Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione usabilità Apple iTunes
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione usabilità Apple iTunes

765
views

Published on

Analisi di usabilità del software Apple iTunes. Esame universitario: Ergonomia Cognitiva, corso di laurea Teoria e Tecnologia della Comunicazione. Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Analisi di usabilità del software Apple iTunes. Esame universitario: Ergonomia Cognitiva, corso di laurea Teoria e Tecnologia della Comunicazione. Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Published in: Design

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
765
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. PRESENTAZIONE STUDIO DI USABILITÀEsame di Ergonomia Cognitiva, Prof.ssa R. Actis Grosso Teoria e tecnologia della comunicazione – Anno scolastico 2011-12 Marco Simone Carisio - Sarah Cillo - Stefano Manicone 1
  • 2. IntroduzioneProdotto E StoriaPrincipi Di UsabilitàTest di UsabilitàSoluzioni 2
  • 3. INTRODUZIONE L’obiettivo di questo lavoro èun’analisi approfondita di usabilità di un noto softwareper la riproduzione, l’acquisto, la gestione di file musicali e dispositivimobili: Apple iTunes. L’usabilità è definita dalla normativa 9241 ISO (International Standard Organization) come: “il grado in cui un prodotto può essere usato da particolari utenti per raggiungere certi obiettivi con efficacia, efficienza e soddisfazione in uno specifico contesto duso.” INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 3 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 4. INTRODUZIONESi analizzerà iTunes sotto l’aspetto:• Dell’ efficacia: relazione tra obiettivi prefissati e risultati raggiunti• Dell’ efficienza : le modalità e lo sforzo necessario per raggiungere gli obiettiviInfine…Saranno presi in considerazione gli utenti ele loro esigenze, perché sono coloro chehanno una relazione d’uso con il prodotto. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 4 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 5. INTRODUZIONE Obiettivo finale dell’ergonomia cognitiva: fare in modo che il design model di chi ha progettato il software, corrisponda il più possibile al modello mentale dellutente finale (user model).LoUser Centered Design è una modalità per progettare e costruire siti o applicazioni tenendo conto del punto di vista e delle esigenze dell’ utente. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 5 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 6. INTRODUZIONEIl lavoro sarà declinato in due direzioni: 1. Faremo una prima valutazione euristica individuando le problematiche che caratterizzano iTunes secondo la nostra esperienza 2. Seguiranno una serie di task per gli utenti, preceduti da un questionario INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 6 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 7. IntroduzioneProdotto E StoriaPrincipi Di UsabilitàTest di UsabilitàSoluzioni 7
  • 8. DESCRIZIONE DEL PRODOTTOiTunes è un applicazione multimediale freeware top di gamma nel suo segmento, sviluppata da Apple Inc. nel 2001 per organizzare e riprodurre file musicali permettendo la gestione di dispositivi iPod, iPhone e iPad permettendo lacquisto online diIntegra inoltre iTunes Store canzoni, video e film in alta qualità. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 8 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 9. LA STORIA 1999 Jeff Robbin e Bill Kincaid crea l’applicazione SoundJam MP. Applicazione commerciale molto diffusa nei sistemi Macintosh, sviluppata da “Casady & Greene” nel 1999, per la gestione del Diamond Rio, linea di lettori MP3.2000 Apple intanto stava sviluppando il primo prototipo di iPod e Steve Jobs decise di acquistare SoundJam assumendone tutti gli sviluppatori. Nacque così la prima versione di iTunes. molto simile a SoundJam MP, tranne per limpossibilità di personalizzare linterfaccia, che iTunes non ha mai posseduto per una scelta di Apple. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 9 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 10. LA STORIA2001 Lancio ufficiale di iTunes sancisce così la fine di Sound Jam, che fino a quel momento era stato sviluppato contemporaneamenteNell’ottobre 2001 iTunes raggiunge 1 milione di downloads Con la nascita del nuovo iPod, il programma ha ancora una più vasta diffusione, poiché era distribuito direttamente con il dispositivo, ed era inoltre l’unico che ne permetteva la gestione. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 10 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 11. LA STORIA2003 La grande rivoluzione: Apple introduce iTunes Music Store Un negozio online per acquistare musica e altri media digitali. Nato dal frutto dell’accorpamento di 200.000 brani di alta qualità presi dai cataloghi delle maggiori etichette discografiche: SONY Music Entertainment, BMG, EMI, Universal Warner.Un grande successo.. Solo nella prima settimana di vita, sono vendute 1 milione di tracce audio, che nei 4 mesi successivi, diventano oltre 10 milioni. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 11 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 12. LA STORIA2003 iTunes sbarca su Microsoft Windows e raggiunge i 100 milioni di downloads! versione 4.1 iTunes diventa disponibile e installabile anche su Microsoft Windows, raggiungendo così una vastissima fetta di mercato. Inizia il periodo doro dell’iPod, che divenne il lettore musicale più diffuso al mondo.OGGIA 12 anni dal suo debutto iTunes vanta 10 versioni ed è il più usato sistema digestione della musica e il secondo player musicale del mondo.Ad oggi ITunes Store è il primo rivenditore al mondo con un catalogo di 20 milioni di brani inalta qualità, sorpassando il rivale Amazon. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 12 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 13. IntroduzioneProdotto E StoriaPrincipi Di UsabilitàTest di UsabilitàSoluzioni 13
  • 14. INTRODUZIONE AI PRINCIPI LA VALUTAZIONE EURISTICAE’ una valutazione effettuata da utentiesperti che, basandosi su alcuni principiscelti caso per caso, valutano se undeterminato software, sito, progetto lirispetta o meno. Si basa su euristicheSi effettuata prima di sottoporre un test pratico per individuare gli errori più grossolani di progettazione Vantaggi Svantaggi • Facilità di applicazione • La valutazione dipende • Economicità dall’esperienza del valutatore INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 14 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 15. PRINCIPI DI USABILITA’1. Dialogo semplice e naturaleL’interfaccia deve essere immediatamente comprensibile all’utenteE’ necessario:• Conoscere il metodo di lavoro dell’utente, caratteristiche ed esigenze• Eliminare le informazioni superflue• Far capire allutente cosa succederà a seguito di un’azione Questo principio non è pienamente rispettato in quanto iTunes prevede una logica diversa da quella tradizionale dell’utente. • la semplice azione di rinomina di un brano diventa difficile quando l’utente non si trova la voce «rinomina» cliccando col tasto destro •iTunes propone allo stesso livello funzioni basilari e altre secondarie che crea creano un senso di smarrimento almeno ai primi utilizzi. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 15 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 16. PRINCIPI DI USABILITA’2. Semplificare la struttura dei compiti Lutente non deve elaborare in maniera eccessiva le informazioni. Approcci per semplificare i compiti: • mantenere il compito invariato ma offrire sussidi mentali • usare la tecnologia per rendere visibile quello che altrimenti sarebbe invisibile • far eseguire parti complicate del compito dalla tecnologia invece che dallutente Questo principio non viene quasi mai rispettato in quanto: • nelle operazioni di base alcuni passaggi richiedono un’eccessiva elaborazione all’utente • Alcune funzioni andrebbero snellite e semplificate . Esempio: masterizzazione CD, che obbliga l’utente a creare prima una playlist, passaggio che potrebbe essere automatizzato. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 16 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 17. PRINCIPI DI USABILITA’3. Agevolare il riconoscimento piuttosto che il ricordoL’interfaccia deve permettere allutente di capireimmediatamente cosa fare, senza dover ricorrere al ricordo. E’ necessario: • sfruttare il “mapping” naturale • fare in modo che le azioni consentite siano chiaramente visibili • rendere visibile lo stato del sistema in ogni momento • fornire delle informazioni di anteprima sugli oggetti selezionati • abilitare o disabilitare i comandi in modo da obbligare lutente a compiere certe azioni Questo principio non viene in gran parte rispettato in quanto seppur iTunes sfrutti il mapping naturale e faccia in parte uso di una grafica corretta e significativa ricorrendo a simboli grafici che descrivono le funzionalità associate alle icone, non dispone di uninterfaccia abbastanza intuiti vada permettere allutente di capire immediatamente cosa fare, e anzi richiede fortemente il ricorso al ricordo. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 17 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 18. PRINCIPI DI USABILITA’4. Fornire feedback in modo da rendere visibile lo stato del sistema Il feedback consiste: • nella risposta all’azione compiuta • nell’informazione riguardo gli effetti • nell’informazione sul nuovo stato del prodotto Questo principio è pienamente rispettato, in quanto nella barra superiore del programma, vengono continuamente visualizzate le informazioni di riproduzione alternate a feedback relativi allo stato del sistema. Vi sono inoltre numerosi i pop-up di avvertimento sulle possibile modifiche indirette. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 18 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 19. PRINCIPI DI USABILITA’5. Prevenire gli errori di interazione e facilitarne il recupero Gli errori possono essere prevenuti progettando
 un’interfaccia che preveda: • annullamento delle operazioni • una messaggistica efficace • comandi per interrompere operazioni lunghe iTunes rispetta il principio anche se in alcune circostanze alcune • assenza di pagine opzioni risultano poco visibili. • E possibile fermare la sincronizzazione automatica cliccando senza barre di navigazione sulla x nella principale finestra di dialogo, ma non tutti gli utenti • Disponibilità di la notano al primo sguardo. funzioni per uscire • Anche nel caso di annullamento di altre operazioni, si apre la finestra di dialogo che permette di cancellare il processo, ma dal programma rimane in primo piano lopzione di conferma di questultimo, che può portare lutente a completare lerrore invece di riparare il “danno” INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 19 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 20. PRINCIPI DI USABILITA’6. Essere consistentiE’ importante tenere conto della semantica del dialogo(comportamenti associati agli oggetti) e della sintassi: entrambi devonorisultare coerenti e uniformi all’interno dell’intero software. Questo principio non è rispettato, in quanto iTunes è progettato in modo diverso rispetto ai software che lutente medio è abituato ad utilizzare. • consistenza del linguaggio e della grafica: iTunes non mette in evidenza le funzioni più importanti • consistenza degli effetti: riportiamo lesempio dellopzione “Informazioni” • consistenza nella presentazione: sarebbe meglio avere più evidenziazione di opzioni principali • consistenza tra ambienti applicativi: esempio del processo di masterizzazione INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 20 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 21. PRINCIPI DI USABILITA’7. Parlare il linguaggio dellutenteL’interfaccia deve presentare un linguaggio: • familiare all’utente • il più vicino possibile ai concetti e alla terminologia a lui conosciuti • che non fa uso di termini tecnici specifici che un utente non esperto non capirebbeAnche le icone e le metafore contribuiscono a descrivere concetti in forma grafica. Questo principio non è pienamente rispettato in quanto: •I menu della barra superiore presentano termini di estrazione tecnica e stranieri (“nuova playlist SMART“, "browser colonna" , "crea AAC versione”). •Seppur le icone richiamano abbastanza il modello dell’utente, in alcuni casi (come ad esempio per il + relativo alla creazione di una nuova playlist) è necessario passarci sopra con il mouse per far apparire il testo relativo al comando e poterne così capire la funzione. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 21 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 22. PRINCIPI DI USABILITA’8. Agevolare la flessibilità dutilizzo e lefficienza dellutente Al centro di tutto deve esserci sempre lutente che va facilitato con: • “Facilities”, facilitatori dinserimento • Salti che evitano di passare in punti intermedi • Possibilità di personalizzazione dellinterfaccia, • Tempi di attesa e risposta ridotti Questo principio viene parzialmente rispettato in quanto: • Le possibilità di personalizzazione a nostro parere un po troppo limitate. • Per quanto riguarda luso di "facilities", sembrano essere piuttosto ridotte nel caso di questo software. • E’ presente un tutorial, per gli utenti meno esperti nella sezione "aiuto” •Gli "acceleratori", invece, sono presenti in quantità numerosa in quanto è un metodo tipico adottato solitmente da Apple perfornire scorciatoie da tastiera. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 22 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 23. PRINCIPI DI USABILITA’9. Fornire help e manualiLa documentazione viene spesso usata per compensareeventuali problemi di usabilità del prodotto.L’utente medio, va alla ricerca di uninformazione nellhelp in linea onella documentazione solo come ultimo tentativo.Accorgimenti per aumentare le possibilità che i manuali siano utili: •facilità di consultazione •comprensibilità e brevità dei testi •orientamento allattività dellutente •efficacia nella risoluzione del problema. Questo principio viene in gran parte rispettato in quanto: •È presente una guida in linea •Un tutorial sullutilizzo del programma •Possibilità di ricercare delle parole chiave nella guida di iTunes •L’aiuto è supportato spesso da immagini INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 23 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 24. IntroduzioneProdotto E StoriaPrincipi Di UsabilitàTest di UsabilitàSoluzioni 24
  • 25. INTRODUZIONE AL TEST PROBLEMI RILEVATI DOPO LA VALUTAZIONE EURISTICA• Processo di backup che si avvia automaticamente• Impossibilità di copiare direttamente sul dispositivo un brano• Processo di modifica del ID3-tag di ogni brano• Processo di masterizzazione di un CD• Processo di copia automatica di tutti i file nella cartella di iTunes• Sincronizzazione parziale del dispositivo INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 26. INTRODUZIONE AL TESTDopo la nostra valutazione euristica, siamo passati a unaprova pratica su un campione che abbiamo scelto. Abbiamo quindi somministrato al campione: • un questionario • dei task da effettuare INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 26 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 27. IL CAMPIONE ESAMINATOIl campione di utenti che abbiamo individuato comprende soggetti: • Giovani (intorno ai 20 anni) e Adulti (più di 40 anni ) • Principianti o Esperti nell’uso del computer • Utenti che utilizzano o non-utilizzano iTunes Abbiamo preso in esame due individui per ogni combinazione, e considerando che non abbiamo trovato corrispondenze per 3 soggetti, abbiamo considerato un campione 13 soggetti. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 27 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 28. IL CAMPIONE ESAMINATO INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 28 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 29. IL TEST SUL CAMPOQUESTIONARIO CARTACEO Prima di effettuare il test pratico abbiamo somministrato loro un questionario cartaceo Obiettivo: Ricavare informazioni preliminari Composto da 10 quesiti6 nel formato si/no 1 domanda aperta * 3 a risposta multipla *In questo caso, la domanda è stata sottoposta sia prima che dopo la fase pratica per rilevare eventuale considerazioni aggiuntive che sarebbero emerse dopo aver realmente avuto contatto col programma. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 29 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 30. TASKTask 1: AttivazioneDisattivazione dellasincronizzazione automatica per copiare i file suldispositivo iTunes, di default, sincronizza automaticamente tutti i brani della propria libreria con il dispositivo Criticità: l’utente può voler scegliere lui stesso quali brani aggiungere al dispositivo utilizzando semplicemente la funzione di drag and drop. Difficoltà: la funzione è difficile da trovare tanto che gli utenti potrebbero non conoscerne neanche l’esistenza INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 30 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 31. IL TEST SUL CAMPO - Tasks Tempo impiegato in caso di esito posi vo Maggiore di 2 min. 14% Tra 30 sec. e 2 min. 14% Minore di 30 sec. 72% INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 31 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 32. TASKTask 2: aggiunta di 5 brani da una cartella suldesktop al dispositivo iTunes prevede che un brano venga aggiunto alla libreria prima di poter essere trasferito sul dispositivo a meno che non venga prima attivata la gestione manuale (Task 1) Criticità: il passaggio potrebbe risultare macchinoso e inutile per l’utente Difficoltà: le difficoltà sorgerebbero nel caso in cui l’utente non abbia impostato la gestione manuale nel task precedente; dovrebbe,quindi, prima capire come aggiungere i brani alla libreria e successivamente sincronizzare il dispositivo INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 32 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 33. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 33 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 34. TASKTask 3: Modificare le informazioni di un branorinominandolo e aggiungendo la copertina contenutanel file «copertina.jpg» e il testo contenuto nel file«testo.txt» forniti. iTunes prevede la possibilità di aggiungere e modificare le informazioni ad ogni singolo brano Criticità: nessuna Difficoltà: il procedimento non è così semplice come sembra, infatti l’utente si aspetterebbe una voce «rinomina» o «modifica informazioni» che in realtà è sostituita da una più generica «informazioni» che non fa intuire appieno le operazioni eseguibili. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 34 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 35. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 35 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 36. TASKTask 4: Scaricare un brano dall’iTunes Store iTunes integra al suo interno lo Store musicale più ricco e importante di sempre. Permette di acquistare brani musicali, video, ebook e applicazioni per i vari dispositivi. Criticità: nessuna Difficoltà: l’etichetta riguardante l’iTunes Store potrebbe risultare di difficile individuazione per utenti non esperti. Inoltre nella pagina dello Store, l’utente potrebbe non intuire immediatamente che il box di ricerca della musica coincide con il box presente in alto a destra nel programma. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 36 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 37. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 37 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 38. TASKTask 5: Masterizzare un CD con le tracce selezionate iTunes permette di creare una playlist con le proprie canzoni preferite e di masterizzarla su CD. Criticità: non è logico il legame di dipendenza tra masterizzare un CD e creare una playlist. … Inoltre risulta poco intuitiva la procedura di creazione di una playlist per chi non ha mai usato iTunes. Questa avviene principalmente cliccando “+” nel menu in basso a sinistra. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 38 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 39. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 39 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 40. TASKTask 6: Disabilitazione della funzione di consolidamentodella libreria, che copia automaticamente i brani inlibreria in una cartella di backup di iTunes. iTunes inserisce automaticamente tutti i file della libreria anche in una cartella apposita nel pc denominata iTunes media. Criticità: spesso l’utente ha già una cartella contenente i suoi brani musicali e, in questo modo, ne ottiene due identiche (sovraccaricando il computer). … inoltre La difficoltà sta nell’individuare la funzione, che risulta essere poco visibile. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 40 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 41. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 41 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 42. TASKTask 7: Con iTunes impostato su sincronizzazioneautomatica, sincronizza parzialmente solo le playlist“CARMEN CONSOLI” e “COLDPLAY” É possibile copiare sul proprio dispositivo solo parte della libreria musicale che può essere una playlist, un album, un genere e così via (sincronizzazione parziale). Criticità: ricerca della funzione apposita, che si trova nel menu interno delliPod. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 42 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 43. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 43 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 44. TASKTask 8. Disattivare la sincronizzazioneautomatica ogni volta che si collega il dispositivoiTunes, ogni volta che si collega il dispositivosincronizzato con la sua libreria, effettua unbackupCriticità: Questa funzione da una parte puòrisultare utile ma dall’altra può causare unafastidiosa perdita di tempo.Le possibili difficoltà derivano dal fatto chel’opzione specifica che risulta essere abbastanzanascosta nelle preferenze di iTunes. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 44 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 45. IL TEST SUL CAMPO - Tasks INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 45 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 46. RISULTATIQUESTIONARIO 46
  • 47. ANALISI DEI DATIDati ricavati dal questionario Percentuale di individui che Percentuale di individui che utilizzano un dispositivo Apple utlizzano iTunes 38% USA 46% USA NON USA 54% NON USA 62% INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 47 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 48. ANALISI DEI DATIDati ricavati dal questionario Percentuale di individui che utlizzano iTunes Percentuale di individui che utilizzerebbero per via del dispositivo Apple un altro software per gestire il proprio dispositivo 14% 17% Vorrebbero utilizzare un altro SI software NO Utilizzerebbero comunque iTunes 83% 86% INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 48 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 49. ANALISI DEI DATIDati ricavati dal questionario Software preferiti dagli utenti per Software preferiti dagli utenti per riprodurre la musica gestire la propria libreria musicale 15% Windows Media 8% Player 36% 36% Banshee Windows Media Player iTunes 8% Vlc Non gestiscono la iTunes Libreria 69% 28% INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 49 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 50. ANALISI DEI DATIDati ricavati dal questionario Percentuale di individui che trovano Percentuale di individui che trovano iTunes di difficile utilizzo iTunes di difficile utilizzo 8% 38% Difficile Difficile Non Difficile Non Difficile 62% 92% INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 50 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 51. ANALISI DEI DATIDati ricavati dal questionario Utilizzo delle funzioni di iTunes 6 6 5 5 4 3 3 2 2 2 1 1 0 0 INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ 51 TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 52. CONCLUSIONI 52
  • 53. CONCLUSIONI iTunes è un software che privilegia il design all’usabilità è un prodotto di qualità eccellenteUsa schemi rigidi, diversi dal modello mentale dell’utente Non è personalizzabile Anche se è gratuito è un prodotto di “nicchia” INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 54. CONCLUSIONI• Il parametro dell’ efficacia viene solo in parte soddisfatto da iTunes: i task sottoposti non sono stati completati da tutti gli utenti utenti (soprattutto principianti o che non hanno mai usato il programma). • Sotto il punto di vista dell’ efficienza: tempi lunghi a volte anche per utenti esperti • iTunes risulta essere poco intuitivo, perché chi lo utilizza per la prima volta non è in grado di svolgere numerosi compiti INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 55. IntroduzioneProdotto E StoriaPrincipi Di UsabilitàTest di UsabilitàSoluzioni
  • 56. SOLUZIONITask 1: QUALE SINCRONIZZAZIONE USARE? È risultato difficile capire il meccanismo di sincronizzazione automatica della libreria e molti utenti non sanno nemmeno che esiste la funzione di gestione manuale del dispositivo.La soluzione che abbiamo pensato è di richiedere all’utente alprimo collegamento del proprio dispositivo con iTunes, quale metododi sincronizzazione utilizzare. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 57. SOLUZIONIAggiungere icone nella schermata principale che facciano immediatamenteintuire quale tipo di sincronizzazione è attiva ed eventualmentecambiarla. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 58. SOLUZIONITask 2: COPIARE MUSICA MANUALMENTENel caso in cui sia impostata la sincronizzazione automatica, il trascinamento deibrani musicali direttamente da una cartella al dispositivo non va a buon fine e nonviene mostrato un messaggio di avviso del perché.Segnalare all’utente, tramite una finestra pop-up che avverta che èattivata la sincronizzazione automatica e possibilità di cambiarla INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 59. SOLUZIONI Task 3. MODIFICARE I DATI DEL BRANOLa voce “informazioni” nel menu atendina al click del tasto destro su unbrano è poco intuitiva sulle operazioniche possono essere compiuteCambiare la voce “Modifica ininformazioni brano”;inoltre, si potrebbe inserirenello stesso menu una scorciatoiaper ogni singola funzione. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 60. SOLUZIONITask 5. MASTERIZZARE UN CD In alternativa alla creazione di una playlist prima di masterizzare i brani su un CD, si potrebbe aggiungere un’iconanella barra in basso a sinistra in iTunes che permetta all’utente di masterizzare direttamente i brani scelti. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 61. SOLUZIONI Task 6 – 8. OPZIONIPer quanto riguarda questotask la difficoltà è relativaalla poca intuitività dellavoce “preferenze”. Perquesto, quindi, basterebbesemplicementesostituire la voce“preferenze” con la piùintuitiva “ opzioni”.Inoltre sarebbe opportuno aggiungere un’icona nella barra in basso a sinistra che benrappresenti graficamente una chiave inglese come simbolo delle “opzioni”. (più intuitiva) INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 62. SOLUZIONITask 7. SINCRONIZZAZIONE PARZIALEIn questo caso sarebbe utile aumentare le dimensioni della barra superiore e colorareil pulsante corrispondente alla scheda attiva con un colore che risalti, al fine di renderepiù visibile questa voce che abbiamo osservato sfuggire ad una prima occhiata. INTRODUZIONE PRODOTTO E STORIA PRINCIPI DI USABILITA’ TEST DI USABILITA’ SOLUZIONI
  • 63. GRAZIE PERL’ATTENZIONE.. 63