/04/2005 1. Apertura Info point per segmenti turistici ed aree individuate al24/05/2010 9
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista 2. Fruizione dei pacchetti completi di servizi al turista 15/10/2005 3. Avvio degli eventi calendarizzati 4. Avvio dei piani di gestione delle aree ambientali e forte vocazione attrattiva 5. Avvio dei servizi pubblici di trasporto turistico per agevolare la mobilità interna del turistaIIII COOPERAZIONE, SCAMBI TRANSNAZIONALI E ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE, VALUTAZIONE E DIFFUSIONE DEI RISULTATI 30/10/2005IIII.1 al Riavvio attività di progettazione e gestione del sistema del turismo integrato in un ottica di medio periodo. 30/02/2006IIII.2 Attività di cooperazione regionale e nazionale, scambi, visite di studio, seminari, trasferimento di know-how;IIII.3 Attività di informazione, valutazione e diffusione dei risultati.24/05/2010 10
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economistaIL RUOLO DELL’AGENZIA DI SVILUPPO TURISTICO INTEGRATO I soggetti aderenti al Progetto SLOT garantiscono, ognuno con lapporto diprofessionalità e competenze specialistiche, un contributo significativo nella realizzazione degliinterventi previsti e nel perseguimento dei risultati attesi. Le attività specifiche individuate perciascun partner sono le seguenti: 1. COORDINAMENTO DEL PROGETTO 2. SUPPORTO AMMINISTRATIVO E DI RENDICONTAZIONE 3. INDIVIDUAZIONE DI KEY ACTORS DEL SETTORE 4. ATTIVITÀ DI ANIMAZIONE E CONCERTAZIONE 5. ATTIVITÀ DI CONSULENZA, ORIENTAMENTO E ADEGUAMENTO DELLE COMPETENZE 6. REALIZZAZIONE DI PERCORSI FINALIZZATI ALLA STESURA DI PIANI OPERATIVI E STRATEGICI 7. AVVIO E GESTIONE DEI PIANI OPERATIVI PIANIFICATI 8. COOPERAZIONE E SCAMBI TRANSNAZIONALI 9. CREAZIONE NETWORK TRANSNAZIONALE24/05/2010 11
  • Dott. Salvatore Barresisociologo economista24/05/2010 12
  • Dott. Salvatore Barresi sociologo economista Gli Aspetti Finanziari Il Progetto Slot prevede per la realizzazione degli interventi costi complessivi pari a € 280.000,00 €Fasi Attività di Breve periodo – descrizione Costo I COSTITUZIONE DI UN ENTE ECONOMICO - AGENZIA DI SVILUPPO TURISMO INTEGRATO IL QUALE DOVRA’ OCCUPARSI 80.000,00 € DELLA REALZIZZAZIONE DELLE FASI SOTTO ELENCATE. II LO SVILUPPO DI PARTNERSHIP A LIVELLO LOCALE E CONTESTUALE AVVIO DI UNA FASE DI PROGETTAZIONE PER REALIZZAZIONE DI UN PIANO DI MARKETING ED OPERATIVO DEL TURISMO INTEGRATOII.1 Animazione territoriale, seminari, incontri, riunioni, e concertazione con le parti sociali e gli enti locali, ed imprese 10.000,00 € appartenenti ai segmenti individuatiII 2 Avvio e progettazione operativa degli interventi a breve termine 15.000,00 €II 3 Attività di informazione, valutazione e diffusione dei risultati relativi alla fase progettuale 5.000,00 € 30.000,00 €III SVILUPPO E ATTUAZIONE DI AZIONI DI MARKETING TERRITORIALE E DI AZIONI INNOVATIVE A FAVORE DELLE IMPRESE E DEL SISTEMA TURISTICO INTEGRATOIII.1 Lancio ed avvio degli interventi a breve termine : 1. Marchio per la riconoscibilità immediata del prodotto “Turismo Integrato della provincia di Crotone” – 5.000,00 € 2. Pacchetti completi di servizi al turista per segmento identificato – 5.000,00 € 3. Rete di punti di accoglienza turistica – Infopoint per segmento individuato – 90.000,00 € 4. Calendario di eventi principali dell’ area - 5.000,00 € 5. Gamma di prodotti di comunicazione ed informazione nella logica dell’integrazione di sistema – 30.000,00 € 6. Lancio sistema di servizi pubblici di trasporto turistico per agevolare la mobilità interna del turista 7. Messa a sistema di tutte le aree a forte vocazione turistica attraverso il miglioramento della loro fruibilità – 35.000,00 € 170.000,00Totale intervento 2800.00,00 € 24/05/2010 13